Vertigine parossistica posizionale benigna: sintomi, cause e cura

Ultimo Aggiornamento: 121 giorni

Introduzione

La vertigine parossistica posizionale benigna (Cupololitiasi o VPPB) è una comune causa di vertigine, cioè la sensazione improvvisa di capogiro e perdita dell’equilibrio.. Colpisce persone di ogni età, anche se è più frequente dai 60 anni in poi.

Causa brevi ma intensi attacchi di vertigine quando il corpo o la testa sono orientati in una certa direzione, per esempio sdraiati su un fianco o a testa in su. Il soggetto può sentirsi male e rimanere instabile anche per qualche ora dalla scomparsa della vertigine.

  • Vertigine è il termine che identifica la sensazione di girare vorticosamente su sé stessi.
  • Parossistica la vertigine si manifesta sotto forma di brevi attacchi.
  • Posizionale la vertigine è causata da determinate posizioni della testa o del corpo.
  • Benigna significa che l’origine della vertigine non è una minaccia per la salute.

La vertigine parossistica può essere un problema fastidioso ma che diventa grave solo in rari casi, cioè quando fa aumentare il rischio di cadute. Il vostro medico di famiglia vi può prescrivere una terapia efficace per questo problema dopo avervi visitato.

Causa

È tra le cause di vertigine più comuni. Si manifesta durante specifici movimenti della testa, come alzarsi o chinarsi, nell’attraversare la strada o rigirandosi nel letto.

È verosimilmente dovuta a piccoli frammenti o residui (cristalli di carbonato di calcio) che si staccano dal rivestimento dei canali dell’orecchio interno. Questi frammenti in genere non causano fastidio, a meno che non entrino in uno dei canali pieni di liquido dell’orecchio.

Quando la testa è ferma i frammenti si depositano in fondo al canale. Alcuni movimenti della testa, però, li proiettano lungo il canale pieno di liquido, inviando al cervello segnali ambigui, che causano vertigine.

Approfondimento sull’orecchio

All’interno dell’orecchio c’è un organo minuscolo chiamato labirinto vestibolare, formato da tre strutture piuttosto intricate (i canali semicircolari) che contengono la linfa e sensori ciliati che controllano la rotazione della testa.

Altre strutture all’interno dell’orecchio (gli otoliti) controllano il movimento delle testa, e la posizione della testa rispetto alla gravità. Gli otoliti (l’utricolo e il sacculo) contengono dei cristalli, e ci rendono sensibili alla gravità.

Per molti motivi diversi i cristalli si possono spostare. Se si spostano, possono andare a finire in uno dei canali semicircolari, soprattutto quando si è in posizione sdraiata. Il canale semicircolare, quindi, diventa sensibile a posizioni della testa a cui normalmente non presterebbe attenzione: si hanno così le vertigini.

Fattori di rischio

In genere, interessa le persone di una certa età, in particolare soggetti che hanno più di 50-60 anni.

La vertigine parossistica benigna può insorgere senza motivi apparenti, oppure in seguito a:

  • infezione dell’orecchio,
  • chirurgia dell’orecchio,
  • trauma alla testa,
  • riposo a letto prolungato, per esempio una convalescenza.

Sintomi

La vertigine posizionale consiste in attacchi vertiginosi brevi, intensi, ricorrenti (in genere, da qualche secondo a qualche minuto).

In generale, tra i sintomi legati a episodi di vertigine parossistica posizionale benigna troviamo:

  • capogiro,
  • sensazione che ciò che circonda si muova o inizi a girare (vertigini),
  • sensazione di avere la testa più leggera del solito,
  • incertezza nei movimenti,
  • perdita dell’equilibrio,
  • visione offuscata, connessa alla sensazione di avere le vertigini,
  • nausea,
  • vomito (raro),
  • nistagmo (sensazione che gli occhi si muovano in modo incontrollabile).

Per diversi minuti od ore, l’attacco può essere seguito da uno stato di leggera confusione e da una mancanza di equilibrio.

Ai fini di una corretta diagnosi differenziale, ossia la distinzione da altre cause, è bene notare che questa forma di vertigine:

  • non causa vertigini costanti indipendentemente dai movimenti,
  • non influisce sull’udito,
  • non causa svenimento mal di testa o altri sintomi neurologici come il formicolio o difficoltà di linguaggio e di movimento.

Quando chiamare il medico

Si consiglia di chiamare il proprio medico in qualunque caso di episodi di vertigine, in particolare se:

  • nausea e vomito sono debilitanti
  • compare acufene (sensazione di ronzio o fischio nell’orecchio),
  • gli episodi di susseguono con elevata frequenza.

Rivolgersi in Pronto Soccorso in caso di:

  • svenimento,
  • sintomi legati al sistema nervoso centrale (difficoltà di movimento, di parola, di coordinazione, di visione, …),
  • forte mal di testa diverso dal solito,
  • rigidità del collo e febbre,
  • formicolio,
  • recente trauma.

Pericoli

Si tratta di una patologia tanto fastidiosa quanto, nella maggior parte dei casi, innocua; a meno di cadute durante gli episodi di vertigine non si segnalano complicazioni significative.

Diagnosi

Il medico passa in rassegna i sintomi ed esegue alcuni semplici test, di supporto alla diagnosi.

In alcuni casi, possono essere necessari accertamenti particolari.

I dati iniziali richiesti dal medico saranno:

  • dettagli sul primo episodio e descrizione dei sintomi, per esempio se è subentrato uno stato di confusione o se l’ambiente circostante dava l’impressione di girare,
  • se c’erano altri sintomi, come una perdita dell’udito, tinnito, nausea, vomito o senso di intasamento dell’orecchio,
  • frequenza e durata degli episodi,
  • se i sintomi sono tali da interferire con le attività quotidiane; per esempio, risulta impossibile camminare durante un episodio di vertigine,
  • se i sintomi sembrano scatenarsi o peggiorare in condizioni particolari, come un movimento della testa in una determinata direzione,
  • cosa allevia i sintomi.

Il medico può anche eseguire un esame obiettivo alla ricerca di condizioni che potrebbero causare la vertigine. L’esame può riguardare l’esplorazione dell’interno dell’orecchio e la ricerca di segni di movimenti involontari degli occhi (nistagmo).
Il medico può verificare l’equilibrio o cercare di riprodurre i sintomi facendo passare il paziente rapidamente dalla posizione seduta a quella sdraiata.

In base ai sintomi, il medico potrebbe richiedere approfondimenti ospedalieri o specialistici, come ad esempio una risonanza magnetica per escludere l’eventuale presenza di un neurinoma acustico (un tumore benigno del nervo che trasporta le informazioni sul suono e sull’equilibrio dall’orecchio interno al cervello) o altre lesioni che potrebbero causare le vertigini.

Cura

Come la neurite vestibolare, la vertigine parossistica benigna spesso passa senza trattamento dopo qualche settimana o mese. Si pensa che i piccoli frammenti nel canale dell’orecchio che causano la vertigine si sciolgano, oppure si incastrino in luoghi in cui non riescono a dare fastidio. Talvolta, la VPPB può purtroppo recidivare.

Fino alla scomparsa dei sintomi o al trattamento della condizione, il paziente dovrà:

  • alzarsi dal letto lentamente,
  • evitare attività che richiedono di guardare in alto, come imbiancare e decorare o cercare qualcosa in una scaffalatura alta.

La vertigine posizionale può essere trattata con una procedura detta manovra di Epley.

Manovra di Epley

La manovra richiede l’esecuzione di quattro movimenti indipendenti della testa, in modo da spostare i frammenti all’origine della sindrome vertiginosa in punti in cui non provochino sintomi. La testa viene mantenuta in ciascuna posizione per almeno 30 secondi. Durante i movimenti, è possibile che il soggetto avverta qualche vertigine.
I sintomi miglioreranno rapidamente dopo la manovra, anche se la guarigione completa potrebbe richiedere un paio di settimane. Ricontattare il medico se i sintomi non sono migliorati nell’arco di un mese. La manovra di Epley tipicamente non è una cura a lungo termine e può essere necessario eseguirla a più riprese.

Esercizi di Brandt-Daroff

Se la manovra di Epley non riesce o non è praticabile, per esempio per problemi al collo o alla schiena, è possibile provare anche con gli esercizi di Brandt-Daroff. Si tratta di una serie di movimenti che il soggetto può praticare autonomamente.

Il medico dovrà spiegare come farli.

Questi esercizi vanno ripetuti tre o quattro volte al giorno per due giorni consecutivi. I sintomi possono migliorare anche per due settimane.

Manovra di Gufoni

Un’alternativa piuttosto recente, ma dimostratasi molto efficace, è la cosiddetta manovra di Gufoni, che è di facile esecuzione e garantisce buona tollerabilità.

Il paziente viene fatto sdraiare rapidamente su un fianco a partire dalla posizione seduta, dopodichè la testa viene velocemente ruotata di 45° verso il basso e mantenuta in posizione per 2-3 secondi. Il paziente viene quindi riportato in posizione seduta.

La manovra può essere ripetuta anche più volte nella stessa seduta.

Consulenza specialistica

Il medico può richiedere una consulenza specialistica, tipicamente presso un otorinolaringoiatra, se:

  • la manovra di Epley non si rivela efficace o non può essere praticata,
  • i sintomi persistono dopo quattro settimane,
  • ci cono segni o sintomi non usuali.

Raramente, quando i sintomi di vertigine durano per mesi o anni, può essere indicata la chirurgia. L’intervento chirurgico consiste nel bloccare uno dei canali dell’orecchio. L’otorinolaringoiatra può illustrare nei dettagli la procedura.

Fonte principale: , licensed under the

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Buongiorno, ho 20 anni e da poco più di una settimana soffro di una violenta vertigine non appena mi sdraio e compio certi movimenti a letto (ad esempio, girarmi dal fianco sinistro verso destra). Sono stata da più otorini, i quali mi hanno escluso si potesse trattare di vertigine parossistica posizionale benigna poichè c’è assenza di nistagmo. Ho fatto una radiografia al tratto cervicale ed è risultata solo una riduzione della lordosi. Il fisioterapista mi ha trovato una forte contrattura sul lato destro. E’ possibile dunque che siano dovute a questo le mie vertigini da sdraiata?

    1. Anonimo

      Se con la fisioterapia il problema continua a persistere quali esami mi consiglia di fare?

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, valuterei in caso con un doppler delle arterie vertebrali, anche se ritengo poco probabile questa origine data la giovane età.

    3. Anonimo

      Ho gia eseguito di recente un eco color dopler tsa, ma non è risultato nulla

    4. Anonimo

      A distanza di qualche settimana, dopo diverse sedute di fisioterapia, il fastidio si è attenuato notevolmente. Talvolta avverto ancora qualche vertigine quando mi sdraio, ma sono sicuramente meno intense rispetto a prima e una volta che mi posiziono per bene sdraiata, poi passano del tutto. A questo punto, sono necessari altri controlli o posso escludere altre cause?

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Si penso si possano ragionevolmente escludere altre cause, avendo fatto i controlli necessari del caso e dato io miglioramento con la fisioterapia.

  2. Anonimo

    Salve dottore sono una ragazza di 23 anni è da sta mattina che mi gira la testa però slo se la basso e se la piego nei lati .slo che sta mattina ho iniziato cn le vitamine sustenium 100 non è che dovuto a qesto?

  3. Anonimo

    buonasera sono un uomo di quasi 60 anni da alcuni giorni quando mi corico mi gira la testa oppure quando mi stiro nel letto da premettere che sono stato operatoda circa 18 anni al cuore mettendo due baypass e quindi prendo diversi medicinali.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le cause possibili sono diverse e non necessariamente preoccupanti (pressione bassa, vertigini posizionali, …), ma temo che per una diagnosi esatta sia indispensabile una visita.

  4. Anonimo

    Buonasera, soffro periodicamente di vertigine parossistica benigna, una o due volte l’anno. Volevo sapere se c’è qualche sport controindicato, in particolare il jump, ossia la ginnastica a ritmo di musica saltando sul tappeto elastico, al quale stavo pensando di iscrivermi. Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La invito a parlarne con un otorino, perchè potrà sicuramente essere più preciso.

      Spesso la causa degli episodi non è nota, ma tutti gli sport che possano comportare sollecitazioni importanti del collo potrebbero in effetti essere fattori di rischio.

  5. Anonimo

    Buongiorno..a causa d una caduta mi é stata riscontrata una lieve frattura vertebra.la 12.dopo venti giorni d solo letto una mattina mi son svegliato perché forte vertigine.che passava e ritornava se muovevo la testa a destra e sinistra .avuto impressione d occhi incontrollati..dott dice labirintite..niente per 10 giorni.stamane andato in ambulanza per visita d controllo.tornato e sdraiato su letto avuto altro attacco con testa dritta.chiuso occhi e girandomi a sinistra passato subito.premetto d aver orecchie che fischiano da stamattina..cosa ne pensate? Grazie.( ho50 anni)

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buonasera, sembrano vertigini, sono disturbi che possono ripresentarsi, ma finora non le è stato prescritto nessun farmaco per queste?saluti

    2. Anonimo

      Si.il medico mi ha dato vertiserc 16 da prendere se ritornano.ieri non prese perché é stato solo un attimo.comunque sento che ogni tanto principi che m allertano come quando sobbalziamo quando c stiamo per addormentare e c svegliamo .non so se spiegato bene.premetto che da tre 4 mesi fa a qui ho avuto orecchio tappato per due volte separate.sempre dopo doccia.
      Gocce e poi bussolotto d cera..io vorrei sapere se può essere dovuto alla frattura vertebra o perché stato sdraiato un mese..grazie

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, probabilmente il fatto che sia stato per molto tempo fermo ha contribuito; prenda la terapia, sicuramente aiuta, ma come detto dal collega si possono ripresentare perchè si deve riassestare un equilibrio e ci vuole il tempo fisiologico. Saluti.

    4. Anonimo

      Ok. Ma prendo terapia se e quando si ripresenta o prendere pastiglie per un tot d tempo..grazie

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Deve seguire le indicazioni di chi le ha prescritto il farmaco dopo la visita.

    6. Anonimo

      Rieccomi.buongiorno..stamane altro attacco e diciamo finalmente preso vertiserc da16. PRESA UNA E DOPO MEZZORA UN ALTRA.SON PASSATE DUE ORE E NON PASSA.CHIAMATO MIO MEDICO E DETTO D PRENDERNE UN ALTRA.FATTO..POSSO STARE SOLO SDRAIATO R DRITTO.SE GIRO TESTA PARTE VERTIGINE..TRA L ALTRO HO FISCHIO ORECCHIE CHE HA PRESO IL RITMO BATTITO CARDIACO…VERTISERC NON VA BENE O CE ALTRO? GRAZIE

    7. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, il vertiserc è un buon farmaco. La dose consigliata è tra 24 – 48 mg die da assumere in più somministrazioni preferibilmente ai pasti. Spesso i i sintomi non scompaiono subito e tutto in una volta, per cui deve continuare la terapia per diversi giorni.Saluti

    8. Anonimo

      Quindi vuol DIRE CHE PRENDO VERTISEC ANCHE QUANDO NON HO VERTIGINI? NON INTERFERISCE CON CARDIOASPIRINA E SIMVASTATINA20? GRAZIE

    9. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Segua la terapia come prescritta, non interferisce con gli altri medicinali, come già detto dal collega non c’è da aspettarsi una ripresa troppo rapida. Saluti.

    10. Anonimo

      SALVE.MIA DOTT M HA CONSIGLIATO D ANDARE AL PRONTO SOCCORSO PER ANDARE A FONDO E CAPIRE D COSA S TRATTA.IO PENSO CHE SIA UNA BUONA IDEA.ALLA FINE COME S FA A CAPIRE DA COSA DERIVA SE NON S FANNO ACCERTAMENTI..C VADO PERCHE OGGI È IL SECONDO GIORNO CHE CE LE HO..E NON ANDATE E TORNATE MA FISSE TUTTO IL GIORNO.MENO MALE CHE SE STO DRITTO NON SUCCEDE NULLA..PERÒ COMINCIO AVER FASTIDIO DIETRO LA NUCA.MI S É QUASI BLOCCATO IL COLLO..FARÒ SAPERE.GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE.BUONA GIORNATA

    11. Anonimo

      Buona sera ho mia figlia che da anni soffre di vertigini, però gli prendono , prima, durante ho dopo che gli è finito il ciclo però densa nausea gli prendono la mattina quando la vado a svegliare cosa devo fare è da quale medico la devo portare grazie

    12. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, intanto ne parlerei col medico di base, per cercare di inquadrare la possibile causa, eventualmente si può considerare una visita otorinolaringoiatrica.

  6. Anonimo

    Volevo un consiglio ho un bambino diciamo già ragazzino di 14 anni che è da una settimana che mi dice ma di più quando va a dormire che quando appoggia la testa sul cuscino a dei capogiri suda freddo cosa può essere?.grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, durante il resto del giorno e le normali attività quotidiane non ha nessun sintomo? ha misurato febbre la sera?

  7. Anonimo

    Buongiorno, sono circa 2 settimane che avverto durante l’arco della giornata una sensazione di giramento di testa continuo, talvolta seguito da tachicardia e senso di nausea.
    Avevo avuto qualche episodio nei mesi scorsi ma solo per 1 due giorni al massimo.
    Soffro un po di mal di collo sopratutto nella parte dx in seguito ad una lussazione della spalla dx(nel 2012) e da circa 10 giorni ho iniziato a fare delle fisioterapie (tens).
    Può esserci una correlazione? Oppure che potrebbe essere? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, potrebbe essere legato al collo; ne parli con fiducia al medico, che valuterà meglio la situazione prendendo in esame tutte le possibili ipotesi.

  8. Anonimo

    Salve sono un raggazzo di 28 anni e da 2 giorni che sento tutto il braccio sinistro stanco poi oggi ho cominciato a sentire i battiti in rallento mi sono misurato la pressione e mi da 89 SYS mmHg e DIA mmHg 60. Pul/min 57. Poi apenna mi alzo dal divano o dal letto ho cominciato a sentire forti vertigini, adesso mi sento sempre cosi ho la gamba sinistra un po pesante, mi dica se devo preocuparmi se devo farmi degli analisi grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, aveva le vertigini probabilmente perchè la pressione era un pò bassa, nulla di preoccupante, ma mi farei ricontrollare dal medico.

  9. Anonimo

    se si soffre di otoliti ogni quanto bisogna farsi vedere per una prossima crisi. io da quando ci soffro mi sembra di non essere piu autonoma….. paura paura che mi assilla sono 7 anni e da allora ogni tanto appaiono

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, purtroppo non è possibile sapere quando si avrà il prossimo attacco di vertigini..per cui conviene avere sempre in casa i farmaci antivertiginosi specifici. saluti

    2. Anonimo

      se si soffre di otoliti ogni quanto bisogna farsi vedere per una prossima crisi. io da quando ci soffro mi sembra di non essere piu autonoma….. paura paura che mi assilla sono 7 anni e da allora ogni tanto appaiono adirittura su lultima manovra non mi hanno dato ness farmaco. quando sui precedenti mi hanno imbottino tra integratori e alevertan e vertisev ma a chi dobbiamo dare retta .io adirittura sto assumendo i fiori di bach per la mia paura

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Che io sappia non ci sono scadenze prefissate, mentre è molto importante intervenire sulla gestione dell’ansia (purtroppo molto comune in casi come il suo).

  10. Anonimo

    Buongiorno Dottore(ssa), ho 39 anni , da un paio di mesi soffro di una violenta vertigine quando mi sdraio e mi giro dal fianco sinistro verso destra.Mi capita anche quando sono in piedi facendo lo stesso movimento con la testa (girando verso destra). Non ho subito nessun trauma alla testa. Periodicamente ho anche nistagmo all’occhio destro ,ma i due sintomi non si presentano contemporaneamente,ma si alternano. Cosa mi consiglia ?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, serve una visita otorinolaringoiatrica, non credo sia nulla di grave se non una vertigine parossistica posizionale, ma va comunque curata. Saluti.

  11. Anonimo

    Buongiorno ho 37 anni
    Da stamattina ho notato che barcollo e mi devo appoggiare poi mi sdraio e vedo il soffitta che gira intorno a me e mi viene anche il vomito

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo segnali al medico, ci sono farmaci specifici (ma serve prima di tutto una diagnosi).

  12. Anonimo

    Salve ho 66 anni andando dal dentista mi ha fatto sdraiare sulla poltrona molto in basso nel rialzarmi ho visto la stanza girare X 5:6 secondi poi passato! Questo accade a periodi quando mi sdraio a letto e a volte anche quando da posizione supina fdiro la testa specie sul lato dx! Più probabile cervicale che già ne soffro o vertigine posizionale parodistica? Grazie mille! Notte!!

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, mi sembra più ipotensione ortostatica ossia un brusco calo della pressione sanguigna in seguito all’improvviso passaggio dalla posizione seduta o sdraiata a quella eretta.saluti

  13. Anonimo

    Buon giorno ho 70 anni e un exe fa mi sono svegliato con fortissime vertigini, la stanza girava e il letto sembrava girare. Soffro da tempo di artrosi sia cervicale che lombare ma mai mi era capitata una cosa del genere. Ho allertato sia l’otorino che l’ortopedico e ambedue mi hanno prescritto rm all’encefalo a.la cervicale e ecodoppler ai vasi superiori. Sia l’eco che l’encefalo hanno dato esito negativo mentre la cervicale presenta diffusenote degenerativd artrosiche su tutto il tratto, disidratazione dei dischi intersomatici z terjoru tratto c4 e c7, protusione discale ad ampio raggio d forame cr e c5 protusione discale ampio raggio eccentrica sinistra c5 e c6 repsrto analogk a livello c6 e c7. Non si segnalano alterazioni a carico corda midollare. Il canale midollare presenta ampiezza nei limiti. Faccio presente che nei primissimi giorni dei gravi disturbi ho fatto due cicli di coritisone e muscoril piu varie pasticche. Ho fatto vedere le rm all’ortopedico ed ha escluso che queste vertigini abbiank causa a.la cervicale cosi pure l’otori o k ha detto che sonl vertigini posizionali ed ha escluso problemi all’orecchio. Ortopedico mi ha prescritto una serie di fisioterapie. A distanza di un mese i problemi si sono agtenuati pero ho una certa instabilità nel camminare e non mi posso sdraiare sul letto senza cuscini in quanto ritornano le vertigini cksi pure quando mi alzo. Con la fisioterapia possono sparire questi problemi? GRAZIE PER I CONSIGLI CHE ATTENDO CON ANSIA

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sparire magari no, purtroppo sono degenerazioni permanenti, ma sicuramente si può ritrovare una situazione soddisfacente.

    2. Anonimo

      Salve dottore non ho capito il suo parere. Cosa mi consiglia faccio presente di aver iniziato fisioterapia il cui fisiatra mi fa solo massaggi per separare i canali discali e poi mi ha parlato che il mio problema è dovuto al cosiddetto LIQUOR è possibile. Comunque dopo due terarapie non ho trovato alcin giovamento. Grazie per il Suo interessamento.
      Suo interessamento

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, ancora è presto per avere grossi miglioramenti, per cui deve proseguire la fisioterapia. Le degenerazioni artrosiche descritte sono permanenti, ma la fisioterapia in questo può aiutare molto.

  14. Anonimo

    Salve, il mio è un problema simile infatti questi sintomi di vertigini sorgono solo dopo aver fatto dell’allenamento in piscina, premetto che ho sospeso i corsi proprio per questo motivo che mi rende impossibile la giornata successiva. Grazie buona serata.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, serve una visita per orientarsi sulla possibile causa delle vertigini, su base vascolare, cervicale o otorinolarinoiatrica, dipende anche dall’età.

  15. Anonimo

    Buongiorno,sono un ragazzo di 43 anni e da un mese circa che ho questi forti giramenti di testa…sono seduto in macchina arrivo a casa,due passi e comincia tutto…sono seduto in ufficio mi alzo,due passi e comincia tutto…
    Senso di nausea,nei casi più forti, gambe deboli,orecchio sx tappato e occhi che mi fanno male.
    Premetto che la sera prendo 1 pastiglia di Xanax 0,5 RP e il mattino 1 di Citalopram 0,2 vorrei che tutto questo finisse o quantomeno mi facesse capire cosa ho, anche perché non sto più andando a lavoro (come oggi) e anche con il calcio non riesco più ad andarci..aiutatemi.
    Grazie in anticipo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si è già sottoposto a una visita otorinolaringoiatrica?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, la gestione delle vertigini è nella maggior parte dei casi di competenza dell’otorino.

  16. Anonimo

    Salve, da dopo il terremoto ho un senso di movimento ondulatorio non continuo, riesco a percepire che viene dal mio interno anche se ogni volta mi guardo intorno per vedere se sia ancora il terremoto, soffro di tachicardia e ho un ernia iatale. cosa dovrei fare?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, purtroppo capita a molti dopo eventi del genere, ne parlerei col medico perché se è molto invalidante potrebber essere utile assumere qualcosa che l’aiuti a ristabilire un equilibrio.

  17. Anonimo

    Buonasera volevo d omandarle una cosa è nornale quando mi alzo del letto mi gira un Po la testa e sbando poi subito passa cosa può essere

  18. Anonimo

    Buongiorno dott stamane appena mi sono alzato dal letto mi e venuto Il capogiro poi e passato appoggio di nuovo la tests nel cuscino e mi riviene sono un ragazzo di 31 anni misurata la pressione 130/77 battiti 76 da cosa può dipendere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La pressione sembra a posto, ma le cause possibili sono davvero numerose e sarebbe come tirare a indovinare; se dovesse capitare di nuovo raccomando di verificare con il medico.

  19. Anonimo

    Buonasera, da qualche tempo ho una sorta di intorpidimento al lato parietale sin della festa. Sempre in riferimento al lato sin della testa, a volte quando sdraiato se la giro verso sinistra inizia una vertigine forte che passa riposizionandola diritta. Da cosa può dipendere e cosa posso fare? Grazie anticipatamente.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere una vertigine posizionale, ma non posso che consigliarle di segnalarlo al medico per una diagnosi certa.

  20. Anonimo

    buonasera, sono quasi due mesi che soffro di vertigini che mi hanno portato ad avere due attacchi di panico e ansia, cosa che ho passato con il sostegno psicologico. Ho fatto la visita dall’otorino ma è risultato tutto okay, venerdì prossimo ho la visita dal neurologo. Nel frattempo, volevo chiedervi, se fosse possibile che queste vertigini (le ho tutti giorni praticamente) possano essere collegate al fatto che io soffra di emicrania? (da anni ormai). I medicinali che ho somministrato fino ad ora sono levobren, vertiserc e arlevertan. La situazione è decisamente migliorata rispetto a quando sono iniziate ma sono ancora presenti. Grazie mille in anticipo.

  21. Anonimo

    Soffro di vertigini….prendo alerventan al bisogno. Forse sono gli otoliti…. passano.faccio una visita dicono che gli otoliti sono a posto. Ritornano le vertigini. .ritorno di nuovo alla visita dicono che c’è stato un passaggio di otoliti. ….cosa vuol dire?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo sembra soggetto a questo disturbo; vengono fatte manovre alla visita?

  22. Anonimo

    Buongiorno io soffri di cervicale e sono anche ansiosa o notato ultimamente mi capita che dipende come muovo la testa o la sensazione di sbandamento come se dovessi cadere….. può essere abirintite

  23. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
    Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

    Salve, non può essere escluso, ma anche disturbi del rachide cervicale possono dare sensazione di instabilità. saluti

  24. Anonimo

    Buonasera .volevo sapere facendo la risonanza encefalo cn la medicina di contrasto …si possono vedere anche i problemi alle orecchie. .otoliti.grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, no, è un esame specifico per l’encefalo appunto.

    2. Anonimo

      Salve.mi scusi se la disturbo di nuovo . facendo un Tac alle orecchie si vedono anche lo spostamento degli otoliti .grazie

  25. Anonimo

    buon giorno da diverso tempo,piu’ di un anno..quando cammino e chiudo gli occhi,ho una sensazione di sbandamento e nausea…anche quando oscillo come per esempio andare in altalena..oppure nel camminare sul morbido mi fa’ una strana sensazione e mi crea malessere—spesso sento il braccio destro indolenzito all altezza dell avambraccio e gomito..,rigidita’ al collo e spalle…..da cosa puo’ derivare questo malessere? e’ capitato che la nausea mi abbia portato anche a vomitare e sudare freddo causandomi anche un forte mal di testa dietro l orecchio sinistro….distinti saluti

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, le cause potrebbero essere varie, vertigini posizionali, neurologiche, problemi di cervicale…occorre una visita medica, completa di esame neurologico possibilmente così da orientarsi sulla possibile causa.

  26. Anonimo

    Salve è un mese che ho la sensazione di vertigini e sbandamento fisso..fatto otorino e ha scritto che c’è una sofferenza dell’apparato centrale nervoso..che vuole dire in poche parole? Vengono dall orecchio?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non sembra provenire dall’orecchio, mentre potrebbe valere la pena approfondire con un neurologo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere sì, tende a regredire e risolversi completamente.

La sezione commenti è attualmente chiusa.