Tutte le domande e le risposte per Varicocele al testicolo: sintomi, dolore, intervento
  1. Anonimo

    salve mando questa mail per avere ulteriori informazioni sul varicocele. Alcuni dei sintomi descritti in linea di massima sono prsenti, ma non ho avvertito nessun tipo di dolore in generale, ma ultimamente e accentuanta una sensazione simile a quella che si può avvertire quando si ha freddo.
    Ulteriormente le dimensioni del testicolo sotto accusa cmq risultano + grandi del testicolo non sotto accusa per capirci.
    Sono stato anche dal mio medico di famiglia ed a detto di non preoccuparmi ma non mi fido molto della sua opinione.
    Cmq evito di utilizzare i boxer e sostituirli con degli slip.
    Aspetto qualche vostra ulteriore informazione

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se c’è il dubbio di un varicocele potrebbe essere opportuna una visita specialistica; in caso di patologia trascurata possono infatti insorgere problemi sul lungo periodo. Consideri comunque che è fisiologico che un testicolo sia più basso dll’altro, ma se la differenza di posizione e di dimensione è rilevante non è da sottovalutare.

  2. Anonimo

    salve sono alcuni anni che compare un dolore lancinante e fastidioso al testicolo sinistro da come si presenta può sembrare un varicocele ma data la mia età sono n pò scettico 54 anni, il dolore si presenta con gonfiore dello stesso con un grumolo di sangue come credo che sia con il testicolo che tende ad ingrandirsi con conseguenze dolorose e fastidiose
    poi volevo farle presente che da quando il dolore si fa più frequente mi si sono presentati anche problemi di erezione dottore vorrei avere notizie in merito grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ probabile che sia un varicocele e in ogni caso, dato l’aumento di volume del testicolo, consiglio al più presto una visita specialistica per avere una diagnosi precisa.

  3. Anonimo

    dopo l’operazione al testicolo sinistro per varicocele, stesso testicolo, si è gonfiato quasi doppio di quella sano diciamo.intervento è stato eseguito nel 2009 in mese di aprile,e sogetto -testicolo-dopo operazione avevo dei dolori per 6-7 mesi e dopo niente solo che e gonfiato smisurato dico io e mi da fastidio al camino. e poi sono pure “calate” un bel po’. che devo fare? ciao e grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sarebbe opportuno che il suo medico valutasse visivamente la situazione.

  4. Anonimo

    Buongiorno,
    Sono diversi mesi che cerco di avere un figlio con la mia compagna, due giorni fa, in seguito ad uno spermiogramma mi hanno diagnosticato astenozoospermia, inoltre ho notato da qualche mese, un leggero fastidio, non dolore in alcun modo, come una leggera pressione su uno dei testicoli, a tale situazione sinceramente non ho dato minimo peso, avendo 35 anni e non avendo mai sofferto fastiti, non ho mai pensato al varicocele. non ho notato aumento di volume o altre cose.
    Ora sicuramente andrò da andrologo ed urologo, per visita specialistica, volevo sapere se il sintomo di leggera pressione sia effettivamente da non sottovalutare e se il varicocele potrebbe essere la causa della astenozoospermia.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ possibile; le sembra che uno dei 2 testicoli sia sensibilmente più basso dell’altro?

    2. Anonimo

      non particolarmente, non vi è molta differenza, grazie, della risposta, ho già preso contatti con specialista che mi ha prescritto esami del sangue e una volta effettuati procedo con la visita.
      Grazie 1000

  5. Anonimo

    Ho 60 anni. In segvito di un raporto intimo umpò esagerato,per la mia età, sento ultimi 6 -7 settimane un legero fastidio(legero dolore) di testicoli, piu quando sono a piedi che quando sto zdraiato. Meno mi fano male se gli prendo in mano e legermente riaalzo su o stringo. Funzioni, desideri, erezione e resto legato di vita sesuale e tuto normale. Che cosa potrebe essere? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non capisco precisamente cosa intensa con esagerato, ma probabilmente è un problema muscolare destinato a risolversi spontaneamente; se tuttavia non dovesse migliorare ne parli con il medico.

  6. Anonimo

    salve, da una decina di giorni mi ritrovo con una bolla sulla parte sinistra dello scroto…è dura e visibile…fa male soltanto toccandola…non da fastidio…ma mi preoccupa abbastanza!!! Sà dirimi qualcosa???

    Grazie in anticipo!!!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ da far vedere ad un medico, per escludere malattie veneree.

  7. Anonimo

    salve a tutti,io ho un varicocele di IV grado riscontrato dall andrologo,ovviamente ne consegue che ci sono problemi nella procreazione…abbiamo tentato un paio di IUI e ora ci stiamo muovendo per la prima FIVET.

    Considerato che ho 37 anni cosa mi consigliate di fare?esiste una cura non chirurgica,che il mio andrologo ha gia’ scartato?

    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non mi occupo di questo campo, temo non ci siano alternative.

  8. Anonimo

    Buonasera, tre sintomi:
    1) da moltissimi anni ho il testicolo sinistro che, al tatto, ha una consistenza più “spugnosa” rispetto al destro (che si trova più in alto). Ovvero mentre il destro si sente al tatto di forma “ovale” quello sinistro si fa fatica a sentire e sembra come avvolto appunto in una spugna.
    2) se non ho rapporti con mia moglie per circa 7-8 giorni, comincia un dolore addominale di discreta entità che posso risolvere solo con eiaculazione.
    3) dopo una settimana di astinenza, lo sperma prodotto è di colore più giallastro con degli agglomerati ovali più densi sciolti in esso
    Ho 35 anni, due figli avuti “al primo colpo utile”….mi devo preoccupare?
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi sottoporrei ad una visita più che altro per il primo sintomo, tutti gli uomini hanno un testicolo più basso dell’altro, ma andrebbe valutata la spugna e di quanto è disceso.

  9. Anonimo

    Salve ho 25 anni , è da un po di tempo a questa parte che ho senso di pesantezza generale hai testicoli e in maniera particolare su quello destro con dolori fitte lancinanti improvvise che prendono la gamba , oltre a dei bruciori sullo scroto , sono stato dal medico che mi ha detto possa trattarsi di varicocele , e mi ha porescritto una cura antibiotica ed una visita urologica per appurare se si tratti realmente di varicocele , la mia dubbiosità però è arrecata dal fatto che so , che solitamente questo si presenta sul testicolo sinistro , mentre quello destro , è solitamente colpito da tumori , i sintomi che provo , possono tuttavia escludere o quantomeno ridurre la possibilità che si tratti di tumore ,e quindi nel mio caso si possa trattare di un varicocele “anomalo” perchè presente sul testicolo destro ? Attendo vostra cortese risposta grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Nel caso di varicocele secondario non c’è alcuna differenza di frequenza tra destro e sinistro.

  10. Anonimo

    Buonasera,a mio figlio di anni 31 l’andrologo gli ha diagnosticato un varicocele e dallo spermiogramma risulta un’astenospermia .Consigliano una spermiocoltura,come mai?L’andrologo consiglia l’intervento.C’e’ da preoccuparsi,all’intervento c’e’ altra soluzione?Questo referto puo’ essere causa di infertilita’.Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Temo non ci siano alternative all’intervento.
      La spermiocoltura credo sia una prassi consolidata nel caso di risultati anomali dello spermiogramma e serve ad escludere cause di natura infettiva.
      I valori riscontrati andrebbero valutati nel complesso da uno specialista, che sarà in grado di valutare un’eventuale riduzione della fertilità.

    2. Anonimo

      Buonasera,dopo l’ultima visita dall’andrologo a mio figlio e’ stato proposto il ricovero per il trattamento di scleroembolizzazione.Potrebbe,per favore, darmi qualche delucidazione in merito? Consiglia l’operazione sotto anestesia totale?Quali comportamenti deve assumere dopo l’intervento?La ringrazio anticipatamente.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non occupandomi di questo campo preferisco non parlare di ciò che conosco troppo poco.