Tutte le domande e le risposte per Mammografia per il seno: esame, esiti e limiti
  1. Anonimo

    Salve dottor Cimurro, mi chiamo Immacolata ed ho 47 anni, volevo chiederle delle spiegazioni riguardo ad una mammografia che ho effettuato qualche giorno fa.
    Il referto dice: cute e capezzoli regolari, con conservato spazio chiaro peri-mammario.

    Corpi mammari in involuzione adiposa con displasia fibro/parvi-nodulare del parenchima residuo, che presenta aree di disordinato addensamento nei QQSS; non visibilità di definite formazioni a carattere infiltrante o di microcalcificazioni di significato patologico.

    Non visibilità di nodulazioni linfonodali in sede ascellare.

    Associare controllo ecografico.

    Vorrei sapere cosa significa e se mi devo preoccupare.

    Mi scusi per il disturbo.

    GRAZIE.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non ho le competenze per una valutazione definitiva; in linea di massima non dovrebbe esserci nulla di preoccupante (non visibilità di definite formazioni a carattere infiltrante o di microcalcificazioni di significato patologico; non visibilità di nodulazioni linfonodali in sede ascellare.

      Viene tuttavia consigliato di approfondire con un’ecografia per poter valutare aspetti complementari.

  2. Anonimo

    Gentile dottore buongiorno, ho 39 aa lo scorso anno ho fatto ecografia senologia tutto a posto, le volevo chiedere come mi devo comportare qs’anno devo fare un’eco di controllo? e a che età iniziare la mammografia?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ne discuterei con il ginecologo, in modo da prendere in considerazione la sua situazione clinica ed eventuali precedenti famigliari.
      Le ultime linee guida consigliano un controllo annuale a partire dai 40 anni di età.

  3. Anonimo

    salve sono cira ed ho 44 anni da circa 8 mesi in menopausa con analisi appropiati che risutano cosi l anno scorso o fatto il mammotone agoaspirato e un piccolo intervento x esaminare il nodulo il risultato era microcalcificazioni ….e cellule benigne .ora da quando nn mi vengono piu le meustazioni o il seno leggermete ingrandito e dolori abbastanza notevoli nn riesco piu a dormire a pancia in giu mi devo preocupare ?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La menopausa potrebbe anche spiegare i sintomi, ma è indispensabile verificare la situazione con il suo ginecologo.

  4. Anonimo

    Ieri ho fatto la mammografia annuale di controllo, sono stata operata al seno per un piccolo nodulo di circa 1mill. e mezzo due anni fa.
    Contrariamente al solito , mi hanno fatto solo la mammo e poi niente
    ecografia. Cosa posso pensare? bene o male? Grazie per la cortesia di ascoltarmi. Mi togliete questo dubbio?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima direi che può stare tranquilla, senta eventualmente anche il parere del suo ginecologo.

  5. Anonimo

    sono stata operata, ho tolto l’utero con dei fibromi benigni, vorrei sapere se non avendo piu’ l’utero la mammella cioe’ il seno puo’ dare fastidio?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non necessariamente, se ha dei fastidi suggerirei una visita di controllo.

  6. Anonimo

    Ho fatto la mammografia e mi hanno richiamato dopo 40 giorni, il lunedi e la visita il giovedì. Mi avevano detto che se avessi avuto qualcosa mi richiamavano entro una settimana allora la paura mi era passata, ma adesso? Sarà qualcosa di grave?
    P.s ho una sesta di seno.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Probabilmente solo la necessità di ulteriori verifiche, a scopo cautelativo.

  7. Anonimo

    Salve .Ho 29 anni e ho un bimbo di 4 mrese e l’allato al seno e da qualque settimana mi pizzica il capezzollo e normale? Grazie l

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non è normale, ma potrebbe non essere nulla di significativo; senta comunque il medico per conferma.

  8. Anonimo

    buonasera dottore, volevo se possibile un suo consiglio. ho 45 anni da 7 sono stata operata di isterectomia con conservazione degli annessi. all’eta’ di 38 anni cioe’ dopo l’intervento avendo dei dolori al seno mi sono sottoposta ad una mammografia con esito negativo. da alcuni giorni ho notato sul seno sx un cambiamento del colore della pelle attorno all’aureola, quando pero’ sono al caldo si nota molto meno. l’ho fatto vedere al medico curante che mi ha tranquillizzata dicendo di non toccare noduli. anch’io palpando non tocco nulla. come mi devo comportare secondo lei? che vuol dire questo cambiamento di colore? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe non avere alcun significato patologico, ma per sua tranquillità può rivolgersi ad un senologo.

  9. Anonimo

    Salve. Vorrei sapere se è necessario fare un intervento x asportare dei papillomi (benigni)dal seno. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non credo che sia sempre indispensabile, si valuta invece di volta in volta.

  10. Anonimo

    Salve dottore, mia madre a 65 anni e lo sorso mese ha avvertito un leggero dolore al seno destro e la pelle un po’ rossa. Il medico curante che è anche ginecologo l’ha visitata e non ha trovato nessun nodulo, e per maggior tranquillità le ha fatto fare la mammografia ed ecocrafia ad entrambi i seni. L’esito e’ negativo. Il dolore e’ Passato ma continua ad avere una pelle di colore viola all’esterno..che altro si può fare?
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      È sicura che non sia semplicemente una zona che, per esempio, viene irritata dal reggiseno?