Tutte le domande e le risposte per PSA alto, valori normali e prostata
  1. Anonimo

    gent.dott.
    le spiego quello che in buona sostanza mi sta accadendo da circa tre mesi;
    dopo aver notato per circa una settimana peggioramento nella minzione e nonche’
    una leggera dificolta’all’inizio.mi reco dal medico curante il quale mi prescrive esami
    completi del sangue e delle urine ecografia della prostata e visita dall’urologo.
    Risultato tutto ok tranne il valore del psa 3.42
    l’urologo dopo la visita mi prescrive PROSTACTIV PLUS 1 al di per 20 gg
    TOPSTER SUPPOSTE 1 al di per 7 gg
    LEVOXACIN 500 1 al di per 5 gg
    e controllo dopo un mese,con relativi esami del psa e urine
    dopo un mese in possesso degli esami richiesti mi reco a visita e urologo dopo aver
    preso visione degli esami mi fa ripetere la stessa cura ma questa volta per 10 gg
    tranne per il PROSTACTIV PLUS non prescritto,giustificato dal valore del psa 4.52
    mi prescrive urinocultura e psa totale e visita di controllo dopo un mese

    Mi ripresento dal urologo con gli esami fatti e anche questa volta il psa è aumentato 4.65
    e l’urinocultura negativa ,di conseguenza il medico mi consiglia di fare la biopsia prostatica via rettale.
    la domanda che le faccio è; se io non ho nessun dolore la minzione è tornata quasi regolare non mi reco piu’al
    bagno nelle ore notturne e’ proprio necessario fare la biopsia ,anche perche’ho paura
    grazie agostino

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ molto dibattuto se fondare la prescrizione di una biopsia in base al solo valore del PSA, ma un costante aumento del valore (e l’esclusione di una prostatite batterica a seguito di cura antibiotica ed urinocoltura) probabilmente induce lo specialista a consigliare l’unico esame con cui possiamo escludere con certezza la presenza di tumore.
      Se è stato consigliato, nonostante mi rendo conto essere molto invasivo, credo che sia la scelta migliore.

  2. Anonimo

    Buona sera, Dottore avrei gentilmente bisogno di un suo parere in merito, si tratta di mio padre, che ha 71 anni, e giorni fa’ gli è successo quanto segue:
    gli succede per tutta la giornata di urinare sangue, naturalmente si è molto spaventato della situazione, quindi si reca dal suo medico di famiglia, che gli prescrive le analisi del sangue con il cpt per controllo valore sanguigno, le preciso che il tutto è durato per una mattinata, gia’ nel pomeriggio, era tutto normale.
    Successivamente ritira le analisi, e si evince il valore del cpt a 19,5 mentre il valore sulle aalisi di riferimento è 4.
    Quindi da notizie reperite dai vicini, mi impressionano ulteriormente, poichè allo stato attuale non posso andare dal medico curante poichè è in ferie, ed il sostituto non mi ispira fiducia.
    Sicuramente dovroì fare una visita urologica, specifica, ma secondo lei è possibile allo stato attuale avere una sua diagnosi??????????????
    In attesa di una sua pregevole risposta, la ringrazio anticipatamente, saluti Maria Grazia

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non mi occupo del campo e non sono quindi la persona più adatta in cui riporre fiducia in questo momento, ma è sicura che l’esame non fosse PSA anzichè CPT?

      In caso affermativo non è purtroppo possibile ipotizzare diagnosi, perchè le cause potrebbero essere diverse (ipertrofia prostatica benigna, prostatite, tumore alla prostata, …); temo quindi sia davvero indispensabile rivolgersi al più presto ad uno specialista

  3. Anonimo

    Salve sono antonio, mio padre ha 62 anni e ad aprile e stato operato di tumore alla prostata il quale non e stato asportato in quanto era posizionato sul retto. Prima dell’operazine aveva il PSA oltre il valore 14 poi dopo 3 mesi dall’operazione al primo esame era uscito 1,2. Ora lo ha ripetuto ed e uscito 2,2 il valore. Nonostante sia nella norma volevo sapere se e possibile da cosa dipende questo punto di aumento. Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe essere un normale andamento fisiologico, ma data la situazione è possibile che l’urologo verificherà che non ci siano recidive.

    2. Anonimo

      Grazie dottore quindi lei suppone che non sia troppo preoccupante come cosa previo visita medica ovviamente…

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Su una persona sana e senza precedenti non sarebbe preoccupante, data invece la situazione spaventa un po’ di più, ma non è sufficiente a farsi un’idea.

  4. Anonimo

    Dottore,vorrei una spiegazione al riguardo della prostata,tenendo presente che ho 67 anni, la volta scorsa lessi sul pc in un sito che diceva,che lastinenza del sesso prolungata,che provoca ristagno di secrezione,della chiandola prostatica ed una possibile infezione seminale,che va evitato il coito interrotto, nell’imposibilità di fare sesso x moglie ammalata,sarebbe anche uguale masturbarsi ? Vi Ringrazio Saluti. Lorenzo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non sono un urologo, che io sappia non è un’esigenza da rispettare; mantenere allenata la prostata è sicuramente un qualcosa di positivo, ma non di necessario.

  5. Anonimo

    salve, ho 53 anni, ho il psa 3,8 e il psa libero 1,327, il mio medico mi ha prescitto una cura per sei mesi di: LEVOXACIN -5CPR RIV 500MG-; ORUDIS 100mg supposte; PERMIXON 320MG capsule. Ho ripetuto il psa e, nostante ciò, il valore è rimasto inalterato…. cosa mi consiglia? la ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il valore è entro i limiti, lei ha problemi o sintomi particolari?

    2. Anonimo

      niente in particolare….

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lo faccia presente al medico che ha richiesto l’esame, ma non è un brutto valore.

  6. Anonimo

    buonasera docttore fatto analise di psa e valore 1.27 analise fanno bene o no medico ma datto ciproxin 1000 per una settiman come l’hastoria

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il valore va bene, ma perchè le sono state prescritte le analisi?

  7. Anonimo

    egr dottore,le riassumo in sintesi il mio caso.Vari episodi di prostatite in passato curati con levoxacin 500 cp,a giugno ricovero ospedaliero per sepsi urinaria, valore psa salito a 22 risolto l’infezione l’urologo mi consiglia dopo visita rettale e eco prostata terapia con urorec 8mg per due mesi e permixson a nuovo controllo prostata nella norma ma psa ancora 6,20 continuare terapia per un altro mese e sostituire permixson con ipb cp .la domanda che le pongo visto gli efetti collaterali del urorec (eiaculazione retrograda)e la mia reticenza a volerlo assumere visto la mia eta’ 51 anni quale è il vostro parere e siccome mi è stato detto all’inizio che era una terapia temporanea non vorrei che diventasse definitiva.grazie lello cirillo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ una situazione troppo complessa per poter essere affrontata a distanza e, inoltre, non mi occupo di questo campo; molto in generale, se gli effetti collaterali di un farmaco non sono sopportati dal paziente sarebbe preferibile provare una terapia diversa, ammesso che sia possibile.

  8. Anonimo

    Dottore cortesemente mi potete dare chiarezza su ecografia testicolare,vi scrivo quello che ce scritto, borsa scrotale sinistra modicamente ispessita con testicoli in sede.
    Didimo ed epididimo volumetricamente nella norma,con ecotessiture disomogenea per la presenza all’epididimo volumetricamente nella norma,con ecotessiture disomogenea per la presenza all’epididimo destro di formazione cistica con dimensioni di 14.3×11.2mm (utile controllo ecografico entro 3 mesi) Modico idrogele a sinistra -presenza di ernia inguinale a sinistra, ecco Dottore ho finito,fatemi sapere con tutta calma,ho 67 anni ,vi ringrazio di cuore……….lorenzo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non sento di avere le competenze per rispondere se non in modo estremamente superficiale e quindi poco utile; la invito tuttavia a rivolgersi al suo medico (od urologo) per valutare se intervenire su ernia e/o idrocele (una raccolta di liquido nello scroto, la sacca che contiene i testicoli, che ne aumenta il volume).

  9. Anonimo

    Gentile dottore
    le espongo il mio caso…… ho compiuto da pochi giorni 76 anni.
    Circa 9 anni or sono sono stato sottoposto a prostatectomia radicale poichè nella prostata erano state, dopo biopsia, trovate alcune cellule tumorali, ma non era stato riscontrato un tumore prostatico, dopo l’intervento andato benissimo nessuna terapia mi è stata fatta.
    Ho fatto controlli ogni sei mesi dall’intervento ad oggi e il psa è sempre stato nella norma , soltanto negli ultimi 3/4 anni peró si riscontra un aumento sino a registrare un valore del psa alla data odierna (07/10/11) di 1,21.
    Ho eseguito una scintigrafia ossea che ha dato esito negativo, ho fatto una risonanza magnetica ed ha escluso recidive, a giorni faró anche un PET COLINA.
    Caro Dottore cosa ne pensa ….mi devo preoccupare…..
    La ringrazio per l’attenzione.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non mi occupo di questo campo, ma personalmente sarei ottimista.

  10. Anonimo

    buongiorno dottore,
    mio nonno di 85 anni gli è stato riscontrato un tumore alla prostata e il valore del psa è di 620, aumentato negli ultimi tre mesi( da 517 a 620).
    lui si sente bene e non avverte nessun sintomo.
    Sta seguendo una cura ma la domanda che le porgo è la seguente:
    -ritiene di fargli fare delle chemio visto l’età che ha ?
    La ringrazio per l’attenzione
    Buona giornata

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non mi occupo di questo campo, ma in ogni caso la scelta della terapia va fatta sulla base del quadro completo del paziente e della patologia.