Tutte le domande e le risposte per Tubercolosi o TBC: sintomi, durata e cura
  1. Anonimo

    Buonasera, le volevo chiedere se una persona contrae la TBC e dopo la cura guarisce totalmente a distanza di anni il test di Mantoux come dovrebbe risultare? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Positivo.

  2. Anonimo

    Buonasera,
    sono stata affetta da tbc 8 fa, curata e guarita. Adesso, dopo una influenza ho una tosse persistente e secca. Farò la radiografia e le analisi, ma il medico che mi ha visitata mi ha detto di sentire un rumorino al polmone destro, mentre quello ammalato era il sinistro.
    Ovviamente sono molto preoccupata. Che ne pensa?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non penserei alla TBC, non credo che ci sia motivo.

  3. Anonimo

    alve,
    sono una “piccola” mamma di 25anni, oggi a scuola ci è stato annunciato ke una bimba di 5 anni ha la tubercolosi, noi mamma ci siamo subito allarmate, questa bimba si assenta dal mese di novembre (x qll ke dicono), ora se i bimbi sono stati a contatto con questa bimba infetta, gia si manifesta qualche sintomo ? Si puo gia capire o vedere se sono stati infettati ??? Aiuto ho tanta paura

  4. Anonimo

    QLK POTREBBE DIRMI QLK

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Poichè il tempo di incubazione può essere molto lungo, valuterei con il pediatra se fare qualche verifica preventiva.

    2. Anonimo

      potrebbe gia manifestarsi qualke sintomo ??
      Il pediatra mi ha detto ke ora nn puo far nulla dato ke nn è niente di sicuro nn si può permettere di darmi una cura di antibiotici…
      Non so ke fare

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Come detto l’incubazione può essere molto lunga ed in assenza di sintomi non avrebbe senso dare terapie preventive, mentre al limite valutavo la possibilità di fare esami (anche se non è semplice diagnosticarla).

      Probabilmente il suo pediatra ha ragione, in questo momento conviene stare in vigile attesa.

  5. Anonimo

    Ho un nonno affetto da TCB definita dal mio medico non cavitaria in quanto non tossisce. Ci hanno chiamato comunque per fare dei controlli, che eseguirò la settimana prossima. Premetto che ho visto mio nonno in questi sei mesi (da quando manifestò i sintomi della malattia) solo 3 4 volte, che non ho sintomi di nessun genere ecc., che il medico infettivologo che lo segue ha detto che non si tratta di una forma infettiva, se mi ritrovassi ad avere una forma latente di tbc dovrei (o meglio potrei) curarla con antibiotici? prima o poi si manifesterà con sicurezza o può guarire senza mai manifestare i sintomi?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se l’avesse contratta in linea di massima dovrà curarla.

  6. Anonimo

    Se avete tose che persiste più di 3 settimane insistite con i medici x sapere bene cosa avete.non voglio spaventarci ma meglio prevenire che curare! Della tbc si guarisce se si segue il trattamento come si deve,senza ” dimenticare” o essere naivi.e una malaria seria che mette in pericolo la vita di tutti non solo nostra! Sfortunatamento ho presso la Tbc multiresistente ,ho fatto una cura di 18 mesi,duri ..ma fortunatamente ce l’ ho fatta 🙂 ci tengo a precisare k varii medici di base hanno sbagliato diagnosi .non esagerò se vi consiglio di fare atenzione a tutto .Siamo umani,anche i medici sbagliano! E importante anche smettere di fumare e avere una alimentazione giusta.

    1. Anonimo

      Ciao Simo, vorrei avere il tuo contatto per parlarti privatamente, sono nella tua stessa situazione. grazie.

  7. Anonimo

    aiutatemi vi prego
    buon giorno sono una mamma di un bimbo di 5 anni e mezzo. all’asilo e’ stato riscontrato un caso di tbc ! un insegnante. mio figlio non frequenta la classe della persona coinvolta. ieri l’asl e’ interventuta per spiegare a noi genitori cosa fare.
    l’insegnante manca dall’asilo dal 18 marzo. ad oggi sembra che nessun altro abbia i sintomi della malattia, hanno fatto test prima sui figli e marito della donna e risultano negativi. quindi lunedi porteremo i ns bambini a fare test: La cosa alla quale non ho avuto risposta esaudiente e’ questa: anche i bimbi che risultassero negativi al test saranno sottoposti a profilassi per 2 mesi, poi ripeteranno il test tra 2 mesi che per assurdo potra’ esere positivo..mi chiedo quindi se e’ il caso sottoporre da subito a profilassi che vantaggi ho… anche perche’ documentandomi se le informazioni che ho trovato sono corrette non si tratta di farmaci cosi “innoqui” sono pesanti coinvolgono il fegato..insomma mi trovo in una situazione di paura …. oltretutto per le insegnanti e il personale se il test risultasse negativo per loro la profilassi non verra’ fatta..perche’??? mi spaventa questo farmaco… io spero che il mio bimbo sia negativo anche perche’ nn essendo nella stessa classe non ha avuto praticamente mai un contatto diretto con l’ammalata, ma mi spaventa anche il fatto di farlo rischiare con un farmaco che magari e’ inutile o magari ci possono essere altri controlli non cosi’ pesanti e invasivi…. spero che qualcuno possa darmi un consiglio , delucidazioni anche perche’ mi rendo conto che stiamo parlando di tbc e3 nn di un influenza!!!!!!!!! grazie ancora!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Gentile Signora, proprio perchè parliamo di TBC e non di influenza viene scelto di ridurre il più possibile il rischio di diffusione della malattia, trattando i bambini, che sono i soggetti più a rischio.

      In pratica in questo momento si sceglie il rischio minore, che è quello degli effetti collaterali del farmaco anzichè la possibilità di contrarre la malattia.

      Le hanno detto che antibiotico verrà usato?

    2. Anonimo

      grazie dottore, no il nome lo diranno giovedi’, so solo che e’ lo stesso per tutti se quelli che risulteranno positivi sia per quelli che risulteranno negativi …. ma io mi continuo a chiedere questo: se oggi sono negativo prendo il farmaco per 2 mesi e dopo rifaccio il test che x assurdo puo essere positivo e quinbdi dovrei cominciare la terapia dei 6 mesi… quindi mi chiedo questi 2 mesi di farmaco che ho fatto da cosa mi hanno coperta se comunque sono positiva??? non e’ forse meglio aspettare il secondo test magari nn aspettando due mesi ma farlo mensilmente magari una lastra giusto per vedere se c’e’ qualcosa… non so…un alternativa ….. non capisco il senso di trattare allo stesso modo posititvi e negativi con lo stesso farmaco …. cosa ne pensa??

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La probabilità di risultare positiva al secondo test sarà molto più bassa prendendo il farmaco, è questo il senso della sua assunzione; inoltre se fosse positivo al secondo test arriveremmo già con alle spalle due mesi di cura, potendo quindi contare su una risoluzione più rapida, in ultimo riduciamo il rischio di contagiare altre persone.

  8. Anonimo

    mia madre ha asportato un lobo polmonare dx sospetto tumore invece esam itologico neg adesso aspettiamoil culturale x tbc intanto sta da 10gg facendo la cura con 4 farmaci x tbc ma da due forti dolori addominali se sospende che succede? sta male troppo con questi farmaci .e poi nn la certezzaancora del cuklturale???

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Prima di sospendere la cura contatti il centro che la segue; il rischio è che se la diagnosi venisse confermata possa diventare più difficile risolvere dopo aver sospeso i farmaci (senza per esempio averli sostituiti con altri).

  9. Anonimo

    Gli hanno riscontrato la turbecolosi a mio padre…1 e stato operato xke x loro era tumore 2 faceva la cura e l anno interotta xke gli causava danni al fagato vi orego con chi potrei parlare x trasferirlo in un altro centro

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Deve prima prendere contatti con il centro in cui vorrebbe trasferirlo, lì le spiegheranno come procedere.

  10. Anonimo

    ho contratto la tbc quando ero piccolissima, avevo 2 anni.
    oggi nel posto dove lavoro e’ stato accertato un caso di tbc.
    tutti siamo stati contattati dall’asl per fare il test ma quando ho detto che l’avevo gia’ avuta non mi hanno fatto niente. e’ normale?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Perchè in linea di massima ne è immune.