Tutte le domande e le risposte per Morbo di Crohn: sintomi, diagnosi e dieta
  1. Anonimo

    la mattina mi alzo presto perchè alle otto devo essere a lavoro, fino a qualche settimana fà prendevo l’eutirox 20 minuti prima di fare colazione adesso non so come fare.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Lo valuti anche con il suo medico, ma credo non ci siano problemi ad assumerlo quando si alza per esempio.

  2. Anonimo

    il Salazopyrin è comunque un farmaco che viene utilizzato anche per problemi al colon, ho letto le indicazioni e ho capito questo.
    La protezione per lo stomaco (Mepral) la devo prendere prima dell’eutirox?
    Grazie per il consiglio, non vorrei più consultare nessun specialista perchè è da tre anni che non faccio altro e, come ho scritto prima, sono molto confusa.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mepral in genere si assume a metà mattina a stomaco vuoto, mentre immagino che Eutirox lo assuma al mattino presto.

  3. Anonimo

    Forse ho fatto un pò di confusione, il Salazopyrin mi è stato prescritto dal reumatologo che ho consultato a causa dei frequenti problemi di uveite, su consiglio dell’oculista .Il reumatologo mi ha diagnosticato una artritesieronegativa, pertanto mi ha prescritto oltre a questo farmaco, il voltaren 100 compresse, il Di Base gocce e la protezione per lo stomaco. L’eutirox lo prendo giornalmente da quando sono stata operata di tiroide, circa 2 anni fà. Ho un dubbio perchè ho letto che una delle cause dell’uveite può essere anche l’infiammazione al colon ed io da circa un anno ho spesso dolori alla parte sinitra dell’addome e il mio medico di famiglia mi ha detto che si tratta di colon irritabile . Sono molto confusa, non so cosa fare.Grazie per i pareri che mi potrà fornire.

  4. Anonimo

    Il“Salazopyrin En” è un antifiammatorio?si può assumere con l’eutirox e il voltaren. Preciso che sono stata operata di tiroide due anni fa, con asportazione totale della ghiandola, di conseguenza lo devo prendere giornalmente.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Oltre che antinfiammatoria, ha anche azione immunosoppressiva ed antibatterica; è sicura che sia stato proprio Salazopyrin ad essere prescritto per la tiroide?

  5. Anonimo

    da circa 5 mesi ho problemi di uveite, sto consultando diversi oculisti, ultimamente anche il reumatologo, ma poichè ho spesso forti dolori allo stomaco, precisamente alla parte sinistra, e il medico curante mi ha detto che trattasi di colon irritabile, potrebbe essere l’infiammazione addominale a provocarmi l’uveite? Il reumatologo mi ha prescritto questo farmaco “Salazopyrin En” che viene utilizzato anche per problemi di colon irritabile.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, è possibile che i 2 problemi siano collegati.

  6. Anonimo

    Salve, tre anni fa ho accusato dei dolori localizzati nelle parte bassa dello stomaco e non riuscivo a digerire quasi niente, sensazione di pesantezza come avere qualcosa perennemente sullo stomaco. Dopo diversi esami e visite prescrittemi da uno specialista privato (al quale non ho potuto più rivolgermi per via delle sedute troppo onerose) mi ha diagnosticato una probabile sindrome da colon irritabile, quindi mi sono rivolto alla struttura pubblica dove il già citato specialista è primario del reparto, per far si che potesse continuare a seguirmi lui…..ma nonostante i tempi lunghissimi e la mia paziente attesa dopo tre anni non sono riuscito a farmi più visitare dallo specialista che a pagamento aveva cominciato a seguirmi (tra l’altro senza rilasciarmi mai ricevuta), ogni volta lui è assente e al mio appuntamento si presenta un medico della sua equipe (cosi mi dicono) che ogni volta mi dice una cosa diversa. Attualmente la mia situazione e quella di tre anni fà, ma non riesco a darmi pace perché a parer mio le strutture sanitarie e gli specialisti a cui mi son rivolto non sono stati soddisfacenti (gli specialisti privati insostenibili sotto l’aspetto economico, e la sanità pubblica lenta e non preparata). Qualche giorno fa ho eseguito il h2 e ch4 Breath test al glucosio e sono risultato positivo per contaminazione batterica del tenue. In maniera molto vaga e sfuggente mi è stato consigliato di seguire la terapia con “metronidazolo 250” o “normix 200” per la durata di 20gg. Però nessuno mi ha spiegato di cosa si tratta, come e perché…….niente? Io mi chiedo: devo assumere dei fermenti lattici a sostegno degli antibiotici? Come è possibile che si diano ancora queste terapie cosi spicciole e poco chiare? A chi devo rivolgermi per avere un minimo di assistenza sanitaria competente e non fare da cavia a degli studenti lasciati allo sbaraglio? Ringrazio per l’attenzione, a presto

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In genere in questi casi consiglio di appoggiarsi anche al proprio medico, che farà da filtro tra gli specialisti e lei; a seguito della visita e della prescrizione in ospedale si rechi dal suo medico, oltre a prescriverle attraverso la mutua i farmaci mutuabili, integrerà quanto suggerito con spiegazioni ed eventuali ulteriori farmaci.
      Nel suo caso i fermenti lattici possono senza dubbio contribuire; la prescrizione che le è stata fatta deriva probabilmente dall’ipotesi di un’infezione intestinale (sono entrambi antibiotici che agiscono prevalentemente nell’intestino).

  7. Anonimo

    Salve,sono un crohn storico,”convivo con questa brutta bestia da ventianni”,ho constatato che un enorme beneficio si ha “a secondo le proprie capacità” da un’ora di camminata al giorno abbastanza sostenuta,é veramente salutare.Buona fortuna a tutti!!!.

  8. Anonimo

    franco da 5 anni soffro di RCU con recidile, ho fatto uso di asacol e anke clipper poi su consiglio di un amico anziano ogni mattina a stomaco vuoto bevevo 1 tazza di acqua tiepida con un cucciaio di olio di paraffina sciolto dentro per 4 mesi. con questo sistema si puo dire che sono guarito per ora. E da 6 mesi che non prendo piu asacol e neanke clipper
    e mangio di tutto come se non avessi avuto mai niente, mentre prima mangiavo solo pasta in bianco e petto di pollo in bianco, però dopo mangiato ho delle fitte al fianco sinistro e sono diventato stitico. Si può guarire da questa malattia? Mi fa male l’olio di paraffina?
    Grazie mille buona sera.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      L’olio di paraffina serve a facilitare l’evacuazione per lubrificazione delle feci; una guarigione è improbabile.

  9. Anonimo

    Per 6 mesi ho avuto diarrea persistente. Tutte le analisi che mi erano state eseguite risultavano negative. Alla fine dopo una colonscopia con biopsia sono stata trovata affetta da colite collagenosa. Mi è stato prescritto l’Entocir per 3 mesi come terapia. Per un anno è andato tutto bene, poi però si è ripresentata la diarrea. Ho ripreso le pastiglie ma non so esattamente come andrebbe fatta la terapia nel tempo. Ho consultato il gastroenterologo ma da quello che ho capito è una malattia di cui si sa ancora poco e non c’è molta casistica. E’ necessario ripetere la colonscopia o no visto che la diagnosi è stata accertata tramite la biopsia? Sapete dirmi qualcosa di più e se ci sono studi recenti in merito?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo non sono gastroenterologo e non conosco la malattia; per queste ragioni non mi sento di esprimere giudizi in merito.

  10. Anonimo

    salve ho una figlia di 3 anni il problema che la bambina ha spesso il vomito e la diarrea da quando entrata alla scuola materna di solito questi episodi di vomito e diarrea compaiono ogni 2 o 3 settimane e la sua pediatra mi dice sempre che è il virus ma io non sono tanto convinta

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Quanto durano gli episodi? Quando è stato il primo?

    2. Anonimo

      sono laura gli episodi durano per un giorno poi basta il primo episodio e comparso lo scorso setttembre.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Tutto lascia pensare che abbia ragione la pediatra, in linea di massima con l’arrivo della primavera la frequenza degli episodi dovrebbe diminuire.