Borsite: sintomi, cause, cura e prevenzione

a cura di Dr. Roberto Gindro -Ultimo Aggiornamento: 6 giugno 2018

Introduzione

La borsite è un disturbo che colpisce una borsa, ossia una sacca ripiena di liquido situata sotto la pelle, in genere in corrispondenza delle articolazioni, che agisce come cuscinetto tra tendini e ossa.

I sintomi principali della borsite sono

  • dolore,
  • gonfiore,
  • irritazione dell’area interessata.

La borsite può verificarsi in qualunque borsa, ma ad essere maggiormente interessate sono quelle articolazioni che si muovono molto ed in modo ripetitivo, come ad esempio:

  • spalle,
  • gomiti,
  • ginocchia (ginocchio della lavandaia),
  • anche.

Possono essere interessate altre aree, come caviglie, piedi e tendine di Achille (l’ampio tendine che attacca il muscolo del polpaccio al tallone).

La terapia di solito consiste nel mettere a riposo l’articolazione colpita e nel proteggerla da ulteriori traumi; nella maggior parte dei casi il dolore scompare dopo poche settimane di terapia, ma gli episodi ricorrenti di borsite sono tutt’altro che rari.

Cause

La borsite si può sviluppare per tre ragioni principali:

  • trauma,
  • infezione,
  • conseguenze di una condizione di salute preesistente.

Trauma

A seguito di lesioni il tessuto interno di una borsa (la piccola sacca piena di liquido intorno a un’articolazione) si può irritare e infiammarsi (gonfiarsi).

Nella maggior parte dei casi, si tratta di sollecitazioni ripetute nel tempo, perché articolazioni, muscoli e tendini vicini sono sottoposti a un uso eccessivo. I movimenti ripetitivi sono fattori di rischio specifici per questo tipo di lesione.

Sono cause tipiche di borsite:

  • per la spalla, alzare il braccio o raggiungere oggetti in alto,
  • piegare e raddrizzare ripetutamente un gomito, o cadervi,
  • movimenti del ginocchio o inginocchiamenti ripetuti (la borsite del ginocchio è anche detta “ginocchio della lavandaia”),
  • camminare troppo (specialmente con scarpe inadatte) o praticare attività come il pattinaggio su ghiaccio che danneggiano la caviglia,
  • per le anche, la corsa,
  • poggiare i gomiti o inginocchiarsi su superfici dure.

Una borsa può danneggiarsi anche a seguito di un impatto improvviso, come urtare il gomito o cascare pesantemente sulle ginocchia.

Infezione

Le borse vicine alla superficie della pelle, come quelle in prossimità del gomito, possono infettarsi a seguito della penetrazione di batteri attraverso ferite. Una borsite dovuta a infezione è detta borsite settica.

Il sistema immunitario (il sistema di difesa naturale dell’organismo contro traumi e malattie) in genere previene questo tipo di infezione, quindi le borsiti settiche tendono a manifestarsi solo in soggetti con sistemi immunitari compromessi. Il sistema immunitario può essere debole a causa di condizioni croniche, come

Anche alcolismo, diabete e specifiche malattie renali aumentano i rischi di infezione.

Condizioni di salute

Diverse condizioni di salute possono causare l’infiammazione di una borsa. In particolare:

  • gotta e pseudogotta, condizioni causate dall’accumulo di acido urico nel sangue,
  • artrite reumatoide, una condizione in cui il sistema immunitario attacca i rivestimenti delle articolazioni,
  • sclerodermia, una malattia che causa l’indurimento della pelle,
  • spondilite anchilosante, una forma di artrite cronica che interessa aree della colonna vertebrale,
  • lupus eritematoso sistemico, una condizione ancora poco compresa che interessa la maggior parte dei tessuti e degli organi,
  • anche il sovrappeso può essere causa di borsite.

Fattori di rischio

  • Età: La borsite compare con maggior frequenza nelle persone di mezza età.
  • Lavoro o hobby: Se fate un lavoro o avete un hobby che comporta movimenti ripetitivi o pressione su una borsa, rischierete di più di soffrire di borsite.

Sintomi

I sintomi più comuni della borsite sono

  • dolore,
  • infiammazione
  • gonfiore nell’area corporea interessata.
Fotografia di una severa borsite al ginocchio

By – Own work, ,

La gravità della borsite dipende dall’entità dell’infiammazione della borsa, può causare gonfiore e rigidità, con l’area colpita che può diventare calda e arrossata.

Il dolore in genere è di tipo sordo, peggiorato dal movimento o dalla pressione. Può essere doloroso sostenere il peso corporeo, per esempio con una borsite dell’anca può fare male sdraiarsi sul lato colpito.

Borsite settica

Questa forma è causata da un’infezione e può quindi presentare sintomi aggiuntivi come:

  • temperatura elevata (febbre, uguale o maggiore di 38°C),
  • brividi,
  • infezione degli strati profondi della pelle (cellulite),
  • lesioni della pelle sopra l’area infetta.

Quando chiamare il medico

È raccomandabile consultare il proprio medico o uno specialista se:

  • il dolore all’articolazione è invalidante e/o dura da più di due settimane,
  • nella zona colpita si manifestano gonfiore, rossore o lividi eccessivi,
  • il dolore compare all’improvviso ed è lancinante, soprattutto quando si fa esercizio fisico o si sottopone la zona a uno sforzo,
  • pur avendo seguito la terapia prescritta non ci sono miglioramenti dopo due settimane,
  • si ha la febbre.

In particolare è importante rivolgersi a un medico in caso di sintomi di borsite e contemporanea febbre, perché si tratta verosimilmente di un’infezione.

Diagnosi

Per la diagnosi, è in genere sufficiente l’esame della parte interessata e l’analisi della sintomatologia.

Sarà necessario informare il medico di eventuali cadute su un’articolazione, in caso di lavori o hobby che prevedono movimenti ripetitivi a carico dell’area sofferente.

Campione di liquido

In caso di febbre (temperatura corporea uguale o maggiore di 38°C), è possibile che venga eseguito il prelievo di un campione di liquido dalla borsa interessata. Il liquido viene aspirato tramite un ago. Questo campione viene quindi analizzato in laboratorio alla ricerca di batteri (borsite settica). L’analisi può anche essere mirata all’identificazione di cristalli, che si possono sviluppare a seguito di condizioni come la gotta.

Dopo l’aspirazione, l’area viene medicata e sarà necessario evitare attività intense per un paio di giorni.

Altri esami

Possono essere necessarie analisi supplementari se i sintomi non rispondono al trattamento. In tal caso, sarà necessario escludere altre condizioni che possono causare sintomi simili.

Queste analisi possono includere:

  • analisi del sangue, per escludere patologie come l’artrite reumatoide,
  • risonanza magnetica, per escludere danni tessutali, come un tendine rotto (il tendine è la banda di tessuto che collega i muscoli alle ossa).

Cura e terapia

La maggior parte delle borsiti possono essere trattate direttamente con rimedi casalinghi e analgesici da banco.

Il dolore migliora in genere in qualche settimana, anche se il gonfiore può durare più a lungo prima di scomparire completamente. I tempi di guarigione possono dipendere dall’ubicazione della borsite e dalle cause (in particolare, borsite settica).

Rimedi casalinghi

Il soggetto può prendere numerose contromisure per ridurre il gonfiore dell’articolazione colpita.

  1. Tenere a riposo l’articolazione sinché i sintomi non migliorano ed evitare attività stancanti, verosimilmente peggiorative, come la corsa.
  2. Indossare imbottiture può aiutare a proteggere l’articolazione da ulteriori traumi. Per esempio, le ginocchiere possono essere di aiuto in caso di borsite del ginocchio.
  3. Anche gli impacchi di ghiaccio sono un valido ausilio per ridurre infiammazione e dolore. Avvolgere una confezione di ghiaccio (o di verdure surgelate) in un asciugamano e applicarlo sull’area interessata per 10 – 20 minuti. Ripetere l’applicazione più volte al giorno.
  4. Evitare di sdraiarsi o dormire sul lato con la borsite. Se possibile, alzare la parte del corpo colpita sopra il livello del cuore per aiutare l’infiammazione a ridursi. Per esempio, il piede può essere appoggiato su un cuscino per alzare la caviglia.
  5. Se sono colpite ginocchia, caviglie o anche, cercare di non stare molto in piedi. Può essere di aiuto stare in piedi su una superficie morbida, come pure mettere un cuscino tra le ginocchia quando ci si sdraia su un fianco. Il sovrappeso può causare una borsite, quindi può essere d’aiuto dimagrire.
  6. Analgesici come aspirina, paracetamolo o ibuprofene possono aiutare ad alleviare il dolore. Anche altri FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), come naproxene o diclofenac, possono aiutare a ridurre il gonfiore.

Aspirazione

In caso di gonfiore particolarmente grave potrebbe essere utile drenare parte del liquido. Questa procedura (drenaggio o aspirazione) può alleviare il dolore e migliorare la mobilità dell’articolazione.

L’aspirazione viene eseguita estraendo il liquido con un ago e applicando poi una medicazione sull’area. Sarà necessario evitare attività intense nei giorni seguenti.

Corticosteroidi

Se i sintomi di borsite sono gravi o non rispondono al trattamento, possono essere prese in considerazione le infiltrazioni con cortisone. Questi farmaci contengono steroidi, una classe di ormoni con potenti effetti antinfiammatori.

Il medico può iniettare il farmaco direttamente nell’area interessata. I possibili effetti collaterali sono l’assottigliamento dei tessuti circostanti e le alterazioni cromatiche della pelle intorno al punto di iniezione.

Non si possono praticare infiltrazioni di corticosteroidi in caso di borsite settica e il numero massimo di infiltrazioni in una stessa area va limitato a tre.

Antibiotici

Se le analisi confermano la diagnosi di borsite settica, il medico prescriverà antibiotici, come ad esempio:

  • flucoxacillina,
  • eritromicina,
  • claritromicina.

Vengono in genere assunti sotto forma di compresse o capsule, due o quattro volte al giorno per sette giorni. Dopo tale tempo, il medico verificherà la risposta agli antibiotici. Se i segni di infezione persistono, può essere necessario proseguire il trattamento per altri sette giorni.

Se in terapia antibiotica, è fondamentale terminare il ciclo completo di trattamento, anche se i sintomi migliorano. È necessario per prevenire recidive dell’infezione.

Chirurgia

In alcuni casi, può essere necessario ricorrere all’asportazione chirurgica della borsa, specialmente in caso di borsite settica refrattaria agli antibiotici.

La chirurgia comporta o la rimozione totale della borsa o il drenaggio del suo liquido tramite un’incisione della pelle.

Prevenzione

Ci sono una serie di attenzioni di buon senso da seguire per prevenire le borsiti.

  • Proteggere le articolazioni
    • Se si svolge un lavoro che richiede di stare a lungo in ginocchio, come i moquettisti, indossare ginocchiere di protezione aiuterà a proteggersi.
    • Se si cammina o corre con regolarità, assicurarsi di indossare scarpe giuste, come modello e taglia.
    • Se è la prima volta, comprare le scarpe in un negozio specializzato in scarpe sportive. Il personale del negozio, se esperto, può fare vari test, inclusa l’analisi del passo, e consigliare il tipo di scarpe più corretto.
    • In caso di problemi con le scarpe, comunque, esistono medici specializzati come i podiatri in grado di dare pareri più esperti e analizzare la biomeccanica complessiva degli arti inferiori.
  • Pause regolari
    • Fare pause regolari durante lo svolgimento di attività che richiedono movimenti ripetitivi. Questo aiuta a evitare sforzi eccessivi su una parte specifica del corpo.
    • È possibile anche variare le proprie modalità di attività fisica ricorrendo a esercizi diversi che non coinvolgono sempre le stesse parti.
  • Riscaldamento pre-esercizio
    • Fare riscaldamento per almeno sei minuti prima dell’esercizio. Eseguire qualche esercizio aerobico moderato, come la marcia o una corsa leggera, prima di passare a pratiche più vigorose.
    • Informarsi bene sul riscaldamento pre-esercizio e su come rilassare le parti dopo l’attività.
  • Forza muscolare
    • Se un’articolazione è stata colpita da borsite, rinforzare i muscoli circostanti proteggerà da nuove lesioni. Ricordarsi però di non iniziare a rinforzare i muscoli prima di aver totalmente superato la borsite.

Fonti principali:

  • , licensed under the OGL

Adattamento dall’inglese a cura della Dr.ssa Greppi Barbara

Aderiamo allo .

Articoli correlati
Domande e risposte
  1. Anonimo

    Il gomito dopo la borsite e’ancora un po’ gonfio. E’normale?

    1. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Dipende da quanto tempo è passato, dal tipo e gravità di lesioni riportate…dovrebbe farsi rivalutare dal medico che ha trattato il quadro clinico.

    2. Anonimo

      Sono passate due settimane

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Utile verificare con il medico che l’ha visitata la prima volta e che potrà così valutare l’entità del valore residuo.

  2. Anonimo

    Salve sono Pietro, ho la borsite al gomito il mio medico mi ha prescritto antinfiammatori, ma ho letto che nelle mie patologie non è consigliato: Ho avuto un ima, RCU,e diverticoli. Come posso trattare la borsite senza farmaci? Grazie

    1. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Non si può, è un’infiammazione e come tale va trattata; se assume gli antinfiammatori a stomaco pieno e un gastroprotettore non c’è problema comunque.

  3. Anonimo

    Salve , ho una borsite nella parte posteriore del ginocchio che da 1 giorno mi comporta dolori nella parte quando salgo le scale , è capitato all’ indomani di una camminata veloce di 40 minuti e su un percorso un po sconnesso, e sono stata anche in ginocchio per molto tempo ….. come posso rimediare ? sono un soggetto iperteso e prendo la pasticca per la pressione e sto prendendo anche l’ integratore phytodol ,
    Grazie in anticipo

  4. Dr. Roberto Gindro
    Dr. Roberto Gindro

    Mi dispiace, ma non posso consigliare farmaci o trattamenti.

  5. Anonimo

    La borsite nel gomito può essere causata da una persistente pressione (sto scrivendo un libro ancora con carta e penna)?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Assolutamente sì, si tratta infatti di una patologia comune in chi appoggia i gomiti per lavoro (per esempio idraulici).

  6. Anonimo

    Una borsite al ginocchio può causare mal di testa? Ne soffro più o meno dallo stesso momento (da circa 10 giorni) e a questo punto mi chiedo se possano essere collegati.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima no, dovrebbero essere indipendenti, ma un mal di testa che dura da 10 giorni è sicuramente da segnalare e indagare con il medico.