Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Non ho capito perché la gravidanza dovrebbe essere un fattore di rischio…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A causa della pressione sugli organi addominali esercitata dall’utero in seguito al progressivo aumento di dimensione durante i 9 mesi.

  2. Anonimo

    Pantoprazolo va bene per la cura dell’ernia iatale? Dopo colazione?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Benissimo.
      2. In genere si consiglia a stomaco vuoto (un’ora prima o due ore dopo la colazione).

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo no, se non attraverso la chirurgia, ma nella maggior parte dei casi si ottiene un ottimo controllo attraverso stile di vita ed eventualmente farmaci.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, esiste l’intervento, che tuttavia viene valutato solo quando gli approcci più conservativi falliscono dimostrando di non essere sufficienti.

  3. Anonimo

    Soffro di ernia iatale… era qualche mese che stavo abbastanza bene, ma è da domenica che ho di nuovo dolori fortissimi… Vuol dire che è peggiorata? Devo rifare la gastro?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è necessariamente peggiorata e, con buona probabilità, non sarà necessario ripetere la gastroscopia; ci avviciniamo al cambio di stagione e molti pazienti in questo periodo accusano un peggioramento dei sintomi. Imprescindibile una scrupolosa attenzione allo stile di vita (in particolare all’alimentazione), ma raccomando di sentire il medico per valutare eventuali farmaci (o la modifica della terapia in corso, se presente).

  4. Anonimo

    Una precisazione: i sintomi peggiorano verso pomeriggio – sera. La notte dormo bene, cosa che chi soffre di reflusso in genere so riuscire con difficoltà.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Potrebbe comunque avere una gastrite con ernia jatale, i sintomi di queste patologie sono spesso non correlati con l’entità delle alterazioni, per cui si possono avere anche sintomi scarsi in presenza di un quadro invece importante, e viceversa. Torni dal medico, il gaviscon funziona per l’acidità ed è solo un sintomatico, la terapia vera in questi casi è un’altra. Potrebbe anche sentire il parere di un gastroenterologo.

    2. Anonimo

      La ringrazio, tornerò dal mio medico curante allora. Nel frattempo interrompono il gaviscon.

  5. Anonimo

    Buonasera,
    Da circa una settimana soffro di costrizione alla gola, oppressione toracica, difficoltà di deglutizione, tosse e talvolta singhiozzo. Il medico di base mi ha prescritto il gaviscon sospettando un reflusso, dopo un giorno di cura i sintomi sono peggiorati (sentivo anche dolore toracico) e sono corsa al pronto soccorso. Codice giallo, mi hanno fatto l’ecg che è risultato regolare e mi hanno dimessa. Continuo a prendere il gaviscon advance in bustine come consigliato ma i sintomi non migliorano. Sto seguendo una dieta molto leggera e bevo molta acqua. Consideri che in tutti questi giorni non ho mai avuto il minimo sintomo di acidità di stomaco, solo i sintomi descritti ed in un punto più alto rispetto allo stomaco, diciamo al petto e la gola.
    Mio padre ha avuto l’ernia iatale ed helicobacter. Ho 38 anni, non ho altre patologie/allergie. Sono di carattere un po’ ansioso ma nulla di particolarmente invalidante. Cosa mi consiglia di fare e con che urgenza?
    La ringrazio molto.

  6. Anonimo

    È praticamente un mese che soffro di mal di stomaco ogni volta che mangio sia a colazione ma soprattutto a pranzo e a cena. Pensavo che fossero determinati alimenti come il latte e invece il dolore/bruciore mi viene anche quando mangio una semplice insalata o patate lesse. Un giorno ho l’acidità, un altro giorno ho il bruciore ed un altro il dolore. La cosa fissa è questa sensazione di dolote/bruciore alla bocca dello stomaco, proprio sotto lo sterno e che si irradia in corrispondenza dietro la schiena. Non ho idea di cosa possa essere… Grazie per la risposta. Cordiali saluti

    1. Anonimo

      Inoltre provo sollievo quando vado in bagno.. È come se mi liberassi dal quel dolore…

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Gastrite/reflusso, probabilmente, altra gastropatia (ernia iatale?); indispensabile fare il punto con il medico per intervenire prima che cronicizzi.

  7. Anonimo

    Dimenticavo, spesso la nausea va via quando vado a defecare.
    Inoltre sono una persona ansiosa. Grazie dottore.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Probabilmente si associa un disturbo colico, sindrome del colon irritabile forse; ne parlerei col medico, non è nulla di grave ma potrebbe consigliarle una terapia per contrastare i sintomi.

    2. Anonimo

      Salve o 24 anni o disturbi allo stomaco fotlrti dolori comunale e si prevede un ernia iatale !! Mi sale fino alla ostomaco il dolore e faccio fatica a respirare a volte sembra che si blocca il respiro e poi avvolte respiro affannata …volevo sapere ma ce il rischio che si può soffocare? Io pure sono troppo ansiosa…mi potrebbe dare un consiglio dottore ? GRZ mille

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, soffrendo di ernia iatale non c’è rischio di soffocamento.

  8. Anonimo

    Salve Dottore, in alcuni periodi dell’anno ho sempre la pancia gonfia e nausea principalmente mattutina . Premetto che dalla gastroscopia fatta l’anno scorso mi hanno diagnosticato l’ernia iatale. Questi disturbi possono essere causati da essa? Grazie mille

  9. Anonimo

    Salve ho 43 anni e da un po di tempo ho problemi allo stomaco cioe difficoltà nella digestione e sintomo di vomito ma quest’ultimo raramente . il mwdico mi ha consigliato la gastroscopia. Sinceramente ho paura a farla x il risultato che potrebbero darmi !!!

  10. Anonimo

    Dott. Buongiorno ho 66 anni e soffro di ernia iatale e reflusso gastroesofageo non ho bruciori allo stomaco perche piglio la mattina una cp. di lucen 20 mg da qualche 5 mesi ma ha lungo andare che problemi puo causare questo farmaco.( ps a parte lo stomaco gonfio mangio tutto)

  11. Anonimo

    Dott. Buongiorno ho 66 anni e soffro di ernia iatale e reflusso gastroesofageo non ho bruciori allo stomaco perche piglio la mattina una cp. di lucen 20 mg da qualche 5 mesi ma ha lungo andare che problemi puo causare questo farmaco.( ps a parte lo stomaco gonfio mangio tutto)

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno. Effettivamente sono farmaci che, se possibile, andrebbero assunto solo nei periodi di riacutizzazione dei sintomi gastritici o da reflusso. Molte persone li assumono anche per anni in maniera continuativa senza nessun problema ma è possibile che causino alterazioni dell’assorbimento di alcuni elementi ( come ferro , vit b 12 e magnesio)e che predispongano più facilmente alle infezioni intestinali. Inoltre sembra esserci anche la possibilità ( ma gli studi ancora non sono chiari) che possano aumentare il rischio cardiovascolare e il rischio di sviluppare demenza. saluti

  12. Anonimo

    Buon giorno estoy facendo la cura x ernia iatale quasi già finito ma se gonfia la pancia in digiuno o mangiare come mai grazie

  13. Anonimo

    Buonasera da circa 10 giorni ho iniziato ad eruttare spesso mi senti la pancia un po gonfia e da circa 5 giorni appena mangio e ingoio mi vengono delle palpitazioni e senso di vertigine e giri di testa… mi potete dire cosa ne pensate? ho fatto esami d isangue e visita cardiologica ma è tutto ok.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un problema di stomaco, farei il punto con il medico curante.

  14. Anonimo

    Buongiorno da un po ti tempo dopo che mi alzo dal letto la mattina gradualmente mi inizia il dolore allo stomaco piano x poi alla aumentare e diventa terribile poi faccio colazione e dopo circa una mezz’ora comincia a diminuire questo si ripete comunque in altri momenti durante la giornata.
    Il medico ha detto che può essere reflusso perché il dolore finché sono sdraiata non c’è lo. Premetto che già in primavera ho avuto questo dolore che comunque dura tantissimi giorni.ora è già un venti giorni che sto così. La cura il pantopan.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La cura è perfetta, ma serve pazienza (fino a 2-3 settimane).

  15. Anonimo

    Più che altro mi interessa sapere se viene con lo stress l ernia,le altre possibile cause le ho capite….

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, no l’ernia jatale deriva da un problema tecnico, anatomico, su cui lo stress non ha effetto, benché lo stress stesso possa peggiorarne i sintomi.

    2. Anonimo

      Grazie,è quello che volevo sapere,per fortuna non ho alcun sintomo,a parte qualche bruciore di stomaco ma nient altro

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      …potrebbe comunque essere necessario un trattamento farmacologico, per cui se non l’ha fatto si faccia valutare dal medico.

  16. Anonimo

    Buongiorno,mesi fa mi è stata diagnosticata un ernia iatale,e volevo sapere se le cause di quest ernia sono dovute allo stress oppure a qualcos altro….

  17. Anonimo

    Salve appena dopo mangiato mi sono messa a fare dei pacchi e in uno di quello mi sono piegata in giù con le gambe e mi sono abbassata ed ecco che sento dal mezzo dello sterno una mezza pallina che mi esce fuori…
    Mi sono alzata subito e con la mano piano piano è tornata dentro…
    Sono preoccupata… È un ernia? Ed è pericolosa? Non mi era mai capitato…

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Intende a livello dello stomaco? l’ernia jatale è interna, per cui non si palesa attraverso la parete addominale; servirebbe una valutazione clinica da vicino per capire meglio.

    2. Anonimo

      Avevo questo bozzo che mi è fuoriuscito nel mezzo del costato…
      Poi mi sono alzata ed è tornato dentro….

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se le ricapita deve farlo vedere ad un medico per capire di cosa si tratta. saluti

  18. Anonimo

    Buon giorno dottore mi chiamo Marina vorrei un parere da lei,mi hanno riscontrato un ernia iatale da scivolamento di 6,cm facendo una gastroscopia mi sto curando con Esomeprazolo di 40 mg al mattino a digiuno+Gastrotuss dopo i pasti e alla sera prima di coricarmi.I miei sintomi necessito di schiarire la voce alcune volte tosse stizzosa a volte nausea con conati di vomito il medico mi ha aggiunto il Peridon al bisogno.Ultima visita di controllo l’ho fatta 15 ottobre secondo il medico dopo aver preso il gel Gastrotuss per un certo periodo mi consiglia di operarmi,il mio medico pneumologo che mi segue da tre anni per un enfisema polmonare un operazione per me e sconsigliabile.Dottore che cosa ne pensa e la cura con il gel per quanto dovrei prenderla grazie per la sua cortese risposta..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In alcuni casi è necessario assumere i farmaci senza smettere.
      Non mi sento di prendere posizione sulla questione intervento, mi dispiace.

    2. Anonimo

      Grazie per la sua cortese risposta spero con il tempo di migliorare le faro sapere, buona Domenica….

    3. Anonimo

      buona sera mi chiamo mariarita69 da tempo soffro di problemi gastrici,,,,,
      i sintomi sono: vuoto all’ addome e dolore dietro le spalle…
      gg. 7/11/2016 ho fatto la gastroscopia e la diagnosi è stata ernia ietale.
      a me non sembra perchè non ho altri disturbi come tosse, riflusso, etc….
      da tempo prendo il pariet da 20mg. e non ne posso fare a meno…..
      spero che qualcuno mi risponda e magare se mi puo’ suggerire i farmaci da prendere .

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non è possibile prescrivere farmaci; se Pariet non fosse sufficiente lo segnali al medico, la terapia verrà rivista.

  19. Anonimo

    Buon giorno dottore mi chiamo Daniele selo una problema con mia moglie ha dolori forti di stomaco e anche la Schena siamo andati a pronto soccorso e mi hanno detto che potrebbe ave hernia iatale come si può curare ?? IL mese scorso ha avuto uguale i stessi dolori e anche il gpt enorme invece di 33 aveva 269 però non hanno raccomandato neanche una cura …. o una protezione niente …

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Per l’ernia iatale sono stati prescritti farmaci? In genere la cura è con medicinali.
      2. Segnali il GPT al suo medico, è senza dubbio da tenere sotto controllo.

  20. Anonimo

    Buona sera ho 23 anni e da 2anni che sento forti dolori di stomaco e spesso dopo il pasto mi viene la nausea, e o giorni ché mi sento soffocare come se faccio fatica a respirare. Questo anno ho fatto l’endoscopia e mi hanno detto che o l’ernia iatale,emi hanno datto Delle pasticche da prendere e un gel , e passato quasi un anno e non mi è passato.cosa potrebbe essere?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Sono sintomi compatibili con un reflusso gastroesofageo complicato/causato dall’ernia. Oltre alla cura prescritta sta seguendo le norme igienico/alimentari indicate in caso di malattia da reflusso?

  21. Anonimo

    Buongiorno Dottore,
    Ho 46 anni e da circa 5 anni dopo la gastroscopia di tanto in tanto assumo la cura che mi ha dato lo specialista “il pariet ed il gaviscon advance”.
    Il mio medico di base non è più propenso ha prescrivermi il pariet ma cure sostitutive poichè sostiene che alimenta la formazione polipi …può darmi informazioni al riguardo?
    Inoltre sono un pò di giorni dopo l’influenza intestinale, nonostante abbia ripreso la cura con gaviscon e Pariet, di notte dormo con due cuscini e ho ripreso una alimentazione idonea , che ho nausea. Non so se continuare con questi accorgimenti e attendere che si risolva o se necessario fare un’altra gastroscopia. Mi può dare il suo parere? grazie mille!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Gli inibitori di pompa (farmaci come Pariet) a lungo andare inibiscono la secrezione di succo gastrico e possono in effetti favorire la formazione dei polipi gastrici, che tuttavia hanno andamento benigno; è pur vero che questi medicinali sono anche legati a rischi più consistenti e si cerca per questo motivo di limitarne il più possibile l’utilizzo.

      Detto questo se riesce a fare a meno di Pariet è sicuramente meglio, ma purtroppo molti pazienti necessitano almeno di periodici cicli di terapia (i cambi di stagione sono periodi particolarmente a rischio). In questi pazienti una continua attenzione alla dieta è comunque necessaria, per non rischiare ricadute.

      Se è solo pochi giorni che ne soffre mi sembra prematuro pensare di ripetere l’esame, anche perchè Pariet richiede almeno un paio di settimane per arrivare a esplicare l’effetto massimo.

  22. Anonimo

    Sono stata operata cinque giorni fa di coli cistectomia ho dolori epigastrici premetto che durante o intervento in videolaparo il chirurgo ha visto una piccola ernia istale cosa che non ha visto il gastroenterologo un mese fa con la gastroscopia. Sono normali questi sintomi. Ho 48anni ho sempre sofferto di reflusso e la volta che scrivo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Normali magari no, ma non sto dicendo che siano preoccupanti, perchè potrebbero anche essere indipendenti dall’interveto; li ha già segnalati al medico?

La sezione commenti è attualmente chiusa.