1. Anonimo

    buongiorno dottore, ho 26 anni ed in passato ho sofferto di colon irritabile. Durante una vacanza ho avuto febbre alta, durata circa 3-4 giorni e scariche di diarrea acquosa anche per 3-4 volte al giorno. Man mano le scariche sono diminuite e le feci, nel giro di circa 10 giorni, hanno assunto una consistenza sempre più dura. E’ passato un mese circa da quando ha avuto la febbre ma ogni tanto soffro ancora di dolori al basso addome e mi capita a volte di evacuare feci molli. Ho fatto l’esame delle feci, sono in attesa dei risultati. Dato che sono un soggetto ansioso, la causa di ciò potrebbe essere dovuta alla sindrome del colon irritabile o invece tale condizione potrebbe essere dovuta a qualche malattia? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Dati i precedenti il colon irritabile rimane l’ipotesi più probabile, anche se la febbre potrebbe far pensare ad una temporanea e risolta gastroenterite od altra infezione intestinale.

  2. Anonimo

    Buon giorno, ho 20 anni, faccio molto sport, calcio e palestra per aumentare massa muscolare, prendo 30gr proteine al giorno, 100% siero di latte, comunque ho dei sintomi che mi fanno pensare al colon irritabile, del tipo una volta ogni 2 o 3 mesi, solo di notte avverto crampi e dolori al basso ventre, evaquo (diarrea) e mi sembra passatato poi mi ritorna lo stimolo con gli stessi dolori,la mattina prendo il latte e ogni tanto il caffè, i pasti sono molto abbondanti specialmente i carboidrati, bibite gassate poche, ora vorrei sapere se può essere colon irratibile o qualc altra cosa, e se le proteine peggiorano la situazione , puo essere colite? Il malox puo essere una cura per alleviare il dolore?
    Il pranzo di oggi è stato: mattina integratore di vitamina B pane e prosciutto cotto, il pomeriggio riso e piselli, involtino di pollo, sera pasta al sugo, prova affumicata e salame, dopo 6/7 ore crampi improvvisi

  3. Anonimo

    Nella stessa giornata ho bevuto una tazzina fi caffe, se serve peso 70 kg sono alto 1.75

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Capita ogni 2-3 mesi e dura solo una giornata?

  4. Anonimo

    salve volevo avere un informazione… la sindrome del colon irritabile puo venire cosi da un momento all’altro?… oppure e una cosa che si ha dalla nascita??? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In certi casi può comparire (apparentemente o meno) da un momento all’altro.

  5. Anonimo

    Buona sera dottore! Ho 27 anni e da circa 2,soffro di colon irritabile…..! Ho cambiato tanti dottori,ho fatto tutte le visite possibile, ho eliminato i cibi che potevano farmi male, ho fatto perfin 2 volte la colonscopia( che è uscita bene) avevo un periodo che stavo bene,adesso di circa un mese sto di nuovo male! La cosa che mi preoccupa di più e il rumore che fa il mio intestino…..! Sono arrivata ad avere paura di mangiare perché dopo sto male, sono arrivata a 43hg, non so più cosa fare, ho bisogno del suo aiuto ! Le medicine che prendo attualmente avendo anche la gastrite sono: esomeprazolo e alginor cpr ! Grazie !

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ha già provato ad eliminare il glutine (anche in assenza di diangosi di celiachia)?

    2. Anonimo

      Si,ho fatto anche gli esami, non sono celiaca !

    3. Anonimo

      Ma è vero che quel rumore fastidioso e solo l’ aria ,niente altro ? Mi passano tante cose x la testa che sto diventando matta:((. Mangio solo pasta in bianco e quella di kamut ,e la sera carne bianca,senza pane ,senza niente! Che altro dovrei eliminare? Non mi è rimasto un bel niente !

    4. Anonimo

      Si dottore, come gli ho detto mangio solo la pasta di kamut !

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il Kamut contiene glutine:

    6. Anonimo

      Grazie mille dottore! Si come tutti i dottori mi hanno detto di mangiare solo la pasta di kamut,pensavo che non contiene glutine! Allora che pasta devo prendere?quella di mais?

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Provi per 2-3 settimane ad acquistare pane, pasta, grissini, … per celiaci; ripeto, so che non è celiaca, ma in alcuni casi sono stati risolti molti problemi. Attenzione perchè sono molti gli alimenti che contengono glutine (biscotti, pizza, merendine, …).

    8. Anonimo

      Ok! Da oggi provo anche questo ! Grazie di nuovo dottore ! Buona giornata !

  6. Anonimo

    Salve dottore, ho notato per caso questo blog e mi è piaciuto molto il modo con cui dispensa consigli, la trovo un medico corretto.
    Io è praticamente da sempre che soffro di SII, fin da bambino ricordo atroci mal di pancia e crisi diarroiche pazzesche. Crescendo le cose nn sono migliorate e praticamente vivo a dieta stretta il 50% dei giorni dell’anno, forse quest’anno siamo al 70%. Non sono mai stato da un gastroenterologo e le confesso che sono molto scettico. Cosa può dirmi che nn so? Che devo in qualke modo avere una vita meno stressante, ci provo malgrado la SII. Che devo curare l’alimentazione? Lo faccio da sempre e al primo sgarro (perchè nn si può vivere ad acqua fuori frigo e riso in bianco e patate lesse etc) bang si torna a soffrire per X giorni. Che devo assumere fermenti lattici vivi? Credo immodestamente di poter dare lezione sui medesimi a qualsiasi farmacista e a molti medici: sono una cavia umana ed esuriti i fermenti europei sto esplorando il mercato u.s.a, mi spiego..? Che durante una crisi di diarrea posso assumere loperamide? ne ho a quintali. che per il dolore è utile un antispastico? lo so lo so e ne ho i cassetti pieni.
    Insomma mi perdoni quella che più che una domanda è diventato uno sfogo, ma se nn esistono terapie efficaci com’è scritto ovunque e i rimedi sintomatici son sempre quei 3-4, che ci vado a fare dal gastroenterologo? che prospettiva di vita ho oggi, a 36 anni a pochi giorni dalla nascita del mio primogenito (a cui spero sia evitata questa pena che ha coinvolto me e mio padre)?
    ma una parte di me si sente irresponsabile a nn confidare in uno specialista davanti a sintomi così frequenti e invalidanti.
    insomma, secondo lei, senza indugiare in false speranze, a cosa posso mirare e come arrivarci?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La ringrazio per la fiducia, ma mi preme sottolineare che sono farmacista e non medico, quindi prenda sempre le mie parole con il giusto peso; detto questo, una visita presso un gastroenterologo la farei ugualmente, non fosse altro che per avere la conferma della diagnosi. Se non è mai stato visitato da uno specialista qualche indagine in più andrebbe fatta, per evidenziare per esempio eventuali intolleranze (celiachia o lattosio) ed altri possibili disturbi con sintomi simili ma cure diverse.
      Ci sono poi una serie di evidenze, alcune recenti altre meno, che potrebbero esserle suggerite, come per esempio la dieta senza glutine anche in assenza di celiachia che dà enormi benefici a circa il 30% dei casi di colon irritabile, i tentativi da fare con e senza fibra, …

  7. Anonimo

    buongiorno dottore,mi chiamo valentina e ho 33 anni.fin da adolescente soffro di stipsi per cui evacuo ogni6-7 giorni a volte arrivo anche a 14.ho la pancia gonfia e dura e mi fa male.quando poi evacuo ho 1 dolore enorme e le mie feci sn durissime e scure tanto da parlare di fecaloma.ieri ho mangiato solo verdura cotta e cereali integrali e mi è venuta la diarrea. cosa che mi capita anche quando eccedo coi dolci.da notare che se mangio yogurt a me nn da noia.il dottore mi ha prescritto il movicol.tutto cio pensavo fosse causato da il mio stile di vita irregolare: mangio male, troppi dolci etc. cosa mi consiglia di fare? la ringrazio fin da ora per la sua risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il primo passo è sicuramente la correzione dello stile di vita (eventuale sovrappeso e sedentarietà compresi).

    2. Anonimo

      si giusto. xò anche prima quando ero adolescente e mangiavo bene,sano anche se mangiavo i dolci ho sempre avuto questo problema. quello che mi da soprattutto fastidio è il fatto che sento un dolore fortissimo ad evacuare e le feci veramente dure. nn capisco se dipenda solo dal fatto che sono stitica o c’è altro.forse succede xchè bevo poco? ieri ho mangiato tutto il giorno sl cereali integrali e latte e ho avuto lo stesso episodio,nn di diarrea cm avevo scritto ma di feci liquide.che devo fare per non avere + dolore etc.?grazie ancora

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Confermo che bere è importantissimo, perchè in caso contrario tutta la fibra che ingerisce peggiora la situazione facendo da tappo.

  8. Anonimo

    salve dottore mi chiamo angelo e ho 62 anni. Da un po di tempo soffro di dolori al lato sinistro dello stomaco come coliche con stimolo ad evacuare, ma non sempre in effetti è cosi. Premetto che alterno periodi di stipsi a periodi di feci più morbide con muco. Potrebbe trattarsi di colite? La ringrazio dell’eventuale risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sembra proprio colon irritabile.

  9. Anonimo

    buona sera domani alle 14.15 devo fare un’eco all’addome completo posso fare la colazione e con cosa perchè ho letto no pane no cereali no te no caffe grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Queste indicazioni le sono state date dall’ospedale?

    2. Anonimo

      no ho letto su internet,come indicazioni solo digiuno da 7 ore e bere 1 l d’acqua un’ora prima dell’esame

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi atterrei alle indicazioni dell’ospedale, in ogni caso segua le indicazioni da fonti autorevoli come


      Può quindi per esempio bere del the e consumare una fettina di pane bianco (non integrale!) od una fetta biscottata (sempre non integrale).

  10. Anonimo

    Il colon copisce anche altri parti del corpo ho solo quelle indicate nei sintomi? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non ho capito la domanda.