1. Anonimo

    buona sera
    aprile 2013 colesterolo 292 – hdl 50 – ldlk 200 – trigliceridi 209 inizio terapia con atorvastatina da 20. All’ultimo controllo colesterolo 189 – hdl 62 – ldl 112 però si sono alzate le transaminasi got 42 gpt 57 ck 191 –
    ho 55 anni e peso 81 kg.
    Probabilmente non tollero le statine. Secondo Lei posso variare la terapia con armolipid plus?? sono preoccupanti i valori riscontrati??
    grazie
    cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Valori di riferimento per GOT, GPT e CK?
      Altezza?

    2. Anonimo

      buonasera
      valori di riferimento
      got 10-31
      gpt 10-31
      ck 0-149
      altezza 1,55
      grazie
      buonasera

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il suo primo obiettivo deve essere la perdita di peso, che potrebbe essere la chiave per risolvere tutti i valori.

      Al momento che statina usa e a che dosaggio?

    4. Anonimo

      da una settimana uso crestor da 5 una alla sera
      grazie

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il 5mg è leggero-leggero, a mio parere con un po’ di impegno sulla dieta ha modo di toglierlo; Armolipid contiene riso rosso fermentato, funziona abbastanza, ma ha le stesse controindicazioni delle statine perchè ha un meccanismo di azione molto simile.

  2. Anonimo

    La carne di manzo, un paio di volte la settimana ( soprattutto perchè ho carenza di ferro a causa di fibromi uterini, ma integro con tardifer e acido folico). Un paio di volte formaggio, poi pesce, pollo, uova (talvolta , non più di una volta la settimana, salumi )

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Si potrebbe valutare di ridurre la quantità di derivati animali, qualcosa lo guadagneremmo.

  3. Anonimo

    Le rispondo subito. Pressione medio bassa, niente fumo, glicemia 98. Si, è un bel dilemma

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mangia molta carne?

  4. Anonimo

    Buongiorno. Ho 52 anni sono alta 1,53 e peso 50 chili. Faccio regolare attività fisica moderata, non fumo e non sono ancora in menopausa. I miei genitori hanno entrambi il colesterolo alto. Nel’ultimo esame il colesterolo totale era 295, HDL 130, indice di rischio 2,42, trigliceridi 54. Il mio medico mi ha proposto la magica “pillola” ma io mi sono rifiutata ( per ora). Vorrei provare le statine naturali o altre forme di cura “leggera”.
    Lei cosa mi consiglia? La ringrazio

    1. Anonimo

      Mi correggo: HDL 122

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Con i suoi valori l’LDL è pari a 162, che in effetti è un po’ alto; la sua dieta ha ancora margini di manovra?

    3. Anonimo

      A parte qualche “trasgressione” domenicale è abbastanza equilibrata. Ho sospeso il muesly della colazione perchè era del tipo con grassi idrogenati ma a parte quello non mangio quasi mai fritti o burro o intingoli grassi. Mangio due noci a colazione, molto olio di oliva, talvolta integro con semi di lino. Il mio medico mi dice che alla familiarità si aggiunge un disequilibrio dovuto alla fase premenopausa

    4. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In tutta onestà sono in difficoltà nel consigliarle, perchè è difficile pesare l’ottimo HDL ed il totale che obiettivamente è davvero troppo alto. Dipende anche molto da altri fattori di rischio (fumo, glicemia, pressione, …), ma non mi sento di darle un giudizio definitivo.

  5. Anonimo

    dr.Cimurro,sono 7 mesi che prendo l’antistaminico robilas da 20 mg perchè sono allergica al farmaco tiroxin,vorrei sapere come devo comportarmi.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A che sostanza di Tiroxin è allergica?

  6. Anonimo

    Salve dottore.
    Esistono degli integratori per diminuire i dolori muscolari perchè pur cambiando diverse statine continuano a dare fastidio? Tipo il coenzima Q10 o NICETILE?
    Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ha verificato il CPK?

    2. Anonimo

      Il CPK è normale …
      Può essere che pur essendo nella norma io mi senta male?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, è possibile, ma temo che nessun integratore possa darle sufficiente sollievo; se il suo medico fosse d’accordo si potrebbe provare con il magnesio, ma temo che non sarebbe sufficiente.

    4. Anonimo

      La ringrazio molto.

  7. Anonimo

    Buona sera, ho 57 anni sono alto 170cm, peso 64-66 chili,non fumo, non bevo alcolici,la mia dieta anche se non ferrea, ha pochi margini di manovra perchè da sempre mi attengo a criteri anticolesterolo…d’inverno sono più sedentario, da marzo a novembre faccio circa 2500-3000 km in bici (prevalentemente di montagna..) mio padre da sempre ha avuto trigliceridi e colesterolo alti, è morto di infarto..causa fumo aveva e arterie delle gambe perzialmente chiuse…
    Gli ultimi MIEI esami (periodo invernale) hanno emerso questi dati
    TRIGLICERIDI 192
    COLESTEROLO TOTALE 228
    HDL 41
    LDL 148 (rapporto 5,6)….
    Premetto che d’estate il rapporto migliora un pò ma rimane sul bordo dei 4.8-5.2…
    considerato il fatto che la mia pressione sanguinea va dai 85-92min-125-145max, vista l’età, visto il mio faticare in bici,e visti i precedenti familiari, il medico mi ha proposto le statine ( 1 totalip da 20mg al giorno…) Visto che i miei parametri di colesterolo non sono eccessivi,e per evitare eventuali controindicazioni vorrei cominciare con 10mg al giorno… Dott.cosa pensa Lei della mia situazione?? GRAZIE Roberto

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      I casi come il suo mi infastidiscono concettualmente da un punto di vista medico, se mi passa il termine, perchè con uno stile di vita assolutamente invidiabile si trova costretto ad intervenire con i farmaci; purtroppo dato anche il precedente famigliare temo sia indispensabile, ma sul dosaggio preferisco non esprimere giudizi.

      Proprio in queste settimane c’è una grande discussione attorno alle nuove linee guida americane perchè impongono obiettivi ancora più stringenti, anche se non tutti i medici lo condividono; il suo caso potrebbe essere simile, nel senso che è possibile che altri medici forse le avrebbero proposto il 10 mg (ma probabilmente tutti i cardiologi condividerebbero la scelta del 20 mg).

    2. Anonimo

      Dott.Cimurro,ringraziandola per la celere risposta..volevo aggiornarla in merito alla mia situazione…in seguito a testimonianze di conoscenti, e a letture su svariati siti internet, mi sono messo un pò di “paura” sugli effetti collaterali delle statine sintetiche sui muscoli e a lungo andare sul fegato….leggendo quà e là e trovando in rete pazienti che hanno ottenuto buoni risultati con cure alternative,tipo ( NORMOLIP-5…LIPOKOLIN…BERBEROL…ARMOLIPID PLUS..)..recatomi in farmacia un cortese e apparentemente molto competente medico analizzando i miei dati mi ha detto di provare fiduciosamente, il LIPOCOLIN…a suo dire tale integratore ha dato buoni risultati, abbassando i valori a parecchi soi pazienti/clienti… siccome non ho MAI assunto nessun integratore di quelli sopra citati, era mia intenzione, provare per qualche mese, uno o l’altro integratore,nella speranza di trovare quello più consono al mio fisico…a detta del medico/farmacista l’uso di tali integratori è assai soggettivo, c’è chi reagisce bene con un prodotto, e chi con un’altro..Cosa ne pensa Lei?? Nel ringraziarla porgo i miei più cordiali saluti.. Roberto

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Io ed il collega siamo farmacisti e non possiamo/dobbiamo sostituire i medici; ho decine di pazienti che con le statine si trovano benissimo e nel mondo ci sono milioni di pazienti che li assumono quotidianamente, quindi non è così scontato che diano problemi.

      Io credo che al suo posto inizierei con il farmaco, lasciando eventuali tentativi con gli integratori solo in un secondo momento se i valori calassero drasticamente (per esempio aumentando il consumo di omega 3, o magari d’estate quando aumenta l’esercizio fisico, riducendo il consumo di grassi animali, …).

      Dato il precedente famigliare, la pressione al limite, non rischierei; valuti magari con il medico di provare il 10 mg, almeno inizialmente per vedere se lo tollera.

      Aggiungo solo che l’integratore scelto contiene riso rosso fermentato che è sicuramente efficace, perchè contiene una sostanza che agisce esattamente come le statine (anche se leggermente più blanda) esponendo quindi di fatto agli stessi effetti collaterali (anche se in modo meno severo).

      http://www.farmacovigilanza.org/fitovigilanza/interazioni/049.asp

      Come sempre è solo un mio parere.

  8. Anonimo

    Buonasera, mio padre che ha 64 anni è stato colpito da infarto acuto del miocardio circa un anno fa. Dopo l’impianto di 3 stent medicati, gli è stata subito prescritta una terapia a base di beta bloccanti, cardioaspirina, antiaggregante piastrinico e le “famigerate” statine. Da qualche mese ha cominciato a soffrire di disturbi intestinali, tra i quali sanguinamento e necessità di andare spesso di corpo. Nel corso di una colon-rettoscopia gli è stata diagnosticata una forma di colite ulcerosa non grave. Lui in passato non ha mai sofferto di tale sorta di distrubi (solo qualche caso di emorroidi in passato). Sono comparsi solo dopo aver iniziato la terapia post-infarto. Le statine potrebbero aver provocato questi disturbi? Oppure sono riconducibili all’uso degli altri farmaci? Grazie per l’attenzione.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non mi risulta.

    2. Anonimo

      Grazie mille.

  9. Anonimo

    Buonasera,
    con colesterolo totale a 244 posso bere birra e vino bianco?
    se si in quali quantità?

    Grazie

    1. Anonimo

      Si riduce lo stesso bevendo birra e vino bianco e fare attività sportiva?

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Almeno all’inizio è meglio evitare completamente, potrà reintrodurlo in piccole quantità una volta raggiunto l’obiettivo di peso e colesterolo.

    3. Anonimo

      Analisi fatte il 29/01/14, posso rifarle il 27/02/2014 per vedere se il colesterolo si è abbassato o è troppo presto?
      E’ meglio aspettare il 10/03/2014?

      Grazie

    4. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, aspetterei almeno marzo.

  10. Anonimo

    gent.dott.ho ritirato gli esiti oggi 310 col.tot .hdl 60trigliceridi 120.avevo sosp le statine perché mi provocano dist.articolari e mal di testa.sono a dieta da un mese…qualche dolcetto me lo concedo e questo è il risultato…sono alta 1.70 e peso 84.se mi da un’alternativa ai farmaci o pensa sia il caso di prenderli con questi alti valori….grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo temo che, almeno per ora, siano indispensabili.
      Proverei a raggiungere il peso forma, potrebbe permetterle di ridurre drasticamente (o forse eliminare) il farmaco.

    2. Anonimo

      molto cortese la ringrazio dottore

    3. Anonimo

      Buona sera volevo sapere se la stati a da dipendenza e se si in quanto tempo… Grazie

    4. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Cosa intende esattamente? Glielo chiedo perchè forse pensa al concetto di tolleranza più che di dipendenza.

  11. Anonimo

    Una domanda, ma se si è messi sotto pastiglia (mezza al martedì e mezza al venerdi), colesterolo totale 244, è possibile che sia una cosa temporanea se si adegua lo stile di vita e l’alimentazione? Ho 29 anni…

    Attendo una Vostra gentile risposta

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Dipende da quanto margine di miglioramento lei ha sullo stile di vita.

    2. Anonimo

      in 30 giorni il valore del colesterolo si abbassa?

      Grazie

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Intende con la sola dieta?

    4. Anonimo

      Con la dieta e attività sportiva e smettendo di fumare

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, dovrebbe essersi abbassato, ma potrebbe esserci ancora margine.

  12. Anonimo

    Prendo statine, ho avuto un tumore alle ovaie. Ora ho il marcatore C125 a 70. Potrebbe essere legato alle statine, o devo pensare subito a una recidiva? Grazie. Francesca

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Intende il CA125?

    2. Anonimo

      Sì. Grazie. Francesca.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Le statine non alterano il valore, ma è importante sottolineare che il marker può aumentare anche per altre cause.

    4. Anonimo

      La ringrazio molto. Ora ho fatto l’ecografia e hanno trovato nella parte operata “Formazione ipoecogena di due centimetri tondeggiante e omogenea, non vascolarizzata” e hanno aggiunto “Esito chirurgico?”. Potrebbe essere questa la causa del marcatore più alto? Grazie.

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Questo purtroppo non glielo so dire.

    6. Anonimo

      Grazie. Francesca.

  13. Anonimo

    Sono sempre michela x il lescol di mia mamma. Se smettesse , esistono magari rimedi piu naturali x mantenerlo stabile ma con meno controindicazioni? Devo dire che non é una mangiona ogni tanto magari sgarra su qualcosa. Xke è robusta ma si sente sfinita a mangiar ancor meno.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Esiste qualcosa, ma non paragonabile come efficacia; senta in ogni caso il medico per verificare i valori sul sangue (mi riferisco anche ad un’analisi che quantifica il danno muscolare causa del dolore) e che permetta valutazioni su basi concrete.

  14. Anonimo

    Alle coronarie. Elettrocardiogramma ok .che ne pensa? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbe in effetti essere Lescol a causare i dolori.

  15. Anonimo

    Salve dottore. Mia mamma prende una pastiglia di lescol alla sera. Esami del colesterolo sono 170 e il buono a 65. Solo ch

    e mi dice spesso di avere crampi notturni e tanto stanca. Possa essere conseguenza della pastiglia? Ha 73 anni e la prende anche se non ha mai avuto il colesterolo alto sinceramente so lo x precauzione hanno detto, xke ha un 20 per cento di ostruzione

  16. Anonimo

    Buongiorno, volevo se possibile qualche delucidazione sull’uso delle statine, sono un donatore di sangue e durante l’ultima visita prima della donazione la dottoressa mi ha consigliato di sottopormi ad una visita cardiologica in quanto ha rilevato un persistente grado di colesterolo 240 ed una pressione alterata 140/90. ho effettuato la visita nello stesso ospedale e dopo l’ecocardiogramma, il cadiogramma e la TSA (carotidea) è stata rilevata una parziale ostruzione inferiore al 30% su entrambe le carotidi sia il cardilogo che la dottoressa che ha eseguito la TSA sono stati concordi nel prescrivere la SIMVASTATINA 20MG/die ed il cardilogo vorrebbe introdurre anche il LIBRADIN per fronteggiare l’innalzamento della pressione. MI ha fatto tenere un diario pressorio per 15 giorni con rilevazione al mattino prima di colazione nel corso della giornata prima del pranzo e poi prima di cena. I valori si sono attestati in generale su 125/75 al mattino ed alla sera mentre prima di pranzo è stato riscontrato un innalzamento 140/90 ed anche 145/100. Svolgo un lavoro sedentario e gioco a pallone una volta a settimana ho 54 anni sono alto 1,80 e peso 91 kg. Perdoni il mio essere prolisso ma ritengo che piu cose si sappiano più possa essere chiaro il problema, ovvero sentire altri pareri o cominciare con le statine ed il farmaco per l’ipertensione. Grazie in anticipo per una sua valutazione.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sono sempre un po’ in imbarazzo in questi casi perchè, da farmacista, mi trovo in difficoltà nel valutare situazioni già analizzate da specialisti molto più competenti di me; non me la sento di esprimere giudizi sulla prescrizione (probabilmente il medico di base sarebbe più cauto, per esempio), ma sottolineo che al suo posto intraprenderei da subito una dieta ipocalorica (da studiare con giudizio, magari con l’aiuto di un dietologo) per perdere peso e

      1. privilegiare l’assunzione di acidi grassi polinsaturi,
      2. aumentare il consumo di fibra,
      3. ridurre drasticamente il consumo di sale,

      Sono piuttosto convinto che nel giro di 6-12 mesi, un tempo sufficiente a perdere senza eccessivi sacrifici almeno parte del peso in eccesso, vedrebbe rientrare i valori sia del colesterolo che della pressione permettendole di sospendere entrambi i farmaci.

    2. Anonimo

      la ringrazio per la sua valutazione effettivamente qualche sacrificio per cercare di sospendere i farmaci non può che giovare.
      Vediamo come va a finire..
      Cordialmente.

  17. Anonimo

    Ok grazie. No perché ho letto che se inizi presto con le statine sei molto al sicuro rispetto a se inizi più avanti.continuero con semplici integratori per ora.

  18. Anonimo

    buongiorno dottore, io ho l’ipercolesterolemia familiare, ho sempre avuto livelli di colesterolo alti fino a 270 totale, ora ho 18 anni e da un anno prendo il danacol perchè il mio medico mi ha detto che non è ancora necessario usare farmaci, ora ho il colesterolo ldl che da 220 è diventato 159,mi conviene usare gia farmaci?e iniziando a usare ora farmaci e stando attento alla dieta posso stare tranquillo per il futuro dato che mi hanno detto sono molto efficaci?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non mi è chiarissima la situazione, posso chiederti tutti i valori (totale, LDL, HDL, trigliceridi) dell’ultimo esame?
      Peso ed altezza?

    2. Anonimo

      Trigliceridi sempre stati perfetti.. Anche l’ultimo esame so erano nella norma. Ldl 159.. Un anno fa era però 220. Peso sui 60 e altezza 1 73.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il colesterolo totale nell’ultimo esame? 270 o si è abbassato?

    4. Anonimo

      236

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Con la sua età condivido il parere del medico, aspetterei prima di pensare ai farmaci.

  19. Anonimo

    Buongiorno dottore,mi chiamo Fulvio ho 52 anni,peso 84 kg per 1’84 cm di altezza,faccio un lavoro non sedentario,e,percorro ogni anno 2000/2500 km in mtb.Sono in cura da 15 anni per diabete con 2 mg di Solosa e 500 mg di Metforal a pasto (analisi media 120/140 di glicemia).Leggeri disturbi cardiaci regolati con successo da 2,5 mg di bisoprololo ed una cardioaspirina al dì.Il mio problema è il colesterolo…lo avevo (fino a genn.2012) a 260/280 totale,con atorvastatina 40 mg l’ho regolarizzato(aiuto del mio medico) a 160,ma in compenso ho creato una leggera disfunzione epatica ed il mio umore è sceso sotto zero associato a forti dolori muscolari e ad una stanchezza che mi ha portato a sospendere l’attivià motoria e ad alzarmi la mattina svogliato e con dolori muscolari). Autonomamente ho sospeso l’atorvastatina e ,miracolo…mi alzo freschissimo la mattina con voglia di fare ed ho ripreso la bicicletta guadagnando nel mio umore e ridando fiducia (malgrado il mio colesterolo sia rischizzato a 260 tot.) ,rispetto e serenità ai miei figli e a mia moglie.Potrei vendere al diavolo 5 anni della mia vita per continuare. a vivere così come in questo periodo. Dottore, fosse lei il signor Fulvio come si comporterebbe ? Grazie ,con rispetto, F.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo lo statine, classe di farmaci di cui l’atorvastatina fa parte, può spesso dare questi disturbi; posso chiedere il valore di colesterolo HDL prima di fare qualche considerazione?

    2. Anonimo

      Grazie per la Sua celerità,il valore di HDL è 43.
      In attesa
      distinti saluti Fulvio

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Proverei a valutare statine diverse, magari tra quelle più recenti, oppure sostanze diverse (ezetimibe); ovviamente è solo un’idea da valutare con il medico; con il suo stile di vita 260 non sarebbe nemmeno un valore folle, ma in presenza di altri fattori di rischio (diabete e cardiopatie) temo sia troppo.

  20. Anonimo

    salve dottore,a luglio ho avuto un infarto e mi sono state aperte tre Arterie al cuore,conseguenza dell’infarto sono stati colesterolo alto e alto livello di nicotina nel sangue.Dall’intervento ho subito smesso di fumare,attualmente come medicinali prendo gl anticoagualanti e fino a circa una settimana fa,anche la pillola per il colesterolo,ho dovuto smettere di prenderla per il forte male ai muscoli delle Gambe che secondo il parere del mio medico di famiglia erano propio gli effetti collaterali della pillola ,purtroppo non posso farne a meno di prenderla ed e’gia’ la seconda volta che mi cambia il tipo di pillola ma ha sempre gli stessi effetti,attualmente non prendo questa pillola ma i dolori sono sempre forti e il medico mi ha dato da prendere il cortisone per vedere se i muscoli sono infiammati.Io sinceramente sono un po titubante a prendere il cortisone lei personalmente Cosa mi consiglierebbe?grazie in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non ci sono grosse controindicazioni a provare.

  21. Anonimo

    Avevo il colesterolo a 300, con 1 mesi di simvastatina è sceso a 230. ho intenzione di concepire un figlio, è necessario che interrompa adesso o al momento che esito è positivo?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Peso ed altezza? Età?

  22. Anonimo

    Gent.mo Dottore mi chiamo GIUSEPPE, le scrivo per un consiglio sulla associazione di una terapia seguita per una neuropatia del pudendo: alprazolam 0,50 mg ½ al mattino, ½ alle ore 16 ed una cp intera alle ore 22; inoltre una cp di DIANURAL A PRANZO.

    Ora ( siccome la fortuna e cieca e la sfiga ci vede benissimo ), le racconto la mia disavventura.
    Dopo la cura raccomandata, accompagnata da esercizi pelvici, eseguiti con costanza tutti i giorni il dolore pelvico a giugno 2013 non lo accusavo più, e quindi decido di riprendere l’attività sportiva, ma prima di iniziare ho voluto fare un controllo cardiologico con prova da sforzo, e qui con mia sorpresa non riuscivo a superare la prova da sforzo ( l’ecg era a posto, ed anche l’ ecocardio non evidenziava niente di anomalo ).
    Nel dubbio il Primario di cardiologia che mi ha visitato, mi consigliava una coronarografia per un’angina sospetta sotto sforzo, fatto questa riscontravano un restringimento della coronaria destra del 95% ( mai fumato, quasi vegetariano, normo peso, genitori longevi, parenti senza problemi di cuore, controllo esami del sangue ogni anno sempre nella norma, bo! Non riesco a capacitarmi come mai sia potuto accadere pur avendo fatto una vita sportiva e francescana).

    Adesso mi ritrovo con uno stents medicato ed in cura con:
    Ore 7, PANTOPRAZOLO
    Ore 8, SEQUACOR 2,5 mg ½ compressa
    Ore 13, CARDIOASPIRINA 100mg
    Ore 20, PLAVIX 75 mg
    Ore 22, TORVAST 20 mg

    Le chiedo gentilmente ( poiché sono ricomparsi un po’ di dolori pelvici ) se posso riprendere ad assumere la terapia per il dolore pelvico cioè ( alprazolam 0,50 mg ½ al mattino, ½ alle ore 16 ed una cp intera alle ore 22; inoltre una cp di DIANURAL 600mg A PRANZO ) associata a quella per la cura dopo l’intervento con stents.
    Inoltre le chiedo se posso assumere NICETILE 500mg in alterntiva al DIANURAL.
    Grazie anticipatamente per la risposta.
    Scusandomi per il disturbo la saluto cordialmente.
    Giuseppe.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Benchè non veda particolari interazioni di sorta, il via libera alla ripresa della terapia deve dargliela il suo medico, in quanto a me a distanza potrebbero sfuggire dettagli importanti.

  23. Anonimo

    gentilissimo dottore,vorrei un suo parere su armolipid plus.Io sto usando tale farmaco da un mese e mezzo circa in alternativa alle statine,ma mi succede spesso di avere vomito e diarrea in contemporanea.Non avendo più la colicisti può affaticare questo prodotto il mio fegato?la ringrazio fin da ora se vorrà rispondere a questo mio problema…….dimenticavo di dirle che il mio colesterolo è 289 e LDL167….e i miei parenti sono morti d’infarto giovani

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È stato il medico a suggerire questo tentativo? I valori di colesterolo quando sono stati misurati? Era ancora in terapia con le statine?

    2. Anonimo

      è stato il mio dottore a suggerirmi armolipid plus prima di arrivare alle statine.Avevo sospeso tale integratore ,ma l’ho ripreso due giorni fa e mi ritrovo che stamattina sono ritornata ad avere gli stessi disturbi:diarrea, dolori e bocca amara,senso di nausea.Gli esami li ho rifatti il 10 settembre ed i valori sono questi:col.totale 257,HDL64,LDL175.Il mio medico ha detto che se mi disturba questo integratore,le statine faranno peggio.Cosa posso fare?(mio fratello è morto d’infarto che aveva 34anni)La ringrazio per la sua gentile disponibilità

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non sarei così drastico nella valutazione delle statine, ma a mio avviso non è pensabile continuare con questi effetti collaterali; esistono al limite numerosi altri integratori che può provare in alternativa.

  24. Anonimo

    rimango sempre più perplesso quando la classe medica si ostina a dichiarare guerra al colesterolo con l’uso e abuso di statine. Il colesterolo è sempre più dannoso. Il cut-off scende sempre a livelli inferiori. Tra poco tutte le persone con valori pari a 200 saranno tutti in terapia a vita con statine. L’aspetto più assurdo è che la classe medica continua a suggerire di ridurre la quantità di grassi saturi veri nemici da combattere senza educare i propri pazienti che il vero killer non sono i grassi saturi ma l’eccesso di insulina che è la vera promotrice nell’attivare l’enzima HMG-CoA reduttasi. Sarebbe sufficiente porre attenzione ad una dieta a basso carico glicemico, con assunzione di carboidrati a basso indice glicemico per avere un’inibizione dell’attivazione di questo enzima, vero responsabile della produzione di colesterolo.Esistono sempre più studi che evidenziano che l’assunzione di cibi ad alto contenuto di colesterolo come le uova, tanto demonizzate, di per sé non sono elemento di pericolo sempre che non vengano associate a cibi che stimolino in maniera eccessiva l’insulina. Apparentemente l’ignoranza della classe medica è enorme sempre che non sia dettata da interessi economici da parte delle case farmaceutiche.
    Dott. Francesco Rullo
    Fisioterapista

    1. Anonimo

      dottorperuginibilli.it/articoli/91

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In larga parte condivido il suo pensiero, compreso il fatto che purtroppo questo “accanimento terapeutico” è sicuramente dovuto almeno in parte ad interessi economici ed alle pressioni che vengono fatte alla classe medica.

      In parte dobbiamo però anche assumerci le nostre responsabilità di pazienti perchè, lo vedo tutti i giorni in farmacia, molti pazienti scelgono di risolvere tutto con i farmaci piuttosto che fare qualche sacrificio per migliorare il proprio stile di vita (alimentazione, peso corporeo ed esercizio fisico) che in molti casi è la chiave di tutto.

      La ringrazio quindi di cuore per il suo intervento e per aver sottolineato aspetti su cui trova il mio pieno sostegno.

  25. Anonimo

    Ho 64 anni,due mesi fa avevo il colesterolo a 278 con ldl a 198, il medico mi ha dato le statine ma il mio corpo non le sopporta, allora mi ha consigliato Normolip, riso rosso, una al di’, a distanza di due mesi ho fatto il controllo e il valore e’ sceso a 209 con ldl a 165, ora il medico mi ha consigliato di prendere le capsule di Normolip a giorni alterni, ho paura che il colesterolo salga nuovamente, cosa mi consiglia???grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi faccia inquadrare meglio il problema: peso ed altezza? Pratica esercizio fisico? Età? Sta attenta all’alimentazione?

    2. Anonimo

      ho 64 anni, peso 59kg, h1,67, cammino per circa 50 minuti a giorni alterni.

    3. Anonimo

      VOLEVO AGGIUNGERE CHE STO ATTENTA ALL’ALIMENTAZIONE, MI PIACIONO TANTISSIMO I LEGUMI E NE CONSUMO PARECCHI, CON LA SITUAZIONE FAMILIARE IN CUI MI TROVO SONO SEMPRE SOTTO STRESS E QUINDI IL MIO FEGATO PRODUCE MOLTO COLESTEROLOI

    4. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Consiglio di seguire l’indicazione del medico e semplicemente fra 3-4 mesi ripetere il controllo per verificare.

  26. Anonimo

    Buona sera.
    Le sarei grata per un parere.Sono sempre stata restia all’assunzione di farmaci e non ho altri fattori di rischio ma i valori del mio colesterolo, dopo un periodo di pessima alimentazione, sono 297 e HDL 91.Il dottore mi ha consigliato armolipid PLUS (una alla sera).Posso considerare questa cura temporanea,cercando di curare nel frattempo la dieta,oppure,una volta iniziata,va mantenuta comunque vita natural durante,tenuto conto del fatto che ho una familiarita’ con questo problema?
    Grazie e cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se ha ampi margini di miglioramento sullo stile di vita possiamo sperare che la cura con l’integratore sia solo temporanea.

  27. Anonimo

    Buonasera Dott. CIMURRO
    Ho 82 anni e prendo le statine dal 2001, dopo un’ischemia cardiaca, adesso ho un grave problema di deambulazione, in quanto non riesco più a camminare bene. Questo mio problema può essere provocato dall’assunzione delle pillole per il colesterolo (Vytorin 10/20 mg).

    La ringrazio per la sua gentilezza e aspetto con ansia una sua risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Da quanto ha iniziato Vytorin e da quando ha problemi di deambulazione? Ha anche dolori ai muscoli?

  28. Anonimo

    da più di venti anni (quando ce ne siamo accorti) convivo con il colesterolo totale intorno a 300 totale e rapporto 2.2 con hdl.
    dall’inizio dell’anno, il medico (che già mi aveva prescritto in precedenza le statine ma non avevo mai inziato la cura) mi ha convinto ad inziare in quanto all’esame avevo tot. 341 e rapporto 2.2 con 154 hdl. Premetto che non sono sovrappeso (1,80mt x 70kG) anche se faccio un lavoro sedentario e poco sport (senza regolarita o assiduità). Normalmente seguo anche una dieta idonea e non fumo. Il medico ha insistito per il fattore età (50) per iniziare la cura con statine. Dopo un mese da 341 sono 286 e quindi ho provato a sostituire con compresse omeopatiche al riso rosso consigliatemi dal farmacista (credo siano lestatine che mi provocavano dolori/fitte ai muscoli e un gonfiore intestinale oltre alla costipazione cronica). dopo altro mese a riso rosso il valore è rimasto inalterato a 286. ripreso con le statine, dopo 2 mesi sono arrivato a 212 e avrei intenzione di riprendere con il riso rosso e proseguire con quello se riesce a mantere il livello raggiunto. sto facendo delle idiozie?
    garzie e cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Con il suo HDL ha provato a sentire anche un secondo parere?
      2. Il riso rosso fermentato contiene una molecola che è molto simile alle statine, raccomando quindi di non sommarlo mai al farmaco, ma sempre solo alternarlo. Non me la sento di avvallare gli “esperimenti”, ma di fatto se i livelli sono buoni non me la sento nemmeno di condannarli; mi tenga al corrente.

  29. Anonimo

    tot col :236 LDL 150 ldh 70

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Confermo il parere del medico, non si deve preoccupare; al limite se fosse ancora in sovrappeso punti su questo aspetto, ma l’effetto protettivo dell’ottimo valore di di HDL compensa i valori di poco superiori al limite di colesterolo totale e LDL.

    2. Anonimo

      rettifico dr ldh 63 ho controllato a casa ma credo che sia un valore buono che cmq compensa i valori un po’ eccessivi del tot e del ldl .per questo forse il medico mi ha detto di stare tranquillo e che non ho bisogno di statine o altri farmaci specifici….le chiedo cmq se armolipid plus e un prodotto cmq buono che aiuta e che si puo’ assumere per questo tipo di discorso e che ne pensa e se e’ di valido aiuto la astaxantina e l’olio di krill a riguardo:ne sento parlare bene per ogni tipo di problema e prevenzione.cmq la ringrazio molto del suop aiuto e delle risposte molto competenti credo anche l’attiv fisica per ldh ,se mi conferma sia un’ ottimo deterrente per poter continuare a farla e,nell’attesa di un suo riscontro,la saluto molto cordialmente

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Confermo la bontà di Armolipid, mentre sono un po’ più scettico sulle sostanze un po’ “troppo” miracolose.
      Fondamentale l’importanza dell’esercizio fisico.

    4. Anonimo

      Grazie Dr dei suoi suggerimenti,molto preziosi e competenti.cordiali saluti..

  30. Anonimo

    La ringrazio. Ma non avendo altri fattori di rischio ed il rapporto inferiore a 4,5 è pericoloso lo stesso? ancora una cosa: cosa ne pensa dell’ascorbato di potassio? Io vorrei tentare con quello, ho letto di una persona sempre in terapia con femara, che è riuscita ad abbassarlo così, dopo 5 o 6 mesi da 260 a 190 oppure è stato un caso dovuto ad altri fattori? grazie di nuovo.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, è proprio un po’ troppo alto.
      Non credo molto all’ascorbato di potassio.

    2. Anonimo

      Buongiorno,Dr Cimurro—da qualche tempo ho avuto i valori di colesterolo un po’ alti ,poi con armolipid plus sono rientrati nella norma,dopo un anno ,pur continuando armolipid sono di nuovo aumentati e’ possibile cio’-Le tengo presente che faccio corsa leggera tutti i giorni e da due anni ho perso circa 10 kg..no fumo non bevo alcolici e seguo dieta alimentare secondo le norme.non mangio suino invece mangio pasta verdure e frutta,ma nonostante cio’i valori sono rialzati….prendo lobivon mezza al giorno e zanipril per la pa un po’ alta ma ora regolare e xanax 1c da 0,25 mg la mattina ,sono anche ansioso.valori col tot 236 mg/dl era cosi’ l’anno scorso poi e’ diminuito a 130 e poi si e rialzato ldl 130 circa era diminuito a 95 e ora di nuovo altino e hdl sui 60 …i valori precisi sono piu’ o meno questi.le chiedo se ci puo’ essere un ausilio farmacologico migliore di armolipid ,anche se il mio mdico mi ha detto che non sono preoccupanti e mi ha detto che passare alle statine non e ‘il caso…..secondo lei i farmaci che assumo oltre al vivin c possono essere a volte resp di questi aumenti? Grazie .le dico cio’ perche credevo di avere stabilizzato i valori co armolipid e invece non e’ successo.credo che questi valori sia notevolmente diffficile stabilizzarli ,ma non capisco peche nonostante lo stile di vita buono e armolipid si siano rialzati.peso 58 kg prima ero 68-69 aspetto sua risposta.grazie

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non mi è chiaro ad oggi che valori ha rilevato.

    4. Anonimo

      salve dottore Cimurro,volevo sapere da lei,se è il caso di iniziare a prendere le statine per il mio caso. Ho 62 anni sono alto 1.70 e peso 64 kg.Da quando ho iniziato a fare analisi del sangue,il mio livello di colesterolo è sempre stato oltre 200,negli ultimi anni tra 235 e 260 pur stando attento al mangiare,non bevo alcolici e non fumo.Premetto che mia madre aveva il colesterolo alto e per anni ha preso il farmaco.Pochi giorni fa ho fatto di nuovo le analisi e i valori sono i seguenti colesterolo totale 260 LDL 169 HDL62.Aspettando una sua risposta la Ringrazio.

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Premesso che non voglio e non posso sostituirmi al medico nella decisione, questa va presa non solo in base al valore numerico dell’esame ma contestualizzata con

      Altezza
      Peso
      Stile di vita
      Margine di miglioramento sulla dieta
      Quantità di esercizio fisico
      Presenza di altri fattori di rischio (fumo, diabete, …).