Tutte le domande e le risposte per PSA alto, valori normali e prostata
  1. Anonimo

    Oggi sono usciti i risultati delle analisi. Riporto i valori per un vostro parere. Ho 50 anni.
    PSA 2.08
    PSA libero 0.95
    PSA libero/PSA totale 0.45.
    GRAZIE

    1. Anonimo

      Non mi occupo di questo campo, ma credo che l’esito permetta di affermare che non ci sono particolari problemi.

  2. Anonimo

    sono un uomo di 73 anni con valori psa di 4.4 che ne pensa lei? grazie mi risponda alla mai indicata grazie ancora

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il valore non esclude eventuali piccole problematiche, da valutare quindi con il suo medico.

      (l’indirizzo indicato è risultato inesatto)

  3. Anonimo

    data 26.04.10
    buongiorno.

    età 73
    peso 83
    alt. 1,80

    PSA:
    tot. 2,30
    free 0,41
    rapp. free/tot 17,8% questo valore indica una probabile iperplasia benigna; cosa significa?è preoccupante?
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non è assolutamente preoccupante: la prostata appare più grande del normale, ma non si tratta di un tumore. Sarà forse più difficile urinare o si verificheranno delle perdite dopo la minzione, inoltre potrebbe sentire la necessità di urinare più frequentemente soprattutto di notte.
      Ne parli comunque con il suo medico.

  4. Anonimo

    mio padre ha 76 anni il valore psa dopo una cura è passato da 12 a 14 quali sono i prossimi esami da fare e in quali casi operare? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Spesso si procede ad un’ecografia della ghiandola, ma è un percorso terapeutico personalizzato che va affrontato dietro la guida di un urologo.

  5. Anonimo

    ciao mercoledi o fatto l ecografia e non risulta niente
    ciao

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Perfetto! I sintomi sono spariti?

  6. Anonimo

    si ma si parlava di prostata infiamatta ma come a fatto passare non lo so

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lei è molto giovane, è possibile che il suo organismo abbia reagito in modo autonomo.

  7. Anonimo

    Buongiorno, mio papà ha 71 anni e settimana scorsa ha avuto una forte infezione alla prostata che gli ha anche causato alta febbre per 3 giorni (fino a 39°). Proprio nel periodo in cui era in atto l’infezione ha fatto gli esami del sangue su consiglio del medico e questi han rivelato un PSA pari a 27. Ora lui è molto preoccupato perchè ritiene che un valore così alto di PSA sia senza dubbio indice di tumore.Le chiedo gentilmente se un valore così elevato possa essere dovuto all’infezione che ha avuto, grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se l’infezione era una prostatite, come credo, è sicuramente quella la causa; è comunque possibile che il medico richieda un ulteriore controllo a seguito della guarigione.

  8. Anonimo

    Ho una domanda da porle: il mio fidanzato ha assunto per 6 anni Propecia. Poi, fidanzatosi con me, ha scelto di interromperne l’uso poiché aveva difficoltà erettive. Sessualmente, tutto è adesso ritornato alla normalità, ma questa sua assunzione prolungata per tanti anni potrebbe avergli arrecato problemi di fertilità?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ decisamente improbabile.

  9. Anonimo

    Noi, siamo ancora fidanzati e non mi sembra il caso di porgli il problema della sua fertilità. Ora è da dicembre che ha smesso con la propecia. Ma sono necessari dei controlli per verificare che non si siano prodotti danni a causa dell’uso prolungato per forse 8 anni del farmaco propecia? Sono preoccupatissima, grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Indipendentemente dal farmaco l’unico modo per verificare questo aspetto è un’analisi dello sperma.

  10. Anonimo

    Ma, per quanto se ne sa, propecia può causare infertilità se assunta da 8 anni? Adesso le sue funzioni erettive sono tornate alla normalità, ma volevo sapere per quanto tempo l’assunzione è possibile senza essere pericolosa per lafertilità?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Che io sappia non esistono studi in merito, ma in genere tutti gli effetti collaterali provocati dalla sostanza regrediscono con la sospensione del farmaco.