1. Anonimo

    Salve dott. Cimurro ,mi piacciono molto le sue risposte ,sempre ben chiare e rassicuranti….sono unadonna di 50 e da moltisdimo tempo soffro di ansia e ipocondria…..somatizzo tutto con sintomi fisici veri e propri come agitazione ,extrasistoli per qualsiasi emozione,pensiero,a riposo.,,,.mi devo preoccupare? Ptendo regolarmente il cipralex da 10 mg e en al bisogno…..,,ho paura di avere qualcosa al cuore …..ma il mio dottore mi tranquilizza perche’ dice che sono dovute all’ansia…,,,effettivamente le gocce di en me li fa passare….quindi? Lei che mi dice caro dott.cimurro,,,,,grazie.,,grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se ha già verificato con il medico può stare assolutamente tranquilla, i sintomi possono effettivamente essere spiegati tutti con l’ansia.

  2. Anonimo

    Buongiorno Dottore. Ultimamente mi capitano episodi di tachicardia che iniziano con senso di ansia e battiti accelerati che inizialmente sono intorno ai 100 poi mi alzo per misurarli con un app, cardiio, e aumentano. Ora le scrivono come sono i battiti in un episodio tipo. Ore 4:36 152 bpm; ore 4:37 119 bpm ( dopo che mi sono buttata dell’acqua fredda su volto e braccia); ore 4:38 114 bpm; ore 4:39 88 bpm; ore 4:41 81 bpm; ore 4:48 74 bpm. Le metto un altro episodio tipo capitatomi ieri. Ore 8:20 84 bpm; ore 8:21 111 bpm; ore 8:23 130 bpm; ore 8:24 139 bpm; ore 8:25 111 bpm; ore 8:26 95 bpm. I battiti sono rimasti intorno agli 85/95 fino alle 9. Alle 9:28 erano a 74. Secondo lei l’andamento della mia tachicardia potrebbe essere parossistica?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ne ha già parlato con il medico? Soffre d’ansia?

    2. Anonimo

      Si dottore soffro di ansia.

    3. Anonimo

      Secondo lei la mia tachicardia è parossistica?

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso no, ma va comunque approfondita con il medico.

    5. Anonimo

      Grazie Dottore. Inoltre le volevo dire come mai dopo mangiato ho extrasistole e ansia? È causa delle stomaco?

    6. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe essere legato a reflusso/ernia iatale, ma anche in questo caso non lo trascuri e lo verifichi con il medico.

  3. Anonimo

    Salve,

    soffrivo di tachicardia parossistica, diagnosticata e riscontrata ogni volta che mi presentavo nel pronto soccorso più vicino con l’episodio in corso, dall’età di 18 anni circa. Due, tre o quattro episodi l’anno, trattati con isoptin endovena e una sola volta con pressione sui bulbi oculari. Gli episodi non sono mai cessati da soli, per cui dopo anche 3-4 ore di attesa il ricorso al pronto soccorso era inevitabile.
    Mi sono stati prescritti farmaci beta-bloccanti quotidiani a vita, che non ho mai assunto.
    Poi, all’improvviso, intorno ai 26-27 anni, gli episodi sono scomparsi da soli.
    Come si può spiegare questo fatto?
    Il fatto che nel frattempo mi sono laureato e sistemato sentimentalmente può aver assunto un ruolo su un problema avente cause fisiche e non mentali?

    Nota a margine: se avessi assunto i farmaci beta-bloccanti, probabilmente li starei ancora assumendo (con tanto di effetti collaterali significativi) senza sapere di non avere più la sindrome.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, probabilmente una stabilità psicofisica è stata determinante.

  4. Anonimo

    Salve sono una ragazza di 21 anni ho avuto 2 bimbi..al’eta di 12 ho avuto la tacchicardia parrossisica e lavevo ogni mese dopo il secondo figlio che ha 10 mesi nn mi e venuta x 8mesi.. poi un giorno ero troppo nervosa e mi e rivenuta in quei 8mesi ke nn mi e venuta nn lo pansata affatto xke mi era morta una mia amica.. dopo ho ripensato alla tacchicardia e mi e rivenuta io nn so se fare lamblazione o no.. secondo lei ho la tacchicardia parrosisica o no o me la faccio venire io perche soffro anche dansia pero riesco a riconoscere la tacchicardia parrossisica.. secondo lei devo fare lablazione o no??ma i rischi quali sono cosa mi puo succedere??

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, bisognerebbe valutare bene la frequenza cardiaca che raggiunge, se è ritmica, la frequenza di questa tachicardia ( se dura giorni interi) , se compromette la sua qualità di vita. Inoltre bisogna escludere patologie che possono causarla ( per esempio controllare la funzionalità tiroidea). E’ stata valutata da un cardiologo?

    2. Anonimo

      Salve si e stata valutata la tiroide ma nn ce lo.. oggi sono andata daun cardiologo e mi a consigliato di fare lo studio elettrico fisiologico del cuore ma io nn voglio farko e le ho detto se aveva qualke pastiglia da darmi per questa tacchicardia e mi a dato seloken metopololo secondo lei me la fa passare la tacchicardia… o con questa pastiglia succede qualcosa?? Ma skusi la mia ignoranza ma di tacchicardia parossistica si muore??

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, il farmaco prescritto abbasserà il battito.

  5. Anonimo

    Buongiorno, ho 20 anni, dopo molte volte che mi sono sentita male i dottori si sono accorti che ho una tachicardia posturale aortica, e mi hanno dato la terapia bisoprololo da 1.25 mg per due volte al giorno, in più ieri il cardiologo mi ha prescritto il procoralan da 5 mg da prendere 2 volte al giorno.. Alla mattina una pastiglia di bisoprololo e una di procoralan e alla sera anche. Volevo chiedere una cosa…il procoralan è un farmaco salva vita? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Cosa intende lei per “salva-vita”?

    2. Anonimo

      Siccome sono andata in farmacia per comprarlo e mi hanno detto che non c’è l’hanno perché devono farlo arrivare dall’ospedale, come mai solo quel farmaco arriva dall’ospedale? E mi hanno detto che non si paga nulla.
      Allora mi chiedevo se è un farmaco salva vita

    3. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, no non lo è, è un farmaco che viene usato spesso in associazione al primo che le hanno dato come trattamento di questo tipo di patologia. Saluti.

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi inserisco solo per aggiungere che la modalità di ritiro descritto è un approccio scelto da diverse Regioni (Distribuzione per conto), in cui il farmaco viene dispensato direttamente dall’ASL ma attraverso la farmacia territoriale con l’obiettivo di un risparmio per le casse regionali.

    5. Anonimo

      Grazie mille per le informazioni

  6. Anonimo

    Ho una tachicardia parossistica sovra ventricolare, ma capita che i miei battiti si aggirino sui 50 al minuto. Non sono sportiva! Insomma per mesi sono stata bradicardia ma non sono riuscita a rilevarla con holter. Potrebbe essere una malattia del nodo del seno invece? O il fatto che sia stata diagnosticata la tachicardia parossistica sovra ventricolare esclude già da sé la bradi tachi aritmia o malattia del nodo del seno?
    Grazie

    1. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non la esclude a priori, nè però ce la fa sospettare in particolare…ovviamente va valutato il quadro clinico d’insieme dal cardiologo.

    2. Anonimo

      La ringrazio

  7. Anonimo

    Xanax va bene per la tachicardia da ansia?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se prescritto sì, va benissimo.

      Preciso il “se prescritto” perchè in questi casi è importante verificare con il medico le cause dell’aumento di frequenza del battito, una volta accertato che sia ansia questa viene trattata nei modi canonici.

  8. Anonimo

    65 battiti a riposo è troppo basso? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ultima parola al suo medico, che valuterà meglio il contesto generale, ma mi sembra perfetta.

  9. Anonimo

    Bisoprololo interagisce con gli antinfiammatori?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      I FANS (antinfiammatori) potrebbero ridurre l’effetto sulla pressione di bisoprololo, quindi è un’associazione da valutare con il medico (che soppeserà vantaggi e rischi, in base a frequenza, dosi, molecola, …).