Tutte le domande e le risposte per Leucemia: sintomi, cause, cure e le diverse forme
  1. Anonimo

    Buonasera dottore,
    volevo porle una domanda: in casi di leucemia accertata, ma curabile tanto è vero che i g. bianchi sono scesi ritornando ai valori normali (erano oltre 100 mila) l’ assunzione di quark, norvasc o pantoprazolo, durante la chemio, possono causare la comparsa di eruzioni cutanee(tipo brufoli) pruriginose sul viso, braccio o gambe (compaiono e scompaiono) ?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Nel momento in cui sono iniziate a comparire le eruzioni aveva appena iniziato che farmaci?

    2. Anonimo

      no. siamo al 2° ciclo di 4. Cominciarono a comparire dopo che prese il tavanic(4giorni). Pensavamo punture di zanzare, e visto che è cosi’ delicato pensavamo avessero questa reazione, cioe’ rossore, gonfiore… Ma poi cominciarono pure sul viso e ci hanno detto che magari puo’ essere un farmaco della pressione che provoca cio’, o il pantoprazolo …. bisogna fare delle prove o rivolgersi ad un dermatologo…. mi chiedo, ma cosa c’ entra? (ripeto i valori sono perfetti)

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il dermatologo è lo specialista che si occupa di qualsiasi manifestazione cutanea, reazioni allergiche comprese.

      Tavanic quando è stato iniziato esattamente? Da allora non sono più scomparsi?

    4. Anonimo

      NO. DIMINUITI, MA NON SCOMPARSI DEL TUTTO

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Tavanic quando è stato iniziato esattamente?

  2. Anonimo

    Gli ho fatto per 3 volte al giorno i lavaggi nasali + aspirazione del muco da lunedì fino a venerdì, poi mi sembrava migliorato e ho smesso. Ma questa mattina ho ripreso. Il fatto è che non è per niente facile, il bambino piange come un matto e si dimena, venerdì l’ho per fino graffiato nella narice con la fialetta della fisiologica perché non stava fermo e mi cacciava via con le mani e poi gli è uscito un pochino di sangue. Nemmeno l’areosol riesco a fargli, appena lo vede inizia a piangere come un disperato. Quando gli faccio i lavaggi nasali piange talmente tanto che diventa paonazzo e trattiene il respiro, mi fa spaventare.
    Sotto questo punto di vista era più gestibile quando era un neonato perché piangeva ma non si muoveva per lo meno.
    Ho anche pensato di tornare dal pediatra per fargli controllare l’orecchio che aveva il principio di otite ma credo che se avesse l’otite piangerebbe dal dolore, o sbaglio? Invece se lo tocca ogni tanto ma non dice niente e nemmeno se glielo tocco io dice niente.
    Per il catarro non c’è niente che eventualmente gli si potrebbe dare? Qualche sciroppo per esempio.
    Mi rendo conto che lei non può “prescrivermi” tramite un sito internet l’eventuale sciroppo infatti non le sto chiedendo il nome dello sciroppo, vorrei solo sapere se ci fosse un eventuale sciroppo così da poter insistere con il mio pediatra nel farmi prescrivere qualcosa per tutto questo catarro.
    Grazie ancora Dottore

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. So per esperienza che il lavaggio è poco tollerato dai bambini, ma è davvero utile.
      2. Confermo che se avesse male all’orecchio se ne accorgerebbe.
      3. Fino ai due anni non si usano fluidificanti, ma anche dopo in realtà la reale utilità è tutta da dimostrare.

    2. Anonimo

      Rieccomi Dottore.
      Questa mattina ho portato il bambino dal pediatra che mi ha detto che è ancora pieno zeppo di catarro, dice che la febbriciattola è dovuta a tutto il catarro e mi ha detto che l’unica cosa che si può fare sono i lavaggi, ma non con le fialette, mi ha detto di comprare il flacone di fisiologica e la siringa da 20ml…già immagino la tragedia che si consumerà durante un lavaggio così abbondante!
      Mi ha anche fatto l’impegnativa per l’urino coltura poiché il bambino ha una pielectasia bilaterale e quindi in caso di febbre è sempre meglio controllare che sia tutto a posto. Mi ha anche detto che il fatto che mangi poco è normale perché è proprio nella fase acuta per quanto riguarda questo intasamento da catarro, ora tutte e due le orecchie sono piene ma non siamo ancora arrivati all’otite.
      La ringrazio infinitamente per il suo parere e per i suoi consigli.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ringrazio io lei per l’aggiornamento, sono felice di sapere che in linea di massima il bambino sta comunque bene.

  3. Anonimo

    Buongiorno Dottore.
    Premetto che sono una mamma molto ansiosa, forse troppo.
    Il mio bambino di 26 mesi, da due settimane circa è molto raffreddato e pieno di catarro. L’ho portato dal pediatra lunedì scorso e mi è stato detto che aveva un principio di otite nell’orecchio sinistro, e che era pieno di catarro anche in gola. Aveva anche un po’ di tosse ma la pediatra visitandolo mi ha detto che i bronchi erano a posto e che era tutta questione di catarro. La pediatra mi ha così detto di somministrargli Nurofen sciroppo per tre volte al giorno per due giorni. Ho somministrato al bambino il Nurofen martedì e mercoledì. La congestione nasale sembra leggermente migliorata ma la tosse da catarro persiste e forse sembra anche peggiorata dopo avergli dato il Nurofen (può essere che il Nurofen abbia smosso il catarro?). Venerdì mattina il bambino si è svegliato con 37 di febbre che ha raggiunto i 37.5 a mezzogiorno (gli ho quindi somministrato 5ml di tachipirina) e ha poi raggiunto i 37.8 la sera verso le 21 (gli ho quindi somministrato nuovamente la tachipirina). Sabato la febbre è rimasta intorno ai 37/37,5 e da ieri la temperatura del bambino va dai 36.4 ai 36.7.
    E’ tutto normale secondo lei? Questa febbriciattola è dovuta a tutto il catarro?
    Il bambino è piuttosto tranquillo, un po’ noioso ma giocoso, attivo, ha perso un pochino di appetito ma da ieri sembra gli sia tornata un pochino la fame. La tosse da catarro persiste e anche la congestione nasale persiste leggermente.
    Grazie in anticipo per la risposta

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Nurofen ha solo azione antinfiammatoria.
      2. Questi valori di febbre non preoccupano.

      Pratica regolari lavaggi del naso seguiti da aspirazione del muco?

  4. Anonimo

    cmq da quello che scrive ispira fiducia.grazie mille mi faro’ sentire al piu’ presto

  5. Anonimo

    salve, dopo tutto quello che ho letto ho paura, mio marito da un po’ si lamenta di dolore alle ossa soprattutto al polpaccio , spesso ha dei mancamenti , ha sempre sonno , e da due giorni gli e’ spuntato un livido senza che lui abbia sbattuto da qualche parte, la notte lo tocco di proposito ed e’ sempre sudato, e’ qualche sintomo della leucemia.?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non necessariamente, la maggior parte potrebbero essere ricondotti allo stress, ma ciò non toglie che valga la pena parlare con il medico per vedere se lo si può aiutare a stare meglio (almeno per i dolori).

    2. Anonimo

      appena ho il risultato di qualsiasi esame posso farglielo vedere? lui in questi giorno dovra’ donare visto che e’ un donatore di sangue e fra 10 giorni avremmo l’esito dei reumatest.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Posso provare volentieri, ma le ricordo che non sono medico.

  6. Anonimo

    Con un emocromo perfetto si può escludere una possibile leucemia?
    I miei dubbi erano rivolti ad ecchimosi nelle gambe senza una giustificazione, quindi era più per togliermi il dubbio.
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Al 99% sì, ma senta anche il parere del medico.

    2. Anonimo

      Il medico mi ha detto di non preoccuparmi che sicuramente è fragilità capillare visto che soffro anche di nervature infiammate nelle gambe causa stress… E siccome sono donatrice Fidas con gli esami ne mi fanno se ci fosse qualcosa che non andava me lo avrebbero riscontrato.. Mi ero un po spaventata… Conferma? Grazie mille

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì.

  7. Anonimo

    Buongiorno,
    Ho 37 anni e da qualche anno che ho sempre la ferrettina bassa a 7 mi sento stanchissima.
    Cosa posso fare?
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Altri sintomi?
      Si è già rivolta ad un ematologo?

  8. Anonimo

    un’ informazione : globuli bianchi 100.000, nessun sintomo. Si puo’ guarire?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dia qualche dettaglio in più, c’è già una diagnosi?

    2. Anonimo

      ancora no! si pensa di tipo cronico

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In questo caso è purtroppo difficile fornire statistiche, perchè forme diverse possono avere prognosi diverse.

  9. Anonimo

    ma per l’elucemia philadelfia si puo fare qualcosa

  10. Anonimo

    HO 50 ANNI.
    Nel 2009 mi è stata diagnosticata una LLC.
    Gli ultimi esami (11.06.2013) hanno riscontrato:,
    leucociti 36,79
    eritrociti 4,54
    mchc 32,5
    plt piastrine 267
    neutrofili 16.7
    linfociti 70 (%)
    monociti 1.3 (%)
    luc 10,2 (%)
    linfociti 25,8
    basofili 0.3
    luc 3,8
    alfa 1 3,5
    gamma 10,3
    s-fosfatasi alcalina 34
    s.ldh 535
    esito P.E.T.:
    nodulazioni linfonodali laterocervicali ed ascellari da ambo i lati, sottopettorale dx (bassa concentrazione , SUV MAX 3), PICCOLE NODULAZIONI IN ADDOME IN PARAORTICA ED IN SEDE INGUINALE DA AMBO I LATI CHE NON MOSTRANO ATTIVITA’ METABOLICA ALLA PET.
    ECO-ADDOME: NORMALE
    Dovevo sottopormi ad un intervento percutaneo x alluce valgo e dito a martello, ma l’ortopedico si è rifiutato per i i miei valori ematici.
    Cosa ne pensa?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non me la sento di esprimere giudizi.