Tappe fondamentali dello sviluppo di neonati e bambini

Ultimo Aggiornamento: 328 giorni

Introduzione

Azioni come il primo passo, il primo sorriso, il primo “ciao ciao” con la manina sono le cosiddette tappe fondamentali dello sviluppo. Il bambino segue tappe fondamentali nelle modalità di gioco, apprendimento, linguaggio, azione e movimento (gattoni, in piedi,…).

Molto spesso nei genitori insorgono legittimi dubbi per gli inevitabili confronti tra il proprio bambino e quelli di amici e parenti e l’ansia prende spesso il sopravvento quando ci chiediamo se lo sviluppo proceda normalmente o se si stiano manifestando ritardi (non si regge ancora in piedi, non parla ancora, …). Il primo passo è rivolgersi al pediatra, che nella maggior parte dei casi potrà tranquillizzare la famiglia suggerendo semplicemente pazienti, ma in alcuni casi potrebbe essere necessario rivolgersi a uno specialista.

Sfortunatamente una famiglia può dover aspettare diverse settimane quando non mesi prima di riuscire a ottenere un appuntamento con uno specialista o con i servizi preposti ai problemi di sviluppo infantile. Può essere un periodo di frustrazione per genitori che cercano risposte e aiuti immediati.

Se in una situazione del genere, è utile sapere che ci sono alcune semplici cose fattibili nell’immediato e quotidianamente per aiutare lo sviluppo del bambino.

  • Interagire con il bambino il più possibile. Leggere libri, cantare, giocare con i giochi, fare lavori manuali, svolgere la routine domestica e giocare all’esterno insieme.
  • Parlare al bambino: etichettare gli oggetti, segnalare cose interessanti, raccontare storie, commentare quello che si vede e le proprie sensazioni, spiegare il funzionamento degli oggetti e il perché degli avvenimenti.

Il bambino non sembrerà sempre attento, ma potrebbe sentire più di quanto non si creda.

Attenzione: Quando viene consigliato di rivolgersi al pediatra, non necessariamente c’è un problema, anzi, nella maggior parte dei casi servirà solo aspettare qualche settimana o mese in più, ma è opportuno verificare la situazione per scrupolo.

2 mesi

A quest’età la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Inizia a sorridere alle persone
  • Riesce a consolarsi da solo per un po’ (per esempio, succhiandosi il pollice o la mano)
  • Cerca di guardare un genitore

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Tuba, farfuglia
  • Gira la testa in direzione dei suoni

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Presta attenzione ai volti
  • Inizia a seguire gli oggetti con gli occhi e riconosce le persone a distanza
  • Inizia a manifestare la noia (piange, si stufa) se non succede niente di nuovo

Sviluppo motorio/fisico

  • Può tenere la testa eretta e inizia a spingersi in su quando è sdraiato sulla pancia
  • Muove braccia e gamba in modo più armonioso

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non risponde a suoni forti
  • Non segue gli oggetti in movimento
  • Non sorride alle persone
  • Non porta le mani alla bocca
  • Non riesce a tenere su la testa quando si solleva sulla pancia

4 mesi

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Sorride spontaneamente, soprattutto alle persone
  • Gioca volentieri con la gente e può piangere se il gioco viene interrotto
  • Imita alcuni movimenti ed espressioni facciali, come sorridere o corrugare la fronte

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Inizia a farfugliare
  • Farfuglia con espressività e imita i suoni che sente
  • Piange in modo diverso per mostrare che ha fame, dolore o sonno

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Comunica se è contento o triste
  • Risponde alle coccole
  • Cerca i giocattoli con una mano
  • Coordina occhi e mani, per esempio nel cercare un giocattolo e raggiungerlo
  • Segue oggetti in movimento con gli occhi da una parte all’altra
  • Scruta i volti con attenzione
  • Riconosce persone e oggetti familiari da lontano

Sviluppo motorio/fisico

  • Tiene la testa eretta senza sostegno
  • Spinge sulle gambe se i piedi sono su una superficie dura
  • Può essere capace di girarsi dalla pancia alla schiena
  • Può tenere un giocattolo, scuoterlo e farlo dondolare, se adatto
  • Porta le mani alla bocca
  • Quando è sulla pancia, si spinge sui gomiti

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non segue gli oggetti in movimento
  • Non sorride alle persone
  • Non riesce a tenere la testa eretta
  • Non tuba né emette suoni
  • Non porta oggetti alla bocca
  • Non spinge sulle gambe se i piedi sono su una superficie dura
  • Ha problemi a spostare uno o ambedue gli occhi in ogni direzione

6 mesi

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Riconosce facce familiari e inizia a capire se c’è un estraneo
  • Gioca volentieri con le persone, soprattutto con i genitori
  • Risponde alle emozioni degli altri e sembra spesso contento
  • Ama guardarsi allo specchio

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Risponde agli stimoli sonori emettendo suoni
  • Collega insieme le vocali quando farfuglia (ea, eue,…) e gradisce alternare i propri vocalizzi con quelli di un genitore
  • Risponde al suo nome
  • Emette suoni per mostrare gioia o dispiacere
  • Inizia a pronunciare consonanti (m, b, …)

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Osserva gli oggetti circostanti
  • Porta gli oggetti alla bocca
  • È curioso e cerca di raggiungere oggetti fuori dal suo raggio di azione
  • Inizia a passarsi le cose da una mano all’altra

Sviluppo motorio/fisico

  • Si gira in ambedue le direzioni (dalla pancia alla schiena, dalla schiena alla pancia)
  • Inizia a stare seduto senza sostegno
  • In posizione eretta, prova a tenersi sulle gambe e potrebbe accennare un saltello
  • Si dondola avanti e indietro, talvolta gattonando indietro prima di andare avanti

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non cerca di afferrare oggetti raggiungibili
  • Non mostra emozioni a chi lo accudisce
  • Non reagisce ai suoni intorno a sé
  • Porta gli oggetti alla bocca con difficoltà
  • Non emette vocali
  • Non si gira in tutte le direzioni
  • Non ride né emette gridolini
  • Sembra molto rigido, con muscoli duri
  • Sembra molto flaccido, come una bambola di pezza

9 mesi

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Può aver paura degli estranei
  • Può essere troppo attaccato agli adulti di famiglia
  • Ha giocattoli preferiti

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Capisce i “no”
  • Emette vari suoni diversi, come mammammammamma e pappappappappappa
  • Imita suoni e gesti fatti da altri
  • Indica gli oggetti con le dita

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Segue il percorso di un oggetto che sta cadendo
  • Cerca un oggetto se si accorge che viene nascosto
  • Gioca a “cucù”
  • Si mette le cose in bocca
  • Si passa gli oggetti da una mano all’altra
  • Solleva le cose, per esempio la pastina, tra il pollice e l’indice

Sviluppo motorio/fisico

  • Sta in piedi tenendosi
  • Riesce a mettersi seduto
  • Sta seduto senza sostegni
  • Spinge per alzarsi
  • Gattona

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non sostiene il suo peso sulle gambe con un aiuto
  • Non si siede con un aiuto
  • Non balbetta (mammamma, pappappappappa)
  • Non partecipa a nessun gioco interattivo
  • Non risponde al suo nome
  • Non sembra riconoscere persone familiari
  • Non guarda dove gli si indica
  • Non si passa i giocattoli da una mano all’altra

1 anno

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • È timido o nervoso con gli estranei
  • Piange quando la mamma o il papà se ne vanno
  • Ha oggetti e individui preferiti
  • Si mostra spaventato da alcune situazioni
  • Tende un libro se vuole sentire una storia
  • Ripete suoni o azioni per ottenere attenzione
  • Tende braccia o gambe per aiutare a vestirsi
  • Gioca a giochi come “cucù” o “batti le manine”

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Esegue richieste elementari
  • Usa gesti semplice, come scuotere la testa per dire “no” o fare “ciao ciao” con la mano
  • Modula i suoni cambiando toni (i suoni iniziano a somigliare al parlato)
  • Dice “mamma” e “papà” ed esclamazioni come “euh, oh”
  • Prova a ripetere le parole

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Esplora gli oggetti in vari modi, per esempio scuotendoli, sbattendoli, buttandoli
  • Trova le cose nascoste facilmente
  • Guarda l’immagine o l’oggetto giusto quando ne sente il nome
  • Imita i gesti
  • Inizia a usare correttamente le cose, per esempio beve da una tazza, si pettina
  • Sbatte due cose una contro l’altra
  • Mette (ed estrae) gli oggetti in (da) contenitori
  • Lascia gli oggetti senza aiuto
  • Esplora con il dito indice
  • Esegue comandi semplici, come raccattare i giocattoli

Sviluppo motorio/fisico

  • Si mette a sedere senza aiuto
  • Si spinge per alzarsi, cammina tenendosi ai mobili
  • Può fare qualche passo senza tenersi
  • Può stare eretto da solo

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non gattona
  • Non riesce a stare in piedi neanche se sostenuto
  • Non cerca un oggetto quando vede che gli viene nascosto
  • Non pronuncia parole singole come “mamma” o “papà”
  • Non impara movimenti come salutare o dare la mano
  • Non indica le cose
  • Perde competenze che aveva già sviluppato

18 mesi

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Gradisce dare oggetti ad altri per gioco
  • Può fare le bizze
  • Può aver paura degli estranei
  • Mostra affetto alle persone familiari
  • Gioca a far finta di, per esempio dar da mangiare a una bambola
  • Può attaccarsi ad adulti di riferimento in situazioni nuove
  • Indica agli altri cose interessanti
  • Esplora da solo ma con un genitore nei paraggi

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Dice varie parole singole
  • Dice e fa “no” con la testa
  • Indica per far capire cosa vuole

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Sa cosa sono gli oggetti ordinari, come il telefono, la spazzola, il cucchiaio
  • Indica per ottenere l’attenzione degli altri
  • Dimostra l’interesse per una bambola o una peluche facendo finta di nutrirla
  • Indica parti del corpo
  • Scarabocchia da solo
  • Può eseguire comandi verbali semplici senza bisogno di mimica; per esempio sedersi al comando “siediti”

Sviluppo motorio/fisico

  • Cammina da solo
  • Può salire le scale e correre
  • Tiene giocattoli in mano mentre cammina
  • Può aiutare a spogliarsi
  • Beve da una tazza
  • Mangia con un cucchiaio

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non indica per mostrare cose agli altri
  • Non cammina
  • Non conosce l’uso di oggetti familiari
  • Non imita gli altri
  • Non espande il proprio vocabolario
  • Non dice almeno 6 parole
  • Non si accorge o sembra indifferente quando un adulto di riferimento arriva o se ne va
  • Perde competenze che aveva già sviluppato

2 anni

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Imita gli altri, specialmente adulti e bambini più grandi
  • Si eccita quando è con altri bambini
  • Dimostra sempre più indipendenza
  • Assume atteggiamenti di sfida (tende a fare le cose che gli sono state proibite)
  • Gioca principalmente a prescindere dagli altri bambini, ma inizia a includerli, per esempio giocando ad acchiappino

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Indica cose o immagini quando vengono nominate
  • Conosce il nome di persone familiari e delle parti del corpo
  • Costruisce frasi di 2 – 4 parole
  • Capisce istruzioni semplici
  • Ripete parole udite in conversazioni
  • Indica cose in un libro

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Trova le cose anche quando nascoste sotto due o tre strati
  • Inizia a ordinare oggetti in base a forme e colori
  • Completa frasi e filastrocche di libri familiari
  • Gioca a giochi di finzione (fare il soldato, fare il pompiere,…)
  • Costruisce torri di 4 o più blocchi
  • Potrebbe prediligere l’uso di una mano rispetto all’altra
  • Capisce comandi con due azioni, per esempio “prendi le scarpe e mettile nell’armadio”
  • Nomina gli elementi rappresentati in un libro illustrato (gatto, uccello, cane)

Sviluppo motorio/fisico

  • Sta eretto sulle punte dei piedi
  • Calcia un pallone
  • Inizia a correre
  • Si arrampica su e giù dai mobili senza aiuto
  • Sale e scende le scale tenendosi
  • Getta la palla dall’alto in basso
  • Disegna o copia linee diritte e cerchi

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non impiega frase di 2 parole (per esempio, beve latte)
  • Non sa come usare oggetti familiari, come spazzola, telefono, forchetta, cucchiaio
  • Non ripete azioni e parole
  • Non capisce istruzioni semplici
  • Ha un’andatura incerta
  • Perde competenze che aveva già sviluppato

3 anni

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Imita adulti e amici
  • Mostra spontaneamente affetto per gli amici
  • Aspetta il suo turno nei giochi
  • Si preoccupa se un amico piange
  • Capisce i concetti “mio”, “tuo”, “suo”
  • Mostra una serie di emozioni
  • Distingue facilmente la mamma e il papà
  • Può risentire di variazioni importanti della routine
  • Si veste e si sveste da solo

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Capisce istruzioni concatenanti 2 o 3 azioni
  • Può nominare la maggior parte degli oggetti familiari
  • Capisce parole come “dentro”, “sopra”, “sotto”
  • Sa il suo nome, il suo cognome, la sua età e il suo sesso
  • Chiama gli amici per nome
  • Dice parole come “io”, “me”, “noi”, “tu” e alcuni plurali (macchine, cani, gatti)
  • Parla abbastanza bene da risultare perlopiù comprensibile a un estraneo
  • Partecipa a una conversazione usando 2 o 3 frasi

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Può far funzionare giocattoli con pulsanti, leve e parti mobili
  • Gioca a giochi di finzione con bambole, animali e persone
  • Fa puzzle di 3 o 4 pezzi
  • Capisce il significato di “due”
  • Ricopia un cerchio con una matita o un pastello
  • Gira una alla volta le pagine di un libro
  • Costruisce torri di più di 6 blocchi
  • Svita e avvita i coperchi di barattoli, gira le maniglie delle porte

Sviluppo motorio/fisico

  • Si arrampica bene
  • Corre con facilità
  • Pedala su un triciclo
  • Sale e scende le scale. un piede su ciascun gradino

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Casca spesso o ha problemi con le scale
  • Farfuglia o parla in modo molto poco chiaro
  • Non riesce a interagire con oggetti molto semplici (tavolette con chiodini colorati, puzzle facili, maniglie delle porte)
  • Non riesce a fare frasi
  • Non capisce istruzioni semplici
  • Non fa giochi di finzione
  • Non vuole giocare con gli altri bambini o con giocattoli
  • Non guarda negli occhi
  • Perde competenze che aveva già sviluppato

4 anni

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Apprezza le novità
  • Gioca a “mamma e papà”
  • È sempre più creativo nel giocare ai giochi di finzione
  • Preferisce giocare con altri bambini che da solo
  • Coopera con altri bambini
  • Spesso non distingue tra realtà e finzione
  • Parla di ciò che gli piace e di quel che gli interessa

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Conosce alcune regole grammaticali di base, come l’impiego corretto di “lui” e “lei”
  • Canta o recita a memoria qualche filastrocca o canzoncina
  • Racconta storie
  • Sa dire nome e cognome

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Conosce i nomi di alcuni colori e numeri
  • Capisce il concetto di contare
  • Inizia a capire il concetto di tempo
  • Ricorda parti di una storia
  • Capisce i concetti di “diverso” e “lo stesso”
  • Disegna una persona con 2 – 4 parti del corpo
  • Sa usare le forbici
  • Inizia a ricopiare le lettere in stampatello
  • Gioca con giochi da tavolo o carte
  • Dice quello che pensa che sta per accadere in un libro

Sviluppo motorio/fisico

  • Saltella e sta in piedi su una gamba sola fino a due secondi
  • Acchiappa quasi sempre una palla sul rimbalzo
  • Versa, taglia (supervisionato) e schiaccia il suo cibo

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non riesce a saltellare sul posto
  • Ha problemi a scribacchiare
  • Non mostra interesse per i giochi interattivi o di finzione
  • Ignora gli altri bambini o non risponde a persone che non siano di famiglia
  • Non vuole vestirsi, dormire e usare il gabinetto
  • Non riracconta una storia che gli piace
  • Non esegue comandi di 3 azioni
  • Non capisce “diverso” e “lo stesso”
  • Non usa correttamente “io” e “tu”
  • Parla in modo non chiaro
  • Perde competenze che aveva già sviluppato

5 anni

A quest’età, la maggior parte dei bambini:

Competenze sociali ed emozionali

  • Vuole far piacere agli amici
  • Vuole essere come gli amici
  • È più verosimilmente obbediente alle regole
  • Ama cantare, ballare e recitare
  • Capisce che ci sono differenze di sesso
  • Distingue tra realtà e finzione
  • Si mostra più indipendente (per esempio, potrebbe andare da solo dal vicino [sempre necessaria la supervisione di un adulto])
  • È talvolta molto esigente e altre volte molto collaborativo

Competenze di linguaggio/comunicazione

  • Parla in modo molto chiaro
  • Racconta una storia semplice facendo frasi complete
  • Usa il futuro; per esempio “la nonna arriverà”
  • Dice il suo nome e il suo indirizzo

Competenze cognitive (apprendimento, pensiero, soluzione di problemi)

  • Sa contare almeno fino a 10
  • Disegna una persona con almeno 6 parti del corpo
  • Può scrivere alcune lettere o numeri
  • Ricopia un triangolo e altre forme geometriche
  • Conosce gli oggetti di impiego quotidiano, come i soldi e il cibo

Sviluppo motorio/fisico

  • Sta in piedi su una gamba sola per almeno 10 secondi
  • Saltella; può riuscire a fare un salto con spostamento
  • Può fare capriole
  • Usa forchetta e cucchiaio, talvolta anche un coltello da tavola
  • Può usare il gabinetto da solo
  • Balla a ritmo e si arrampica

Consultare tempestivamente il pediatra se il bambino:

  • Non mostra un’ampia gamma di emozioni
  • Mostra comportamenti estremi (spaventi, comportamenti aggressivi, timidezza o tristezza particolari)
  • È inusualmente ritroso e non attivo
  • Si distrae facilmente, non riesce a concentrarsi su un’attività per più di 5 minuti
  • Non risponde alle persone, o risponde solo in modo superficiale
  • Non distingue tra realtà e finzione
  • Non esegue una varietà di giochi e attività
  • Non sa dire il suo nome e cognome
  • Non usa correttamente i plurali e il passato prossimo
  • Non parla delle sue attività o esperienze quotidiane
  • Non disegna
  • Non si sa lavare i denti, lavare e asciugare le mani o spogliarsi senza aiuto
  • Perde competenze che aveva già sviluppato

Fonte:  Traduzione a cura della Dr.ssa Greppi Barbara

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Buongiorno dottore, Ho una bimba di 2 mesi che allato al seno.oggi ho usato un prodotto alla candeggina che ha sprigionato un forte odore….che ovviamente ho respirato. Volevo sapere se passa nel latte? Grazie

  2. Anonimo

    Si chiama plasmon HA alimento ipoallergenico…la prego mi aiuti dottore…il formulat pregel prego non gli da reazione ieri ha fatto la cacca quasi bene e poi dopo un gg intero di plasmon HA stamattina di nuovo diarrea

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso e non voglio in alcun modo sostituirmi al pediatra.

    2. Anonimo

      Mi dispiace se a volte la metto in difficoltà e le chiedo scusa se le do un impressione sbagliata…purtroppo spesso mi trovo davanti ad un bivio e vado in difficoltà perché e della salute di mio figlio che stiamo parlando. Alla fine oggi gli ho ridato il formulat prego che nonostante casa vada in contrasto coi risultati degli esami e l unico latte che nn gli da fastidio. Spero di nn aver sbagliato, spero di nn aver reagito d istinto e soprattutto spero che mio figlio stia presto bene….grazie di tutto

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Proprio perché si tratta della salute di suo figlio dovrebbe sempre chiedere al pediatra che l’ha valutato, conosce la situazione, e non agire in modo autonomo, faccia presente il problema al medico e segua le sue indicazioni.

  3. Anonimo

    Questa proteina potrebbe non essere presente nel formulat pregel (alimenti dietetico per fini medici speciali) che non gli da reazione anomala e esserci invece nel plasmon HA allergico…il plasmon gli da diarrea il formulat nn gli da reazione

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente non glielo so dire; tra gli ingredienti del Pregel parla di latte scremato, quindi viene da pensare che la proteina sia presente.

      Del secondo invece non ho trovato la composizione, è sicura del nome?

  4. Anonimo

    Dato per scontato questo. Il latte vecchio che mio figlio prendeva ovvero il formulat pregel nn gli portava problemi anzi gli stava risolvendo la diarrea e bloccato il reflusso mentre il plasmon gli ha dato di nuovo diarrea. Com è possibile che Christian sia intollerante a un latte che nn gli arreca nessun disturbo?

    1. Anonimo

      Mi aiuti ad interpretare questo risultato la prego: ALLERGENI Alfa lattoalbumina 0.10 <0.50 beta lattoglobulina 3.43 <0.35…..cos e la beta lattoglobulina? Potrebbe non essere presente nel formulat pregel

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra positivo (intollerante) alla beta lattoglobulina, che è una proteina del latte.

  5. Anonimo

    Salve dottore sono ancor la mamma di quel bimbo che soffre di diarrea. Mio figlio ha fatto gli esami del sangue ed è risultato intollerante alla beta una molecola del latte per questo la mia pediatra ha deciso di cambiargli il latte. Mio figlio assumeva il formulat pregel e gli ha risolto tutti i tipi di problemi tanto che in questi gg gli stavo dando solo latte e ieri mi fece la cacca buona. La pediatra ha ritenuto opportuno sostituirlo dato gli esami col plasmon ha e il mio bambino è tornato a fare la diarrea. Ora nn mi spiego com è possibile un intolleranza ad una proteina presente nel formulat ma che nn gli arreca disturbi di nessun tipo anzi gli risolve i problemi e il plasmon che in teoria nn contiene ciò che a lui fa male gli porta la diarrea? Sembra un gioco di parole ma spero di essermi spiegata…

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Potrebbe esserci un’ulteriore intolleranza, ad altre sostanze presenti nel plasmon, le ipotesi sono diverse, conviene comunque far valutare alla pediatra.

  6. Anonimo

    Dottore buonasera succeee qualcosa se mio figlio di 4 mesi dopo che per strada gli ho pulito le mani con le salviette e poi se le mette in bocca?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo fanno tutti i bimbi; quando possibile va evitato, ma dobbiamo nemmeno esagerare con le attenzioni.

    2. Anonimo

      No dottore più che altro lo faccioperche incontro persone scostumate che gli toccano le manine

  7. Anonimo

    Buonasera dottore, ho una bimba di 2 mesi,oggi ho fatto i biscotti in casa ed ho usato l’ammoniaca. Ovvimente l’odore si è sparso per tutta la casa.essendo molto forte,può dar problemi alla piccola..calcolando che si è esteso anche in camera dove dorme?grazie

  8. Anonimo

    Dottore grazie sempre per il vostro supporto. Volevo porvi una domanda.. in che modo la TV può creare danni in un neonato

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Verosimilmente non c’è nessun rischio di danni . saluti

  9. Anonimo

    Salve dottore le pongo ancora una domanda…sono la mamma di un bambino che ha diarrea da circa un mese e nn riusciamo a risolvere il problema. La pediatra gli ha cambiato l alimentazione eliminando totalmente il brodo vegetale e inserendo la pastina. Oggi mangia solo pastina con omogenizzato senza formaggio e nient altro ma mio figlio continua ancora con la diarrea. A sto punto l unica cosa che mi viene in mente e l omogenizzato…potrebbe essere allergico agli omogenizzati in generale? Se così fosse meglio cambiare marca o provare coi liofilizzato? Mi scusi ma nn so più che fare….grazie di cuore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere ora di iniziare con qualche approfondimento; la crescita è regolare?

    2. Anonimo

      Si Christian nn è mai cresciuto tantissimo …l ho pesato venerdì dalla pediatra e ha messo 250g in 15gg circa ed è più o meno normale visto che ormai ha quasi 6 mesi…il mese scorso senza diarrea crebbe 450g in un mese quindi la crescita è più o meno normale…. nn so più che fare… il mio bambino sta bene nel senso che nn ha mal di pancia, e sereno gioca normalmente. Ma continua con la stessa routine la mattina e stitico e il pomeriggio fa la cacca metà stitici e metà liquida

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si attenga alle indicazioni della pediatra, ma se i disturbi persistessero glielo segnali per iniziare qualche appofondimento.

    4. Anonimo

      Il mio pediatra vuole aspettare ancora un Po prima di fare gli esami ma il 15 di questo mese è giusto un mese che mio figlio ha la diarrea e io nn voglio più aspettare ormai nn so più che fare. Che esami si fanno in questi casi? Cosa potrebbe avere mio figlio?farò gli esami con o senza il consenso del pediatra solo che se nn mi aiutate nn so quali fare

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso prescrivere nulla.
      Piuttosto senta magari un secondo parere (parlo sempre di pediatri).

    6. Anonimo

      Dato tutto il tempo speso con me mi sembrava doveroso informarla. Ho da poco discusso con la pediatra e ha ritenuto opportuno un ricovero in day hospital ma mi hanno chiesto un attesa di un mese quindi domani mio figlio fara tutti gli esami privatamente. Sono molto spaventata ma spero con tutto il cuore di arrivare a capo del problema…grazie di cuore x ogni cosa

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Grazie a lei per l’aggiornamento! Non si lasci spaventare, in un caso simile dopo mille esami è emersa solo una gastroenterite non perfettamente guarita, quindi è assolutamente possibile che non sia nulla di pericoloso.

  10. Anonimo

    Dottore buonasera dovrei fare L esame delle urine a mio figlio e mi chiedevo se sia meglio aspettare che finisce di assumere i fermenti lattici o posso farlo?

  11. Anonimo

    Buonasera dottore, Ho una bimba di 7 settimane,oggi ha fatto la seconda visita pediatrica. ..il dottore, per controllarla, effettua una palpazione addominale molto profonda. ..tanto che la bambina urla e piange disperatamente. Questa palpazione può provocare danni agli organi? Grazie Grazie

  12. Anonimo

    Dottore sono al primo figlio e sono un po’ timorosa. Oggi mio figlio posandolo in culla ha preso un lieve colpetto dietro la nuca ma non ha pianto. Se si fosse fatto male avrebbe pianto giusto? Scusate della domanda forse un po’ stupida

  13. Anonimo

    Buonasera dottori,ho una bimba di 50 giorni che scoppia a piangere nel sonno di un pianto disperato. ..come di paura. Da cosa può dipendere? Poi avevo chiedervi se le differenze di sporgenza delle ossa della testa sono normali. ..nel senso che,per esempio, una parte della testa a sinistra si sente più sporgente,nello stesso punto del lato destro no

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Si rannicchia? Potrebbero essere colichine.
      2. Leggere differenze potrebbero essere normali, ma raccomando di valutare entrambe le situazioni con il pediatra.

La sezione commenti è attualmente chiusa.