1. Anonimo

    ciao a tutti.sin da quando ero bambino…sempre e dico sempre ho avuto a ke fare con tonsilliti più o meno gravi,ma la allora pediatra e l attuale dottore,dicono ke nn serve toglierle.a questo punto,dopo anni e anni di dolori alle tonsille,al collo e problematiche nel deglutire,mi reco all azienda sanitaria,parlo con una dott.ssa ke sta nel campo dei miei problemi,la quale mi visita accuratamente,e mi dice ke devo far un intervento chirurgico al naso(deviazione del setto nasale) e ke quasi sicuramente se cn un vaccino(ismigen)le tonsillle nn staranno meglio(3 mesi di vaccino)allora si,sarà ora di toglierle…hahaha dopo 37 anni di dolori è forse arrivato il momento:-).Ma nel frattempo,sn da circa 2 settimane ke accuso di problemi respiratori,l ultima cura antibiotica a base di pilloloni da 125mg(3 al giorno per 1 settimana)mi ha demolito letteralmente e comincio davvero ad andare in ansia.aggiungo ke sono anke allergico a parietaria e acari che nella mia situazione sono la goccia ke fa traboccare il vaso.Per l allergia prendo inoltre cortisone,antistaminici e Ventolin per l asma…ma è possibile sapere se il mio è 1 problema dovuto all allergia?il mio medico nn sa rispondermi 🙁 ..cioè voglio dire,è anke l allergia a scatenare le tonsille? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso sì, è probabile, perchè congestionandosi il naso se le tonsille sono sensibili è più facile sviluppare problemi; ha già provato con lavaggi di acqua fisiologica quotidiani?

    2. Anonimo

      Salve è da 2 giorni che ho le tonzille della gola abbastanza gonfie, però solo dal lato destro, e una febbre che va dai 37 ai 37 e mezzo. Volevo sapere se è soltanto influenza o può essere anche mononucleosi, perchè un mio compagno di scuola l’ha da circa 15 giorni, non ho avuto contatti con lui, ma è possibile che prima che gli venisse, me l’abbia contagiata attraverso una sigaretta?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il periodo di incubazione varia dalle 4 alle 8 settimane, quindi è improbabile che si tratti di mononucleosi; inoltre con tutta probabilità sarebbero colpite entrambe le tonsille.

    4. Anonimo

      Ho gonfiore a tutte due le tonzille, ma quella destra è molto più gonfia rispetto a quella sinistra. E’ da tre giorni che le ho così, e a dire la verità fino a ieri non avevo completamente dolore alla gola. Invece oggi si, specialmente nel momento in cui devo mordere qualcosa, trovo difficoltà nell’aprire la bocca. Ho anche dei dolori alla schiena, alle costole e all’addome, però non so se sono dovuti al tempo, dato che a causa di un brutto incidente mi sono rotta le costole e ho avuto un emoragia al fegato.

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se salisse ulteriormente la febbre contatti il medico e gli faccia presente del caso di mononucleosi nella sua compagnia.

    6. Anonimo

      La febbre fino ad ora è stata ferma tra i 37 e i 37 e mezzo, e oggi invece niente. Tende a salirmi la sera, comunque purtroppo essendo Sabato non so a chi affidarmi, intanto lei mi sconsiglia di uscire?
      P.S. se davvero fosse mononucleosi crede che già avrei contagiato il mio ragazzo?

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Vale sicuramente la pena stare a casa; rimango dell’idea che probabilmente non è mononucleosi, ma se lo fosse ed avesse baciato il suo ragazzo probabilmente gliel’avrebbe trasmesso.

    8. Anonimo

      Grazie per aver chiarito i miei dubbi. L’aggiornerò se ci saranno novità.

  2. Anonimo

    Gentilissimi,
    da un paio di giorni ho mal di gola, in particolare sento una ghiandola (parte sx della gola) gonfia e guardandomi allo specchio ho notato puntini bianchi all’altezza delle tonsille (ma solo da una parte). non ho febbre.
    la gola brucia solo nel caso in cui deglutisco, e mi fa molto male in quel caso. è come se sentissi una pallina e quando scende la saliva o del cibo fa cosi male che mi duole anche l’orecchio.
    stamattina mi sono svegliata e nella saliva ho trovato del sangue. il mio medico potrà vedermi solo nel pomeriggio. sono preoccupata.
    grazie mille per la vostra risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Capisco che il sangue possa spaventare, ma l’assenza di febbre fa ben sperare che non sia assolutamente nulla di preoccupante. Mi faccia sapere l’esito della visita.

    2. Anonimo

      la ringrazio. in ogni caso ho anche un herpes nel naso. in concomitanza con la saliva col sangue tirata fuori dalla gola ho notato che la crosticina dell’herpes si era rotta, facendo fuoriuscire quindi altro sangue. che sia tutto legato o magari si sia rotto un capillare in gola? 🙁

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Difficile fare ipotesi concrete senza vedere, ma la sensazione è che non sia nulla di preoccupante, solo fastidioso.

    4. Anonimo

      La ringrazio per la pazienza. Le farò sapere più tardi.

    5. Anonimo

      Gentile dottore,
      mi perdoni se rispondo solo ora.
      Presa dall’ansia e dagli attacchi di panico quella sera, nonostante la visita del medico di base, sono andata in ospedale…
      risultato..raggi ai polmoni: tutto ok
      analisi sangue : tutto ok
      visita dallo specialista che mi ha riscontrato tonsille criptiche e mi ha dato una cura con antibiotico e lavaggi con acqua e limone.
      ieri,dopo quindi 4 giorni, ho sentito di nuovo in bocca la sensazione di sangue, nella saliva ce n’era pochissimo… ecco che mi sono di nuovo preoccupata.
      potrebbero essere anche le gengive, in quanto mi è capitato spesso altre volte vederle sanguinare, o è una possibile conseguenza della rottura dei capillari? sia il medico di base che i due dottori in ospedale mi hanno detto che si possono rompere i capillari in gola…ma io sono di nuovo nel pallone!
      Aspetto sue.

    6. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Direi che a questo punto non abbiamo più dubbi sul fatto che non ci sia nulla di cui preoccuparsi, a maggior ragione se occasionalmente riscontra anche sanguinamento gengivale.

    7. Anonimo

      Grazie mille, gentilissimo e rapido come sempre.

  3. Anonimo

    Come si fa a sapere se è mononucleosi o tonsillite???ho dolore solo alla tonsilla destra,ma fortissimo,allucinante…poca febbre..37..37.5…ho I linfonodi Della gola grossi solo a destra,le placche bianche ad entrambe le tonsille….è iniziato con stanchezza,,un po di mal di gola,una sera ho avuto moltissimo mal di testa,poi diarrea x una mattina ed infine queste placche,cos’è?

  4. Anonimo

    Diciamo stanchezza 3 giorni prima delle Placche,ma non avevo febbre neanche 2 giorni prima che mi venissero

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      I sintomi mi farebbero pensare più ad un’infezione batterica o, più banalmente, una semplice infiammazione; l’unico modo certo per diagnosticare la mononucleosi è attraverso esami del sangue.

  5. Anonimo

    Sono andata dal medico,ha detto ke è batterica,perche non ho i linfonodi arrossati o una cosa simile,solo che è abbastanza grave,xo con l’antibiotico va via,se non funziona questo dovrò farmi delle iniezioni

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In genere con l’antibiotico per bocca si risolve; le raccomando di seguire scrupolosamente le indicazioni del medico per quanto riguarda dosi e tempi.

  6. Anonimo

    Buongiorno. Circa un mese fa ho avuto una tonsillite, credo virale (non ho fatto nessun tampone), che si è risolta senza complicazioni nel giro di una settimana (dopo due giorni con febbre intorno ai 38 – 38,5). All’epoca, oltre alle tonsille, mi si erano leggermente fonfiate anche le ghiandole parotidi. Da un paio di giorni mi si è gonfiata la ghiandola parotide destra, senza tuttavia causarmi dolore, se non un leggero fastidio all’atto della deglutizione. Siccome per lo meno fino alla prossima settimana non posso recarmi presso il mio medico volevo chiedere un parere in merito. Si tratta di qualcosa collegato alla tonsillite trascorsa?

    1. Anonimo

      P.S. Escluderei mononucleosi in quanto ho fatto l’esame del sangue una settimana fa e avevo tutti i valori in ordine.

    2. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se l’unico sintomo è un po’ di gonfiore probabilmente non è nulla di cui preoccuparsi e non necessariamente legato al precedente episodio.

    3. Anonimo

      P.P.S. Aggiungo, non ho febbre. Saluti!

  7. Anonimo

    Molto gentile e soprattutto veloce nella risposta. Ora vedo se nei prossimi giorni si sgonfia, nel caso mi recherò dal mio medico. Cordiali saluti e ancora grazie!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Condivido, è la soluzione migliore.

  8. Anonimo

    Come non detto, questa notte ha iniziato a farmi male la gola (fastidio nella deglutizione) e stamattina controllando le tonsille ho notato che sono di nuovo arrossate e gonfie (soprattutto la destra). Ora, le ripeto, sono fuori casa per lavoro e fino a lunedì non potrei recarmi dal mio medico. Comunque continuo a non avere febbre e non accusare alcunché se non il classico fastidio nella deglutizione. Mi sorge un dubbio, che quella di un mese fa non fosse una tonsillite batterica e ancora non sono riuscito a debellarla? Sottolineo però che da quando mi sono ripreso dalla tonsillite del mese scorso non ho più accusato nessun fastidio per circa 25 giorni.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se per 25 giorni non ci sono stati sintomi escluderei che i 2 episodi siano collegati.

    2. Anonimo

      Effettivamente anche a me parrebbe strano che i due fenomeni siano collegati. Però il dubbio viene visto che è da quando ero bambino che non avevo problemi alle tonsille (ho 28 anni) e ora nel giro di un mese ben due episodi. Allora mi consiglia di attendere fino a lunedì quando potrò recarmi dal mio medico? Grazie ancora! Saluti

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se non c’è febbre ed il dolore è sopportabile/gestibile a mio avviso può attendere ed eventualmente tamponare con farmaci sintomatici.

    4. Anonimo

      Purtroppo la situazione è “degenerata” e ieri mattina mi sono svegliato con 38,5 di febbre. Nel pomeriggio, visto il dolore e il gonfiore dei linfonodi, sono andato al Pronto scoccorso. Mi è stato prescritta una cura con antibiotico (Augmentin) per 6 giorni e un’ecografia (che farò lunedì) al collo per stare più tranquilli. Il dolore alle tonsille ora è veramente forte e sono più gonfie ancora del mese scorso… Speriamo che da domani la situazione migliori perché al momento non riesco nemmeno a mangiare. Che lei sappia posso continuare a spruzzarmi in gola un prodotto a base di flurbiprofene (viste le numerose interazioni che può avere l’antibiotico) per alleviare un po’ di dolore? Grazie e la terrò aggiornato, a questo punto. Saluti

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Può tranquillamente continuare ad usare flurbiprofene spray (di norma la dose è 2 spruzzi 3 volte al giorno).

    6. Anonimo

      Adesso purtroppo è il weekend quindi c’è poco da fare se non aspettare il parere dell’otorino lunedì. Il dubbio che mi viene è, dopo aver letto qua e là articoli relativi alla tonsillite, sarà stata una saggia decisione che la dottoressa del pronto soccorso mi ha prescritto l’antibiotico? In fondo, senza tamponi non è possibile capire se l’infezione è effettivamente batterica… Forse a scopo cautelare?

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Attraverso l’esperienza i medici riescono ad individuare con basso margine di errore le tonsilliti batteriche, inoltre la febbre impone cautela e suggerisce la copertura antibiotica.

    8. Anonimo

      Buongiorno Dottore, mi scusi di nuovo ma ho alcuni dubbi e, essendo oggi domenica, non saprei con chi consultarmi. Questa notte, per l’ennesima volta, mi è salita la febbre a 38,5 e ho di nuovo dormito poco o niente. I linfonodi continuano a essere gonfi (anzi ora si è gonfitato anche quello sotto il mento), così come le tonsille, che sono anche ricoperte di placche. Ora ho un dubbio: sul foglio illustrativo dell’Augmentin leggo che qualora si notasse rigonfiamento dei linfonodi di interrompere la terapia. Nel mio caso però il gonfiore c’era già prima di iniziare la terapia, è solo un po’ aumentato ma magari sarebbe stato il naturale decorso. Lei mi consiglia di continuare a prendere l’antibiotico? Dovrei prendere ancora 3 pastiglie prima della visita dall’Otorino. Mi scoccerebbe davvero interrompere la cura e dover ricominciare tutto da capo.

      Nel frattempo sto anche prendendo 3 bustine al giorno di Tachipirina.

      Mi scusi per la lunghezza, forse sono io troppo apprensivo, ma non sono abituato a stare male per così tanti giorni, fortunatamente ho sempre avuto una salute di ferro. Saluti,

    9. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ci può stare, Augmentin richiede fino a 36-48 ore prima di cominciare a fare effetto.

    10. Anonimo

      Ieri sono stato dall’otorino che mi ha diagnosticato: “Tonsillite eitemato pultacea con linfoadenopatie laterocervicali.”. E mi ha confermato la terapia con Augmentin, 3 al dì per 6 giorni. Mi ha aggiunto alla cura un antinfiammatorio, il Brufen, che effettivamente mi ha fatto sentire un poco meglio. Tuttavia le tonsille rimangono identiche ai giorni scorsi, così come i linfonodi e la febbre va e viene di continuo. E’ possibile, a metà cura antibiotica ancora nessun miglioramento?

    11. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Prima Augmentin lo assumeva già 3 volte al giorno od era fermo a 2?

    12. Anonimo

      La dose è 3 volte al giorno fin da quando ho iniziato al cura, venerdì sera…

    13. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, effettivamente mi sarei aspettato una risposta migliore; nel caso in cui la situazione non fosse cambiata all’ultimo giorno di cura, prima di finire la terapia, ricontatti l’otorino.

    14. Anonimo

      Ho contattato il mio medico di base che mi ha consigliato di sostituire la cura di Brufen con il Deltacortene 25 mg. Poi venerdì o sabato, a cura antibiotica terminata, se non avrò avuto ancora miglioramenti, mi recherò da lui… probabilmente mi prescriverà un po’ di esami, innanzitutto quello del sangue.

    15. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi sembra un intervento particolarmente deciso, ma giustificato dal contesto; per quanto possa contare, condivido il suggerimento.

    16. Anonimo

      Di nuovo buongiorno Dottore, domani andrò a fare i tamponi e gli esami del sangue. Da ieri sera, comunque, stanno iniziando a staccarsi dei pezzi delle placche che mi ricoprivano quasi tutte le tonsille. Ho ancora dolore, anche se ad osservarle mi paiono meno gonfie e meno infiammate… finalmente l’antibiotico avrà sconfitto il batterio? Speriamo!

    17. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sicuramente anche il cortisone ha contribuito a disinfiammare.

    18. Anonimo

      Secondo lei, posso prendere la scomparsa delle placche come la sconfitta del batterio? La certezza l’avrò lunedì col ritiro delle analisi… però da sua esperienza quando le placche se ne vanno vuol dire che si è sulla via della guarigione? Anche perché proprio oggi a mezzogiorno ho terminato la terapia di Augmentin. Grazie come sempre!

    19. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il fatto che le placche stiano scomparendo è un ottimo segno, ma in quanto a febbre come siamo messi? E il dolore?

    20. Anonimo

      La febbre non si ripresenta da ieri mattina, mentre il dolore è sicuramente diminuito… non del tutto, ma non è più come avere una lametta in gola.

    21. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Buon segno!

    22. Anonimo

      Ogni tanto mi ripresento… diciamo che per ora sembra che tutto stia tornando alla normalità, niente più placche, tonsille e linfonodi ridimensionati e non ho più avuto febbre. E in attesa dei risultati degli esami del sangue e tampone faringeo. Volevo però chiederle una cosa: poco fa mi sono accorto di essere ricoperto su petto, schiena e avambracci da tanti puntini rossi, un’eruzione cutanea insomma, che però non mi causa fastidio. Il fenomeno può essere ancora legato all’assunzione di Augmentin, che però ho interrotto 2 giorni fa? Grazie come sempre

    23. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ possibile, anche se di norma al limite compare prima.

    24. Anonimo

      Dottore rieccomi… ho ritirato gli esami. Al tampone orofaringeo è risultato tutto ok, mentre con gli esami del sangue sono comparsi alcuni valori sballati. A questo punto mi sa che si trattava di quella che avevo escluso a priori, ossia mononucleosi. Ho infatti valori leggermente al di sopra della norma di leucociti. E all’esame microscopico risulta che “sono presenti numerosi e numerosi elementi linfoidi polimorfi, con aspetto marcatamente reattivo”. Domani sottoporrò gli esiti al mio medico. Ad ogni modo, grazie per i suoi consigli e opinioni a tutte le mie domande. Cordiali saluti.

    25. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Quei valori potrebbero essere semplicemente il risultato residuo della lotta tra il sistema immunitario e l’infezione, quindi potrebbe anche essere tutto nella norma; mi faccia comunque sapere cosa ne pensa il suo medico, che riuscirà a valutare probabilmente anche l’entità delle differenze con i valori considerati normali.

    26. Anonimo

      Buongiorno Dottore, allora, secondo il mio medico si è trattato di mononucleosi. Purtroppo negli esami del sangue non mi hanno fatto il monotest, nonostante fosse stato richiesto, quindi esiste ancora il beneficio del dubbio. Ad ogno modo, considerato che i linfonodi e le tonsille sono tornati alla normalità, non ho più avuto febbre né altri sintomi, il medico mi ha consigliato di ripetere gli esami del sangue tra 15 giorni. Probabilmente troveremo i valori nuovamente nella norma. Saluti.

    27. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Meglio così, mi tenga al corrente.

    28. Anonimo

      Buongiorno dottore, ieri ho ritirato i risultato di un nuovo esame del sangue fatto martedì mattina. I valori sono tutti rientrati nella norma mentre la reazione di Paul Bunnel è risultata positiva. Si era dunque trattato veramente di mononucleosi. Una domanda: il fatto che la reazione sia positiva vuol dire che sono potenzialmente ancora contagioso? Grazie e saluti

    29. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Credo in linea di massima di sì, perchè la reazione rileva anticorpi IgM, ossia quelli sviluppati e presenti durante la fase acuta; è comunque solo un’ipotesi per ragionamento, non sono certissimo.

    30. Anonimo

      Grazie come sempre. Domani mi recherò comunque dal mio medico. Un’ultima domanda, che lei sappia posso comunque stare tranquillo, cioè tutto si risolve da sé giusto? La reazione di Paul Bunnel ho letto su internet che può risultare positiva anche per diverse settimane.

    31. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La mononucleosi può essere lunga e fastidiosa, ma in genere non comporta rischi particolari se ben seguita.

  9. Anonimo

    Ho le tosille gonfie, il pus che si è creato secondo voi va scoppiato e disinfettato con quale prodotto?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se lo desidera e riesce può rimuoverlo con un cotton-fioc, in ogni caso può disinfettare con collutori a base di clorexidina 0.2%.

  10. Anonimo

    Ciaoo a tutti allora a 6 giorni ke ho la tonsillite ho preso antibiotici ho preso anke te col limone ma nn vuole passare l unica cosa ke lo fà un pò calmare è l oki cosa devo fare???

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Quanti anni ha? Che antibiotico ha assunto? Come lo ha assunto (dosi e tempi)? Chi gliel’ha prescritto? C’è febbre?

    2. Anonimo

      16 febbre non ne ho le placche non sono grandi e come antibiotico tachipirina una supposta ogni giorno

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Tachipirina non è un antibiotico ma, in ogni caso, serve un intervento un po’ più incisivo.
      Visto che non c’è febbre può tranquillamente rivolgersi in farmacia, oppure ovviamente dal suo medico, per avere consigli su una cura più mirata.