Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dal punto di vista del colesterolo sì, ma va limitato perché fortemente calorico.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Peccato non avere anche il valore di LDL (o i trigliceridi per calcolarlo), ma sembra molto buono dato l’elevato valore di HDL (colesterolo buono); raccomando ovviamente di verificare anche e soprattutto con il medico, che potrà inquadrare il risultato in base ai fattori di rischio presenti.

  1. Anonimo

    Ci sono alternative alle statine? Purtroppo ne ho provate diverse ma mi causano tutte forti dolori.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ezetimibe, per esempio, oppure ci sono farmaci più vecchi che in alcuni casi possono ancora essere utili; nei casi più gravi è da poco stato messo in commercio un nuovissimo anticorpo monoclonale in grado di agire con grandissima efficacia sul colesterolo alto.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La valutazione deve essere fatta prendendo in considerazione anche gli eventuali altri fattori di rischio presenti; da un punto di vista generale 197 sembra un buon valore, a meno che non sia un soggetto ad altissimo rischio (per esempio con precedenti di infarto).

  2. Anonimo

    Aiutatemi! Ho fatto gli esami in farmacia e ho trovato l’HDL a 65. È alto vero? Devo preoccuparmi?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’HDL è il cosiddetto colesterolo buono, quindi più è alto e meglio è.

  3. Anonimo

    Ho fatto le analisi in farmacia e ho trovato il colesterolo totale a 203, devo preoccuparmi?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non necessariamente, l’interpretazione varia in base agli altri fattori di rischio presenti.
      Se avesse già fatto in passato un infarto potrebbe essere effettivamente da abbassare ancora un pochino, mentre in assenza di altri fattori di rischio (fumo, diabete, pressione alta, sovrappeso, …) potrebbe essere anche buono.

      In particolare sarebbe poi preferibile valutare la quantità di colesterolo LDL, più che la totale, il vero responsabile di infarti e ictus.

  4. Anonimo

    Salve dottore questi i miei valori: colesterolo totale 255.hdl 49,0. Glucosio 84. Trigliceridi 101.esami fatti a digiuno anni 37 secondo lei sono rischio pastiglia premetto che in precenza mangiato molto grana

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È una situazione da valutare con il medico, che potrà prendere in considerazione anche gli altri eventuali fattori di rischio; sicuramente sarà necessario intervenire sullo stile di vita.

La sezione commenti è attualmente chiusa.