1. Anonimo

    Buongiorno,ho avuto un problema di pidocchi volevo sapere se tenere i vestiti e coperte da poco usati fuori per due giorni sia sufficiente a uccidere pidocchi e lendini (sono di lana piu’ qualche coperta di lana merinos e non posso lavarli a + di sessanta gradi).
    In alternativa ho un congelatore che non usiamo piu e stiamo per buttarlo,possiamo mettere i vestiti nei sacchi e “congelare” tutto per un paio di giorni?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il freddo di questi giorni è sicuramente sufficiente per i parassiti vivi, non sarei così sicuro per le uova; se le fosse possibile tenerle 2 settimane fuori, chiuse in un sacco, avrebbe invece la certezza.

    2. Anonimo

      MI SCUSI….MA LE UOVA NON MUOIONO MICA COMUNQUE LONTANO DAL CUOIO CAPELLUTO?…AD ESEMPIO SULLE COPERTE…O SBAGLIO?

    3. Anonimo

      PER ORA SEMBRO A POSTO COME PIDOCCHI….IL PRURITO PERMANE POICHE’ SOFFRO DI INTOLLERANZE AI SHAMPO…MA NON HO AVUTO PIU UOVA…ADESSO,FRA POCO LI PRENDERO’ ANCORA PERCHE’ INIZIO LA SUPPLENZA….MI VIENE LA MORTE…

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Le uova hanno tempi di sopravvivenza maggiori.

    5. Anonimo

      MI SCUSI MA STO LEGGENDO TUTTORA CHE LE LENDINI LONTANO DAL CUOIO CAPELLUTO MUOIONO PERCHE’ NON POSSONO NUTRIRSI E NON HANNO LA GIUSTA TEMPERATURA DI UMIDITA’…QUELLE CHE SONO NELLE COPERTE O NEI GOLF NON SI SCHIUDERANNO MAI….PIUTTOSTO SONO I PIDOCCHI CHE VIVONO QUALCHE GIORNO,ED E’ APPUNTO PER LORO CHE SI FA LA DISINFESTAZIONE DELLA BIANCHERIA…

    6. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A seconda della fonte trovo tempi diversi, ma in generale mi sembra che più o meno tutte concordino sul fatto che la lendine è in grado di vivere più a lungo lontano dal cuoio capelluto, rispetto al parassita adulto.
      La ninfa, ossia il prodotto della schiusa delle uova, non è in grado invece di sopravvivere che poche ore lontano dall’ospite umano.

      Qui è ben spiegato (e la fonte autorevole)

      al paragrafo ENVIRONMENTAL INTERVENTIONS.

    7. Anonimo

      CHICCA, son 2 mesi che rompi co sti pidocchi!!! Te hai la fissazione!!! A sto punto, ti consiglio uno psicologo e non un farmacista!!

    8. Anonimo

      PER RISPETTO DI CHI GESTISCE IL SITO CON RESPONSABILITA’ E CORTESIA E CI FORNISCE INFORMAZIONI VALIDE,CI RISPONDE E CI AIUTA,EVITATE COMMENTI FUORI LUOGO CHE NON FANNO NE’ RIDERE NE’ PAURA A NESSUNO…

  2. Anonimo

    Devo chiedere un’informazione: stamattina purtroppo ho trovato 3 insetti che sono sicura siano pidocchi, dietro l’orecchio. Tutto è cominciato quando una mia amica, a “cura terminata” (dice lei) è venuta a comunicarmi di aver avuto questi parassiti.. Peccato che io nei giorni precedenti sia stata a stretto contatto con lei e in particolare con i suoi capelli, dato che l’ho aiutata a sciogliere le trecce afro che aveva in tutta la testa. Poco più di una settimana fa ho fatto anche io queste trecce afro, e ho iniziato (nonostante qualche giorno prima avessi controllato senza trovare nulla) a soffrire di uno strano prurito di cui non avevo mai sofferto prima. Pensando che fosse autosuggestione, visto che avevo controllato più volte il cuoio capelluto, non mi sono allarmata più di tanto, anche perché si sa che dopo la preparazione delle trecce, il capello tirato inusualmente provoca rigonfiamenti, bollicine arrossate e prurito. Fatto sta che avevo già fatto queste trecce in precedenza e non ho avuto questi sintomi.
    Ma stamattina ho trovato questi insetti, adesso cosa devo fare? Dovrò obbligatoriamente sciogliere le trecce fatte appena una settimana fa immagino, e picchiare la mia amica che pur sapendo non mi ha avvertita..

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non ci sono alternative al trattamento, anche se proverei prima senza scioglierei le trecce.

  3. Anonimo

    buongiorno
    ieri ho trovato in testa al mio bambino tante tante lendini conentrate su un’unica zona, ovvero sopra la fronte fino a metà cranio
    ho rasato i capelli eliminando così la maggior parte dato che le uova erano a circa 1 cm dalla cute, ho fatto il trattamento con Aftir gel e poi shampo, ho cercato di eliminare a mano ( conil pettinino non restava impigliato niente) tutte le uova rimaste, ricontrollando anche stamani
    fatto lo shampo a noi genitori e al fratellino lavato lenzuola federe, cappelli e qualsiasi cosa mi venga in mente possa essere stata in contatto
    ho qualche dubbio
    non ho trovato nessun pidocchio, solo uova e sono sicura al 98% che fossero tutte secche non so come dire morte o schiuse, perché togliendole e schiacciandole tra le unghie non facevano “schiock” come mi ha detto qualcuno, erano bianche alcune marroncine ma talmente fini da sembrare veli non avevano un rigonfiamento che facesse pensare all’animaletto dentro

    possibile che mio figlio avesse solo uova “morte” e nel caso dove sono finiti i pidocchi??

    io soffro di prurito da “pelle secca e squamosa” da ieri sera ovviamente impaurita non faccio che grattarmi, non mi fido a farmi guardare da mio marito perché potrebbe non riconoscere la forfora dalle lendini, mi consiglia di fare comnque il trattamento gel dato che lo shampo è solo un completamento al trattamento?

    dalle risposte precedenti credo di acer capito che i pidocchi muiono comunque dopo un tot giorni che non sono più sul cuioio capelluto, es. divani poltrone, testata dle letto imbottita, sedili auto e tutte le cose che non posso né lavare né insacchettare, sono comunque sicure?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Escluderei che si trattasse solo di uova vuota.
      2. Per deporre molte, moltissime uova basta un unico parassita, che potrebbe essere passato inosservato oppure già sulla testa di un altro bimbo.
      3. Per riconoscere la forfora dalle lendini è sufficiente provare a scostarla; se non si stacca dal capello senza usare con forza le unghie si tratta di lendini.
      4. In genere nell’ambiente non si fa nulla di particolare dove non si può lavare.

    2. Anonimo

      Buongiorno. Vorrei esprimere un’opinione sulle lendini di pidocchi e piattole.
      Chiedo al Dr Cimurro di correggermi qualora dicessi cose non vere.
      Innanzitutto, la lendine è racchiusa in un involucro, un guscio che la protegge dagli attacchi esterni, la ” isola”.
      Per questo, secondo me le creme e le polveri non sempre sono efficaci sulle lendini alla prima applicazione.
      Dal momento della schiusa, l’individuo comincia a camminare, può provocare prurito e secondo me è più visibile della lendine. Non avendo più il suo guscio, è forse più vulnerabile ai trattamenti. Ecco perchè al trattamento estetico ( creme, lozioni, schiume ) io trovo utile associare quello meccanico (depilazione, asportazione e distruzione degli individui).
      Colgo l’occasione per ringraziare il Dr Cimurro per il Suo aiuto a tutti noi.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Condivido parola per parola.

  4. Anonimo

    dimenticato di dire :
    sulle lendini io trovo molto efficaci le emulsioni come skab , quantomeno perchè aiuta a sciogliere la colla con cui la lendine è attaccata al pelo/ capello 🙂

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Condivido anche questo, alternativa moderna dell’uso dell’aceto, altra sostanza che scioglie la cheratina che lega l’uovo al pelo.

  5. Anonimo

    Salve.Dal giorno in cui ho scoperto di avere le piattole, ogni giorno dopo la doccia controllo la testa, umida, con un pettinino a denti stretti, per riscontrare eventuali parassiti.
    Nel pettinino rimangono come delle palline bianche, abbastanza grandi, di consistenza gommosa. Non riesco a capire se sono uova di pidocchio.
    Queste “palline” si staccano facilmente sia a capelli bagnati sia a capelli asciutti. Sono alla base del capello.
    Quando passo il pettinino sul capo asciutto, queste assumono piu la consistenza della polvere, o di crosticine.
    Cosa può essere ?
    Premetto che a volte sento prurito, ho controllato attentamente e ho notato che il prurito si concentra in punti dove ho dei grandi nei.
    Ho messo l’antiparassitario anche sul capo in questi giorni.
    Grazie.

    1. Anonimo

      dimenticato di dire : queste , chiamiamole ” scaglie”sono concentrate in cima al capo.sulla nuca e dietro le orecchie non sono presenti. ogni volta mi pettino con il pettinino a denti stretti per paura di avere i parassiti.controllo anche l’eventuale presenza di forfora sulle spalle e sui vestiti.non ce n’è molta.

    2. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se già mi parla di “scaglie” alla base del capello mi viene da pensare a forfora, ma il modo per verificarlo è provare a farla cadere sfiorandola appena; la lendine è salda al capello e per rimuoverla si devono usare il pettine a maglie fini o le unghie.

  6. Anonimo

    Capisco. Passando infatti la mano nei capelli asciutti, queste particelle si spostano facilmente. Il dubbio mi è sorto solo quando ho provato con i capelli umidi, quando cioè queste cosine bianche assumono una consistenza gommosa, molliccia,sono anche visibilmente grandi.
    Insomma, a capelli asciutti sembrano briciole. A capelli umidi sembrano palline mollicce.
    La ringrazio. 🙂

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ok, confermo che al 99% non sono uova.

  7. Anonimo

    salve. con mio grande dispiacere la disturbo di nuovo, Dottore, per esporre un nuovo problema:
    da qualche giorno avverto un prurito insistente in un punto preciso del capo, un prurito quasi irresistibile. Se si ricorda dei miei post precedenti, ho avuto un caso di infestazione da pidocchi del pube, evento a cui ha seguito una terapia ( efficace) effettuata anche sul capo.
    Dopo aver controllato questo punto preciso del capo, che si trova nella parte posteriore, in linea retta esattamente dietro l’occhio, posso dire di non avere pediculosi, non ho notato niente di strano, come forfora, o parassiti, o desquamazione.
    Ma per curiosità ho applicato una lozione antipediculosi in questo punto della testa.
    Sollievo fino a completo assorbimento della lozione. Dopodichè, ha ricominciato a prudere.
    Credo che sto diventando un pò ossessivo con la pediculosi e che il prurito sia abbastanza psicologico.
    Secondo Lei può essere la ” forfora grassa” ? o una forma di dermatite? o una sensibilizzazione alla permetrina?
    Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Condivido l’ipotesi che sia più che altro psicologico.

  8. Anonimo

    Buonasera. Ho sentito dire che oltre ai pidocchi del pube e del capo ,esistono altri parassiti che possono infestare la pelle e i peli. Mi hanno parlato di ” afidi”.
    Le risulta?
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Gli afidi che io sappia sono i pidocchi delle piante.
      Confermo però che esistono molti altri parassiti (vermi intestinali, pidocchi del corpo, scabbia, zecche, …).

    2. Anonimo

      grazie.parlo esclusivamente dei parassiti esterni,del pelo e della pelle.
      probabilmente questa cosa mi è stata riportata in maniera molto imprecisa e quindi non ho capito bene.
      Le scrivo anche per quanto riguarda la mia infestazione. se Lei ricorda i miei vecchi post, in questi giorni ( siamo al 16° dal giorno del ritrovamento della piattola ) mi sto ancora controllando, ho prurito perchè i peli cominciano a ricrescere, ma ho sempre un gran pensiero di avere ancora qualche ” ospite”addosso, non dormo tranquillo.
      Ho pulito anche l’armadio, ho lavato anche i tappeti, ma a 40 gradi, di più non mi è possibile. Ho sempre un gran pensiero di avere questi parassiti che mi camminano addosso.
      E’ possibile che tali creature si introducano nell’ano? I peli stanno ricrescendo, e continuando a depilarmi mi procuro dei tagli che lasciano dei puntini di sangue sulle mutande, a questo punto non riesco a distinguere se è sangue dai tagli o sangue provocato dalle piattole.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Secondo me è solo più ansia e no, i parassiti esterni non si introducono nell’ano.

    4. Anonimo

      Capisco…Mi sono controllato pochi minuti fa e ho visto qualcosa che poteva sembrare a una piattola. Purtroppo il colore della mutanda è verde scuro, non sono riuscito a distinguerlo bene. Ma l’ho preso e l’ho schiacciato tra due unghie.Non mi sembra avesse le zampette..staremo a vedere 🙂 …ma questo piccolo episodio mi costringe a stare all’erta per altre settimane!
      La ringrazio moltissimo ! 🙂 🙂

  9. Anonimo

    salve
    avevo scritto giorni fa perché il mio bambino aveva preso i pidocchi, fatto il trattamento, rasati i capelli a circa 1 cm e certezza quasi matematica di aver eliminato tutte le lendini
    durante questi giorni ho ricontrollato via via i capelli , e 2 o 3 lendini in realtà erano rimaste (spero uccise dal trattamento)
    è comunque indispensabile ripetere il trattamento per scrupolo? come del resto suggerito nel foglietto di istruzioni del gel Aftir?
    e lo shampo abbinato (sempre Aftir) può essere efficace come “preventivo” e se si ogni quanti giorni, mi sembra sia solo a base di erbe quindi non dovrebbe essere dannoso usarlo al posto dello shampo abituale?
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, è preferibile ripetere il trattamento in ogni caso; raccomando di rimuovere comunque qualsiasi lendine lei possa individuare.
      Nessun rischio ad usare lo shampoo come preventivo, anche se tutte le fonti scientifiche concordano sul fatto che uno shampoo non possa essere efficace come prevenzione (nonostante questo “ho” diverse mamme che lo usano regolarmente a questo scopo e si trovano benissimo).

  10. Anonimo

    Gentile dottore sono disperata, sono convinta di avere un’infestazione da pidocchi. Ho due figli in eta’ scolare ed un neonato di 3 mesi. I miei figli piu’ grandi sono puliti perche’ li controllo quotidianamente e utilizzo balsamo e pettinino metallico dopo ogni shampoo e non hanno alcun prurito, io invece impazzisco dal prurito sopratutto dietro la nuca e la mattina sul cuoio capelluto trovo dei puntini neri tipo inchiostro che so essere le feci degli insetti. Qualche settimana fa ho trovato li stessi puntini sulla testa del mio bimbo più piccolo. La settimana scorsa ho sottoposto tutta la famiglia tranne il neonato al trattamento e non si e’ visto nulla tranne dalla mia testa il giorno dopo e’ caduto un insetto molto simile ad un pidocchio ( ho avuto modo di vederli in passato) pero aveva delle piccolissime alette. Mio marito dice che e’ tutta una mia mania ma io sono sicura. Uso aceto, balsamo, pettine metallico 4 volte al giorno non ce la faccio più mi aiuti.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Si faccia guardare bene da suo marito o dalla sua parrucchiera, verificando principalmente se sono presenti lendini dietro le orecchie e nella nuca: se non trovasse nulla (e la considero come l’ipotesi più probabile) non ha nulla ed il prurito sarebbe solo (comprensibilmente) psicologico.