Tutte le domande e le risposte per I sintomi di ansia ed attacchi di panico
  1. Anonimo

    Ciao dott ho 35 anni sono una persona molto ansioso faccio pure una vita un po fuori regole ho fatto tutti gli controlli e mi hanno detto che sei sano come un pesce …mi sucede ogni tanto mentre faccio rapporti sessuali un fatto di male essere che non la so spiegare e come se mi durasse din più l’orgasmo o non so e poi sento per un attimo cosa mi succede dico mi sento male e penso cose …siccome faccio quasi 2 volte ogni giorno e non salto nemmeno un giorno non so cosa mi sucede in quel momento mie capitato forse solo due o tre volte quel sensazione. ..scusami per il mio italiano

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Come le ho risposto sull’altro sito è onestamente difficile fare ipotesi; potrebbe essere solo l’ansia (che a mio avviso andrebbe trattata a prescindere), ma una verifica urologica la farei.

  2. Anonimo

    salve mi chiamo Michele e da circa un anno che sto male mi e stato diagnosticata una patologia reflusso gasricoesofageo ma sono sotto cura ma o sempre dolori al petto al praccio sinistro al collo alle spalle e come mi sveglio la mattina sto bene per mezzora poi mi incomincio a sendirmi come un ubriaco e o sempre sonno sto bene solo quando dormo cosa e per voi io ho 38 anni fatemi sapere grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È stata esclusa un po’ di depressione?

  3. Anonimo

    Buongiorno sono una ragazza di 30 e da un anno soffro di attachi di panico sono sotto cura con zoloft e al bisogno prendo lo xanax dal inizio del anno sto diminuendo le gocce di antidepresivo.Ho cominciato ha stare pian pianino bene poi ho deciso di andare in ferie in Romania per 2 settimane con la mia famiglia
    Da quando sono arivata la ho cominciato ad sentirmi di nuovo male e anche adesso che siamo tornati continuo ad avere degli atachi.E posibbile che sia lo stres del viaggio?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, si è possibile che il viaggio e comunque la nuova situazione in cui si trova l’abbiano un po’ destabilizzata; stia tranquilla, continui la terapia come sempre, al bisogno integri con lo Xanax e vedrà che migliorerà nei giorni successivi. Saluti.

  4. Anonimo

    Buongiorno, ho 20 anni, è da un mese circa che non sto per niente bene, ho sbalzi di pressione, giramenti di testa, nausea improvvisa, tachicardia improvvisa, sono andata al pronto soccorso ma tutti gli esami erano apposto. Domani devo andare a mettere l’holter per fare un controllo più specifico.
    Qualche mese fa sono stata curata perché ero entrata in depressione.
    Ma, secondo lei,tutto ciò possono essere attacchi di panico? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, è possibile.

  5. Anonimo

    salve sono enzo e da 6 anni soffro di stati d’ansia e attacchi di panico. tutto e incominciato nel 2011,mentre ero in macchina ho avuto tutti questi sintomi in un secondo bloccandomi all’istante con la macchina a bordo strada.formicolio alla testa,sudorazione,battito accelerato,mancanza di ossigeno,labbra asciutte,e sensazione di svenimento. per non finire la voce non esisteva piu. ho girato vari psicologi e psichiatra cambiando medicinali ogni 2 mesi , xke’ non avevano nessun effetto su di me.ho provato il trittico,en,lexotan,e vari,risolvendo il mio problema non del tutto con il citalopram che tutt’ora oggi assumo. il mio problema è! che da ottobre sono in detenzione domiciliare,e dacirca 20 giorni sto avendo problemi con ansia e panico, non capendoil motivo.in questi giorni sto rivivendo quei vecchi 5 anni fa’,come e possibile che anche assumendo il citalopram ho questo problema? non so’ come uscirne da questo problema
    la ringrazio
    x aver ascoltato il mio problema
    saluti enzo

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo il fatto di essere chiuso in casa ha probabilmente portato a un momentaneo peggioramento; ne parli con fiducia al medico e tenga duro, vedrà che tornerà nuovamente a stare meglio.

  6. Anonimo

    Ho sempre avuto paura di stare a contatto con altre persone tipo nei centri commerciali, ora lavoro in un bar di un centro commerciale e molto spesso mi sento accelerazione cardiaca, nausea, tosse continua come se avessi in gola qualcosa è dolori allo stomaco come se fosse in tensione e sparisce solo quando rientrò a casa o in auto. Può essere un attacco di ansia?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, è assolutamente probabile, ma raccomando di verificare con il medico.

  7. Anonimo

    Egregio dottore, per un disturbo d’ansia abbastanza prolungato nel tempo a cui si aggiungevano pensieri ossessivi, mi è stata prescritta mirtazapina da 15mg prima di andare a letto. Assumo il farmaco da martedì scorso. Gli aspetti positivi riguardano la totale sparizione dell’ansia. Dall’altra parte però, il farmaco oltre un notevole stordimento, mi ha creato una sorta di iperattivazione da un punto di vista emozionale. Per capirci, quando c’è uno stimolo improvviso, tipolo squillo del telefono, del citofono o altre cose simili, parte una sorta di scossa decisamente fastidiosa che mi attraversa tutto il corpo. Sapendo che la mirtazapina agisce anche sulla noradrenalina oltre che la serotonina, può darsi che questo farmaco stia decisamente agendo troppo su questo aspetto? Oggi ho preso7,5mg ed è andata meglio per mezza giornata, per poi ricominciare di nuovo come ieri. Che ne pensa? Lo psichiatra ha detto di valutare fra qualche giorno.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Confermo quanto suggerito dallo specialista, in genere gli eventuali disturbi vanno a sfumare e poi sparire dopo qualche giorno di assunzione.

  8. Anonimo

    Soffro da sempre di ansia ma in questi giorni è davvero insopportabile,non riesco a stare ferma,mangio ogni minuto e dato che attacco frutta e verdura per tamponare mi trovo la sera con la pancia e li stomaco gonfi….al che inizio a far fatica a respirare e lj sale ancora di più l ansia. Credo di dover assumere qualcosa che mi aiuta…ma ….quando sento lo stomaco e la pancia così gonfi può succedere qualcosa?ho paura di potermi sentire male …

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se il problema è l’ansia no, non rischia nulla, ma raccomando di affrontare il problema con il medico per riuscire a trovare sollievo.

  9. Anonimo

    Salve dottore, ormai sono anni che sono ansioso, mi preoccupo sempre per la mia salute, diciamo anche ipocondriaco, è possibile che l’ansia ti faccia sentire stanco e anche con un mpo di malessere per molti giorni?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Assolutamente sì, è possibile.

  10. Anonimo

    Buonasera dott sono ancora io Sara, mi dispiace disturbarla ancora,vorrei andare da un psicologo solo che non ho disponibilità economica….lei mi a già ascoltata tante volte e mi a dato sempre dei consigli,ieri sera mi sono innervosita per un fatto e quando sono andata a nanna per dormire mi mancava il respiro e mi sono spaventata poco dopo mi sono addormentata,solo che anche oggi è ancora adesso o questa sensazione di mancamento di respiro che se ci penso mi sento il petto che si schiaccia e mi manca il respiro se invece mi distraggo mi passa e mi sento libera. Secondo lei cosa può essere?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente solo ansia, non si preoccupi, ma domani verifichi anche con il medico; parli con fiducia al medico di queste sue paure/ansie, la aiuterà a trovare una strada per superarle (con l’aiuto della mutua).

    2. Anonimo

      Grazie davvero dott per tutto,lei mi aiuta e ascolta sempre e mi scusi ancora se sono sembrata esagerata o insistente.
      Saluti Sara

  11. Anonimo

    Salve dott,sono ancora io Sara le avevo scritto qualche settimana fa per il problema di ansia,non so se si ricorda…che grazie a dio sta passando perché sto cercando di stare tranquilla e di andare a letto serena e pensando a qualcosa di bello. Però le sto scrivendo x un altro motivo,spero che riesca ad aiutarmi come ha fatto fino adesso, praticamente è da stasera che sto avendo delle fitte che vanno e vengono sotto al seno sinistro,provo a toccare x vedere da dove arrivano e non capisco…solo che non le avevo mai avute prima e pensandoci mi è venuto in mente una cosa,oggi è il primo giorno di mestruo può essere dovuto da questo?
    Grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, assolutamente possibile.

  12. Anonimo

    Salve.
    Premetto che sono una peersona ansiosa.
    Nei momenti in cui vengono fuori delle
    Contrarieta nei miei confronti anche se appena prima
    Ero perfettamente a posto mi alzo comincio a sbandare
    Perdendo l equilibrio vertigini e la testa che gira.
    Prendendo 15 gtt di lexotan torno a letto mi addormento
    Senza piu fare nulla.
    Esiste una cura farmacologica?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Una cura farmacologica la sta già assumendo, ma si potrebbe valutare di affiancare un percorso di supporto psicologico.

  13. Anonimo

    Quel che mi fa paura è di avere un tumore .potrebbe essere possibile?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non c’è motivo di pensarlo, ma come detto un mal di testa che dura 7 giorni va approfondito (cefalea tensiva?).

  14. Anonimo

    salve è da sette giorni che mi fa male la testa legermente e più ci penso più mi fa male e alcune volte mi sento svenire ho sentito che potrebbe essere ipocondria perché ho paura di avere qualcosa mi sento certe volte anche debole.ma la mia preoccupazione e che adesso mi è restato il dolore di testa potrebbe essere legato all ipocondria

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, è possibile che sia ansia, ma dopo 7 giorni è ora di verificare con il medico.

  15. Anonimo

    Salve dott… Le avevo già scritto anni fa che soffrivo di ansia fortissima…le scrivo per dirle che,inizi di marzo sono stata operata di nuovo ma stavolta al ginocchio dx e l’intervento è stato più lungo e complicato perché ci sono stati di mezzo i legamenti dietro quindi la ripresa è veramente lunga,dopo 1 mese che pensavo avessi finito e finalmente potessi camminare senza stampelle il mio ortopedico mi ha richiesto una lastra x vedere…il problema che io sono una persona che lotta ed è forte ma si tiene tutto dentro il nervoso. Poi è successa lunedì un’altra cosa molto seria che non ci voleva e mi a dato la botta finale. Il punto che sto notando che alla sera o faccio fatica a dormire perché mi manca il respiro,poi devo continuare a fare sospiri profondi,continuo a sbadigliare e poi ho questi dolori sempre dalla parte sinistra dello sterno e mi spavento,in più come è successo questa notte che le sto scrivendo mi sono svegliata di botto che mi è preso una sensazione di mancamento e fatica a respira e poi spaventandomi è aumentato tutto. Sono stanca,ho sonno ma la testa lavora e non sono tranquilla. Mi aiuti a capire quale sia il problema x favore. Grazie mille in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il problema è purtroppo l’ansia; sta assumendo farmaci per questo? Psicoterapia?

    2. Anonimo

      Di solito prendo i fiori di bacca che mi aiutano molto,solo che ultimamente ho la testa confusa e altrove e non mi ricordo mai di prenderli. Vorrei evitare di prendere altre cose tipo medicinali ma rimanere su qualcosa tipo che non faccia male. Lo so che dovrei ricordarmi visto che è una cosa che mi fa solo bene,solo che come le dicevo lunedì è successa una cosa grave e tutta di fretta che non me l’aspettavo. Non so come fare ad udire da tutti questi problemi,ho la testa in palla,piena di cose a cui pensare. Mi aiuti x favore.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      I fiori di Bach potrebbero non essere sufficienti, valuterei qualcosa di più incisivo (che potrebbe essere semplicemente un supporto psicologico).

    4. Anonimo

      Dice che quello mi potrebbe aiutare? Che poi ogni tanto quando sono nervosa noto che il cuore inizia a battere velocemente e rimbomba. È normale secondo lei?

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Sì, potrebbe aiutare.
      2. Potrebbe essere l’ansia, ma anche questo sintomo va valutato con il suo medico.

    6. Anonimo

      Va bene,grazie mille dott delle risposte. Ne parlerò con mia mamma e al massimo andrò dal mio medico. Buona serata

  16. Anonimo

    Salve dott…ho semore paura che il mio cuore non funziona bene..tachicardia fitte…ecc l ecg e un ecocardio possono bastare per .tranquillizzarmi

  17. Anonimo

    Buongiorno Dottore, premetto che sono una persona abbastanza “ansiosa”, emotiva, sempre indecisa e con la paura di sbagliare:Ecco il mio problema: da circa 10 gg ho un pò di affanno nel respirare, sento il cuore battere più velocemente e alla gola, quando respiro, ho come la sensazione di avere un “buco” più grande della gola stessa (non so, è difficile da descrivere): alcuni giorni sto bene, altri mi si presenta questo problema: io l ho battezzata come “ansia” perché ricordo che da ragazzo (ora ho 50 anni) avevo gli stessi sintomi poi tutto è passato e ora si ripresenta il problema: a volte mi spavento anche per il cuore, ho sempre paura che succeda il peggio è un motivo fondato?…Puo trattarsi di “ansia”??
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Condivido la sua ipotesi, ansia, ma raccomando di verificare anche con il medico.

  18. Anonimo

    Gentile dottore, sono una ragazza di 24 anni. Premetto che ho passato un periodo stressante. Vorrei un suo parere su una questione che mi preoccupa. Ho avuto un periodo di insonnia, ora migliorata, ma paradossalmente da quando ho ricominciato a dormire meglio (da tre settimane) ho sempre sonnolenza diurna e una sensazione di estraniamento tipica degli stati d’ansia (confusione, stordimento). Non capisco se sia il caso di preoccuparsi o se possa essere dovuto a questa tensione che essendosi lievemente ‘smorzata’ mi ha portato a questi sintomi. La mia preoccupazione è di avere qualcosa di neurologico, ma data l’età è possibile? La ringrazio.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente è proprio il rilascio della tensione; quante ore dorme di notte?

    2. Anonimo

      Al momento riesco 7-8, ma mi è capitato qualche volta anche solo 5..

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente un po’ di ansia, ma raccomando di verificare con il medico.

    4. Anonimo

      Certo, la ringrazio. Ma com’è possibile che si stia peggio ‘rilassandosi’? secondo lei quanto potrebbe durare questa situazione? mi spaventa un po’ e non vorrei che la suggestione peggiorasse le cose..

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Stia tranquillissima, giorno dopo giorno andrà sempre meglio (ma è importante non farsi prendere dall’ansia per questi giorni).

  19. Anonimo

    Dottore, mi scusi se mi permetto di inviarle un consulto così lungo, ma visto che la sezione è presente, ci terrei ad avere un parere da lei, anche se non si tratta di uno psicologo.
    Sono ben cosciente che – se possibile – dovrò affrontare un percorso psicoteraupetico quanto prima, ma intanto per me, è importante prendere consapevolezza della situazione e un confronto seppure via mail, mi può comunque essere molto utile. Cercherò di spiegarle in modo dettagliato il tutto.

    Premesso che sono una persona emotiva, ansiosa e ho la tendenza a pensare molto, rimuginando spesso sulle cose passate o su quelle che devo fare n futuro. Il mio problema nasce qui.
    Ho sin dai tempi in cui frequentavo le scuole medie, una paura enorme di sbagliare, di andare in errore… la cosa mi mette ansia, mi terrorizza e mi blocca parecchio. In quelle situazioni, mi sento, come fossi preoccupato, poco lucido nel dover svolgere il compito a cui sono destinato… Purtroppo questo, influisce e ha sempre influito, lasciandomi poco spazio per tante cose che avrei voluto invece provare a fare, ma che a causa di questa “paura”, ho sempre lasciato perdere ed evitato di fare. Non che sia così insicuro, anche se le mie radici sono di una persona insicura, è proprio il timore di sbagliare, di sentirmi sotto pressione e avere delle forti responsabilità che mi creano problemi.

    I miei problemi ruotano tutto a un’ansia, a una forte emotività, a un’agitazione interiore così forte, da bloccarmi l’azione… Volevo fare delle domande:

    1)La mia estrema soggezione, l’imbarazzo che provo davanti alle persone in certe situazioni, al giudizio che posso subire dalle stesse, a una eventuale brutta figura che potrei fare davanti agli altri, mi ha sempre fatto evitare certi ambienti, certe situazioni sociali, etc… è strettamente correlato alla mia estrema analicità, rimuginazione ed eccessivo pensare che mi contraddistingue? Entro nel dettaglio: possibile che certe difficoltà siano causate soprattutto o esclusivamente da un’ansia di fondo che genera e blocca sul nascere qualsiasi tipo di azione e potrebbe essere, quindi, un unico problema legato all’ansia? Cioè, il rimuginare, il fatto di “anticiparmi” mentalmente a livello interiore, come le cose si presenteranno, è tutto un problema legato all’ansia?
    Faccio un esempio: l’andare dal medico (qualsiasi esso sia) – dover ricontrare un parente o un amico che non vedo da anni – un possibile incontro di lavoro, sono causa di un’ansia e una soggezione tremenda e devo veramente forzarmi per andare incontro a queste cose. Naturalmente, c’è una scala di valori dell’ansia: si va da piccole cose in cui è magari controllabile, ad altre più grandi ed importanti.
    2) L’ansia e l’insicurezza viaggiano a pari passo? Non posso negare che da ragazzino ero molto insicuro, oltre che ansioso; l’ansia che ho potrebbe derivare anche da una fonte di insicurezza avuta quando ero ragazzino/ bambino?
    Devo aggiungere che ho avuto una vita familiare difficile , spesso contrassegnata da conflitti e la cosa ha affossato ancora di più certi miei problemi.

    3) In tutto ciò, la sensazione è che mi manchi “energia” per cambiare, per migliorare e rendere la mia vita migliore. Questa “poca energia” può essere determinata da quest’ansia di fondo che circola costantemente in me? Può essere che per “contrastarla, combatterla”, mi costringa a praticare uno sforzo, che, però, mi porta via energie preziose e che quindi vengono a mancare nel momento in cui devo “prendere una decisione” o fare qualcosa di importante per la mia vita.? Questa è solo una mia riflessione, ma vorrei capire se posso aver ragione.
    Chiedo scusa per le domande, chiedo scusa per l’eccessiva analisi, ma sono arrivato a un punto in cui devo necessariamente fare chiarezza sulla mia vita e su ciò che devo combattere.

    Spesso ricorro al Lexotan, ma vorrei evitare di guarire con i farmaci, non è questa per me la risoluzione del problema.

    Ora, secondo lei, è possibile che le mie “lacune caratteriali, i miei limiti emotivi”, possano dipendere da un’unica matrice ansiosa interiore che comanda tutti i miei comportamenti, impulsi, etc? Mi scuso ancora se il consulto è così complesso ed articolato, ma in questo momento, è per me utile innanzitutto un confronto, un colloquio seppure tramite lo scritto.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Ansia è un termine molto generico, ma è sicuramente la causa delle sue difficoltà; lo specialista sarà poi ovviamente in grado di dirle dove nasce, caratterizzarlo in modo più specifico (ansia sociale?) e soprattutto insegnarle a gestirla.
      2. Sicuramente sì.
      3. Riflessione assolutamente condivisibile, ma il fatto che ne abbia una così lucida consapevolezza e la volontà di superarla ci permettono di essere assolutamente fiduciosi ed ottimisti sul futuro.
      4. Sì, è sicuramente così, ma come detto sono molto fiducioso che possa risolvere con l’aiuto di una guida.

    2. Anonimo

      Non posso che ringraziarla tantissimo per aver letto il mio consulto. Grazie davvero per la sua risposta.

      Dottore, posso farle l’ultima domanda? crede che l’avere così tanta consapevolezza di me, di ciò che sono, agevoli e possa rendere più breve un percorso psicoterapeutico,? Oppure, non incide affatto questa grande “consapevolezza” in una terapia psicologica?

      Io credo che possa semplificare le cose, perché se da una parte il lavoro spetta al terapeuta, l’altra parte spetta al paziente ed è fondamentale sapere fino in fondo ciò che si è. Magari sbaglio e sto sopravvalutando questo.

      Grazie ancora

    3. Anonimo

      Ho scordato una cosa: lei giustamene dice che ansia è un termine molto generico e condivido.

      Infatti io soffro sì, di ansia anticipatoria, ma in realtà ansia significa letteralmente “agitazione interiore” e qua infatti, nascono i miei problemi. Io devo imparare a saper gestire questa “agitazione”, sia che riguardi i momenti che devo apprestarmi a vivere, sia che riguardi la gestione di tutte quelle cose che “nel presente, e nel momento” possono portare – poca o tanta, non fa differenza – “tensione ed agitazione”. Lei pensa che tutto questo, debba essere chiamato e ricondotto sostanzialmente all’unica definizione di “ansia”?

      Questo è un punto focale della cosa…

    4. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Sì, ritengo anch’io che possa aiutarla.
      2. Qui entriamo in un campo che non è di mia competenza, quello della diagnosi, quindi le chiedo scusa ma questo mi faccio da parte.

    5. Anonimo

      Ha ragione, sostituisco la domanda con una alla quale potrà sicuramente rispondere con ampia competenza. Colgo l’occasione di chiederle una cosa che mi crea dubbi da tempo:

      Quando è realmente il caso di assumere farmaci per alleviare l’ansia?
      Quando di tanto in tanto, mi capita di prendere – ad esempio – il Lexotan, mi calmo, sì, ma mi crea sonnolenza. Anni fa, il medico mi prescrisse lo Xanax e mi diede un effetto devastante… riuscivo a fatica ad alzarmi dalla sedia e mi dava una sensazione molto intensa di intontimento. Era normale questo effetto?

      Mi è stato molto utile, grazie davvero

      saluti

    6. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      L’effetto “sonnolenza” è quello più comune con gli ansiolitici e molto dipende dalla dose assunta.

      “Quando è realmente il caso di assumere farmaci” è una domanda a cui non è semplice dare una risposta, ma direi quando i sintomi ed il malessere superano i rischi e gli effetti collaterali possibili legato all’utilizzo del farmaco.

      Spesso mi viene detto dai pazienti che non si vuole ricorrere al farmaco per paura della dipendenza; è vero, per un uso regolare esiste questo rischio, ma quando l’alternativa è restare chiusi in casa perchè non si riescono a gestire gli attacchi di panico a mio avviso vale decisamente la pena rischiare la dipendenza. Ho fatto un esempio che NON riguarda il suo caso, ma spero che renda l’idea.

      Se lei ricorre a Lexotan al bisogno direi che non ci sono problemi, è un utilizzo corretto, la psicoterapia e la volontà di superare queste paure/ansia faranno il resto.

    7. Anonimo

      Io ho quasi sempre mal di testa ,vertigini ;senso di svenimento e debolezza. secondo voi è ansia???

    8. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È una delle possibili cause.

    9. Anonimo

      La nausea può essere avvertita dopo un attacco ď ansia ??

    10. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì.

  20. Anonimo

    Dottore mi scusi, è da un po’ di giorni che avverto (nonostante non ci sia freddo e nonostante ciò non pregiudichi la mia mobilità, sensibilità etc) brividi lungo il braccio sinistro e spalla. Proprio la classica pelle d’oca ha presente? Premetto che da alcuni mesi a questa parte ho sofferto di forte stress emotivo che tutt’ora ho. Secondo lei cos’è? Ho paura che si tratti di SM! Aiuto 🙁

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Lo stress potrebbe spiegare la sensazione, ma ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

  21. Anonimo

    Grazie davvero di tutto io faró di tutto per superarla … Ora ho preso 7 goccine di lexotan che ho preso due voltw in passato perche il medico mi ha detto al bisogno posso prenderle.. Ma non voglio cadere sui farmaci è solo x stare piu serena oggi … E le ho prese e eentivo gola stringere ma impossibile lo gia prese non possono farmi allergia giusto? Cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Giusto.

  22. Anonimo

    Ok lo spero la ringrazio… Per esempio aspetto il ciclo giorno 11.. E ho dolori a fianco dx gamba .. Ma questo sempre ma il mio medico mi dice che non ho niente infatti nemmeno lo chiamo… Puo essere postura e anche l arrivo del ciclo? Quando urino ce l ho pure il dolore.. E penso appendicite ???.. È l ultima domanda

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Più di tutto potrebbe incidere l’ansia.

  23. Anonimo

    Va bene la ringrazio.. Comunque si sto curando l ansia sto facendo delle sedute di psicoterapia siamo ancora alla 7 seduta… È presto ancora? I primi risultati quando si vedranno? ?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente a brevissimo.

  24. Anonimo

    Se tipo comprasi un attrezzo per tutto il corpo è la stessa cosa? Anche per prendere massa che sono magra

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Onestamente in questo momento ritengo che sia più importante combattere l’ansia,
      2. in ogni caso faccia quello che si sente e quello che le piace, in modo da avere la costanza di farlo tutti i giorni.

  25. Anonimo

    Ok tipo anche corsa sul posto non so? Perche ho davvero paura perche lavoro seduta

  26. Anonimo

    Va bene cerchero di stare tranquilla e che facendo una vita sedentaria mi sono fissata di tutti i rischi… 🙁 e avendola sempre bassa ho paura che sia alta.. Cerchero di non misurarla piu .. Spero di riuscirci grazie mille .. Ah un ultima cosa come esercizi in casa cosa e per quanto tempo dovrei fare?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Quello che riesce, anche solo 30 minuti al giorno è sufficiente dal punto di vista cardiovascolare.

    2. Anonimo

      salve premetto che sono andolescente. soffo di tanta ansia infatti i capita in strada molte volte di respirare con la bocca ho paura di contrsrre malattie infettive gravi come meningiti ci sono stati qualche caso quest anno nella mia città soffro di sinusite quindi adesso ho una forma di catarro sono molto spaventata dalla meningite

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Valuterei forse un percorso di supporto psicologico per cercare di imparare a gestire queste paure.

    4. Anonimo

      ma secondo lei respirare spesso con la bocca in strafa mi metterebbe in pericolo?

    5. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve. no non c’è nessun rischio particolare. Tutti respirano anche con la bocca per strada e nessuno se ne fa un problema, Stia tranquilla e pensi ad altro.Saluti

    6. Anonimo

      ma io l ofaccio quasi tutto il tempo

  27. Anonimo

    Ma il medico mi dice che nn ho noente .. Secondo lei ce qualcosa che non va nella pressione ???? E che sento quando respiro aria ghiacciata al naso e sembra che arriva in testa bo una sensazione strana … Ma secondo lei la pressione va bene ? Ho 21 anni quasi 22

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A mio avviso c’è solo ansia.

    2. Anonimo

      Buongiorno volevo un informazzione gentilmente….. si possono prendere gli antidepressivi per solo due mesi ? solo per tamponare un periodo molto ansioso ( Ho cambiato casa e sto soffrendo di malinconia e con un vuoto nello stomaco ” specialmente di mattina” so che gli antidepressivi fanno ingrassare e questo non lo voglio… mi puo dare una risposta grzie buona giornata…

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Una cura antidepressiva è sempre calibrata sul singolo paziente e raccomando di attenersi quindi scrupolosamente alle indicazioni del medico per evitare complicazioni.

  28. Anonimo

    Il dottore mi diceva k la portavo bassina .. X questo ho paura ma l altro giorno glielo detto e mi ha detto di stare tranquilla che sono ipocondriaca … Ora era 122/65 e poi 109/71 é sballta? Tipo 122/65 che ce differenza?? E che sento tipo quando la testa strana e misuro ma puo essere ansia?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ultima parola al medico ma… sì, potrebbe essere ansia.
      Se accetta un consiglio, butti lo strumento per misurare la pressione dalla finestra per impedirsi di misurarla ancora… 😉

  29. Anonimo

    Aspetto anche il ciclo… Sarà questo… Comunque ho avuto pressione bassa in questi giorni 98/58 ora stasera e 115/75 lo misurata xke cn ansia mi sentivo strana ma nn e alta per una persona k la tiene bassa ? E penso che ho colesterolo xke da piccola ci soffrivo ma da anni k nn ci soffro e ho paura di mangiare stasera le uova

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. A me sembrano valori ottimi, ma ovviamente l’ultima parola spetta al medico.
      2. Gli studi più recenti hanno dimostrato che le uova da questo punto di vista non sono un problema.

  30. Anonimo

    Va bene preferirei a casa sarei piu tranquilla .. Stamattina mi è capitato che dopo aver urinato ho avvertito dolore o come se avessi i muscoli tesi nel fianco dx ma toccando nn faceva male ma sforzando internamente si .. Puo essere che è perche lo trattenuta?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, è probabile.