1. Anonimo

    ho 71 anni mi son punto con un chiodino arruginito da tre giorni cosa dovevo fare . ma non mi fa male non cio niente mi debbo preocupare per il tetano .e quale la verita’ quanta giorni ci sono ancora per scngiurare il pericolo

  2. Anonimo

    Consiglierei di rivolgersi immediatamente al medico per valutare antitetanica e/o immunoglobuline.

  3. Anonimo

    sono la madre di un bambino di anni12 poco fa mio figlio è stato morso da un cane che per altro lo teneva al guinzaglio il propietario i morsi non sono profondi non è uscito sangue però si notano i segni in pratica 3puntini rossi mi sono informata dal propietario se il cane è vaccinato e mi ha mostrato il libretto dei vaccini quindi da quel lato sono tranquilla quello che mi preoccupa di piu è il fatto che non ricordo quando mio figlio ha fatto il richiamo del vaccino essendo che nontrovo il libretto delle vaccinazioni non voglio fargli l antitetanica devo preoccuparmi?o andare subito dal medico?

  4. Anonimo

    Se non è uscito sangue difficilmente c’è stato contagio, suo figlio poi dovrebbe avere ricevuto l’ultimo richiamo fra i 5 ed i 6 anni, quindi al momento risulterebbe coperto. In ogni caso domani potrebbe essere utile una telefonata al pediatra per un parere più autorevole.

  5. Anonimo

    SALVE,
    HO AVUTO IL MIO CANE CHE AVEVA IL TETANO,L’HO PORTATO DAL VETERINAIO E GLI E’ STATA FATTA L’ANTITETANICA ED E’ STATO PER CIRCA 3/4 GIORNI IN CLINICA.QUANDO SONO ANDATA A PRENDERLO,ANCORA ERA PARALIZZATO,AL RITORNO HA FATTO LA PIPI’ SULLE MIE GAMBE E ZONA INTIMA.COSA DEVO FARE?GIA’ HA ESPELLATO LA TOSSINA?

  6. Anonimo

    Vorrei davvero saperla aiutare, ma non ho conoscenza di medicina veterinaria; immagino però che se è stato dimesso la prognosi sia più che positiva e non ci sia da stupirsi nel vederlo in convalescenza per qualche giorno. Mi tenga informato.

  7. Anonimo

    ho 21 e ho fatto le vaccinazione obbligatorie alla nascita, non ricordo però di avere effettuato altri richiami. Ieri mi sono leggermente ferito ad un dito con un ferro arrugginito. La ferita è piccola: circa mezzo centimetro e superficiale, diciamo che mi sono solo “spellato” ma è uscito una piccolissima parte di sangue. Ho subito disinfettato la ferita con tintura di iodio. devo preoccuparmi? Sono certo di dover fare il richiamo ma volevo sapere se era il caso di andare al pronto soccorso.
    La ringrazio

    1. Anonimo

      Il Pronto Soccorso non è mai necessario in questi casi a meno che non si renda necessario cucire la ferita; valuti invece con il suo medico di base, anche solo telefonicamente, l’opportunità di ripetere il ciclo vaccinale del tetano.

  8. Anonimo

    Salve!io e mia madre siamo state morse da un cane.mia madre ha avuto anche punti e le hanno prescritto l’ antitetanica(comprata in farmacia).il medico ha detto che nel mio caso non era necessaria.dall’ episodio del morso è passato un mese e ora come ora, anche se io non sono un medico,mi chiedo se sia stata una buona idea non farmi fare l’ antitetanica.volevo chiederle se esiste un esame di laboratorio per verificare se ho preso il tetano oppure no.in attesa di una sua risposta le invio cordiali saluti e grazie mille

    1. Anonimo

      “Il ciclo di base è costituito da tre dosi di vaccino, da praticare entro il primo anno di vita del bambino (al 3°, 5° e 12° mese). Una dose di richiamo (associata con le componenti contro la difterite e la pertosse – DTaP) viene eseguita nel 6° anno e un’altra a 14 anni (tetano, difterite a ridotto contenuto di anatossina e pertosse – Tdap).
      La vaccinazione antitetanica, a ciclo di base ultimato, conferisce una protezione pressoché totale: efficacia del 100%.
      La durata della protezione nel tempo è molto lunga, almeno 10 anni, ed è ulteriormente garantita dall’esecuzione dei richiami.” (Fonte: )

      L’antitetanica è obbligatoria in Italia secondo il calendario che le ho riportato, quindi se ha fatto tutte le vaccinazioni obbligatorie è coperta fino ai 24 anni. Credo possa stare tranquilla.

  9. Anonimo

    Ho 40 anni. Ho avuto un piccolissimo incidente domestico. Mentre utilizzavo delle pinze, forzando mi sono ferito al pollice (un piccolissimo buco). Le pinze, attrezzo ce si trva in cantina, non era pulito. E’ uscito del sangue ed io l’ho lasciato uscire stringendo la parte. Mi sono lavato molto bene con acqua e sapone visto che non avvevo a disposizione un disinfettante. Ho chiesto in farmacia che mi h detto di passare cmq al P.S.
    Sono andato,mi vergognavo un po’ vistola piccola entità del danno, un mio amico infermiere mi ha chiesto se avessi fatto uscire il sangue e dopo la mia risposta affermativa mi ha tranquillizzato. Inoltre ha detto che le immunoglobuline sono ugualmente “pericolose” visto come sono prodotte. Lui me le ha sconsigliate. La ferita è chiusa. la prossima settimana proverò ad andare alla asl per fare io richiamo del vaccino. Devo star tranquiillo?

    1. Anonimo

      E’ naturalmente difficile fare valutazioni a distanza, in ogni caso la tenga sotto osservazione e nel caso di infezione locale o sintomi sistemici dubbi cerchi assistenza medica immediata.

  10. Anonimo

    Salve, mio figlio di 8 mesi ha avuto un lieve incidente domestico, in pratica e` scivolato ed ha battuto la testa sullo spigolo di un mobile o sulla cerniera che collega la porta al mobile stesso (metallo non arruginito ), si e` procurato un piccolo taglietto sopra l’occhio destro da cui e` uscita una goccia di sangue, abbiamo provveduto a disinfettare la ferita immediatamente ed abbiamo applicato un cerotto a protezione della stessa, ora il dubbio e`il seguente, siccome ha ricevuto la prima dose di antitettanica ad Agosto 2009 e fino ad ora non abbiamo effettuato i richiami poiche` a seguito di un trasferimento in USA abbiamo ottenuto il medico solo un paio di settimane fa.Vorrei chiedere se c’e` riscio che possa esservi stato un contagio? E poi sapere per quanto tempo e` coperto dalla prima dose ricevuta.

    1. Anonimo

      A mio avviso non ci sono pericoli particolari, in ogni caso un parere di un pediatra vista la giovanissima età è preferibile. Raccomando inoltre di riprendere seriamente in mano il calendario vaccinale, eventualmente ripetendo a giudizio del pediatra i primi vaccini fatti.