1. Anonimo

    salve dottore ,le scrivo perche un mio amico è ipertiroideo, pero ha i valori del sangue alla soglia dell ipertiroidismo e gli hanno detto che se nn si sballano questi valori nn si puo fare nessuna cura. e vero?? e se e cosi cosa si puo fare per sballare questi valori?? perchè il mio amico sta davvero male e magro anche se mangia, collassa molto spesso, soffre di stanchezza e ha molti sbalzi d umore…sono molto preoccupato.
    grazie in anticipo per i chiarimenti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ seguito da un endocrinologo?

    2. Anonimo

      no non credo… oggi per l ennesima volta gli esami sono risuktati stabili per cui non gli e stata data nessuna cura se non degli psicofarmaci che lo aiutino a tenersi su..e il suo dottore gli ha detto di andare da un iridologo…a me gli psicofarmaci cosi dati a caso mi sembrano eccessivi cosa ne pensa??

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sarò sincero, ma tenga conto che a distanza potrei essermi fatto un’idea sbagliata della situazione, quindi la prego di valutare le mie parole come opinione del tutto personale e quindi potenzialmente errata.

      Leggo di valori nella norma, quindi è possibile che i sintomi non siano dovuti alla tiroide.
      Il ragazzo vorrebbe prendere farmaci per la tiroide, ma non si fida degli psicofarmaci (quando magari il problema è di origine prettamente ansiosa).
      Un medico che consiglia un iridologo mi lascia senza parole, ma anche questa è un’opinione del tutto personale.

      In buona sostanza, se avessi io questi problemi, prenoterei una visita da un endocrinologo (lo specialista che tratta i problemi di tiroide) per avere delle risposte definitive una volta per tutte.

    4. Anonimo

      gli riferirò…ma quindi l iridologia non e utile???
      comunque sia cercherò di convincerlo a fare una visita endorinologa

    5. Anonimo

      ah come farmaco le e stato dato il daparox ha senso??

    6. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Personalmente non credo all’iridologia ().

      Un tentativo con il Daparox potrebbe essere utile (è un antidepressivo, e mi conferma l’ipotesi che il medico giudichi i sintomi come manifestazioni ansiose); l’endocrinologo potrebbe confermarle in via definitiva se serva trattamento o meno, e sopratutto se i sintomi siano compatibili con gli esami del sangue.

    7. Anonimo

      a me con sincerita sembrava esagerato ho visto k ha molte controindicazoni certe!
      poi gli e stata data una dose mininma di 2 mg al gg
      ma puo avere un senso utile un dosaggio cosi basso?

    8. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il dosaggio probabilmente verrà aumentato con il tempo, è giusto partire a dosi basse.

  2. Anonimo

    il mio ragazzo è da 3/4 mesi che ha tachicardia, ma solo negli ultimi giorni sta davvero male, gli vengono attacchi di panico all’improvviso, tachicardia forte, giramenti di testa che lo hanno portato vicino allo svenimento, attacchi d’ansia anche questi improvvisi e poca voglia di mangiare.
    ha 24 anni potrebbe essere un problema alla tiroide come suggerito del suo medico?
    la rigrazio…

  3. Anonimo

    sono sempre io….. ho dimenticato di dirle che a volte vede male.
    la ringrazio ancora

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La tiroide è sicuramente una possibilità, ma non escludo che sia “solo” ansia.

  4. Anonimo

    grazie per aver risposto!!!
    se fosse solo ansia secondo lei si può combattere solo con ansiolitici?
    grazie ancora

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Esiste l’alternativa, sempre ammesso e non concesso che sia solo ansia (la tiroide va verificata ugualmente), del supporto psicologico.

    2. Anonimo

      gli esami per la tiroide li ha fatti poca fa, mercoledì andiamo a ritirare i referti!!!! se fosse la tiroide come si cura?
      per il momento il medico gli ha prescritto un ansiolitico e una pastiglia per la tachicardia, sembra che funzionino questi due farmaci ma vorrei non li prendesse perchè lo stordiscono e poi a lungo andare creano dipendenza!!!! secondo lei per qunto tempo dovrebbe prendere questi farmaci senza che creino dipendenza???
      la ringrazio ancora per la sua disponibilità…

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Per la tiroide in genere si procede a terapie con farmaci.
      2. Purtroppo non le nascondo che gli ansiolitici creano dipendenza, ma in questi casi si sceglie il male minore.

    4. Anonimo

      buona sera… volevo dirle che il mio ragazzo ha ritirato gli esami della tiroide ma sono negativi, è tutto nella norma! quasi sicuramente gli attacchi di panico e d’ansia sono provocati da un esaurimento nervoso!!!!
      la ringrazio ancora per la sua disponibilità!!!

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Grazie a lei per l’aggiornamento.

  5. Anonimo

    Salve dottore,da 5-6 anni (1 volta/anno) faccio i controlli x la tiroide-il prelievo,l’ecografia e la visita da un endocrinologo.Fin ora non mi ha dato nessuna cura perchè il medico che mi segue ha detto che x ora basta tenere sotto controllo.Però l’ultima volta (6 mesi fa) quando ho fatto l’ecografia ho visto che i noduli (sono sempre 9) sono diventati lievemente più grandi (4 a sinistra e 5 a destra;1 anno fa era 3 a sin e 4 a destra).Cosa vuol dire?Che sta peggiorando?La prossima visita ho solo a febbraio (2013).E poi anche da circa 10 giorni mi sembra che il mio collo a destra è diventato più grosso del solito.Prima non era così (almeno mi sembra).Può succedere che peggiora in poco tempo?La ringrazio di cuore x la sua risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Spesso l’ansia ci porta a giudicare cambiamenti che in realtà sono minori di quanto ci appare, quindi per ora suggerirei di non preoccuparsi; potrebbe eventualmente sentire il suo medico di base che è assolutamente in grado di valutare il collo.
      Relativamente all’aumento di dimensione dei noduli può capitare, ma se lo specialista è tranquillo non c’è motivo di allarmarsi.

    2. Anonimo

      Grazie di cuore

  6. Anonimo

    Salve ho un nodulo alla tiroide da anni, poco tempo fa ha fatto una visita di controllo dall’endecrinologa vedendomi ingrassata mi ha prescritto tirosint 25 microgrammi da prendere tutti i giorni per 3 mesi. Ho notato che mi sono sgonfiata tantissimo ma noto una perdita di appettito, può dipendere dalla prolungata assunzione di qst fiale? Le sto prendendo da 15 gg.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Un pochino è possibile, ma probabilmente è legato anche al cambio di stagione.

  7. Anonimo

    HO 53 ANNI SONO alta 166 cm e peso 61 kgSH

    ho appena fatto gli esami dei valori tiroidei e sono risultatati

    FT3 3,04
    FT4 0,40
    TSH 26,6

    SONO AFFETTA DA IPOTIROIDISMO?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sembrerebbe di sì.

  8. Anonimo

    Buongiorno,sn da 2 anni che vado avanti a diete dopo aver avuto il mio 4econdogenito nn riesco a perdere peso max 2 kg e subito vanno ripresi.sudorazione,molto stanchezza.un’amica ha detto che probabilmente puo’ essere tiroide.esistono farmaci senza far la trafila di esami da poter prendere per tenerlo basso?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non facciamo pasticci, la “trafila” è necessaria innanzi tutto per capire se davvero il problema sia quello.

  9. Anonimo

    ho l’ipertiroidismo ho ritirato gli esami ieri sera… lunedì dovrei partire per una settimanase ritardo la terapia è pericoloso?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Dipende dalla gravità della situazione?
      Se fosse possibile consiglierei di sentire almeno telefonicamente il medico e valutarlo con lui?

  10. Anonimo

    il mio dottore mi ha detto di rimandare il viaggio.ok grazie rimanderò il viaggio…grazie.