Tutte le domande e le risposte per Varicella: foto, sintomi, cura e vaccino
  1. Anonimo

    Ho preso la varicella a 40 anni. Quando sono apparsi i primi sintomi (brividi, febbricola) sono stato parecchio menefreghista e sono ugualmente andato a lavorare (peraltro qui in Sicilia faceva un caldo incredibile e ho pure acceso l’aria condizionata in macchina, perchè sotto effetto Efferalgan 1000, sfebbravo e sudavo). Questo lunedì e martedì. Martedì sera avevo la febbre a 39, ho preso un’altra Efferalgan e sono andato a letto. L’indomani puntini pruriginosi dappertutto e febbre non molto alta e a tratti (l’efferalgan mi fa un ottimo effetto). Da allora ho preso 4 Aciclovir al giorno. La febbre devo dire non mi è durata tanto, già giovedì non ne avevo più. Le pustole mi hanno fatto un po’ prurito solo mercoledì e giovedì, poi per niente. Non ho preso nessun antistaminico quindi. Oggi sabato ho già le crosticine e alcune in testa sento che appena le tocco si staccano. Quando potrò tornare al lavoro? Io lunedì vorrei già, considerando che ancora è sabato mattina e che c’è ancora tutta la domenica. Pensate che potrò farlo senza rischi per me e di contaggio verso gli altri?

    P.S. Ho preso la varicella da mia moglie che ha avuto il fuoco di S.Antonio. Abbiamo saputo che è lo stesso virus.

    1. Anonimo

      Può tornare al lavoro quando si sarà completamente seccata l’ultima crosticina.

  2. Anonimo

    salve, a scuola di mia figlia di 4 anni e mezzo gira la varicella…stamattina mi hanno chiamato dalla classe dicendomi che aveva qualche bolla…l’ho portata a casa ma a differenza delle sue amichette che si sono subito riempite, lei ne ha solo 3 con liquido all’interno, febbre 37,1 e niente prurito..volevo sapere quale sarà il decorso della malattia e perchè le sue amiche si sono subito riempite di bolle..grazie

    1. Anonimo

      Difficile da prevedere, ma dato l’esordio è possibile che si sviluppi in forma leggera; non mi stupirei tuttavia di un aumento di bolle a partire da domani.

    2. Anonimo

      infatti oggi è molto piu piena…..grazie x la risposta…volevo solo sapere se devo suare accorgimenti per i pasti giornalieri o puo mangiare tutto…

    3. Anonimo

      Non ritengo ci siano particolari accorgimenti, ma dia pure quello di cui la bimba ha piacere (spesso il gelato da sollievo per esempio); eviterei solo succo di agrumi e cibi speziati/piccanti che potrebbero dare la sensazione di bruciore.

    4. Anonimo

      un’ultima domanda…ma cicatrici permanenti sono causati dal grattare le pustole con il liquido o le croste finali?grazie x la repentine risposte

    5. Anonimo

      un’ultima domanda…ma le cicatrici permanenti sono causate dal grattamento delle pustole o delle croste?

    6. Anonimo

      Grattare aumenta il rischio che si formi la cicatrice, ma purtroppo in alcuni casi anche senza compiere questo gesto il segno rimane ugualmente; può essere utile, a pelle completamente ricostruita, l’applicazione di preparazioni topiche specifiche (la più famosa è la Rilastil, ma purtroppo è piuttosto costosa) per l’elasticità della pelle, in grado di diminuire la profondità della cicatrice.

  3. Anonimo

    come mai dopo 10 giorni non mi è passata ancora la varicella

    1. Anonimo

      In alcuni casi, quando colpisce in modo severo in particolar modo gli adulti, non è raro imbattersi in forme piuttosto lunghe.

  4. Anonimo

    Salve, mio figlio di 8 anni , ha la varicella anche se in fase di guarigione, visto che i puntini sono quasi tutti ormai con le crosticine. fino a ieri ha avuto un pò di febbre e mal di gola, ma oggi sta decisamente meglio. La mia domanda è questa: poichè il 31 dovremmo partire per festeggiare il capodanno in sicilia , può mio figlio comunque affrontare un iaggio in macchina di 6 ore ? che problemi ci potrebbero essere ? il medico mi ha detto che può partire, l’importante e che non prende freddo e che poi comq arrivato a destinazione stia a riposo a casa per almeno un’altra settimana. mi potete dare una risposta ?

    1. Anonimo

      Condivido interamente le indicazioni del suo medico; preservando il bambino da lunghe esposizioni al freddo o da giornate eccessivamente stancanti non ci saranno imprevisti.

  5. Anonimo

    mia figlia, 4 anni, ha manifestato l’esantema in forma molto lieve, senza rialzo di temperatura e con pochissime ma inequivocabili macule rosse e pustolette bianche, il 26 dicembre. Il mio dilemma è, posso portarla in montagna in un villaggio 8 giorni dopo la prima manifestazione, se tutte le vesciche sono secche?

    1. Anonimo

      In linea di massima ritengo non ci siano problemi, ma un parere del suo pediatra è a mio parere preferibile. In ogni caso sarà necessario avere particolari riguardi per evitare esposizioni al freddo o ad attività eccessivamente stancanti. Inoltre è da considerare che fin quando non si sia seccata anche l’ultima vescicola non deve essere a contatto con altre persone.

  6. Anonimo

    salve, ho 20 anni e ho la varicella
    il 26 sera avevo decimi ma senza prendere niente me ne sono andata a letto.
    il 27 mi sono svegliato con qualche brufol ( o almeno quello mi sembravano) ma son stata bene fino alla sera quando mi è risalita la febbre, quest volta fino a 37 e 9.
    di nuovo senza prendere niente sono andata a letto e dopo una nottata con mal di pancia ( che pensavo dipendessero da una cisti ovarica che ho) mi sono svegliata ieri mattina ricoperta di questi “brufoli” in viso, qualcuno sulla pancia e dietro la schiena.
    sono andata in ospedale prchè credevo si trattasse di una reazione allergica ma invece mi hanno detto che si trattava di varicella.
    mi hanno prescritto paracetemolo1000 in caso di febbre che superi i 38 gradi e tinset x il prurito.
    stamane stavo davvero male…mi fa male la gola solo a sinistra quando ingoio mentre la ghiandola destra al tatto è parecchio ingrossata…ho dei dolori intensi in testa e mi sento parecchio debole…
    le scrivo perchè sono molto spaventata da quello che ho letto in internet…ovvero che la varicella nell’adulto è pericolosa e ho paura che la cura che mi hanno prescritto non sia adeguata…la prego di iutarmi a capire, cordialmente la saluto e la ringrazio

    1. Anonimo

      Gentile sig.ra Carmen, non deve assolutamente essere spaventata, perchè è vero che è sicuramente più antipatica da adulto, ma in linea di massima la prognosi è comunque assolutamente favorevole.
      In caso di febbre molto alta e/o una diffusione particolarmente severa dell’esantema potrebbe essere consigliabile un parere del suo medico per valutare un antivirale, ma con 20 anni raramente l’ho visto prescrivere.
      Il Tinset la aiuterà a non grattare le vescicole, in modo da evitare possibili infezioni comunque scarsamente pericolose.

  7. Anonimo

    la ringrazio per la rapida risposta da lei inviatami…spero di sentirmi presto meglio perchè è davvero dura…due mesi fa ho contratto l’influenza A ma nn è stat brutta tanto quanto questa varicella…
    comunque è gentile da parte sua, soprattutto in giorni di festa come questi, essere così a disposizione verso noi utenti.
    cordialmente la saluto

  8. Anonimo

    tengo a precisare che la mia preoccupazione non è il fatto che possa essere ancora contagiosa, ma che possa andare incontro a complicanze a causa del viaggio (che si svolgerà in parte in aereo) o alla permanenza in una struttura densamente e variamente popolata, quale quella di un villaggio turistico. molte grazie.

    1. Anonimo

      Per preservare il bambino è sufficiente qualche attenzione, ma è altrettanto importante preservare le altre persone (tra cui potrebbero esserci persone anziane o debilitate, per cui la varicella può diventare un pericolo importante).

  9. Anonimo

    salve, la mia domanda è questa: mio figlio di 8 anni è quasi guarito dalla varicella, ormai ha pochissime croste in poche parti del corpo, non ha più febbre, ma ha solamenten un pò di tosse. Potrebbe uscire fra qualche giorno, o deve rimanere ancora per molto tempo in casa?

    1. Anonimo

      Il bambino sarà contagioso fin quando non si sarà seccata l’ultima vescicola, e di questo è necessario tenerne conto per non esporre al rischio di contagio soggetti a rischio (bambini, anziani, donne in gravidanza, …); dal punto di vista del bambino invece, adottando particolari attenzioni nel non esporsi a rischi inutili (freddo, pioggia, …) non ci sono grossi problemi non appena starà meglio.

  10. Anonimo

    buonasera,
    mio figlio ha contratto la varicella ed oggi solo comparse le prime vescicole. Fino a 3 giorni fa ha frequentato mia nipote di 2 mesi. Le chiedo se secondo lei è possibile che abbia contagiato mia nipote e se in caso di contagio, vista la precoce età la malattia sia più pericolosa che in bambini ormai di qualche anno?.
    Cordialmente saluto.

    Davide

    1. Anonimo

      Non ritengo probabile il contagio della neonata, i tempi non sono a mio avviso compatibili.