1. Anonimo

    Intanto la ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità e poi le chiedo se mortadella e prosciutto cotto possono essere ingeriti durante una gravidanza con IgG e IgM x toxo negative?!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che sentirà pareri diversi, in quanto insaccati cotti non dovrebbero esserci problemi, anche se personalmente consiglio sempre prudenza perchè in teoria l’affettatrice usata potrebbe aver tagliato un attimo prima del prosciutto crudo o del salame.

  2. Anonimo

    salve,io 2 anni fa ho avuto la toxsoplasmosi ed ero in aspettativa ed avevo la igm a 160 ho dovuto rinunciare alla gravidanza,dopo 2 anni sono incinta ho fatto i pri analisi e i dottori hanno ritrovato la toxoplamosi igg e a 105.0 la igm 90.9 mi hanno dato la spiramicina e rifare gli analisi di nuovo se porto la gravidanza avanti puo succedere qualcosa a bambino aspetto una sua risposta al piu presto

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Saranno i medici ad aggiornarla giorno per giorno; la toxoplasmosi può sicuramente essere pericolosa, ma ad oggi spesso si riesce ad intervenire per tempo.

  3. Anonimo

    Buongiorno….volevo sapere un’informazione dopo aver notato ghiandole gonfie nel collo,il mio dottore mi ha fatto fare le analisi anche della toxo risultato igG11.3 igM72,3 ho gia’ avuto due gravidanze e non risultavo quindi credo di averla contratta da poco visto che le ghiandole le ho sentite da 10 giorni il problema e’ che non sono sicura di non essere incinta visto che fra pochi giorni mi dovrebbe venire il ciclo ma se fossi gravida il bambino lo ha contratto o e’ indenne visto che l’ho gia’ sviluppata?????spero di essere stata chiara grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se sta cercando una gravidanza contatti fin da subito il ginecologo, che probabilmente per scrupolo suggerirà a scopo cautelativo una copertura antibiotica.

  4. Anonimo

    sono alla nona settimana,non sono immune alla toxo.. e 10 giorni fa ho mangiato del salmone affumicato (crudo) posso aver contratto l’infezione? poi volevo sapere dopo quanto tempo si puo’ rifare l’esame del sangue ? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sarebbe stato preferibile evitare, per le analisi credo possa farle anche subito, ma è comunque preferibile parlarne prima con il ginecologo.

  5. Anonimo

    salve,
    sono alla 7 settimana e mi sto informando su diversi siti su come sia possibile evitare di prendere la malattia.
    io ho 4 gatti da tre anni e vivo in campagna, loro sono abituati ad entrare e uscire di casa come vogliono, dormono con noi. appena ho saputo di aspettare un bambino, ho cominciato a chiudere le porte di camera da letto di giorno, per evitare che dormano sui cuscini, e del bagno, perchè abituati a bere dal lavandino.
    sto cercando di fare la massima attenzione perchè non salgano ovunque, ma dopo tre anni impedirglielo è difficile, ad esempio dormono sul divano e gli piace molto stare in braccio a me e al mio compagno.
    premetto che lavo bene frutta e verdura e non mangio carne, per cui in quei casi direi di allontanare il pericolo, ma vista la situazione dei miei gatti, cosa mi consigliate di evitare completamente (chiaramente la lettiera non la pulisco io, ma spesso loro fanno i bisogni in giardino poi vengono in casa) visto che sono un’amante degli animali e non riuscirei a vivere questo momento bellissimo senza condividerlo con loro?
    grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Forse è una domanda inutile, ma preferisco per chiarezza farla ugualmente; ha già fatto gli esami del sangue e risulta ancora sensibile alla toxoplasmosi?
      Se non li avesse ancora fatti la invito a procedere, perchè magari ci stiamo ponendo un problema che non sussiste.
      Nel caso li avesse fatti e risultasse che non l’ha mai contratta, questo le dimostra che nonostante condivida la sua vita con i gatti da 3 anni o più, la toxoplasmosi non l’ha mai presa, quindi è segno che le abitudini consolidate tra famiglia umana e felina non sono poi così a rischio.
      Premesso che non sono ginecologo, a mio avviso è sufficiente solo qualche piccola attenzione in più, come magari riporre il proprio cuscino di giorno o evitare che per questi 9 mesi salgano sulla tovaglia, per il resto a mio parere non è necessario fare altro o quasi. Un gatto che sale in braccio non è un problema, lo accarezzi quanto vuole e vorrà dire che per 9 mesi si laverà un po’ più spesso le mani e farà attenzione a piccoli gesti come toccarsi la bocca o fregarsi gli occhi.

  6. Anonimo

    Ho fatto da pochi giorni una IUI ed essendo negativa alla toxoplasmosi, il dottore mi ha detto di evitare gli alimenti come la carne di maiale, le verdure, le uova e la carne crude, ma non mi ha parlato di funghi, ad esempio.. Ci sono altri alimenti a rischio? Grazie in anticipo per la risposta!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Tutto ciò che non può essere cotto adeguatamente.

  7. Anonimo

    Salve,sono alla 28esima settimana di gravidanza e proprio oggi ho mangiato del tiramisù,volevo sapere sè può succedere qualcosa di grave al feto,premetto che sono negativa alla toxoplasmosi.Grazie in anticipo.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima no.

  8. Anonimo

    Salve, sono in attesa del mio primo bambino/a, sono e sono a due mesi e una settimana e nn ho anticorpi x evitare la toxoplasmosi. Avrei qualche domanda da farle:sabato scorso sono andata a cena fuori in un ristorante dove mi avevano servito la carne non ben cotta, era al sangue,ed io l’ho presa con la mia posata poggiandola in un altro piatto e dopo ho mangiato con la stessa posata, potrei averla presa la toxoplasmosi??? e poi ,se io ingerisco cosi x caso un pelo di un gatto di casa,potrei comunque essere contagiata da questa toxoplasmosi??? un’ultima domanda se io mangio carne trita cotta al forno x piu’ di un’oretta e mazza e pero’ la carne risulta ancora di un colore rosea puo’ essere che nn si sia cotta bene??? io intanto l’ho mangiata, adesso???grazie mille.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Più che della posata sarei al limite preoccupato per il piatto; per il pelo del gatto non c’è problema; se è stata più di un’ora in forno a temperature medio alte direi che non c’è problema di toxoplasmosi.

  9. Anonimo

    Ma l’olio crudo, essendo un prodotto vegetale non sottoposto a cottura e derivato dalle olive raccolte dal terreno, può essere consumato in gravidanza o può essere veicolo di toxoplasmosi? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Può essere consumato tranquillamente.

  10. Anonimo

    buongiorno sono ippo e sto cercando da anni di avere figli ora ho fatto un’inseminazione ma sono preoccupata xke da un anno ho una splendida cagnolina in casa e anni fa ho fatto il test x la toxo e non sono immune , in caso di gravidanza potrebbero esserci dei problemi è varo ke dovrò dare via la cagnolina durante il periodo della gravidanza? da premettere ke la mia cagnolina è vacinata a dovere ed è pulitissima ogni volta ke la scendo giu x i bisognini la lavo tutta con delle salviettine umidificate solo ke ha preso l’abitudine di dormire sul nostro letto e non può fare a meno di noi come noi di lei!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! tante grazie in anticipo x la vostra risposta e cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che il cane con la toxoplasmosi non centra nulla, sottolineo che anche nel caso di gatti che vivono in casa (che sono gli animali connessi la patologia) NON E’ NECESSARIO il loro allontamento, perchè è sufficiente adottare qualche precauzione in più del solito.
      Nel suo caso specifico non c’è quindi alcun rischio di contagio dall’animale.