1. Anonimo

    Per una specie di colica renale sono stata visitata in PS e sottoposta ad ecografia renale. A carico del terzo superiore del rene di sinistra in sede parapielica mi è stata documentata un’area ipoecogena in prima ipotesi riferibile a ponte corticale ma meritevole di approfondimento diagnostico mediante esame RMN che effettuerò il 30 agosto pv. Cosa possa aspettarmi? Che opinione ha in merito? Voglio la verità, le pietose bugie non mi interessano, grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non mi occupo di questo campo e non ho l’esperienza necessario a fare ipotesi.

    2. Anonimo

      la ringrazio lo stesso, pensavo che mi potesse essere d’aiuto, mi scusi buon proseguimento

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi scusi lei, mi sforzo di essere d’aiuto ma purtroppo in situazioni clinche così particolari non ho competenze ed esperienza necessaria.

  2. Anonimo

    mi e morto mio marito di tumre al renee

    allo stadio 3 e leggendo mi sono tornate in mente tutte le cose

    1. Anonimo

      Salve Dottor. Cimurro io ho mio padre con un tumore renale a cellule chiare, ed è stato operato nel luglio 2013 ma dopo sei ha fatto dei controlli è adesso le metastasi sono apparse nel polmone cervello è ossa… mi sa dare qualche consiglio dove posso andare per non perderlo? Si tratta di un 42enne è il tumore è ancora di due cm

    2. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Uno dei centri di riferimento italiani è il centro europeo antitumori di Milano.

  3. Anonimo

    Salve scusi se la dusturbo ma sono preoccupata…mia madre e’ stata operata a fine agosto perché aveva un tumore al rene e quindi gli hanno asportato un rene….fortunatamente ero ancora circoscritto…dopo sei mesi sono iniziati i controlli e le analisi del sangue sono usciti tutti sballati tra cui anche la tiroide a cui ha sempre sofferto.ora deve fare le varie radiografie ma ho paura che sia un brutto segno. I valori alti sono il potassio-alt-ast-trigliceridi-ggt-colinesterasi- linfociti e velocità del sangue alta.valori bassi proteine totali-hct-neutrofili.vorrei sapere se può essere qualcosa di preoccupante o meno anche se so che tutto verrà assicurato con le varie radiografie.grazie x l’attenzione.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo temo che al momento sia impossibile fare ipotesi, mi dispiace.

    2. Anonimo

      Grazie lo stesso per il suo interesse e scusi ancora per il disturbo.

  4. Anonimo

    mio compagno ha cancro ai reni io ho fatto el sexo orale risgio qualcosa

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      No, nessun rischio.

  5. Anonimo

    grazie dott era molto preocupata perche le usciva sangue e lui ancora non sapeva de avere questi male , invece adesso inizia le quemioterapia, pero il medici hanno dato corta vita e molto avanzato .

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace davvero di leggere queste parole. Per quanto possa contare le sono vicino.

  6. Anonimo

    grazie di cuore per le sue parole , me danno forza en questi momento cosi triste , oggi el primario me ha detto he molto doloroso morire a 50 anni, veramente, dott escuse il miei errore ortografici sono argentina gracias

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Da che ospedale è seguito?

  7. Anonimo

    fino ieri al ospedale madonna del socorzo san benedetto del tronto prov ascoli piceno oggi lo hanno trasferito a clinica stella maris sempre a san bto del tronto

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Quello che posso consigliarle è di farlo seguire dal centro specializzato migliore che possa raggiungere.

  8. Anonimo

    salve oggi ho rtirato le analisi
    creatinina 1.74 negli ultimi 3 mesi 4/5 analisi sempre tra 1.30 / 1.70
    acido urico 9.1 (ho sopseso ziloryc da una settimana)
    dieta ferrea no sale no insaccati ect ect pesce tutti i giorni dieta ferrea per gastrite da 2 mesi
    visita da nefrologo : controllo periodico . bere molta acqua e tranquillità
    cosa mi consiglia?
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non sono nefrologo, ma mi sembrano condivisibilissimi i consigli che le ha dato.

  9. Anonimo

    buon giorno, se possibile vorrei un suo parere, nelmio caso dopo l’intervento di asportazione del rene , dell’ uretere e piccola parte do vescica, sono stato sotto controllo periodico dai medici urologi. Dopo un anno e mezzo la tac evidenziava ingrossamento di alcuni linfonodi di circa 20 mm, 27mm; ma il medico mi diceva, dopo visita, “tac negativa, controllo fra sei mesi”. Al controllo successivo un altro urologo notava la precedente tac, mi invitava a rivolgermi con urgenza ad un oncologo dove, dopo ulteriore tac, si notava che i linfonodi erano aumentati a 47mm, e ne erano ingrossati altri. Dopo biopsia, veniva diagnosticata la metastasi da k renale. Il mio dubbio è questo, cosa ha comportato questo ritardo per me?, se veniva riconosciuto subito, avevo più probabilità di guarire?. Ora mi dicono che la mia malattia deve essere considerata cronica e che posso solo sperare di tenerlasotto controllo e non di guarire.Ringrazio per eventuale risposta, distinti saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non sono oncologo e che in ogni caso nessuno credo che potrebbe darle risposte certe, probabilmente 6 mesi di anticipo avrebbero potuto fare la differenza.

      Il suo oncologo cosa ne pensa?

  10. Anonimo

    chiedo scusa oggi ho saputo che mio fratello ha un tumore al rene delle dimensioni di 15 cm domani farà una tac . mi chiedevo se essendo cosi grande avrà danneggiato anche altro. grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Impossibile prevederlo purtroppo.