Tutte le domande e le risposte per Zoonosi: bambini ed animali, quali precauzioni?
  1. Anonimo

    Buong egregio dott. il mio gatto domestico (vaccinato) mi dà sempre dei morsini sul polpaccio dello stinco (per affetto ) lasciandomi le tracce. Cosa rischio . grazie egr. dott.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente nulla, se non banali e autolimitanti infezioni locali.

  2. Anonimo

    Buongiorno. Durante una passeggiata, mi è successo che un uccello (non sono sicura se un piccione o altro) centrasse in pieno il mio occhio nel rilasciare i suoi escrementi. Mi sono pulita con delle salviette umidificate, ma ho potuto sciacquarmi solo dopo una mezz’ora. Trovandomi anche in stato di gravidanza, mi chiedo se abbia potuto contrarre infezioni all’occhio (per ora sembra a posto) o qualche malattia, come quelle che ho letto qui. Sono molto preoccupata. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Gli aspetti sono due:

      1. Salute dell’occhio,
      2. Rischio di infezioni.

      Domani contatti medico e/o ginecologo per valutare entrambi questi aspetti. Niente panico, ma non sottovalutiamo l’accaduto.

    2. Anonimo

      Grazie della celere risposta Dottore. Sono stata dal mio medico di base che ha minimizzato la cosa, ma non sono molto tranquilla, in base a ciò che ho letto esistono dei rischi, tra l’altro ho chiesto anche ad una veterinaria, che per l’appunto mi ha detto di andare dal medico. Tra poco ho anche appuntamento con l’oculista. Ovviamente trovandomi in gravidanza, non credo troverò un medico disposto a prescrivermi un antibiotico in via preocauzionale tanto per stare tranquilla, anche se sono nel secondo trimestre. Credo che passerò i prossimi giorni nell’ansia.
      Grazie ancora per la risposta e complimenti per l’utile lavoro che svolge!

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ci sono moltissimi antibiotici compatibili con la gravidanza, se necessario verrà prescritto; mi tenga al corrente.

    4. Anonimo

      lei è davvero onnipresente:)
      Gli antibiotici saranno prescritti solo se mi sentirò male temo….capisco gli scrupoli dei medici, ma anche l’aspetto “serenità” è importante…alle 15 ho appuntamento con l’oculista e se non disturbo le farò sapere cosa mi dirà lui!
      Di nuovo grazie!

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi fa piacere se mi tiene al corrente.

    6. Anonimo

      Salve, eccomi di nuovo! L’oculista ha detto che attraverso l’occhio è molto improbabile che qualcosa possa diffondersi. L’occhio non ha subito danni. Io però non sono del tutto tranquilla in quanto sto avendo sintomi che non mi piacciono, mal di testa e alla parte alta della schiena, appena sotto la nuca quando muovo la testa, e inevitabilmente sto ripensando alla meningite criptococcica. Se ho ben capito dalle mie numerose letture, il crypotoccus neoformans entra nell’organismo per inalazione (ma solo per inalazione?) e si stabilisce nei polmoni dove trova terreno fertile per moltiplicarsi e propagarsi nel resto del corpo, ma specialmente al sistema nervoso centrale causando meningite, e di solito negli immunocompetenti i sintomi sono lievi, per cui c’è il rischio di non riconoscere la malattia. Adesso Lei mi consiglierà di tornare dal medico di base, ma so già che se lo farò minimizzerà di nuovo, mi accuserà di essere ipocondriaca (lo sono!) e stop. Sto pensando di rivolgermi direttamente ad un neurologo, se non altro per essere rassicurata, mi conferma che sia lo specialista competente? Mi scuso per essermi dilungata!
      Grazie

    7. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In realtà a questo punto sarei tranquillo, abbiamo avuto il parere di un medico generale e dell’oculista, al suo posto chiuderei la questione (i sintomi fanno pensare ad un po’ di tensione nervosa).

      Al limite più che al neurologo può pensare all’infettivologo ma, ripeto, a questo punto è probabilmente superfluo.

    8. Anonimo

      1000 grazie Dottore!

  3. Anonimo

    salve dottore…abbiamo appena adottato due tartarughine terrestri . ci sono delle malattie piu o meno gravi che questi simpatici animaletti possono trasmetterci in particolare ai nostri bambini? il problema e’ che le abbiamo incautamente acquistate in una bancarella tunisina senza alcun controllo veterinario…

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non che io sappia, raccomando solo di osservare le più comuni norme igieniche (per esempio lavarsi le mani dopo averle eventualmente maneggiate nelle operazioni di pulizia del terracquario).

    2. Anonimo

      grazie…

  4. Anonimo

    Salve Dott avrei una domanda da farle…ho un coniglietto nano di cui si sospetta abbia l encefalizoonosi..ho un due bimbi piccoli. ..c è il rischio che questa malattia possa essere trasmessa ai piccoli?sono molto in ansia…grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace, ma purtroppo non so risponderle.

  5. Anonimo

    salve dottore,mia figlia di 9 anni giocando in giardino ha alzato gli occhi e uno sterco di uccello gli è entrato nell occhio. ha l occhio un po rosso ! In casa ho un collirio che si chiama tobral posso metterglielo in attesa che domani mattina parlo con il pediatra?se si’ quante gocce?grazie!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In genere non mi sbilancio avvallando cure, ma in questo caso farò un eccezione perchè lo ritengo importante (sperando che possa ancora leggermi); lavi bene l’occhio con acqua fisiologica, poi benissimo Tobral in attesa di sentire il pediatra.
      2 gocce da ripetere domani mattina.

  6. Anonimo

    Ho appena comprato un coniglietto a mio figlio di sette anni,però ho anche un bambino di 8 mesi devo preoccuparmi?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No, è sufficientemente rispettare le più elementari norme igieniche; solo per ancora qualche mese eviti contatti ravvicinati con il piccolo, ma poi la presenza di un animale in casa sarà solo un vantaggio (sia per lo sviluppo mentale che per il sistema immunitario).

  7. Anonimo

    Dottore la ringrazio infinitamente,ora sono molto più tranquilla 🙂

  8. Anonimo

    Buonasera dottore volevo sapere ma se si viene a contatto con le uova di un parassita e per sfortuna le si ingeriscono,va data per scontata che avverrà un infestazione o può il nostro sistema immunitario eliminare gli “ospiti” indesiderati ?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      L’organismo potrebbe riuscire ad eliminarli.

    2. Anonimo

      La ringrazio per la pronta risposta e scusi se le faccio un’altra domanda,se ipoteticamente calpestiamo del terreno con delle uova è possibile portare le uova ad esempio a casa e diffonderle su altri oggetti ? Aumentando il rischio di infezione ?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In teoria sì, ma come detto è chiaro dall’esperienza comune che non è così facile il contagio.

    4. Anonimo

      Grazie dottore per la risposta,ma non riesco comq a stare tranquilla,lei ha parlato di un rischio teorico,ma le percentuali reali che avvenga un contagio nel modo che io le ho precedentemente detto ? Scusi ancora

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Trascurabili.

  9. Anonimo

    La ringrazio dott. Cimurro sempre disponibile !

    1. Anonimo

      il sistema immunitario umano è piuttosto debole di norma,ma non sempre quindi ho i miei dubbi ke un parassita venga facilmente eliminato dall’organismo

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In base a cosa ritiene il sistema immunitario debole?

  10. Anonimo

    Scusi dottore volevo sapere quali sono le probabilitá di una toxocariasi se non si hanno animali in casa, a quanto leggo ogni volta che calpestiamo del terreno o per sbaglio delle feci, anche se puliamo le scarpe c’é il rischio di portare le uova dentro casa, e queste potrebbero attacarsi a pontofole o finire su qualcosa che usiamo :(…..ma il rischio é veramente cosí alto oppure abbiamo una qualche specie di immunita ? Scusi se la domanda puo sembrare sciocca, ma ultimamente sto andando in paranoia..

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il rischio è più che altro teorico con le attuali attenzioni igieniche, fatto dimostrato dalla scarsissima incidenza del problema nella popolazione (tolti i bambini, che la contraggono portando le manine sporche alla bocca, per esempio nei parchi giochi).

    2. Anonimo

      Quindi lei dice che non c’è rischio qui in casa ? Posso stare col pensiero tranquillo ?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì.