Tutte le domande e le risposte per Sclerosi multipla: sintomi, cause e conseguenze
  1. Anonimo

    Gentile Dottore,
    volevo chiederle una cosa : se la risonanza magnetica alla colonna vertebrale è negativa,(presenza però di ernie)si può escludere la sclerosi??ho fatto la risonanza per delle parestesie alle gambe,così il medico (ortopedico) ha voluto prescrivere una risonanza alla colonna.Le ernie come da lui sospettato ci sono,fortunatamente,nessuna lesione da sclerosi (questa però era una paura mia).Escludo la sclerosi a priori o mi consiglia di fare una risonanza all’encefalo?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se non ci sono motivi validi per sospettare davvero la presenza di sclerosi direi che possiamo escluderla, sopratutto se l’ipotesi di diagnosi dello specialista ha trovato conferma dagli accertamenti fatti.

  2. Anonimo

    Salve, volevo sapere come è possibile sospettare si una S.M.? talvolta mi sento debole, ed mi ‘mangio’ alcune lettere. Aiuto.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non mi occupo di questo campo, ma al suo posto non mi preoccuperei; i sintomi dovrebbero essere molto più marcati.

  3. Anonimo

    Salve, qualche mese fa causa accertamenti ho eseguito una risonanza magnetica cerebrale che ha evidenziato la presenza di possibili fenomeni demielinizzanti. Eseguita una seconda risonanza con contrasto e una PEV mi e stato detto di stare tranquilla poiche non presentavo nessun tipo di attivita sospetta.
    Mi e stato cmq consigliato di prestare attenzione a certi sintomi quali formicolii o perdita della forza…
    La settimana scorsa e stata molto stressante causa un piccolo lutto (animale domestico) e da qualche gg ho lievi formicolii al braccio dx non dovuti a posizioni particolarmente strane. Per il momento e l’unico sintomo che si e manifestato…crede che dovrei procedere con ulteriori accertamenti??
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Proverei ad aspettare qualche giorno, è molto probabile che la perdita subita sia la causa dei sintomi.

  4. Anonimo

    salve,il mio nome e francesca per curiosità ho letto queste infomazioni e volevo chiederle cosa pensa di una donna che ha da qualche mese dolori alle gambe in particolare la sinistra,debolezza,e uno stato emotivo molto vulnerabile…premetto non ho mai avuto dolori alle gambe…ho 32 anni e da 5 mesi un figlio..la debolezza a volte e forte e con essa il mal di testa e perdo di concentrazione….grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per ora non pensi ai dolori, ma se le buttassi lì “depressione post parto” lo riterrebbe plausibile?

  5. Anonimo

    Buona sera.
    Anche io vorrei elencare sintomi che ho avuto nell’arco di più o meno 2 anni. Premetto di avere 22 anni. Inoltre i sintomi oftalmologici che nominerò sono una mia opinione, in quanto oftalmologi e neurologi non mi hanno mai fornito un nome o non hanno mai trovato nulla nonostante i sintomi siano sempre presenti.
    Ansia, tremore intenzionale, scotoma positivo binoculare, polyopia, cefalee ogni giorno (maggiormente durante o dopo sforzi fisici), fenomeni acufeni prima del risveglio molto sporadici nel tempo, fotofobia, spesso debolezza fisica o vertigini, stanchezza, variazioni d’umore, raramente ho improvvisi attacchi di riso irrefrenabile o pianto, a volte i due sono così vicini da coincidere, depressione, ho più difficoltà di concentrazione da un anno, anche l’apprendimento si è fatto più pesante e frustrante, formicolio ad un lato superiore della testa dopo il risveglio, e una settimana fa mi sono risvegliato con un capogiro (proprio appena aperto gli occhi) durato circa 5 minuti con nistagmo verso destra, pallore, tremore incontrollabile e perdita dell’equilibrio e freddo (al pronto soccorso non hanno visto nulla), sempre più spesso mi capita di invertire delle parole: invece di dire il “positivo” dico il “negativo” o viceversa. In qualche modo, qualche mese fa creavo una febbre “autoindotta” dallo stress o rabbia che arrivava fino a 38,2 per poi scendere ad una costante serale di 37,4.
    Inoltre una curiosità: ho effettuato 2 volte un test HIV l’anno scorso, entrambe le volte ELISA è uscito con un falso positivo (i due esami erano a lunga distanza dal rapporto a rischio) e poi dato negativo con il Western Blot. La dottoressa non seppe spiegare il motivo dei due falsi positivi considerando la distanza di tempo, dicendo che “non le era mai capitato prima”, considerando che non svolgevo attività sessuale a suo tempo.

    Secondo Lei potrebbe essere l’inizio di una sclerosi multipla? Sono tentato di prenotare una risonanza magnetica in un istituto privato di mia spontanea volontà, senza passare dal medico di famiglia, in quanto i miei sintomi sono sempre stati ignorati.
    Grazie infinite.

    Marco

    1. Anonimo

      Dimenticavo: per un periodo nel 2010 ho sofferto di forti dolori muscolari alle braccia, dolore al lato del collo e vicino al cuore (il medico disse che era dovuto a contrazioni causate da stress o posture sbagliate)… infine ho avuto anche formicolii al braccio sinistro e alle punte delle dita, con a volte una sensazione di bruciore vicino al polso e prurito sul dorso della mano (qui il medico disse che è l’inizio di una Sindrome del Tunnel Carpale e potrei anche trovarmi d’accordo anche se solo su questo, in ogni caso volevo riferirLe ogni cosa che ricordo).
      Gli unici sintomi PERMANENTI sono gli scotomi, polyopia, cefalee, e stanchezza.
      Grazie ancora per l’attenzione.

    2. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che in casi come il suo forse la soluzione migliore è proprio fare gli esami che ritiene necessari, per vedere con i proprio occhi l’esito negativo, non escludo il fatto che la depressione non sia uno dei sintomi, ma la causa principale dei malesseri.

    3. Anonimo

      Infatti ho svolto delle sedute psicoterapeutiche per un lungo tempo. Col passare degli anni ho imparato a fare una autoanalisi della mia personalità e dei miei stati d’umore per cercare di correggerli sul momento. Secondo me la depressione è stato l’inizio di “qualcosa” che oggi non riesco a debellare e che continua a peggiorare. Una delle mie convinzioni è che lo spirito può influenzare il corpo, fino ad arrivare a distruggerlo.
      In agosto ho trovato la persona che stavo cercando di raggiungere da tantissimo tempo, lei è la mia felicità assoluta eppure mi sento oppresso dai sintomi su descritti. La depressione, come ho menzionato, è stato l’inizio, ma ora non la sento come attiva… piuttosto sento il riverbero dei danni che ha causato.
      C’è da distinguere quelli che sono sintomi che vengono risolti da “effetto placebo” e sintomi che esistono e sono sempre presenti.
      Nel 2010 mi sono anche sottoposto ad un intervento chirurgico laser alla retina, in quanto avevo dei fori. Tutti, medici compresi, mi dicono che sono troppo giovane per aver quel problema. Allora suppongono, probabilmente giustamente, che la causa deriva dall’incubatrice. Sono nato con l’epilessia, ho avuto due attacchi nei primissimi mesi di nascita, poi non ho più avuto nulla e perciò l’ho messo un po’ nel dimenticatoio.
      Ora come ora, ciò che mi opprime sono gli occhi, quelle “luci” (non lampi, anche se ho anche quelli) centrali e laterali che tutti ignorano ma che secondo me sono scotomi positivi e i mal di testa. Prima avevo un lavoro porta-a-porta e camminando, a volte sin da subito, la cefalea era così forte da condizionare i miei movimenti. Le assicuro che, seppure una depressione sia difficile da lasciarsi dietro, tutto ciò che mi sta opprimendo vada al di là di un’illusione.
      Il capogiro avuto qualche mattina fa mi ha spiazzato… il non sapere che cosa si ha, quali errori posso aver commesso nel causare il tutto o meno, se l’alimentazione o il riposo o altro…
      Comunque prenoterò l’appuntamento, visto che non me lo ha sconsigliato e rispetto moltissimo il Suo lavoro su questo sito.
      Un’ultima nota: a me piace scrivere, è la mia passione principale assieme alla composizione di musica e vivere con la mia anima gemella, e sono rimasto più che perplesso un giorno di alcuni mesi fa, nel constatare di non riuscire a scrivere. Praticamente non riuscivo più a ragionare sulle parole più facili, non riuscivo a dire quando dovevo scrivere una parola con una consonante doppia, ad esempio “consapevolezza” poteva benissimo venirmi come “consapeVvolezza” e questo avveniva per moltissime parole. E’ successo da un giorno all’altro, e ora è passato da qualche settimana. E’ stato uno degli avvenimenti più terrorizzanti.
      La ringrazio nuovamente e mi perdoni se l’ho disturbata.
      Se può darmi un’ultima opinione riguardo la risonanza… penso sia il metodo più veloce per vedere se ci sono danni, no?

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      “lo spirito può influenzare il corpo, fino ad arrivare a distruggerlo”
      Non avrei saputo spiegarlo meglio, sono assolutamente d’accordo con lei.

      Sulla risonanza non mi sento di prendere posizione perchè, non occupandomi di questo campo, non sono in grado di evidenziare cosa potrebbe realmente rilevare e cosa no.

      In passato ha mai fatto uso di antidepressivi e/o ansiolitici?

    5. Anonimo

      No, per un certo periodo ho pensato di chiedere al mio medico degli ansiolitici, ma poi ho lasciato stare. Nel 2007 la mia psicoterapeuta invece aveva prescritto medicinali naturali perché gli antidepressivi sono troppo pesanti e rischiano di diventare una dipendenza.
      L’ansia è un sintomo che fortunatamente è andato riducendosi di molto rispetto a prima.
      In questo momento che le scrivo, però, ho mal di testa, non forte, ma comunque fastidioso. Le “luci” che vedo sono più evidenti nella doccia, dove tutto attorno a me è bianco o chiaro… Anche a occhi chiusi li vedo manifestarsi. La polyopia, invece, è un altro difetto visivo permanente.
      Come questo: http://www.lasikcomplications.com/images/firehydrant_double_vision.jpg
      con gli occhiali da vista.
      Senza occhiali, se guardo la luna, la vedo come l’immagina a destra:
      http://1.bp.blogspot.com/_ci_jaB8ILZ4/TH07GQkASPI/AAAAAAAAAUs/ZyVNfynJVxo/s1600/psf+diplopia.jpg
      Il disturbo persiste se chiudo un occhio, perciò in teoria non è diplopia ma polyopia, anche perchè la luna la vedo da un minimo di 2 a massimo 3 volte con occhiali, e come un conglomerato di luce senza occhiali.
      Il neurologo non riusciva a capire come io vedessi gli oggetti tramite la mia spiegazione e ha detto di aspettare “il prossimo manifestarsi del capogiro o nistagmo e vedere cosa succede”.
      Non sono la persona che si lamenta di dolorini semplici, e per il pronto soccorso ce ne vuole… al telefono non riuscivo nemmeno a parlare a mio cognato da tanto che tremavo. La cosa strana è il ritrovarsi in tale condizione subito appena aperto gli occhi dopo aver dormito 8 ore.
      Quando lavoravo ero in condizioni davvero pietose di salute, ma non mi sono mai lamentato. Ora che sono disoccupato vorrei approfittare del tempo libero per cercare una soluzione a questi fastidi.

    6. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Comprendo perfettamente il suo desiderio di risolvere, ma purtroppo temo che sia un caso decisamente al di là delle mie capacità e competenze.

  6. Anonimo

    Salve, sono una ragazza di 22 anni e se non sono ipocondriaca, ci sono molto vicina. Prendo Sereupin (20mg) al mattino tutti i giorni e ho iniziato ad appoggiarmi ad uno psicologo da circa un mese. Tutto è iniziato con un disturbo al quale non avevo mai dato peso: un leggero annebbiamento ad un occhio al mattino, che nel corso della giornata spariva. Una mattina quando tale disturbo si ripresentò, fui presa dal panico sospettando che si trattasse di un sintomo iniziale della sclerosi multipla, inoltre quando mi coricavo (ma succede tutt’ora) talvolta mi capita di percepire dei movimenti oculari. Per quanto mi sembrasse assurdo e prematuro, non riuscì a fermarmi e mi precipitai dal medico che mi disse di stare tranquilla,ma di andare dall’oculista per fare una visita completa. L’oculista, molto gentile, mi spiegò quali sono realmente i sintomi visivi di quella malattia, come l’offuscamento e lo sdoppiamento della vista e la distorta visione dei colori, accompagnati talvolta da un forte dolore oculare riferito perlopiù ai movimenti dell’occhio. Mi riscontrò una blefarite leggera e mi prescrisse una cura per la pulizia dell’occhio. Il disturbo non si è più presentato. Mentre i movimenti oculari talvolta sì, ma mi è stato spiegato che è un modo di accomodazione dell’occhio che pian piano, in una condizione di relax, lascia andare le tensioni. Sereupin mi ha dato nella seconda settimana diversi disturbi, a partire da debolezza, sonnolenza, diarree (che ho tutt’ora,ma meno frequentemente, e solo quando mangio un po’ di più) e anche un calo netto della libido sessuale (che persiste tutt’ora). Adesso, è una settimana che le mie pupille (un giorno la destra, un giorno la sinistra e così via…) sono leggermente più dilatate dell’altra (max 2mm), rispondono bene alla luce, hanno risposta consensuale e io ci vedo bene. Al pronto soccorso mi hanno controllato l’equilibrio a occhi chiusi e il campo visivo: NON IPOVISUS.PUPILLE ISOCORICHE ISOCICLICHE NORMOREAGENTI ALLO STIMOLO LUMINOSO. PRESSIONE ARTERIOSA 110/70 MMHG. MINGAZZINI NEGATIVO, NO DEFICIT V/N IN ATTO. Il giorno dopo sono rientrata in ospedale per completare la visita oculistica con gli strumenti: OS BULBO CALMO, PUPILLA ISOCORICA ISOCICLICA, OS TONO BUONO, NON ALTERAZIONI OCULARI IN ALTO. L’oculista del pronto soccorso però mi ha fatto un po’ di terrorismo: ha iniziato a parlarmi di tumori al cervello, aneurismi silenti, sclerosi multipla e glaucomi.
    Oggi sono andata dal mio medico e gli ho parlato di questo problema delle pupille, ha escluso che sia un effetto di Sereupin, ha visto che una pupilla era leggermente più grande dell’altra,ma mi ha tranquillizzata, dicendomi che in patologie importanti, la pupilla dilatata rimane tale anche in presenza di stimoli luminosi, e mi ha detto di completare la visita oculistica, visto che al pronto soccorso non mi hanno controllato il fondo oculare e che poi la cosa sarebbe finita lì.
    Io adesso però non riesco a togliermi dalla testa le parole di quell’oculista e ho molta paura. Chiedo anche a lei un parere.
    Grazie anticipatamente.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non mi sembra che al momento ci siano particolari motivi di preoccupazione, a mio avviso può stare tranquilla e sono sicuro che non pensandoci i sintomi spariranno così come improvvisamente sono comparsi.

    2. Anonimo

      Un mio parere sincero? Ha proprio ragione…cerco rassicurazioni come molti di noi…e lei sta facendo una buona azione ad essere disponibile a rispondere ai nostri quesiti con tale attenzione, perchè purtroppo su internet chi cerca trova ed è facile dalla semplice ricerca suggestionarci e autodiagnosticarci qualche malattia inguaribile.
      Grazie ancora

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Mai cercare notizie mediche su Internet.
      2. Mai leggere i foglietti illustrativi dei farmaci.

      Ci ammaleremmo tutti di meno! 😉

  7. Anonimo

    Già 🙂

  8. Anonimo

    Lei sa per caso se Sereupin può dare di questi disturbi alle pupille? Una mio parente ne ha fatto uso e si erano scatenati problemi di vista, sino a non distinguere bene i colori,ma il mio dottore esclude che sia il farmaco a darmi questa anisocoria (che tra l’altro oggi non c’è,ma magari domani si ripresenta) anche se sereupin è comunque un derivato degli SRI e agisce sul sistema nervoso…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Come con altri SSRI può più che altro causare visione offuscata oppure midriasi, ossia dilatazione della pupilla, che tuttavia dovrebbe al limite manifestarsi in entrambe.

  9. Anonimo

    quindi non un giorno una e un giorno un’altra?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lo considererei un po’ strano.

  10. Anonimo

    ho capito…ma ipoteticamente sa a che cosa potrei attribuirlo?
    Lei è d’accordo col mio dottore sul fatto che nel caso di patologie importanti come la sclerosi, la pupilla dovrebbe essere sempre la stessa e non reagire in maniera corretta ai cambiamenti di luce?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non so rispondere a nessuna delle due domande, mi dispiace; relativamente alla seconda, in ogni caso, mi sembra comunque plausibile la teoria del medico, perchè presuppone un danno alla base.

    2. Anonimo

      grazie comunque.Domani ho la visita dall’oculista..speriamo bene…