1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
    Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

    Buongiorno. Fare entrambe le RM credo sia possibile ma il tempo da passare dentro la macchina raddoppia. Ma la RM all’encefalo le è stato chiesta da qualcuno?

  2. Anonimo

    Salve ho un po’ di tempo che ho un annebbiamento alla vista non riesco a stare in piedi ferma perdo l’equilibrio mi può dire cosa posso fare è mi viene spesso sonno stanchezza aspetto una risposta a presto

    1. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Potrebbe essere solo stress, oppure un problema di cervicale e/o circolatorio, le consiglio di farsi valutare dal medico per tranquillità.

  3. Anonimo

    Salve io dall’età di 20 ho iniziato ad vere disturbi visivi come la diplopia. Annebbiamento della vista e dolore oculare se esposta ad una Luca forte col tempo si sono aggiunti altri sintomi come la stanchezza e la difficoltà a fare le scale perché ho dolori alle articolazioni e tensione muscolare .ho provato di tutto con le vitamine i minerali ma tutto si è solo alleviato un po’ .oggi ho 36 anni e mi ritrovo con un nuovo sintomi po’ che mi accompagna da ormai due anni ,quando sono un po’ stressata il campo visivo si riduce ,vedo sulla destra fasci di luce e frontalmente non riesco a mettere a fuoco gli oggetti ,tutto passa in mezz’ora . Qualcuno può aiutarmi a capire cosa ho e a chi mi devo rivolgere? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Visita oculistica, come primo passo, se i sintomi principali sono a carico della vista.

      Compare mal di testa dopo queste difficoltà di visione?

  4. Anonimo

    Salve dottore,ho 20 anni e le scrivo per un problema che persiste da ormai 4 mesi. Premetto che sono sempre stata una ragazza molto sportiva,praticante di molti sport. Da 4 anni a questa part pratico calcio. Premetto che prima di questo periodaccio ero sempre molto allegra,amavo stare con gli amici e andare a correre oltre che ad allenarmi e a giocare con la mia squadra. Mentre ora ho dovuto abbandonare lo sport e limitare le uscite per la stanchezza e il malessere generale. È iniziato tutto dopo una colazione,una mattina di solita routine,decisi di mangiare due paste alla crema e bere un cappuccino con mia madre,subito dopo ho iniziato ad avvertire un forte senso di nausea (pur non riuscendo a rimettere) accompagnato da un senso di minzione frequente…lunghe pipì trasparenti (non ho mai bevuto tanto) ogni 15 minuti, che però non mi inducevano a dovermi alzare di notte per andare in bagno . Da quell’episodio ho iniziato a sentirmi sempre stanca e con dei mal di testa molto forti che mi constringono al riposo. Ho iniziato a svegliarmi con gli occhi e bocca molto secchi e la sensazione di svegliarmi non riposata,come se fossi ubriaca insomma. Le feci non sono formate e ho sempre 37,1 di febbre,tonsille che mi si infiammano spesso (già da tempo) e linfonodi gonfi sottomandibolari non dolenti. Inoltre ho avuto problemi alle gengive che sanguinano subito a contatto con lo spazzolino e un calo di 5/6 chili all’esordio della sintomatologia,poi recuperati di recente. Quando mastico avverto una sensazione di affaticamento dietro alla nuca e a volte è come se mi sforzassi di far uscire la voce. Ho fatto innumerevoli analisi (tiroide,ANA reflex,emocromo,tampone,epstein barr virus,citomegalovirus,feci,urine,tac cranio,raggi al torace,ecocardiogramma,eco addome e ecografia ai linfonodi..quest’ultima ha evidenziato numerosi linfonodi a morfologia ovalare ed ilo linfonodale di verosimile natura reattiva. Il resto delle analisi son tutte negative. Pensa che possa trattarsi di un’infezione nascosta,visto il perdurare della febbricola e dei linfodi o di stanchezza cronica ? Scusi il disturbo.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se dall’emocromo non emerge nulla è poco probabile che sia un’infezione, anche se non impossibile.
      È mai stata punta da una zecca?

    2. Anonimo

      Non ricordo di un eventuale morso di zecca ma non credo,nonostante abbia un cane e viva in campagna. Non sono mai stata una ragazza ansiosa o altro,ma è una situazione un pò pesante che mi sta provando,specialmente perchè fisicamente non sono in grado di riprendere le attività sportive. La febbricola non supera mai 37,1 – 37,2 e i linfonodi sono rilevabili ma non dolenti.. ho perso tanta massa muscolare che non riesco a recuperare. So che è difficile formulare ipotesi via informatica ma secondo lei di cosa potrebbe trattarsi?

    3. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, i linfonodi di natura reattiva sono sostanzialmente linfonodi normali, che rispondono ad un’ipotetica infezione, infiammandosi e quindi reagendo appunto contro l’infezione, che però non sembra esserci dalla analisi che ha fatto; si è fatta valutare da un reumatologo o da un Infettivologo? è difficile purtroppo pensare a qualcosa in particolare con questi sintomi vaghi, se i linfonodi avessero avuto un altro aspetto si sarebbe potuto pensare ad una biopsia, ma non ha senso su linfonodi reattivi.

  5. Anonimo

    Buongiorno dottoressa,la ringrazio per la risposta! Soffro spesso di tonsilliti e ho le tonsille ipertrofiche,purtroppo il mio precedente medico ha sempre deciso di non trattare le placche e non vorrei che fossero quelle la causa. Ho fatto una visita anche da numerosi infettivologi e solo quest’ultimo si è soffermato e ha preso seriamente il caso. Mi ha prescritto un’altra serie di analisi tra cui : ANA reflex,Borrelia Burgdoferi,Citomegalovirus,Toxoplasmosi,test stimolazione linfocitaria con antigeni specifici,angiotensina II,leishmania anticorpi,micobatteri in campioni biologico esame colturale,tsh reflex,cobalamina,ferritina,salmonelle e brucelle,transferrina,fattore reumatoide,feci sangue occulto,urine esame chimico fisico e microscopico,creatinchinasi (cpk- ck) ,ferro,fosfatasi alcalina. Inoltre,ha richiesto un’altra Rx al torace con un’ecografia all’addome e un ortopantomografia. Continuo ad avvertire il fastidio alle tonsille e linfonodi del collo gonfi,febbricola serotina e stimolo di urinare frequentemente

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, purtroppo non possiamo fare altro che aspettare i risultati dei controlli suggeriti e sperare che da questi esca qualche dato che possa darci qualche indizio in più. saluti

  6. Anonimo

    Può colpire anche a 17 anni? Mi sento sempre così stanca e ho tanta paura che possa trattarsi di questa malattia…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Spesso colpisce attorno ai vent’anni di età o poco dopo; ti raccomando però di non saltare a conclusioni e di parlarne invece con il medico, ci sono molte altre spiegazioni più probabili e più gestibili.

  7. Anonimo

    È un periodo che per motivi di lavoro purtroppo riesco a dormire solo 3-4 ore per notte e, per fortuna o purtroppo, la situazione persisterà ancora per qualche settimana.

    Il mio dubbio è se questa stanchezza che ovviamente mi porto dietro potrà in qualche modo sfociare o favorire la comparsa di questa sindrome.

    Grazie mille in anticipo.

  8. Anonimo

    È contagiosa?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      No.