Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Salve dottore,e’ un po’ di tempo che ho delle perdite giallastre e dense come ricotta associate al prurito,per tempo non riesco a fissare un appuntamento dal ginecologo.può trattarsi di infezione batterica?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Probabilmente si tratta di candidosi, serve però una valutazione ginecologica.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’argomento è controverso, ma molti ginecologi e dermatologi ritengono che sia da considerare sessualmente trasmissibile.

  2. Anonimo

    B giorno dottore, prima di chiamare il ginecologo vorrei farle una domanda. ..la settimana scorsa mi sono fatta cistoscopia che andata a buon fine solo che da pochi giorni ho delle perdite bianche molto abbondanti e un leggero prurito ho chiamato il dottore che mi ha operata e mi ha detto che molto probabilmente ho perso una infezione vaginale che non c’entra niente con l intervento…si come sto facendo gia l antibiotico e sirighe sul braccio mi potrebbe consigliare qualcosa per pulire all interno e per il bruciore? ??grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare farmaci.
      PS: Se sta assumendo antibiotico l’infezione (candida?) potrebbe esserne un effetto collaterale.

    2. Anonimo

      Grazie mille. Quindi mi conviene chiamare il ginecologo o aspetto un paio di giorni e vedo se si toglie???

  3. Anonimo

    Salve, volevo chiedere un parere, è un po di giorni che mi sono accorta di un ingrossamento su un lato della vagina, ho perdite continue di una sostanza giallastra con un odore molto sgradevole, prurito non ne da, ma quando mi siedo sento come una pallina e fa male. Volevo sapere cosa potrebbe essere, io e mio marito vorremmo avere un figlio ma prima di provarci vorrei essere sicura che non sia nulla di grave.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra un’infezione; probabilmente non è nulla di grave, ma prima di iniziare ad avere rapporti non protetti raccomando una diagnosi esatta da parte del ginecologo (non perchè io creda che sia grave, ma solo perchè è bene iniziare la ricerca senza alcun tipo di problema).

  4. Anonimo

    Buonasera,
    A fine settembre ho effettuato la classica visita ginecologica, visita in cui il medico mi ha prescritto degli ovuli per curare un’alterazione della flora; nella stessa visita mi ha anche effettuato il pap test e circa 10 giorni fa ho ricevuto una chiamata in cui mi avvisava che l’esito era ascus positivo. Il mio medico mi dice di stare tranquilla che probabilmente si tratta di una semplice infiammazione o infezione ma per sicurezza sono in attesa dell’incontro per la colposcopia! Sono preoccupata, mi chiedo, è possibile che quel problema della flora batterica abbia alterato il pap test e quindi non sia effettivamente niente di grave?
    Grazie mille

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      intende dire se fosse possibile che la flora batterica abbia alterato il pap test, nascondendo qualcosa di più serio? Solitamente se il prelievo non è idoneo viene segnalato, per cui non mi preoccuperei, segua le indicazioni del ginecologo.

    2. Anonimo

      Salve e grazie per la risposta,
      no intendevo chiedere se l’alterazione della flora che mi aveva trovato il medico, avesse in qualche modo attinenza con l’esito ascus del pap test.
      È possibile che le due cose siano collegate?

  5. Anonimo

    salve vorrei raccontarle la mia avventura. Ho riscontrato la candida nei bagni pubblici lo curata con lavande e la crema gyno-canestren tutto era passato. Quando ho avuto il ciclo l assorbente mi irritava così facendo ritornare il prurito. Adesso sto curando sempre con la crema gyno-canestren. cosa mi consiglia di fare?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Ha avuto una diagnosi dal ginecologo? Consiglio comunque una valutazione ginecologica, potrebbe non essere sufficiente la terapia.

    2. Anonimo

      no.. la candida l avevo riscontrata ancora molti anni fa (sempre nei bagni)e lo riconosciuta subito. Ma ora non ho ne perdite biancastre tipo “ricotta”ho solo un prurito nella parte esterna. Ma se è così consulterò un ginecologo.grazie.

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Eh appunto per quello, potrebbe non essere candida, per cui serve il consulto ginecologico.

  6. Anonimo

    Salve, ho 27 anni e da circa un anno soffro di vaginale batterica “o almeno così mi hanno detto” 3 ginecologi.Ho preso antibiotici ho fatto la cura con uvili e lavande ma niente o meglio sto bene un paio di mesi ma poi ritorna…volevo un consiglio perché non so cosa fare.Grazie

    1. Anonimo

      Infezione da E.Coli…mi diede ciproxin 250 mg 2 volte al giorno per 5 giorni.E poi zoloder 1 compressa da ripetere dopo 3 giorni.C’è un problema io sono intollerante al lattosio e zoloder non l’ho potuto assumere perché appunto contiene lattosio

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Questo è stato un collo di bottiglia importante, purtroppo potrebbe essere la causa del problema; in certi casi poi si provvede a trattare anche il partner.

      Quando si verificano questi problemi è bene segnalarlo al ginecologo per valutare un’alternativa, modificare da sé la terapia può diventare controproducente.

    3. Anonimo

      La ginecologa era al corrente dell’intollerenza ma non ha trovato nessun farmaco che potesse sostituire zoloder…mi ha detto che anche farmaci simili contengono lattosio…dottore quindi io non potrò curarmi o è possibile trovare farmaci per me??

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, penso possa provare altre terapie, ma è il ginecologo che dovrebbe esprimersi nello specifico.

  7. Anonimo

    Salve dottore, dal pap test mi risulta flora coccobacilare, cosa posso prendere? Una volta ho già avuto lo stesso problema è la ginecologa mi ha prescritto neoxene capsule vaginali, va bene se rifaccio la stessa cura? E inoltre volevo chiederle cosa posso fare in via precauzionale?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Mi dispiace, ma non posso prescrivere nulla.
      2. Alimentazione sana ed equilibrata, intimo di cotone, detergente intimo di qualità, …

  8. Anonimo

    ciao ho 23 anni, ogni volta che ho un rapporto protetto o non 2 o tre giorni dopo ho delle perdite bianche di un odore sgradevole…non so piu che fare ho provato a curarla come vaginite con ovuli per una settimana ma dopo ogni rapporto ritorna…

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, deve necessariamente fare una visita ginecologica, senza una diagnosi non si può impostare una terapia, perchè accade che possa non funzionare, come è appunto successo nel suo caso.

  9. Anonimo

    Salve, sono incinta di 19 settimane, oggi ho ritirato gli esami dei tamponi vaginali questi sono i risultati:
    Carica microbica non significativa
    Presenza di rari leucociti
    trichomonas vaginalis: negativa
    aerobi: flora microbica mista colonizzante
    ricerca microlasmi: negativa
    Dna c.trachomatis : assente
    Dna n.gonorrhoeae: assente
    Visto che fino a lunedì non potrò contattare il mio ginecologo vorrei uno vostro gentile pare su cosa dovrei fare.
    grazie mille

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non sembra un referto preoccupante, direi nella norma; ovviamente il parere definitivo spetta al ginecologo.

    2. Anonimo

      Grazie ma cosa sarebbero gli aerobi ?
      posso stare tranquilla?
      Grazie mille

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      …un tipo di batteri normalmente presente come flora microbica vaginale, stia tranquilla.

  10. Anonimo

    buongiorno
    ho effettuato uno screening MTS e sono risultata negativa a tutte tranne Ureaplasma parvum. in questo centro mas , la dott che mi ha consegnato gli esiti non ci ha dato peso ma leggo di tutto su internet anche che provoca infertilità. Cosa devo fare ? Come va curata ?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, non è nulla di grave, è ovvio che tutti gli agenti infettivi possono provocare disturbi anche molto seri, ma non è sempre così; perchè ha eseguito questi esami? ha sintomi? mi rivolgerei allo specialista ginecologo per valutare bene la situazione. Saluti.

    2. Anonimo

      Byongiorno dottoressa.Li ho effettuati poiché ho voluto fare screening di queste malattie mai effettuato prima e secondo me andrebbe fatto .
      A volte ho perdite biancastre e molta acne collegata a queste perdite. Tempo fa usando ovuli cleocin mi era completamente passata l acne che probabilmente è collegata a questa infiammazione interna penso dovuta all ureaplasma a sto punto?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, l’infiammazione potrebbe essere collegata all’infezione trovata, ma l’acne è a mio avviso indipendente (potrebbe essere variabile in base alla fase del ciclo in cui si trova).

      Farei il punto con il ginecologo.

    4. Anonimo

      Ciao Dottore/Dottoressa io ho sempre il prurito e brucciore anche se mi sono fatta visitare da un ginecologo e mi ha dato una cura di 6gg e vero che sparito ma adesso e tornato di nuovo anche mentre ho il rapporto con mio marito
      Che devo fare? Grazie

    5. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, deve risentire il ginecologo e eventualmente fare un tampone vaginale. saluti

  11. Anonimo

    Salve è da un po’ che sto cercando di avere un bambino e oggi sono andata a fare il Pap test mi hanno detto che ho la vaginosi e mi hanno prescritto una cura di 5 gg xo io oggi sto ovulando e quindi vorrei sapere se posso avere lo stesso rapporti iniziando oggi la cura.?posso avere dei problemi a concepire ???la ringrazio in anticipo

    1. Anonimo

      Salve mi scusi se le rispondo ora comunque mi hanno prescritto edenil 0,1 g soluzione vaginale e meclon ovuli .
      Grazie

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non vedo controindicazioni a continuare con la ricerca di gravidanza, anche se potrebbe essere preferibile astinenza per tutto il tempo della cura fino a risoluzione.

  12. Anonimo

    Salve e da fine agosto che soffro di perdite maleodaranti all inizio erani bianche la dottoressa per telefono mi diede una cura di lavande e ovuli da fare per 5 giorni… passarono ma dopo un po di tempo sono ritornate, anzi dopo un rapporto non protetto sono ritornate di colore giallo questa volta, ho fatto un tampone e non e risultato nulla e la dottoressa ha detto che non devo fare nulla… sapreste darmi una risposta non so piu che fare , il tampone l ho fatto una settimana prima del ciclo mica era un problema ?
    Salve.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, farlo prima del ciclo non è stato un problema; prurito? Bruciore?

    2. Anonimo

      Buongiorno dottore, da cosa possono essere provocate continue perdite di sangue per tutto il mese (assumo pillola yaz), dal solo sporcare leggermente la carta igienica ad un vero e proprio flusso…. questo per tutta la durata della scatola della pillola ormai dal mese scorso…
      Grazie e saluti.

    3. Anonimo

      Bruciore solo in estate molto prima delle perdite nell area dove indossavo gli assorbenti.. tipo una reazione allergica che poi mettendo una crema e passata.. per il resto no ne bruciore ne prurito.. una farmacista mi ha consigliato delle lavande a fine ciclo perché secondo lei e lo stress ma infezioni… 🤔

    4. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Se il bruciore e l’arrossamento si presentano sempre quando mette l’assorbente e poi passano potrebbe anche essere una reazione allergica. Provi a cambiare marca/tipo. saluti

    5. Anonimo

      Si gia fatto uso quelli anallergici,ma questo tipo di allergia mica potrebbe aver causato queste perdite maleodoranti non credo 🤔

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile, perchè una forte irritazione predispone allo sviluppo di infezioni vaginali che possono causare perdite.

    7. Anonimo

      Ho capito, dal tampone però non e uscito nulla e la mia ginecologa non mi ha prescritto nessuna cura.. io ho perdite gialle maleodoranti e ora non so a chi rivolgermi..

    8. Anonimo

      No dottore, assumo yaz da diversi anni ma è dalla fine della precedente scatola e per tutta la scatola in corso (quindi ormai un mese) che ho perdite di sangue ogni giorno del mese. Premetto che ho 40 anni e le donne della mia famiglia (mamma, nonna , zia) sono andate tutte in menopausa a questa stessa età con mestruazioni che sono durate anche 6 mesi di seguito. Purtroppo ho appuntamento dal ginecologo solo fra 15 gg. Grazie e saluti.

    9. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, è solo il ginecologo appunto che può capire quale sia la situazione attuale, è lo specialista dedicato.

  13. Anonimo

    Salve stiamo cercando il secondo figlio e sono tre mesi che non arriva cosa potrebbe essere ho pensato di comprare degli ovuli pensando a qualche infezione visto che il ginecologo me le prescrisse dopo il parto per l ultima visita che feci lei cosa mi consiglia

    1. Anonimo

      Ah dimenticavo l ultima eco la feci due anni fa era tutto OK e specifico il primo figlio è arrivato subito ,appena sposati

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Tre mesi di ricerca sono poco per preoccuparsi, non compri nulla e prosegua con la ricerca in tutta serenità (3-4 rapporti alla settimana).

    3. Anonimo

      Va bene grazie seguiro’il vostro consiglio mi siete stati molto d aiuto perché stavo iniziando a preoccuparmi odio quando la gente fa mille domande e non sapere che rispondere vorrei arrivasse al più presto la nostra seconda cicogna grazie ancora

  14. Anonimo

    Salve, lunedì dovrò sottopormi ad un tampone vaginali e cervicale. Questo pomeriggio ho avuto un rapporto protetto. Può essere un problema? Quante sono le ore di astensione?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Siamo un po’ ai limiti, ma non dovrebbero esserci problemi.

    2. Anonimo

      Stupidamente mi è passato di mente, ero convinta fosse mercoledì. Ho sento il medico e mi ha detto che siamo al limite ma comunque non dovrebbe creare problemi.

  15. Anonimo

    Salve a tutti,io mi lavo mattina e sera..ma non so perché ogni volta faccio brutto re odore dalla vagina,mi accorgo che mi esce un pó una cosa bianca ma non troppa..ma fa cattivo odore come se non mi lavassi..e a volte mi sento a disagio cosa puó essere?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, penso che sia una piccola infezione, probabilmente da candida, ma è necessaria una visita ginecologica per capirlo.

  16. Anonimo

    Salve sono una ragazza di 23 anni. da circa un anno e mezzo, ovvero giugno o maggio 2015, dopo 2 settimane di antibiotico soffro sporadicamente di perdite bianche che si manifestano prima del ciclo. Queste perdite sono un po’ più dense del normale (un po’ grumose diciamo).
    Il medico ginecologo che mi seguiva al tempo, mi ha prescritto inizialmente Gyno Canesten e sembrava tutto passato. a febbraio o marzo 2016 circa, però a circa 6-7 giorni dal ciclo mi son tornate queste perdite. il medico mi ha ri-prescritto gyno canesten e dopo circa 2 settimane e mezzo dalla cura tampone vaginale risultato negativo.
    Sembrava tutto passato, ma ad agosto 2016 mi son tornate nuovamente le perdite. Sono andata da un altro ginecologo e mi ha detto che non era candida ma un’infezione batterica. Mi ha prescritto fluomizin e sembrava tutto ok. pochi giorni fa mi è tornato il ciclo, pochi giorni prima però ho avuto un rapporto sessuale protetto con il mio fidanzato e abbiamo notato che il muco era più denso e a grumi. mi sono spaventata e ho chiamato il ginecologo.
    Io comunque non ho altri sintomi (a volta un po’ di secchezza).
    Lei cosa ne pensa?
    Non sarebbe meglio fare un tampone, non solo vaginale, ma anche cervicale e cercare tutti i batteri (compreso ureaplasma, Gardnerella, clamidia)?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In tutta onestà anch’io pensavo all’utilità di un tampone, anche perchè in assenza di altri sintomi potrebbe anche non essere infezione.

    2. Anonimo

      Pensi che il ginecologo che ha sostituito il mio, vorrebbe darmi una cura di ovuli, antibiotici e lavande senza fare il tampone perchè a suo dire “colpiremmo su più fronti”. Io ho deciso di rivolgermi al medico di base e chiedere a lui la prescrizione!
      Comunque sì, non ho altri sintomi. A volto soffro di secchezza durante i rapporti e quindi all’inizio è un po’ fastidioso, ma non ho mai avuto dolori. Ora spero che con questo tampone mi venga data una risposta!

    3. Anonimo

      Salve dottore, alla fine il mio medico mi ha prescritto un tampone vaginale e cervicale con ricerca di Mucoplasmi, ureaolasmi. Ovviamente mi ha sconsigliato le cure “su più fronti” che il ginecologo mi aveva consigliato! Speriamo di risolvere o perlomeno capire se queste perdite sono fisiologiche! Ma una curiosità, se dovessero trovare qualcosa, è consigliabile che il mio ragazzo si sottoponga a qualche esame? O che faccia la mia stessa cura pur non avendo sintomi? i nostri rapporti sono sempre protetti, ma capita che ci siano rapporti orali che non lo sono..

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dipende dal tipo di infezione trovata, spesso si procede a una terapia preventiva anche per il partner.

    5. Anonimo

      Salve dottore ho ritirato oggi il referto che dice:
      Esame colturale campione apparato genitourinario, eseguita completa ricerca di microrganismi e lieviti patogeni.
      Esame colturale: la ricerca di microrganismi e lieviti patogeni ha dato esito negativo
      Esame microscopico: flora lattobacillo ben rappresentata
      discreto numero di cellule epiteliali di desquamazione.
      Leucociti assenti

      Poi siccome il medico aveva aggiunto la ricerca di MYCOPLASMA/UREAPLASMA/CLAMIDIA/NEISSERIA G. a parte c’e scritto
      ricerca MYCOPLASMA/UREAPLASMA: presente UREAPLASMA PARVUM (metodo pcr real time, limite di sens 5 copie DNA)
      ricerca CLAMIDIA/NEISSERIA G: Negativa(metodo pcr real time, limite di sens 5 copie DNA).

      Adesso sono ve remante preoccupata. Le perdite possono essere correlate con questo batterio? E’ grave o pericoloso? Devo fare altri tamponi prima della terapia ?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, la causa può essere questa; non si preoccupi e faccia riferimento al suo medico per valutare come procedere per risolvere in via definitiva.

    7. Anonimo

      Grazie il fatto è che sono molto preoccupata perchè ho letto su internet le peggiori cose.
      Comunque ho notato che ogni tanto ho dei dolori durante i rapporti, ma solo quando il partner va più in profondità (la zona di dolore sembra quasi la vescica). Il mio medico purtroppo è fuori fino a domani pomeriggio, posso sentirlo solo telefonicamente nel tardo pomeriggio di oggi. Se aspetto fino a lunedì, è un problema? Può essere dannoso?

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A questo punto giorno più, giorno meno, non fa una grande differenza, ma lo senta comunque telefonicamente se riesce.

    9. Anonimo

      Ho sentito il medico e mi ha dato appuntamento a martedì. Per quanto riguarda il partner come devo comportarmi? Deve fare una terapia?

    10. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si ,probabilmente è utile trattare anche il partner. saluti

    11. Anonimo

      Salve. Io da fine settembre, dopo un rapporto sessuale non completato, trattasi solo di penetrazione da parte del mio partner, ho avuto un iper sensibilità vaginale, appena mi toccavo quasi provavo piacere!!! Misto a prurito. Dopo una settimana ho sentito il mio ginecologo e mi diceva che era la flora batterica, mi ha consigliato il difesan flora. Finita la cura di 7 gg, sono stata bene 10gg poi il fastidio e’ tornato . Posso ripetere la cura? Nn riesco a passare dal ginecologo prima di dicembre e nn posso stare cosi ho troppo fastidio! Grazie

    12. Anonimo

      salve dottore, sono la ragazza a cui hanno trovato UREAPLASMA PARVUM. Il medico alla fine mi ha prescritto 7 gg di BASSADO 2 volta al giorno sia per me, che per il partner.
      nel frattempo mi ha detto di evitare rapporti non protetti (cosa mai successa se non 3-4 volte in 4 anni di fidanzamento).
      ho letto inoltre che con tale antibiotico bisogna evitare latte e latticini almeno 2 ore prima e 2 ore dopo la somministrazione, evitare di coricarsi 1 ora.
      Poi dovrò rifare un tampone a fine cura, giusto?

    13. Anonimo

      Ah, il medico mi ha anche detto che posso assumere un protettore gastrico la mattina appena sveglia, alle 12 antibiotico e a mezzanotte altro antibiotico (con il lavoro che faccio non ho problemi a mangiare qualcosina a mezzanotte dato che finisco il turno a quell’ora). A casa ho LANSOPRAZOLO, il medico mi diceva che va bene. Conferma? E’ consigliabile assumere anche fermenti lattici?

    14. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Perfetto.
      2. Può provare a vedere se tollera bene gli antibiotici, in caso di problemi intestinali parta con i fermenti.

  17. Anonimo

    Buonasera dottore
    Ho effettuato il pap test e la mia ginecologa mi ha detto che è tutto ok..c’era però la dicitura citolisi lattica..lei ha detto che non è niente..
    Potrebbe spiegarmi cosa significa?

  18. Anonimo

    Avrei una domanda da porre. Durante un normale rapporto sessuale, sia io che mio marito ci lamentiamo di abbondantissimi fluidi da parte mia, molto fastidiosi ma senza cattivo odore. È da associciare ad una vaginosi? Cosa posso prendere per avere una vagina più asciutta? Stiamo cercando anche un bimbo che purtroppo ritarda.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non è detto che sia patologico, potrebbe essere solo eccessiva lubrificazione, assume qualche farmaco? ne parli comunque col ginecologo. Saluti.

  19. Anonimo

    Salve Dottore, credo di aver trascurato piccoli sintomi della vaginite batterica tant’è che una sera, presa da un bruciore tremendo, sono andata al pronto soccorso. Lì mi hanno sottoposto ad una visit ginecologica (la mia prima in realtà) e mi hanno diagnosticato la vaginite batterica prescrivendomi una cura di 10 gg con antibiotico 2 volte al gg (Flagyl), ovuli (Vagilen) tutte le sere e lavande Edenil ogni 3 gg. Il ginecologo che mi ha visitato credo abbia utilizzato un tampone e mi disse di avere delle perdite giallastre che però io non avevo mai riscontrato, se non forse una volt leggermente. Per il resto solo bruciori (sia ad urinare che anche a fare nulla) più o meno leggeri e sporadici, che sono peggiorati poi nel tempo. Oggi sono al nono giorno di cura e, salvo 1 forse forse 2 giorni dove proprio non avevo nulla, gli altri ho sempre comunque avuto periodi durante la giornata in cui il fastidio,il bruciore, permaneva. È normale che non mi siano ancora spariti i sintomi dopo una cura così? Può essere stata una diagnosi errata? Dopodomani ho già appuntamento col ginecologo ma vorrei iniziare ad avere delle risposte se possibile, perché comincia ad essere stressante anche a livello mentale oltre che comunque un po’ preoccupante.. La ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Verrà probabilmente prescritto un tampone per una diagnosi certa del tipo di infezione.

    2. Anonimo

      La ringrazio per la tempestiva risposta. Lei sospetta che possa essere qualcos’altro? O è possibile che non sia ancora a posto dopo questa cura?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se i sintomi persistono non c’è stata guarigione, ma non si spaventi perchè può succedere in caso di infezioni vaginali di non risolvere al primo tentativo.

  20. Anonimo

    Salve, ho perdite maleodaranti prima e dopo il ciclo con un leggero bruciore intimo, ma sto avvertendo un gonfiore alla pancia, cosa potrebbe essere? Questo gonfiore e legato a queste perdite?
    Saluti

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, il gonfiore alla pancia potrebbe essere dovuto al ciclo o a irritazione intestinale. Ma se ha ancora perdite e bruciore probabilmente ha una infezione , dovrebbe sentire il suo medico o ginecologo per fare qualche indagine di laboratorio o per farsi prescrivere una terapia. Saluti

  21. Anonimo

    Buongiorno Dottore sono una donna di 54 anni. 11 anni fa ho subito un isterectomia con conservazione degli annessi per dei miomi. Dopo altri 5 anni ho subito un altro intervento per un carcinoma al seno con radioterapia e cura per 5 anni. Circa 3 anni fa ho cominciato ad avere dolori durante il rapporto sessuale nella zona pelvica. Sono andata da parecchi ginecologi e ufologi ma a quanto pare non ci hanno capito niente. Ora già da parecchio tempo non riesco più ad avere un rapporto sessuale per il troppo dolore oltre al dolore pelvico sembra come se la parete si s tracciasse. Tenga conto che ho un compagno da ben 18 anni. Non so più cosa devo fare. Dimenticavo che a un certo punto sono costretta a prendere pure gli antibiotici perché mi comincia a fare male e bruciore all’altezza della vescica e mi si gonfia la pancia il bruciore va dalla pancia alle parti intime e anche di dietro. Spero che lei mi può dare qualche indicazione. la ringrazio e aspetto sue notizie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La diagnosi degli specialisti consultati qual è stata?

  22. Anonimo

    salve chiedo la vaginosi batterica è un infezione che, trascurata a lungo, ma poi curata, può aver danneggiato le ghiandole che producono il muco cervicale?
    c’è un esame che lo può riscontrare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Improbabile che ci siano danni permanenti di questo tipo.
      No, che io sappia non esistono esami.

  23. Anonimo

    Buongiorno Dr Cimurro, ho curato da circa un mese una vaginosi batterica che durava da qualche anno. In contemporanea mi si è sgonfiato un linfonodo che avevo dietro al collo.
    Ora è da qualche giorno che ho dolori (simili al ciclo) e capezzoli sensibili. In più perdite bianche, che prima non avevo, cremose. Ed il linfonodo si è nuovamente gonfiato.
    Pensa che mi sia tornata la vaginosi oppure sono i batteri che vengono espulsi?
    Dopo il ciclo farà un tampone però al momento sono preoccupata. Escludo sia ovulazione. Grazie per l’ascolto. Buona giornata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il gonfiore del linfonodo al collo è indipendente dalla situazione vaginale.

      Per quando aspetta il ciclo?

    2. Anonimo

      il 6/7 agosto. sto assumendo clomid in teoria l’ovulazione è stata tra il 19.07 ed il 23.07. La consistenza delle perdite non cambia e non capisco cosa possa essere

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      I sintomi sono probabilmente legati alla leggera stimolazione effettuata con Clomid, ma ovviamente verifichi anche con il ginecologo.

    4. Anonimo

      questo è il secondo ciclo di clomid. il primo non mi aveva dato tutti questi disagi.
      quindi l’assunzione di questo farmaco comporta sintomi a “lungo termine”? ovvero terminati i cicli non svanisce subito l’effetto?
      Grazie molto gentile. Ho la visita a il 31.10. vedremo..

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile, ma non parlerei di problemi, sono sintomi legati alle fluttuazioni ormonali (e ribadisco che il linfonodo è del tutto indipendente).

  24. Anonimo

    Buongiorno
    ho fatto un intervento di sterilizzazione fine maggio ma continuo ad avere perdite gialle maleodoranti
    e dopo i rapporti odore sgradevole
    cosa posso prendere per far passare il tutto?
    grazie
    Sonia

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Serve prima di tutto una diagnosi certa (infezione? da cosa esattamente?), solo a quel punto sarà possibile prescrivere la terapia per risolvere.

  25. Anonimo

    Salve, vorrei un’informazione. Qualche anno fa avevo perdite maleodoranti ma non mi decido ad andare dal ginecologo; un giorno, per caso o per fortuna, mi venne una cistite e il medico di base mi prescrisse l’antibiotico amoxicillina e acido clavulanico e dopo il primo giorno di terapia le perdite e il cattivo odore scomparvero. Nel frattempo, dopo aver terminato l’antibiotico, ho continuato ad avere rapporti con il mio ragazzo e non ho avuto problemi. Dopo due anni un ascesso alla ghiandola di Bartolini mi ha costretto ad andare al ginecologo che mi ha fatto il pap test con esito negativo (anche per quanto riguarda l’infezion). Allora mi chiedo: se quelle perdite maleodoranti (di pesce marcio) erano dovute a qualche vaginite o infezione come mai non mi sono ritornate in questi 2 anni visto che il mio ragazzo non ha fatto nessun tipo di cura? C’è pericolo che ritornino? È come mai il pap test non ha rilevato nessun tipo di infezione?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, probabilmente il microorganismo che le aveva causato l’infezione era sensibile all’antibiotico che le è stato prescritto, per cui si è risolta. Ora se il pap test non ha riscontrato niente di anormale non occorre fare nulla. Probabilmente il suo ragazzo non ha infezioni da trasmetterle (fortunatamente) . Si, le infezioni genitali possono ripresentarsi. Saluti

  26. Anonimo

    Salve è piu di un mese che ho prurito esterno si alternano momenti di lieve pririto a momenti di pririto forte, ho partorito da 5 mesi, ho delle perdite bianche e di cattivo odore.. Uso Ginecosan per la detersione di tutti i giorni e mitande di cotone ma non passa cosa posso fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È ora di rivolgersi al medico per una diagnosi certa.

  27. Anonimo

    Buonasera,

    Quello che vorrei chiederle è in realtà una curiosità. Mi è capitato di sentire di un “rimedio della nonna” secondo cui per contrastare un’infezione vaginale bisognerebbe fare un impacco con yogurt bianco da tenere tutta la notte, perché i lattobacilli dello yogurt attaccherebbero i batteri cattivi… A parte il fatto che mi sembra poco igienico, ma sono curiosa di sapere quanto una cosa del genere possa essere efficace! 🙂
    Invece ora una domanda: soffro di infezioni ricorrenti da ureaplasma, molto probabilmente dovute allo stress, ma anche alla pillola che dopo 3 anni è da cambiare (inizia a darmi qualche problema, fra cui probabilmente l’alterazione della flora batterica). Dopo la cura antibiotica solitamente si risolve, ma nel giro di qualche mese ritorna. Ho capito che sono appunto i lattobacilli che mantengono l’equilibrio, quindi mi chiedo, c’è un modo di integrarli per ripristinare la situazione (a parte diminuire lo stress e cambiare pillola)? I fermenti lattici possono aiutare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Diciamo che ci credo pochino… anche se l’idea dei fermenti lattici è plausibile.
      2. Ci sono dei fermenti lattici vaginali (compresse o capsule vaginali).

    2. Anonimo

      La ringrazio, questi fermenti necessitano di ricetta medica o li posso prendere tranquillamente in farmacia?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ce ne sono anche di libera vendita, può valutarli con il medico o con il suo farmacista.

  28. Anonimo

    salve, sto curando la vaginosi batterica con della crema.
    devo astenermi dai rapporti in questi 7gg?
    perchè alla mattina la crema (la applico alla sera) la trovo sugli slip? fa il suo effetto ugualmente?
    GrAZIE.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si è meglio astenersi dall’attività sessuale e la crema se la applica correttamente anche se trova residui sugli slip non è significativo. Saluti

    2. Anonimo

      E dei dolori all basso ventre dopo l’applicazione della crema cosa mi sa dire? Grazie

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, difficile che sia la crema a darle i dolori addominali. Se persistono ne parli comunque col medico, visitandola le saprà dire di più. Saluti.

  29. Anonimo

    Salve dottore ho effettuato tamponi… Esiti negativi, flora moderatamente presente , leucociti assenti ma ph 5,8… Cosa dice? Ho da sempre perdite bianche non odoranti … Mi han consigliato fermenti apposta x la flora vaginale tipo femelle…. Cosa pensa dei miei risultati? Ph? Leucociti? Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, che i leucociti siano assenti è un fattore positivo, vuol dure che non ci sono infezioni in corso; il pH dipende dall’età e dal momento del ciclo se in premenopausa, i fermenti possono aiutare a ristabilire l’equilibrio della flora vaginale, ne parli col ginecologo. Saluti.

    2. Anonimo

      I follicoli li ho … Ho addirittura una delle due ovaie multifollicolare però ecco ho dimenticato di dire che il mio compagno proprio in questo periodo ha un infezione da eschiriachia coli nella spermiocoltura con un ph 8,8 … Essendo che stiamo provando a fare un bimbo potrebbe avermi un po alzato il ph dato il suo che è’ alto…

    3. Anonimo

      Ho eseguito i tamponi poco dopo la fine delle ultime perdite del ciclo
      Comunque…

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si preoccupi del pH, come spiegato dalla Dr.ssa Fabiani può cambiare durante il ciclo senza che sia necessariamente un problema.

    5. Anonimo

      A perfetto grazie… Dottore dice che i due tamponi sono sudficenti x escludere infezioni o cose così? Sempre sapendo che il
      Mio
      Partner Ha L escherichia coli…

    6. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, si i tamponi sono affidabili, essendo un test diretto. Non si preoccupi.

  30. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
    Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

    Salve, è probabile che ci sia una infezione. Deve andare a farsi visitare da un ginecologico per la corretta gestione del caso. Saluti

  31. Anonimo

    Salve io ho perdote da qualche mese e ultimamente l odore è sgradevole e io ho anche il diabete di tipo 1

  32. Anonimo

    Buongiorno, sono la ragazza che le aveva scritto per la vaginosi batterica. Ho avuto l’esito del tampone vaginale

    ESAME COLTURALE DI ESSUDATO VAGINALE : POSITIVO
    Presenza di cellule epiteliali con numerosi coccobacilli Gram variabili adesi alla superficie e assenza o scarso numero di laucociti e lattobacilli è suggestivo per un quadro di vaginosi batterica.
    Farmaci di scelta : clindamicina, metronidazolo.

    ESAME COLTURALE PER TRICHOMONAS VAGINALIS : NEGATIVO.

    Cosa significa esattamente? Il mio medico di base lo vedrò tra una settimana esatta. Nel frattempo cosa faccio?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, l’esito dell’esame evidenzia una infezione ad opera di diversi tipi di batteri sensibili agli antibiotici clindamicina e metronidazolo e l’assenza di una infezione da trichomonas. Sarebbe il caso di iniziare una terapia a base di metronidazolo. Saluti

    2. Anonimo

      Dai pap test effettuati negli anni precedenti è stata sempre riscontrata questa vaginosi a cui non ho mai dato molta importanza. Possono questi medicinali risolvere il problema oppure può essere causa di problemi più gravi, non essendo appunto mai stata curata?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Con una terapia mirata si può risolvere definitivamente il problema.

    4. Anonimo

      Grazie Dr. Aspettavo lei per rispondere visto che mi ha seguita anche l’altra volta. Cosa dimostra esattamente l’esito del tampone? Pensavo fosse più dettagliato, con incluso il Ph ma mi hanno riportato solo quanto scritto sopra.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il tampone serve a rilevare la presenza di infezioni a livello vaginali, cerca quindi batteri e altri microrganismi.
      Il risultato ci dice che effettivamente c’è qualcosa che non dovrebbe essere presente, ma non è nulla di grave e può essere facilmente risolto.

    6. Anonimo

      Gentile e disponibile come sempre.
      Mi auguro davvero che possa risolversi. La mia paura è la superficialità con la quale ho affrontato il problema in questi 5 anni. Desiderando un figlio avevo paura che questa infezione intaccasse le tube o altri organi. Lo esclude?
      Grazie ancora

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Poco probabile, fortunatamente sono pochi i microrganismi in grado di causare danni permanenti.

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, ma può rendere più difficile la vita agli spermatozoi.

  33. Anonimo

    Buonasera dottore. Ho 26 anno e ho effettuato circa un mese fa un pap test. L’esito riportava flogosi con flora batterica mista ed il patologie consigliava di ripetere il test dopo cura. La ginecologa mi ha prescritto macmirror ovuli per 6 giorni. Ho effettuato la cura e ri effettuato il pap test. Il.referto riporta nuovamente flora batterica mista abbondante e flogosi. La ginecologa suggerisce di fare un tampone cervice-vaginale. Vorrei sapere se la mia si può trattare di un’infezione più seria, tipo clamidia o candida, o se queste siano già dovute emergere dal pap test. Grazie mille

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buonasera, col pap- test si cercano eventuali cellule anomale di significato preneoplastico o neoplastico. Nel suo caso è stata vista la presenza di molti batteri ma non permette di capire quale. Per cui la ginecologa le ha suggerito di fare un tampone proprio per sapere quale microorganismo è causa dell’infezione in modo da prescrivere la terapia più efficace. Saluti

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Tecnicamente no, non possiamo per ora escludere nulla.

  34. Anonimo

    Salve dottore. Guardando i pap test eseguiti negli anni 2010 e 2015 è stata riscontrata la vaginosi batterica. Non ho mai sentito odori sgradevoli ne prurito. Che cura posso fare che non pregiudichi il concepimento? Può avermi resa sterile a vita? ho fatto ecotransvaginale ed era ok. In caso di problemi il ginecologo lo avrebbe riscontrato? Che esami posso eseguire per sapere se sono sterile. Ho paura

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Mi dispiace, ma non posso prescrivere farmaci.
      2. Improbabile.
      3. Probabilmente il suo timore è quello delle tube chiuse da infezione, ma con l’ecografia non è possibile verificarlo.
      4. Non faccia nessun esame se non espressamente prescritto dal ginecologo, a cui dovrà sottoporre i suoi timori per valutare SE sia già il momento di procedere ad approfondimenti.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No.

      Le infezioni che causano sterilità sono quelle che possono portare a chiusura delle tube, come la clamidia; vaginosi batterica è un termine generale per indicare che è insorta un’infezione causata da un batterio in vagina, ma questo NON significa assolutamente che sia sicuramente pericolosa.

      Se nonostante tutto c’è questa paura ne parli con fiducia al ginecologo per decidere con lui se abbia senso effettuare ulteriori esami.

    3. Anonimo

      sul referto c’è scritto vaginosi batteria con floba baterica mista.
      Mi erano stati prescritti degli ovuli ma solo in caso di sintomi. Così io ho lasciato passare tutto questo tempo senza mai fare nulla. Ed è questo che mi porta a pensare a brutte conseguenze.
      Inizierò con un tampone vaginale poi eventualemente ne parlo con il mio medico di base o ginecologo.

    4. Anonimo

      Sicuramente. Molto gentile, grazie.
      Spero davvero che non ci siano rischi.

  35. Anonimo

    Salve Dott. qualche giorno fa ho ritirato le analisi del tampone e sono positiva al ureaplasma 10/4 ufc/ml e alto come valore?
    Il Dottore mi ha prescritto zitromaz 500 x 3 gg e dopo una settimana devo ripetere il tampone…a me mi viene il dubbio perche ho sentito tante ragazze che la cura la facevano per un tempo piu lungo…
    Lei mi cosa mi consiglia? Dovrei prendere anche dei ovuli?
    Attendo la vostra risposta.
    Grazie

    1. Anonimo

      Prima ho dimenticato scrivere coretto ureaplasma > 10/4 ufc/ml
      Vorrei aggiungere anche questi :
      JOSAMICINA SENSIBILE
      OFLOXACINA INTERMEDIO
      ERITROMICINA SENSIBILE
      TETRACICLINA INTERMEDIO
      CIPROFLOXACILINA INTERMEDIO
      AZITROMICINA SENSIBILE
      CLARITROMICINA SENSIBILE
      PRISTINAMICINA SENSIBILE
      DOXICICLINA INTERMEDIO

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La cura prescritta dovrebbe essere più che sufficiente e la carica virale non sembra preoccupante.

    3. Anonimo

      Grazie mille dott molto gentile… vi faro sapere prossima settimana come e andata xxxxxxxxx speriamo bene

  36. Anonimo

    Buongiorno!
    Da un po’ di tempo ormai soffro di perdite giallastre, dolori intestinali e fitte al basso ventre.
    recentemente ho eseguito un pap test ed è risultato tutto negativo, tranne una flogosi con presenza di flora mista.
    Pensa che sia una malattia sessualmente trasmissibile o è solo una infezione causata da batteri?
    E le perdite giallastre possono essere causate da quet’ultima?

    1. Anonimo

      Ah si, mi sono dimenticata, prendo la pillola anticoncezionale da circa 2 anni.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le perdite potrebbero essere dovute a questa infiammazione, che va comunque segnalata e risolta con l’aiuto del medico.

    3. Anonimo

      E’ un infiammazione che può essere trasmessa sessualmente?
      Sono molto preoccupata..

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente no.
      Stia tranquilla, non sembra nulla di preoccupante.

    5. Anonimo

      Salve!
      ho effettuato un analisi delle urine e questo è il referto:
      ESAME URINE COMPLETO
      Colore…………………: GIALLO PAGLIERINO
      Aspetto………………..: VELATO
      pH…………………….: 6,0 5,0 – 7,0
      Glucosio……………….: 0 mg/dl assente
      Proteine……………….: 20 mg/dl 0 – 20
      Emoglobina……………..: 0,00 mg/dl assente
      Corpi chetonici…………: 0 mg/dl assenti
      Bilirubina……………..: 0,0 mg/dl assente
      Urobilinogeno…………..: 0,0 mg/dl 0,0 – 1,0
      Nitriti………………..: assenti assenti
      Leucociti………………: 500 /ul assenti
      Peso Specifico………….: 1 020 1 005- 1 030
      MICROSCOPICO SEDIMENTO
      20-40 LEUCOCITI/CAMPO –
      NUMEROSE CELLULE BASSE VIE –
      PRESENZA BATTERI + –

      Cosa potrebbe significare?
      Ho 23 anni, può essere la presenza di leucociti e proteine dovuta alla presenza di flora batterica e flogosi vista dal PAP TEST?

    6. Anonimo

      No, nessuno..
      Soffro spesso di fitte al basso ventre ma mentre urino nulla.
      Ultimamente ho dolore alla schiena ma non so se e dovuto alla schina in generale o a qual osa di piu..
      Forse ho sbagliato a prendere l’urina, ho preso il primo getto e non ho lavato le parti intime prima ma dopo..
      Non lo so…secondo lei?

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, un’errata preparazione può sicuramente influire, anche se il dubbio di una leggera infezione delle vie urinarie rimane.

    8. Anonimo

      Pensa che l’infiammazione potrebbe essere correlata con l’infiammazione rilevata nel pap test?

  37. Anonimo

    Buongiorno dottore, ho fatto il tampone vagino-cervicale ed è venuto fuori: PH: 4.6
    Negativa la ricerca di Trichomonas vaginalis. Si segnala la presenza di IFE. Esame microscopico diretto: polimorfonucleati ++
    Cellule di sfaldamento +++
    Flora lattobacillare ben rappresentata
    Lieviti ++
    Sviluppo di candida albicans
    Note: quadro compatibile con vaginite.

    Vorrei gentilmente sapere cosa significa tutto questo? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      C’è un’infezione in corso, ma nulla di preoccupante; il medico prescriverà i farmaci necessari a risolvere.

  38. Anonimo

    Buonasera dottore ho ritirato l esito del pat test e l esito è negativo pero risulta flogosi batterica la mia domanda è se questa flogosi può alterare il pat test e se dopo curata devo ripetere il pat test….grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se il risultato è negativo è tutto OK, quando l’esame va ripetuto viene segnalato.

  39. Anonimo

    Pensare che l’ho usato in questi giorni proprio per non prendere un antibiotico… La ringrazio, oggi chiamerò la dottoressa per sentire cosa fare. Leggendo le indicazioni generali per prepararsi a un tampone vaginale, ho visto che è sufficiente aver sospeso l’antibiotico almeno da 3-5 giorni. Teoricamente sono in tempo, spero che la dottoressa mi dica che posso sospenderlo e di non dover rimandare l’esame!

    1. Anonimo

      Buonasera, ho chiamato la mia ginecologa e mi ha confermato di dover prendere il Pipemid per una settimana e ho spostato il tampone a 20 giorni dalla fine dell’antibiotico. Nel frattempo mi ha detto da usare candinet ovuli per 6 giorni la sera e le lavande la mattina. In questo modo finisco a 8 giorni dal tampone e non rischio di comprometterne il risultato. Per fortuna non me l’hanno spostato troppo avanti! Anche se nella vita di tutti i giorni non ho fastidio, dal pap test è risultata molta infiammazione… Spero che si risolva rapidamente.

    2. Anonimo

      Buongiorno, le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione. Oggi ho ritirato il referto del tampone che ho fatto a inizio mese ed è risultata un’infezione da Ureaplasma Urealyticum con 10.000 ufc/ml. La mia ginecologa mi ha prescritto l’eritromicina e fermenti da prendere durante e dopo la cura antibiotica, inoltre mi ha prescritto BEN lavande e ovuli da fare un tot di giorni al mese d’ora in poi e per 4 mesi dovrò prendere dei flaconcini di gallium e di echinacea da bere 2 volte a settimana in una bottiglia d’acqua. Speriamo che così se ne vada una volta per tutte! E’ la seconda volta che mi viene, a distanza di 2 anni… Lei dice che la causa probabilmente è uno squilibrio della flora batterica, con questa terapia secondo lei dovremmo riuscire a debellarlo. Incrocio le dita!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile che la causa sia quella, ma sono fiducioso sulla risoluzione.

    4. Anonimo

      La ringrazio! 🙂 Le vorrei chiedere un consiglio, l’antibiotico sarebbe meglio prenderlo a una certa distanza dalla pillola? Se sì di quanto?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Qualche ora.
      Anche se non sono note interazioni che riducano l’effetto della pillola, lo verifichi con la ginecologa.

    6. Anonimo

      Mi scusi se la disturbo ancora, avrei bisogno di un parere. Ho iniziato ieri a prendere l’Eritrocina, ho notato che entro 5 minuti dopo averlo preso ho un forte stimolo e devo correre in bagno, ma non è diarrea, evacuo normalmente… è un po’ come se prendessi un lassativo. Secondo Lei lo devo far presente alla dottoressa o non essendo diarrea va bene così? Per il resto della giornata non ho nessuno fastidio.

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo faccia presente, ma se sono solo 5 minuti è poco probabile che la causa sia il farmaco.

  40. Anonimo

    Esattamente fra una settimana devo fare un tampone per una sospetta infezione batterica. In questi giorni sto prendendo l’acido pipemidico che mi avevano dato tempo fa per la cistite, perché per via dell’infiammazione ho avuto bruciore a urinare lunedì, ma dovendo fare il tampone non volevo prendere antibiotici. L’acido pipemidico ha funzionato, ma lo sto prendendo ancora per precauzione per qualche giorno. Le volevo chiedere, può interferire con il tampone e quindi lo devo sospendere o posso continuare a prenderlo per qualche giorno?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso può interferire, valuti con il medico se e quando sospendere l’antibiotico o se rimandare il tampone.

    2. Anonimo

      Ma quindi il Pipemid 400 è un antbiotico? Credevo che fosse una sorta di “disinfettante”, sulla confezione c’è scritto “antisettico e antimicrobico urinario”… Me lo avevano venduto senza ricetta (ero studentessa fuori sede e non avevo un medico curante nella città dove vivevo) e quando ero andata dal mio medico per una recidiva mi ha detto che il Pipemid 400 non era sufficiente e serviva un antibiotico… Quindi credevo fosse una cosa diversa. Comunque per tranquillità oggi chiamerò la mia ginecologa per farmi consigliare.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È un antibiotico e richiederebbe ricetta medica…

  41. Anonimo

    Salve dottore vorrei farle alcune domande, ho 54 anni ho fatto la visita ginecologica e l eco trasvaginale e il pat test l esito di quest’ultimo è: Negativo per intraepiteliali o maligna. Presenza di flogosi con batteri
    Questa flogosi con batteri può essere il papiloma virus? E poi è vaginale o cervicale? È giusto che vada a fare in tampone o non serve posso stare tranquilla? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È cervicale e non si tratta di papilloma; non faccia ulteriori esami se non prescritti discuta con il medico se e come risolvere l’infiammazione in corso.

  42. Anonimo

    Inoltre il 20 dicembre ho iniziato la Pillola, il 30 dicembre ho avuto un rapporto non protetto. Siccome uso antibiotici topici per l’acne ho paura di essere rimasta incinta per interazione tra i due farmaci. L’ultimo ciclo da sospensione è stato molto scarso. Però con quel ph di 6.1 ho letto che è impossibile che sia incinta. Mi sbaglio?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Vale la pena provare ad usare un detergente intimo delicato.
      2. Il pH non ci dice nulla sulla gravidanza, ma gli antibiotici topici è poco probabile che interagiscano (verifichi comunque sul foglietto illustrativo).

    1. Anonimo

      Si. Non saprei dirle se delicato o meno… Uso sempre un detergente diverso in base a cosa c’è in casa

  43. Anonimo

    Buongiorno. Ho 19 anni, e da tre ho perdite continue per circa 2 settimane ogni mese, escluse quella del ciclo e 3/4 giorni prima e dopo di esso. Sono perdite gialle/bianche mucose, che si seccano sulle mutandine causando odore sgradevole. Sulle labbra si forma spesso una patina biancastra. Non ho prurito nè buciore. Il medico mi ha fatto fare questo tampone per sospetta vaginite:

    Esame colturale apparato genitourinario (Tampone vaginale)
    Gardnerella negativo
    Ricerca aerobi negativo
    Ricerca miceti negativo
    Ph 6.1

    Ricerca microscopica (tampone vaginale)
    Flora lattobacillare scarsamente rappresentata
    Leucociti assenti
    Ricerca trichomonas negativa

    Cosa ne pensa? Ho rapporti da circa due anni ma il mio ragazzo non ha sintomi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe trattarsi di perdite fisiologiche, senza significato patologico (NON malattia).

    2. Anonimo

      Salve ho 47 anni sono ststsa operata nel 2010 2011 mi hanno tolpt titto ulcero e ovaio. Io ho un problema che quando vado in bagno mi bruccia e ogni tanto purito e quando tapporti mi fa male mi dissi cosa posso. Usare x batteri

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un’infezione vaginale, è necessaria una visita medica per una diagnosi esatta.

  44. Anonimo

    Maa si può avere un rimedio naturale,magari tisane o cose cosi…oppure qualche farmaco che posso comprare tranquillamente senza la ricetta?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è un disturbo da sottovalutare, a volte anche solo il ritardo nella cura può creare problemi.

  45. Anonimo

    Grazie mille=) come detergente posso usare Saugella attiva verde?o non va bene?

  46. Anonimo

    Mi erano state prescritte prima del tampone..la mia paura è quella per l’ antibiotico vaginale che possa peggiorare il fastidio e alterare la flora..o non ce alcun problema dottore?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se necessario verranno associati fermenti specifici, non si preoccupi.

    2. Anonimo

      Ho problemi con il mio marito per il motivi che dorate il rapporto esce tropo liquedo .e io non loso cosa devo fare

  47. Anonimo

    Grazie mille..ho usato lavande in questi ultimi giorni sono indicate o è meglio lasciarle stare?

  48. Anonimo

    Salve dottore io avverto bruciori da venti giorni in vagina dopo aver avuto rapporti con il mio ragazzo.ho fatto il tampone vaginale ed è risultato lo STAFILOCOCCO AUREO..500.000 colonie..cosa devo fare.?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo segnali al medico od al ginecologo, verrà prescritta la necessaria terapia antibiotica.

  49. Anonimo

    Gentile Dottore,
    Circa un mese fa il ginecologo mi ha diagnosticato tramite pap-test una vaginosi batterica che ho curato con Cleocin ovuli per 3 giorni e sempre consigliato da lui, alla fine del ciclo mestruale Difesan per sette giorni per qualche mese. Ho terminato questo primo ciclo di Difesan una settimana fa ma da un paio di giorni ho prurito esterno e guardando attentamente anche perdite bianche dense e rossore. La cura per la vaginosi non è servita a nulla? Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Possibile, oppure potrebbe essere subentrata un po’ di candida.

    2. Anonimo

      Buon giorno dottore, questi giorni ho avuto prurito vaginale mi sono recata dalla ginecologa per una visita mi ha soministraro delle capsule orali e una pomata per un infezione da funghi mi ha prescritto il medicinale per 6 giorni io rispetato i tre giorni ma al quarto giorno mi sono dimenticata posso continuare tranquillamente il giorno dopo ? O ci sono conseguenze ? Grazie anticipatamente per una sua risposta

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dal punto di vista della terapia è un peccato, ma può comunque continuare regolarmente.

    4. Anonimo

      La ringrazio per la sua risposta, una altra domanda in caso di mestruazioni le posso usare le capsule vaginali?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In teoria no, ma lo si valuta di volta in volta con il ginecologo (in base al farmaco, alla situazione, …).

  50. Anonimo

    salve dottore, sono una ragazza di 23 anni da un paio di mesi ho degli strani problemi (iniziati dopo cura antibiotica). Appena finito il ciclo, il primo rapporto che ho mi reca fastidi come bruciore, ma sopratutto gonfiore a carico delle piccole labbra. Gli altri rapporti successivi no. Due mesi fa ho fatto una cura per candida (accertata dal ginecologo tramite visita). I sintomi sono spariti e sembravo star bene, ma il problema del gonfiore post rapporto è rimasto. Così lunedì dovrò fare un tempone. E’ il primo che faccio, ma non mi hanno dato molte indicazioni quelli dell’ospedale. Il ciclo mi è arrivato sette giorni fa, oggi non ho più perdite, forse qualche gocciolina, ma solitamente verso il 9 giorno sono ok. Essendo il test al 12 esimo giorno, crea problemi? troppo vicino alla fine del ciclo?
    secondo, è possibile che la candida causi questo gonfiore solo al primo rapporto post ciclo? Che può essere?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Nessun problema, non è troppo vicino al ciclo.
      2. Improbabile, ma onestamente sono in difficoltà nel fare ipotesi.

    2. Anonimo

      Una cosa a cui ho pensato, siccome da un po’ ho eliminato la ceretta, può essere che sia per colpa della depilazione con rasoio? Perchè il gonfiore a volte prende solo le grandi labbra, solo una volta mi son gonfiata e son finita in PS (mi hanno trattata con antiinfiammatori e basta perchè non capivano la causa).
      Onestamente non so neanche io cosa pensare perchè i rapporti non sono così spinti!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se passano 7-10 giorni dalla fine del ciclo al primo rapporto compare ugualmente il sintomo?

    4. Anonimo

      Dall’iltimo giorno intende? I rapporti li ho avuti indicativamente verso il 10-12 giorno le volte in cui compaiono i sintomi..

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma onestamente non sono in grado di fare ipotesi, mi stupisce il fatto che si verifichino solo al primo rapporto.

  51. Anonimo

    Salve dottore ho 23anni da due mesi operdite muchi continui e un odore pazzesco bruttissimo che io e il mio ragazzo non riusciamo a sstare a rapporto che dopo un po puzza di più 5anni fa oavuto un abborto e dopo tre anni mi hanno bruciato a una piagjetta da li tutto bene ora dopo 3anni tutto questo accade in più mi sento l utero basso e pesante cosa può essere e da preoccuparmi?domani faro un tampone vaginale voglio curare perché io voglio figli e la mia paura e non poterli avere mi faccio mille domande e dubbi ho paura

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente una banale e risolvibile candida, non si preoccupi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente la pesantezza è causata dall’utero che pesa sulla vescica, ma raccomando comunque di sottoporre il risultato al ginecologo.

  52. Anonimo

    No non ho nessun sintomo oltre allo stimolo di andare sempre al.bagno e pesantezza al basso.ventre,non so se c entra questo.. cmq c erano solo presenza di leucociti e cellule squamose

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In assenza di sintomi o di altri rilievi nelle urine spesso si tratta di rilevamenti insignificanti, mentre in alcuni casi indicano infezione delle vie urinarie.

  53. Anonimo

    Salve dottore,
    A seguito di un pap test, in cui mi è stata diagnosticata la candida, ho iniziato la cura prescritta con la crema vaginale micostop. Al secondo giorno di utilizzo ho riscontrato delle perdite di sangue, mai avute prima. Potrebbe essere imputato alla crema?
    Grazie per la risposta

  54. Anonimo

    In tal caso cosa mi consiglia di fare? Andare dal medico di base o ci sono dei rimedi più semplici? Perché non vorrei prendere un antibiotico…. e più che altro ho paura per il mio ragazzo anche se per ora non ha niente

    1. Anonimo

      A me fa tanto odore fastidioso per me.e per il mio ragazzo o questo problema da un mesetto. Cosa mi consigliate come. Farmaco? ???

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Niente farmaco, serve prima una diagnosi esatta da parte del medico.

  55. Anonimo

    Si, ricordo di aver preso qualcosa ma 1 il medico non ha mai controllato se la malattia fosse stata debellata e 2 questo risale a un anno fa…. possibile che sia ancora la stessa cosa? In ogni caso non ho prurito, che dovrebbe essere uno dei sintomi principali Della candida…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, il cattivissimo odore mi fa pensare che possa essere presente anche un’infezione da funghi.

  56. Anonimo

    Buongiorno dottore
    Ho 19 anni e da 3/4 ho sempre perdite, a volte trasparente, a volte bianche, a volte marroncine, non dipende dal periodo del mese perché le ho sempre a parte quando ho il ciclo. Non ho prurito, il pap test era negativo, tuttavia si forma spesso anche una patina bianca sulle grandi labbra che da un cattivissimo odore. Anche se mi lavo dopo mezzora ritorna. Ho appena cominciato a prendere la pillola. Cosa è secondo lei? E poi, cinque giorni fa ho avuto il primo rapporto non protetto (prima solo preservativo). Il mio ragazzo, nel caso gli abbia trasmesso qualcosa, quando dovrebbe avvertire i primi sintomi?

    1. Anonimo

      No l’ho fatto solo per il pap test, era uscita una flogosi con miceti, poi a seguito di una cistite quest’estate ho fatto urinocultura

  57. Anonimo

    salve dottore, volevo chiederle un suo parere in merito ad un’ infezione vaginale. Il mio ginecologo mi ha prescritto sei ovuli di Fluomizin e dopo due settimane dalla fine cura fuoriesce del liquido giallo dalla vagina, che non emettono strani odori tipo quelli simili al pesce. Secondo il mio ginecologo si tratta di spurgamento, ma non ne sono convinta. Possibile una recidiva? Oppure una sbagliata diagnosi? potrebbe essere Tricomoniasi. Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le perdite sono diverse rispetto a quelle che aveva prima della cura? Per quando aspetta il ciclo?

  58. Anonimo

    Salve dottore. È da qualche giorno che ho sempre le mutande bagnate e cattivo odore intimo ma non ho bruciore…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente si tratta di muco cervicale, ci avviciniamo ai giorni fertili; se persistesse il cattivo odore lo segnali comunque al medico per verificare.

  59. Anonimo

    Salve Dottore, sono in menopausa e dopo un pap test di routine, mi è stata diagnosticata una flogosi acuta.
    La mia ginecologa mi ha prescritto ovuli MACMIROR COMPLEX per 8 giorni, ma dopo il primo ovulo è cominciato un prurito esterno e sento un po’ di gonfiore. Ovviamente ho subito smesso la cura, ma ho letto che non ci sono effetti indesiderati… cosa può essere accaduto? Grazie per l’ attenzione

    1. Anonimo

      Salve m..mi è uscita sulla parte della labbra vaginale una crosta di pusso potrebbe dirmi di cosa si tratta ???

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Forse una piccola infezione locale, ma in questi casi è praticamente come tirare ad indovinare; se non passasse raccomando una visita medica.

  60. Anonimo

    Dottore buonasera,due domande:
    1. Cosa significa ovuli antibatterici e antimicotici a rilascio prolungato? X quanti giorni resta in circolo il farmaco?
    2. Ne ho usato uno in un’unica somministrazione per prevenire la candida post antibiotico,non ricordo più il nome,dopo 27 giorni ho eseguito un’endimetriocoltura,ho aspettato il tempo giusto x farla dopo la cura o il farmaco può aver influenzato l’esito negativo?
    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Dipende dal farmaco.
      2. Come si chiamava il farmaco? In ogni caso dopo 27 giorni sicuramente poteva fare l’esame.

  61. Anonimo

    Dottore ma stava tutto bene tre gg fa…ora sto avendo piu’ perdite sara’ il ciclo?ma con perdite di sangue o ciclo posso continuare le lavandeo no?

  62. Anonimo

    Dottore io ho effettuato ivg con ru 486 u. Mese fa e sto avendo perdite poche di marrone scuro ma da prima dell ivg avevo prurito intimo e vedevo nelle grandi labbra qualcosa di bianco ho fatto il pap test ma deve ancora arrivare il risultato la ginecologa mi disse di fare lavande con crema vaginsle micostop interna x 6 giorni dopo che le perdite erano terminate sono stata tre gg senza perdite e da ieri ho cominciato le lavande ma mi esce sangue chiaro cosa succede? Ho fatyo visita di controllo tre gg fa e stava turto bene solo cisti follicolari a parare suo perche’ devo avere il ciclo ma le lavande fanno uscire sa gue? E’ la prima volta che le faccio e ho paura di questo sangue rosso chiaro

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente un po’ di candida, ma lunedì lo segnali alla ginecologa.

  63. Anonimo

    buonasera dottore.
    in estate ebbi un forte prurito per qualche giorno che curai con una crema consigliata dal farmacista, credo fosse stata candida, ma poi è passato. ultimamente il prurito ritorna, solo a volte e per pochissimi minuti. inoltre a volte sento fitte fortissime di dolore all’interno della vagina e ho delle perdite molto liquide, che non hanno proprio un buon odore. non voglio andare dal dottore, perché ho 16 anni e mi vergogno di parlarne con mia madre, potrebbe pensare chissà cosa..
    cosa posso fare? dovrei lavarmi in qualche modo specifico?
    spero mi risponderà. grazie in anticipo.

    1. Anonimo

      e poi, secondo lei, potrebbe essere qualcosa di grave o solo cambiamenti ormonali?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Indispensabile una visita medica per una diagnosi precisa; puoi rivolgerti con fiducia e da sola in consultorio.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non mi sento di fare ipotesi perchè sarebbe quasi come tirare ad indovinare; ti raccomando di non trascurare il problema, disturbi anche banali se non curati possono creare problemi potenzialmente gravi.

    4. Anonimo

      Capisco, vedrò come fare e magari le scriverò. Grazie infinite per avermi dedicato tempo, buona giornata.

  64. Anonimo

    Salve dottore.. sono circa 4 giorni che soffro di un terribie prurito vaginale interno e, le perdite bianche sono notevolmente aumentate. Nessun cattivo odore per fortuna..mi sa dire cosa potrebbe essere e la cura per favore?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente candida, ma serve una diagnosi esatta e la prescrizione del medico per la terapia.

  65. Anonimo

    Salve ho effettuato un pap test l esito dice alterazioni delle cellule benigne di tipo infiammatori a carico di cellule squamose..di cosa si tratta?? Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente solo un po’ di infiammazione locale, ma va comunque segnalato al ginecologo.

  66. Anonimo

    Buongiorno dottore, da diversi giorni ho un prurito intimo esterno fastidioso ma non troppo forte non ho perdite e quando ho rapporti all’inizio sento un po’ di dolore e bruciore. Io credo che possa essere vaginosi batterica…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un po’ di candida, anche senza perdite; eviti l’automedicazione e si rivolga al medico.

    2. Anonimo

      La ringrazio dottore, potrebbe andare bene una visita con tampone così vedo proprio cosa può essere?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sarebbe l’ideale, ma prima ne parli con il medico, magari non riterrà necessario il tampone.

  67. Anonimo

    Grazie dottore x la risposta…allora un altro dubbio se permette ,può allora influire un dosaggio ormonale (l’fsh-ll estradiolo – prolattina) fatto al 4 gg di flusso dove il flusso in questa medesima giornata (cioè il.4 gg) non era più presente? di solito si fanno tra il 2/3 giorni, ma non mi è stato possibile e lo fatto appunto in 4 giornata ma il flusso assente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le differenze rispetto al terzo giorno sono minime e l’abbondanza del ciclo pressochè ininfluente.

  68. Anonimo

    Buongiorno dottore un suo parere cortesemente…ma una cura antibiotica per vaginosi batterica (Gardnerella (Flagyl antibiotico x 5 giorni compresse ) può in qualche modo influire e alterare un po i valori ormonali? grazie

  69. Anonimo

    Gentile dottore, verso metà luglio 2015 ho avuto forte prurito intimo, la ginecologa ha visto flora batterica alterata, mi ha dato un antimicotico (fluconazolo 200 mg una pastiglia subito, una dopo tre giorni e un’altra dopo una settimana) e mi si è calmato. Poi sono iniziate le mestruazioni. Ieri e oggi, rispettivamente uno e due giorni dopo il termine delle mestruazioni, è tornato in modo prepotente un forte prurito intimo. Sono disperata, non ce la faccio più e questo prurito mi sveglia la notte. Sarà ancora candida? Possibile che l’ultima pastiglia di antimicotico assunta il sabato appena trascorso, quindi tre giorni fa solamente, non abbia funzionato? Non vorrei dovermi tenere questo prurito che poi diventa bruciore, per un mese intero fino alle prossime mestruazioni! Grazie

    1. Anonimo

      Soffro si intestino irritabile da anni, ma possibile che dopo ben tre pastiglie di antimicotico, sono di nuovo al punto di partenza? Dall’ultimo tampone effettuato a maggio 2015 la flora batterica buona era carente. La mia ginecologa ora è in ferie. Spero che Lei mi possa aiutare. Grazie

    2. Anonimo

      P.s sto pure assumendo fermenti lattici per la flora vaginale da mesi, da ingurgitare e non in loco perché i prodotti locali non li tollero. Non capisco davvero

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, potrebbe essere ancora candida e ritengo che dovrebbe sentire il medico curante (se la ginecologa è in ferie) per impostare da subito una terapia adeguata (potrebbe essere un ceppo resistente al fluconazolo).

    4. Anonimo

      Vedo che gli antimicotici in commercio sono tutti fluconazolo come principio attivo. E poi un altro tipo di candida, dove potrei averla presa? Non ho rapporti da più di un mese, e comunque il mio partner è solo uno ed è sempre lo stesso da anni

    5. Anonimo

      Infine il medico di base mi aveva sempre prescritto Diflucan che è ancora fluconazolo, quindi lui Come farà a sapere se deve prescriverne un altro con altro principio attivo?

    6. Anonimo

      Altri principi attivi (non chiedo il nome dei farmaci perché so che non può consigliarne), quali sono contro altri ceppi di candida?

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Il medico dovrà innanzi tutto valutare se effettivamente si tratti ancora di candida, potrebbe per esempio farlo con la sola visita e/o con il tampone.
      2. Se lo fosse si deciderà come curarla, di antimicotici ne esistono diversi e sono sicuramente ben conosciuti dal suo medico; in certi casi si procede anche sommando principi attivi diversi per ridurre il rischio di insorgenza di resistenze.

    8. Anonimo

      Ah capisco. Il medico di base (tra l’altro il.sostituto perche anche il mio di base è in ferie), non credo effettuerà una visita ginecologica e sicuramente non fa il tampone. Credo che dovrò rivolgermi a qualche altro ginecologo per questo. Parlarne con il medico di base a cosa potrebbe servire?

    9. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È un disturbo abbastanza comune ed i medici di base sono assolutamente in grado di affrontarlo, ma se preferisce sentire un altro ginecologo ovviamente non c’è problema.

    10. Anonimo

      Siccome io soffro anche di vulvodinia e sono in cura con 8 gocce di laroxyl al giorno, non potrebbe essere che le mie mucose siano ipersensibili a causa di questo problema?
      Infine non avendo perdite (mi sono guardata con uno specchio e la parte non è nemmeno arrossata), potrebbe essere lo stesso candida?

    11. Anonimo

      Però mi chiedo se il medico di base non fa nè visita ginecologica nè tantomeno il tampone, come fa a darmi la cura? Magari capendo che ho un ceppo resistente al fluconazolo?
      I miei tamponi fatti spesso e in due centri diversi (in passato, l’ultimo a maggio 2015), sono sempre risultati negativi a tutto. Per questo non capisco se è candida o no

    12. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In questo caso probabilmente non è candida, ma a maggior ragione importante la visita; il medico di base chiaramente non procederà ad una visita ginecologica interna, ma valutare la situazione esternamente e magari suggerirle almeno come tamponare il disturbo fino al ritorno del ginecologo.

      Attenzione anche all’ansia ed allo stress, incidono moltissimo in questi disturbi.

    13. Anonimo

      L’ostetrica che mi fa le tens per la vulvodinia, ha detto che potrebbe essere anche un disturbo dovuto al termine delle mestruazioni, ma in che senso? Non mi è mai successo a fine mestruazioni una cosa del genere.
      Purtroppo mi ha scritto via mail, telefonicamente non riesco a contattarla.

    14. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo considero poco probabile, ma è comunque possibile, un fastidio dovuto alle fluttuazioni ormonali al termine del ciclo.

    15. Anonimo

      La ringrazio, come mai secondo Lei è poco probabile?

      Se non è candida e non sono gli ormoni, cosa potrebbe essere?

    16. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Difficile fare altre ipotesi, ma tra le tante non escluderei la componente psicologica (stress dovuto alla situazione) e soprattutto non dimentichiamo che la stessa vulvodinia può essere causa di prurito.

    17. Anonimo

      Grazie. Volevo chiederle: come mai ritiene poco probabile il cambiamento ormonale di fine mestruo?

    18. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Perchè verso la fine della mestruazione gli ormoni sono in genere abbastanza stabili, o comunque non così variabili da determinare un prurito così forte; diciamo che potrebbe sommarsi questo effetto alla vulvodinia, così lo vedrei più probabile.

    19. Anonimo

      Il sostituto del medico di base non mi ha visitato come immaginavo. Ipotizza ancora candida e gli ho chiesto se potrebbe essere un ceppo diverso dall’albicans e se serve un medicinale diverso dal fluconazolo. Dice di no che il fluconazolo è ad ampio spettro. Mah… Non so che dire.. E ha aggiunto che la candida si acutizza dopo le mestruazioni. Io sapevo prima xò boh. È vero che il fluconazolo è ad ampio spettro?

    20. Anonimo

      P.s. Ipotizzava potesse essere anche gardnerella, ma non avendo perdite diceva che era strano. Io mi chiedo: se tutti i tamponi fatti negli anni (l’ultimo a maggio 2015), erano negativi, come potrebbe essere un batterio che non ho mai avuto? Il mio partner è sempre lo stesso da sempre

    21. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è vero che è ad ampio spettro, ma è altrettanto vero che ci sono ceppi di candida resistenti (anche se i tamponi sempre negativi continuano a farmi dubitare che sia candida).

    22. Anonimo

      Non so davvero che fare per lenire il prurito. Ad un certo punto oggi pareva andare meglio, ma stasera è tornato prepotente. Prima mi veniva solo prima delle mestruazioni, ora pure dopo! Nonvoglio passare un mese intero a star sempre male senza un giorno di tregua! Sto già passando le pene dell’inferno con la vulvodinia. Non ne posso piu! È da aprile che sto male! Ne va di mezzo pure la mia vita privata, amici e compagno. Mi fa schifo tutto non trovo più gioia a far niente!

  70. Anonimo

    Buona sera dottore è da ieri sera che ho delle perdite liquide continue , la sera ho avuto rapporto con il mio fidanzato è ad uscito sempre questo liquido faceva un cattivo odore , tanto da non avere più continuato. Due anni fà l’ho avuto pure se non mi sbaglio facendo il pap-test la dottore mi ha detto che erano dei batteri che si trovano nelle feci e sono andati a finire nella vagina. Cosa posso prendere ? Faccio dei lavaggi ? Io non ricordo cosa mi aveva lasciato. In più sono in vacanza e vorrei risolvere il problema a giorni. Mi aiuti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dovrebbe rivolgersi ad un medico per una diagnosi certa, solo in questo modo sarà possibile prescrivere una terapia adeguata.

  71. Anonimo

    Salve dottore le espongo il mio problema io ho sempre avuto le perdite vaginali sin dalla prima mestruazione e io ho 25 anni e la prima volta e stata a 10 anni.. uso anticoncezionale mai avuto infezzione li neanche cistite xo in sti giorni noto una cosa strana. Le perdite sono sempre le stesse ne si più ne si meno colore normale bianche trasparenti se o la mutande colorata o bianca si vede solo bagnato se ho la mutande nera si vede pou bianco e fin lì e sempre stato cosi zero prurito zero irritazione l’unica cosa è che moto che se annuso la mutande c’è un odore un po aspro xo lo noto x dire dopo il lavoro o se esco che sono in giro insomma quando sudo a casa la mattina o semplicemente a casa non mi capita mai.. lei dice c’è qualche problema o è causa del sudore??

  72. Anonimo

    Buongiorno dottore,domani finisco una cura contro la Gardnerella con antibiotico metronidazolo Flagyl e same gel 1%..cosa mi consiglia per riequilibrare la flora batterica,avevo pensato al normagin..grazie in anticipo

  73. Anonimo

    Salve dottore,mi permetta una domanda una domanda un po curiosa..ma questi batteri (che non si sa con esattezza da come vengono trasmessi,in linea di guida dicono con rapporti sessuali,ma non solo,i modi sono tanti e svariati) cosa possono comportare se non curati,o non curati in tempo? la Gardnerella da quanto ho capito è un battero che( fa parte quasi nell’ambiente vaginale spero di non aver capito una cavolata però) e comunque è più lieve rispetto a una clamydia, Trichomonas, ecc…in un PH oltre il 4,5 questi batteri sembra vivono meglio..mi da conferma su ciò che ho scritto? o non ho capito proprio nulla?la ringrazio immensamente se mi delucidazioni un po…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Nella peggiore delle ipotesi, quando non vengono curati, possono essere causa di danni permanenti che in certi contesti possono per esempio danneggiare irrimediabilmente la fertilità.

    2. Anonimo

      Nella,peggiore delle ipotesi sarebbe quando l’infenzione persiste da parecchio(non si puo neanche stimare da quanto) possa aver infettato utero e tuba? Dicono che la gardnerella si manifesta con perdite gialline/verdognole male odoranti,ma io lo avuta un 2/3mesi fa e non ho presentato questi sintom, solo il ffishy odor,ma lo presentavo solo quando dopo essere passato il ciclo con 1/2rapporti dopo e poi basta, per tutto il resto del.mese no indipendentemente dai rapporti..quindi cosa devo pensare?che non presentando tutto ciò puo essere che l’abbia curata in tempo? puo essere che no si estesa all’irreperabile? Grazie dottore se mi esprime un suo parere..il fatto è che il 10 luglio ritiro esito del pap-test e sono un po in ansia..non sapendo appunto da quando l’abbia potuto prendere questo battero(x fortuna solo quello)..e sapro pure se lo debellato…mi scuso per essermi dilungata(io chiedo solo un suo parere no consulto quindi tranquilli entrambi)

    3. Anonimo

      Salve dottore scrivo sotto al mio stesso commento sono io l’ultima è appunto riscrivo..la Gardnerella risultata positiva al vecchio tampone vaginale e poi curata e ieri altro esisto tampone (dopo cura )risultò negativa quindi debellata…ora il 10 luglio (come scritto sopra)ritirato pap-test che lo feci però nello stesso periodo del riscontro della Gardnerella (quindi positiva in quel in quel periodo) il risultato e questo= NEGATIVO PER LESIONE INTRAEPITEALE
      ALTERAZIONI CELLULARI REATTIVE ASSOCIATE CON FLOGOS. .il.mio ginecologo è in ferie però da quando ho capito (perché non ne capisco) mi sembra buono come risultato tranne però queste alterazioni cellulari ecc…penso che si riferisca a quando avevo la Gardnerella o mi sbaglio?? mi può dire se è come penso io o può significare altro?grazie mille dottore

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è molto probabile che la sua interpretazione sia corretta.

    5. Anonimo

      salve dottore sono sempre Martina…ho rifatto un tampone vaginale dopo 2 mesi che risultai positiva alla Gardnerella che ho debellata… scrivo cosa dice il tampone
      PH=4.4
      Gardnerella=negativo
      emazie=assenti
      leucociti=rari
      cellule di sfaldamento=numerose
      lattobacilli spp=numerosi
      ES.colturale T.vaginale=negativo per germi patogeni
      ES.colturale =Trichomonas negativo..è buono o mi devo preoccupare? quelle cellule di sfaldamento mi preoccupano…grazie mille e mi scusi

  74. Anonimo

    mmmhh dottore è quel “ho speranza mi inquieta..Comunque la cura al momento me la data il mio medico di base,ma martedì ho appuntamento col ginecologo che gli riferisco se questi antibiotici e gel sono adatti (ma credo di si)..nel.frattempo astinenza dai rapporti col.marito già 10 gg ma x questioni di tampone vaginale mio e spermiogramma a lui e a sto punto continuano poi martedì sento il ginecologo cosa dice..ma di sicuro consiglerebbe rapporti protetti..spero che non lo trasmessa pure a lui visto che fanno da ping -pong questi batteri

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La cura sembra appropriata, soprattutto per la Gardnerella che potrebbe essere quella un po’ più ostica.

    2. Anonimo

      Grazie di cuore dottore(che razza di batteri guardi,manco ne sapevo l’esistenza) grazie buona serata

  75. Anonimo

    Buon di dottore,ho fatto un tampone vaginale di routine e mi da esito di vaginosi batterica… con flora mista anaerobica. .crescita di: Gardnerella vaginalis,* Bacteroides species*,Peptostreptococcus species* oggi 1 gg di cura con metronidazolo antibiotico più gel..cosa ne pensa sono batteri bastardi (scusi termine) da debellare o più veloce? l’esito non mi riporta ne “Trichomonas” ne” Clamydia “ne ureoplasma” grazie dottore e abbi pazienza

  76. Anonimo

    Salve dottore ho da poco ritirato esito di tampone vaginale e qui i risultati
    PH=5.5
    Fishy odor=positivo
    Emazie=assenti
    Leucociti=Assenti
    Cellule di sfaldamento=Alcune
    Clue Celis=Presenti
    Lattobacilli spp:=Assenti
    Flora microbica=Flora mista
    Es.colturale Trichomonas=Negativo
    “Note e conclusione” quadro compatibile con vaginosi batterica”
    In attesa non prima della prossima settimana di andare dal mio ginecologo se puo darmi un parere gentilmente…la nota conclusiva mi ha buttata nello sconforto..grazie tanye per la cortese attenzione

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Nessuno sconforto, un’infezione può succedere e verrà risolta rapidamente.

    2. Anonimo

      Mi scusi aggiungo che non porto nessun sintomo,tra perdite di qualsiasi colore ne odori forti..sono sposata e rapporti intimi col marito..igiene intima forse anche troppa…spero comunque che non sia nulla di grave alla fine..ah l’esito dice anche “Clamidia e Gardnerella”=Negativo

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Quest’ultima è un’importante precisazione, motivo in più per non preoccuparsi.

    4. Anonimo

      Grazie mille dottore mi ero un po impressionata, porterò il riscontro al mio ginecologo e la curiamo..grazie ancora

  77. Anonimo

    Salve ho preso un infezione alle vie urinarie e anche alla vagina. St o prendendo gli ovuli meclon e il velamox…vanno bene per il mio problema?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potenzialmente sì (dico “potenzialmente” perchè non posso sapere la natura delle infezioni diagnosticate dal medico).

  78. Anonimo

    Sono andata in farmacia e la farmacista mi ha dato delle bustine solubili per la cistite, lei crede che potrebbero comunque essermi utili?

  79. Anonimo

    Beh inanzututto grazie per la sua disponibilità immediata, secondo lei dovrei rinunciare alle ferie o intanto provare qualche rimedio naturale come il tea tree oil?

    Il gonfiore addominale può essere associato a questa patologia? Perché ho il ventre gonfio e se questo non si può associare probabilente si tratta di altro seppur i sintomi sono molto simili.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non riesce a contattare in giornata un medico? Magari questa sera la guardia medica?

  80. Anonimo

    Salve dottore, ho bisogno del suo parere, domani dovrò partire per le ferie ed ho tutti i sintomi sopra descritti cosa può succedere se aspetto 10 giorni ad andare dal medico, posso andare incontro a gravi complicazioni?

  81. Anonimo

    No dottore nn ho nessun fastidio o prurito prendevo sino a 3 giorni calvus antibiotici per i denti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se persistesse e se comparissero altri sintomi verifichi con il medico che non sia candida.

La sezione commenti è attualmente chiusa.