1. Anonimo

    salve ho 49 anni e 2 mesi fa sono stato operato di ernia inguinale,tutto bene x i primi venti giorni,improvisamente forte dolore al polpaccio ds..dopo 5 giorni ricovero x tromboflebite ed embolia polmonare…domanda. vero che dopo ogni intervento chirurgico dalle anche in giu sono previste punture di eparina…..

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non conosco le linee guida ospedaliere, ma da farmacista le confermo che ormai la prassi è praticamente sempre quella.

    2. Anonimo

      Quomunque adesso sto abbastanza bene, faccio terapia anticoagulante con sintrom 4 mg. con controlli 1 volta settimana. INR a 2.30 pero ogni tanto o piccoli dolori al polpaccio dx.dott mi dice che e abbastanza normale dopo trombosi.Devo stare tranquillo oppure approfondire la cosa.grazie x le sue risposte.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Piccoli fastidi sono in effetti normali; raccomando di continuare a tenere monitorato l’INR.

  2. Anonimo

    2 mesi fà ho subito un intervento chirurgico alla schiena sono stata dimessa stavo bene, ma dopo 2 settimane ho avuto anch’io la trombosi venosa i sintomi erano dolore alla gamba la storia è diventata seria quando di notte sono svenuta ora sto seguendo una terapia con i farmaci e porto le calze e faccio 2 volte a settimana l’esame del sangue.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Grazie di cuore per la sua testimonianza.

  3. Anonimo

    Salve sono un ragazzo di 23 hanni e sono stato ingessato per incidente sportivo mi hanno detto di prendere delle medicine per far circolare il sangue e lo prese fin ora solo lo finite e mancano 5 giorni per togliermi il gesso quindi che faccio? posso stare senza?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No, senta il suo medico, perchè probabilmente deve tassativamente continuarle.

  4. Anonimo

    Buongiorno dottore, ho 36 anni, da circa una settimana ho un dolore al polpaccio sinistro, in un punto abbastanza preciso nella parte superiore del polpaccio a circa 10cm dall’angolo interno del ginocchio. Non noto gonfiore o arrossamento, ma se premo in quel punto sento cmq ancora più dolore. Mi sembra che si sia accentuato dopo un forte crampo, problema di cui saltuariamente soffro. Il dolore cmq è costante, lo avverto adesso che sono seduto in ufficio e a letto prima di dormire. Potrebbe trattarsi di trombosi o è da escludere a priori?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Consiglio senza dubbio di verificarlo con il medico, anche se dai sintomi non sembrerebbe.

  5. Anonimo

    Salve dottore, da molti mesi soffro di dolore agli arti inferiori che partono dal polpaccio al piede. é un dolore di affaticamento, una sensazione strana come se mi scorresse lungo l’arto una scarica di dolore… Io sono cameriere e sto molto tempo in piedi e faccio divesi passi avanti e indietro su e giù… non so se interessa i tendini o le vene. Il dolore e continuo e di notte non lo avverto solo quando dormo poi è sempre presente… può essere un problema di circolazione o di trombosi venosa profonda? cosa mi consiglia? Grazie e a presto

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ha provato ad assumere sali minerali?
      Ha provato ad assumere gambaletti a compressione graduata?

    2. Anonimo

      Buon giorno Dottore, grazie per avermi risposto. Seguirò il suo consiglio e inizierò ad assumere sali minerali e usare gambaletti a compressione graduale. Sa consigliarmi prodotti efficaci? Grazie ancora e a presto.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non mi piace mai troppo consigliare prodotti specifici, ma i più conosciuti in genere sono affidabili.

      Raccomando in ogni caso di chiedere il preventivo parere del medico prima di mettere in pratica eventuali suggerimenti; potrei avere una visione limitata del suo caso ed essere quindi impossibilitato a valutare aspetti potenzialmente importanti.

  6. Anonimo

    Salve da un pò di tempo accuso un male tremendo alla gamba sinistra sono praticamente il 75 x 100 sempre in piedi praticamente all’altezza del ginocchio anche quando sono a letto non riesco a tenere la gamba in una posizine devo non mi possa fare male.Come posso guarire questo problema? grazie……….

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È calda/rossa/gonfia?

    2. Anonimo

      No,però sento male all’altezza del ginocchio,anche dietro al ginocchio

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Consiglio una visita ortopedica o, forse meglio, una preventiva visita dal suo medico di base; non sembra trombosi/flebite quanto più un problema articolare.

  7. Anonimo

    Sono una ragazza di 31 anni da piu di 15 giorni ho un problema con arto inferiore sinistro… ha iniziato a manifestarsi con macchie chiaro scure a nido d’ape sul polpaccio… e con un dolore e gonfiore al polpaccio se cammino e specialmente la notte mi si addormenta… ho fatto tutti esami anche cardiodopler ma nulla… ora mi han fatto fare risonanza ma nessuno sa dirmi cos’e’!!! Secondo lei cosa puo essere!!! ? Grazie in anticipo… cordiali saluti…

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace, ma purtroppo non sono in grado di fare ipotesi.

  8. Anonimo

    Buonasera, sono una ragazza di 20 anni. Da un paio di anni sento dei forti crampi alle gambe però la più colpita è la sinistra, il dolore parte dal polpaccio si estende sulla parte posteriore del ginocchio fino alla parte superiore della gamba, oltre ai crampi sento una forte sensazione di calore. Mia mamma ha fatto un embolia polmonare ed è un problema genetico, ho fatto le visite necessarie e ce l’ho anch’io. Secondo Lei i miei dolori possono essere paragonati a questa malattia?
    grazie e cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente no, perchè si sarebbe già manifestato con conseguenze gravi (ma ovviamente deve fare il possibile per ridurre i fattori di rischio).

    2. Anonimo

      La ringrazio per avermi risposto e le chiedo un’ulteriore cosa, ho lo endometriosi e come sa l’unica soluzione è la pillola, con i problemi che ho purtroppo non posso prenderla, sto consultando altri dottori e tutti mi dicono che non c’è nessun altro rimedio.
      Anche lei la pensa così ?
      La ringrazio

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Agli antipodi, alimentazione e chirurgia.

    4. Anonimo

      In che senso scusi? E cosa sono gli antipodi? Grazie

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Nel senso che non esistono solo i farmaci: qualche ginecologo ritiene che una scrupolosa osservazione di alcune indicazioni alimentari possa ridurre i sintomi legati alla malattia, mentre per alcune donne può essere risolutivo l’intervento chirurgico.

  9. Anonimo

    Gentile Dottore sono una donna di 29 anni. da circa una settimana accuso un senso di calore interno tra tibia e polpaccio che dura al max 2 secondo, quindi brevissimo e assolutamente indolore. solo questa sensazione di un fuocherello che si accende e si spegne subito..alle volte mi sembra quasi che questo calore scorra, tipo lungo un nervo..ma potrebbero essere solo sensazioni queste ultime, poiche cmq questa sensazione è cmq localizzata in quel punto tra tibia e polpaccio gamba dx..lo avverto se ci penso, mai di notte, e mi crea sicuramente un malessere psicologico, perchè non capisco cosa sia e non posso, motivi lontananza recarmi dal mio medico. non c è nessun gonfiore, nessuna lesione, nessun rossore. solo sensazione, e piu ci penso e piu peggiora. ogni tanto è associato a qualche crampetto, soprattutto se uso stivali a pianta piatta o tacchi molto alti. mi potrebbe dare un suo parere? sono un po in ansia. La ringrazio e la saluto

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbe essere solo ansia, ma ovviamente un parere medico rimane raccomandabile.

  10. Anonimo

    Sono una donna di 45 anni.da quasi un mese sono stata diagnosticata di tvp al polpaccio destro venuta credo dopo assunzione di progesterone e un lungo viaggio con stivali molto stretti (18 ore).da un mese circca faccio punturine di seledin 0,6.devo andare al controllo.pero vorrei chiedere se per caso e una regola che tutti con tvp devono passare anche la TAO con comadin.?e se per caso potrei continuare eparina.grazie dottore

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In genere credo che si passi al Coumadin per praticità e, soprattutto, costo.

    2. Anonimo

      ho letto che per passare a TAO e necesario fare tanti prelievi di sangue e monitorare INR e un po noioso come procedimento.vorrei chiedere secondo lei dopo 30 giorni di punturine seledie e necesario anche un altra terapia oppure puo bastare? grazie

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Si valuta caso per caso, ma temo che non sarà sufficiente.