Tutte le domande e le risposte per Schizofrenia: sintomi e cause
  1. Anonimo

    Save dottore, le descrivo la mia situazione. Io sono sempre stata una ragazza “per bene”, insomma, non ho mai avuto problemi. Quest’anno però ho cominciato ad averne: ho degli sbalzi d’umore, mi isolo dalle persone, durante i discorsi ho delle specie di blocchi, nel senso che non riesco ad andare avanti con il discorso per paura dei pensieri che potrebbero fare i miei amici, e quindi rimango zitta. A volte sento anche una voce che commenta le mie azioni in modo negativo, allora io rispondo ad essa con rabbia. In più sono sicura che le persone mi osservino anche quando sono sola, e che mi impongano di fare delle determinate cose, ad esempio: mi sto lavando i denti, percepisco che la persona che mi osserva mi dice di lavarli tre volte e li lavo tre volte. Secondo lei può essere schizofrenia? Non ho parenti affetti da questa malattia. La ringrazio in anticipo.

  2. Anonimo

    Salve.sono un ragazzo ho un problema se si può definere problema…con mio padre…sono sicuro che é malato di schizofrenia…é fuori dal mondo crede che tutti li sono contro,tutto sono contro lui..che tutti vogliono farli del male,siamo andati ad uno psicologo ma non ha voluto per niente prendere i farmaci da lui prescritti,perché pensa che sia complice anche lui..lui afferma di non essere malato lui dice che siamo noi a non accorgerci di certe cose.Siamo arrivati oramai al peggio non sappiamo piu cosa fare in famiglia,e io mi sento un fallito,perché non trovo il modo di aiutarlo..anche se li vado contro in tutte le cose che crede di vedere o di cose che gli hanno fatto lui non cambia il suo pensiero..mi dica una soluzione per aiutarlo..distinti saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non deve assolutamente sentirsi un fallito, purtroppo è molto difficile aiutare i propri cari in queste situazioni; onestamente non è semplice trovare una soluzione, in certi casi ho visto somministrate i farmaci di nascosto (nella minestra, per esempio), ma non sempre è una strada praticabile.

  3. Anonimo

    Gentilissimo dott ,non è la prima volta che le scrivo ,ho mia figlia (unica)trapiantata di 2 organi rene e pancreas non sta attualmente bene ,è in corso il riggetto del rene ,perciò è in dialisi. Da un po di tempo saltuarialmente dice delle frasi sconnesse per qualche secondo,subbito dopo rientra nel ragionamento logico. Prende farmaci per l’epilessiache si è presentata da circa un anno .La ringrazio

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È un sintomo che va tassativamente segnalato agli specialisti che la seguono, ma data la situazione purtroppo non è così anomalo.

  4. Anonimo

    Dottore mi scusi per il disturbo nel cuore della notte ma vorrei una risposta. In casa mia non c’è giorno che si può stare tranquilli,mia madre di 47 anni soffre di schizofrenia da 3 anni esatti tutto comincio dai suoi evidenti cambiamenti stati di aggressività e confusionali rompeva i bicchieri mentre li lavava mangiava chiusa in camera a lume di candela questa fu cosa che mio padre la porto dallo psichiatra il qui le ordinò vari psicofarmaci che se non era per noi neanche le prendeva per un periodo che gli assumeva stava bene e quindi decidette di smettere ed allora io le gli mettevo di nascosto negli alimenti fin quando mi vide che mentre preparavo la pasta le mettevo le medicine prese il piatto e lo svuoto nel water in seguito inizio a sentire voci che non c’erano voci che la minacciavano di essere una madre che valeva poco niente che non era a l’altezza di esserlo la vedevo che piangeva e gridava contro un qualcuno che non c’era molte volte di notte se ne stava alzata suonando il piano l’unica cosa che ricorda disturbando tutto il vicinato mio padre le diceva di ritornare a letto e riposare lei continuava ma suonando quei tasti sempre più forte,ci fu un particolare giorno che era nel pieno della sua schizofrenia prese tutti i suoi 9 premi vinti da ragazza in cui gratificavano il suo saper suonare il piano e sbattendoli a terra li ruppe tutti non ci fu modo di farle assumere gli psicofarmaci perché oramai qualsiasi cosa svuotava nel water è stata ricoverata nel mese di giugno al ospedale psichiatrico dove viene sedata e gestita quotidianamente, noi le facciamo spessissimo visita io vado quasi ogni giorno ma ogni giorno e sempre lo stesso li o dorme o sta seduta vicino la finestra quando li portano nel cortile molto spesso si siede nella panchina vicino le aiuole fissando i fiori il suo sguardo e perso nel vuoto smarrito fra le mura di quel ospedale psichiatrico dove ogni mente e contorta dove gli psicofarmaci sono come pane e acqua ma non è colpa di nessuno quello che più mi ferisce e mi preoccupa e il fatto che sembra non riconoscerci ci guarda ci ascolta ma non risponde quando la chiamo si gira lentamente guardandomi con occhi impauriti come se io fossi solo una conoscente di passaggio non risponde ai nostri abbracci per lei esiste solo la sua malattia i farmaci e le mura del ospedale e spenta non penso si riaccenda più.Le mie domande sono queste : gli effetti dei farmaci contribuiscono a questo suo comportamento? e assente a noi e a tutto quello che la circonda per il fatto che viene sedata? può succedere che col tempo appariremo ai suoi occhi come degli sconosciuti può succedere? anche se già lo sembra. Se non se la sente la ringrazierò ugualmente.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Difficile distinguere gli effetti dei farmaci da quelli della malattia su alcuni comportamenti e, per questo motivo, è purtroppo ancora più difficile fare previsioni sul futuro anche perchè si possono innescare meccanismi psicologici di vario tipo (rabbia o sensi di colpa per quanto successo, per esempio).
      Ritengo improbabile che arrivi a non riconoscerla.

  5. Anonimo

    Sto cominciando a pensare che questo bombardamento di farmaci non faccia niente a mio figlio in cura da quattro mesi ventennne soffre più di prima e i medici curanti non danno risposte sono tranquilli ma io sono arrabbiata con loro che sono responsabili se succede il peggio chi può aiutarci sto pensando di andar via dal centro appena riesco a trovare uno bravo nella farmacologia corretta perche cosi peggiora e basta grazie

  6. Anonimo

    Buonasera, scrivo perchè al mio ragazzo soffre di schizofrenia, da diversi anni,in quanto in passato, circa 7 anni fa ha avuto i primi sintomi di allucinazioni uditive e anche altri sintomi; ha avuto due TSO e tutt’ ora prende olanzapina.
    Ha avuto dall’ Ausl l invalidità al 55 %.
    Sintomi di allucinazioni e altri sintomi positivi non ne ha più avuti; io lo vedo come una persona normale,magari un pò rallentato e con modi di pensare molto diversi dai miei spesso.Se non mi avesse parlato subito della patologia, avrei pensato che è un pò particolare come carattere, ma non avrei mai pensato che avesse dei problemi così gravi.
    So che è migliorato molto,dalla comparsa dei primi sintomi positivi di allucinazioni.
    A volte si parla e ragiona bene,è sveglio e perspicace, ma altre volte invece si comporta con modi anche un pò infantili, soprattutto con altre persone.
    Non lavora e non ha grande spirito di iniziativa; ha sempre paura di sbagliare, di prendere decisioni, interpreta le persone in un modo tutto suo.Il fatto è che io non riesco più a capire cosa è suo carattere e cosa non lo è, e soprattutto se io mi faccio condizionare dal fatto di sapere della patologia o se veramente si tratta di sintomi della patologia.
    Io mi chiedo, per avere un’ invalidità di quella percentuale, cosa significa?!Che non guarirà mai?!che è grave?!
    Vorrei tanto delle risposte per chiarirmi un pò le idee.
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Per avere risposta alle sue (legittime) domande dovrebbe a mio avviso parlare con lo specialista che segue il suo ragazzo, in quanto dalla sola percentuale di invalidità potrebbe a mio avviso essere fuorviante fare ragionamenti.

  7. Anonimo

    Prego il Sig. Cimurri di dare indicazioni per dottori ortomolecolari per curare la schizofrenia di mio figlio (20anni), è in cura con clozpina, si potrebbe associare niacina grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace, ma è un approccio verso cui nutro un certo scetticismo.

  8. Anonimo

    Lo sapete benissimo di non essere dottori mi riferisco agli psichiatri

  9. Anonimo

    Mi scusi, ma la schizofrenia, il disturbo bipolare e il Doc (anche se quest’ultimi due non sono menzionati in questo articolo), possono essere curati anche da uno psicologo o bisogna per forza andare da uno psichiatra? Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbero essere curati in certi casi anche dallo psicologo.

  10. Anonimo

    salve dottore volevo un suo parere sono fidanzato ma tutte le donne che vedo anche se sono brutte mi viene la voglia di fare lamore con loro cosa mi puo dire si tratta di depressione o schizzofrenia

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente nè uno nè l’altro, non è necessariamente un problema medico.

  11. Anonimo

    grazie dottore ma da la risposta che mi ha dato lei ha capito benissimo la mia domanda e ha risposto facendomi capire molto,SI è vero mio padre ha fatto sempre di tutto non ha mai paura delle difficoltà racconta che in qui 9 mesi che andava a trovarla il psicologo le diceva che di tutte le donne era l’unica più giovane e fra l’altro gestante e stata da tutti considerata e appoggiata SI come dice lei era stato un parto che non si aspettava ma pur sempre sono nata e NON mi hanno buttata via .
    Ancora grazie gentile dottore

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Grazie a lei, mi ha fatto davvero piacere leggere la sua esperienza.

  12. Anonimo

    salve dottore mi scusi l’orario e da anni che non riesco a capire il perche?.Sono nata da una donna depressa be schizofrenica sembra strano me e cosi.Anni fa prendeva le sue medicine e c’erano dei periodi che stava benissimo ha conosciuto mio padre e tutto andava bene,non era ne aggressiva ne violenta aveva saputo che era incinta di me e da quel momento a dovuto sospendere tutte le medicine ,ha iniziato a piangere con frequenze voleva stare sola era nervosa sapeva di essere incinta ma rifiutava di mangiare i miei avevano preso la decisione di mandarla in un centro recupero,fatto apposta per questi disturbi ma senza farmaci per la condizione, aveva il massimo sostegno li facevano fare le ecografie un psicologo la guidava spiegandole tutto pure del fatto che stava per diventare mamma e le conseguenze ,mio padre era avvilito in vortice nero,ma teneva duro .Mi hanno raccontato che il famoso giorno della nascita aveva paura quando ha rotto le acque ,era in travaglio ed era convinta che ancora non era il momento si e resa conto solo quando mi ha vista , ironicamente non so come ho fatto a nascere e starmene tranquilla nelle sue braccia ,dopo ha dovuto riprendere le medicine sono passati 19 anni adesso e in cura con altri farmaci e ce quando e tranquilla e quando no .Non so come ci sia riuscita a diventare mamma , non ho timore nel dire che mia madre e schizofrenica ma ho questa domanda fissa? dopo quello che ho raccontato sarete schioccato ho secondo voi non ce ne motivo ? come nel caso di mia mamma come ha fatto a portare avanti la gravidanza con la schizofrenia ? Se ve la sentite la ringrazierò comunque .

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non mi è chiarissima la sua domanda, quindi se non rispondessi in modo esauriente mi faccia sapere, ma ritengo che la storia della sua vita sia una splendida dimostrazione di come l’Amore e la Natura possano superare difficoltà apparentemente insormontabili.

      Leggo di un uomo, un padre, che ti ha amata (permettimi di darti del tu) da prima che tu nascessi e che ha deciso di fare il possibile per poterti crescere; leggo di una donna che pur tra mille difficoltà ha superato nove mesi senza farmaci ed un parto che di fatto ancora non si aspettava. Come ha fatto? Non esiste una risposta certa, ma la gravidanza intesa come nuova vita che viene al mondo, dà forze e risorse che nemmeno riusciamo ad immaginare.

  13. Anonimo

    Salve dottore io la scrissi l anno scorso quando mio marito stava piu che male adesso sta bene prende sl invega volevo dare una speranza a tutte quelle persone che hanno un caso così in famiglia. È volevo anche dire che bisogna trovare un bravo specialista xche invece di curarli li bombardano sl di medicinali come era capitato nel centro poi siamo andati da un bravo privato è ce l ha fatta nn voglio dire che si debba andare per forza da un privato ma se vedi cje le cose peggiorano allora cambia dottore. Xche li trattano come pazzi per loro sn sl dei pazzi ho 25 anni è ho fatto questa brutta esperienza sn stata male vedendo che le persone nn se lo possono permettere un privato e loro ne approfittano!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Grazie di cuore per la sua esperienza.

  14. Anonimo

    E molto importante chne combinano di tutti i colori. ne accanto a me queta persona e se non si c apisce è un inferno per la famiglia e per la famiglia che è vicino.Perchè

  15. Anonimo

    buna sera dottore. Ho un problema con la mia figlia. Ha fatto 18 anni da poco.Si sente tropo maggiorenne. Non vuole essere chiesta niente. Da dove viene, dove vai, quando torni e.t.c. Vuole essere indipendente e fare tutto da sola, studiare, lavorare e vivere per conto suo. E agitata, e arrabbiata con tutti famigliari. In un giorno accompagnandola a scuola era molto agitata e voleva rompere il vetro della macchina con i piedi. Ci siamo fermati, e mentre essa fumava, io ho chiamato 118…Arrivati al pronto soccorso dopo un controllo clinico e un sacco di domande e stata ricoverata in psichiatrie. Dopo 20 giorni di ricovero e stata dimessa promettendo di continuare la cura a casa con i farmaci prescritti dai dottori. ABILIFY 15mg, e AKINETON 4mg. Dopo solo 4 giorni ha deciso di non prenderli piu dicendo che non ha bisogno. Che la fanno ingrassare, che la fanno tremare, che la fa male il cuore e tante altre scuse. Io li ho detto, se non li vuoi prendere, tornerai in psichiatrie e rimarrai per un anno intero senza visite. 2 giorni non li ha presi, ho capito subito come si comportava, anche se mi diceva che li ha preso. Era agitata molto, aggressiva. E poi altri 2 giorni li ha presi e si e calmata, ma continua a dire che non ha bisogno e che non vuole……..I dottori ancora non mi anno detto niente del suo diagnosi. Cosa posso pensare di mia figlia. Che e malata di depressione, crisi di nervi o schizofrenie. Come dobbiamo comportarci tutti famigliari con essa……..GRAZIE.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace, ma è una situazione troppo delicata sotto diversi punti di vista e non mi sento di esprimere giudizi.

  16. Anonimo

    Obbligate le persone a essere curate fate schifo siete la vergogna del mondo intero !

  17. Anonimo

    Ma quindi si diventa schizofrenici perché ci si nasce e quindi è sl sfortuna, cm potrebbe essere un tumore, oppure si può impazzire x alcune situazioni negative ke c si presentano durante la vita? Xke io ho avuto un attacco d panico 8 mesi fa e ho un po di paura. Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È un discorso complesso, ma semplificando si ritiene che ci sia una base genetica scatenata da elementi ambientali.

  18. Anonimo

    Gentile Dottore, per me che non ho mai avuto allucinazioni vere e proprie ma solo convinzioni prive di fondamento, della cui erroneità ero perfettamente consapevole, e che però mi portavano ad immaginare il pensato degli altri o che gli altri potessero sentire il mio pensiero, in più un annebbiamento della coscienza e della velocità del pensiero, con anche disorganizzazione del pensiero verbale con conseguente difficoltà a parlare fluentemente e correttamente, si può parlare di schizofrenia o è altro? Pur essendo in cura le porgo la domanda perché voglio essere sicuro di ciò che ho. Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Da farmacista non sono in grado di formulare questo tipo di diagnosi, quindi mi limiterò a sottolineare che se la diagnosi è stata schizofrenia, questa sarebbe davvero molto leggera e quindi non ho grandi dubbi sul fatto che ci siano ampi margini di miglioramento.

  19. Anonimo

    Dottore mi può spiegare la differenza tra schizofrenia e psicosi?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Provi a leggere queste due definizioni (si limiti al primo paragrafo):

      Se non fosse chiaro me lo dica tranquillamente.

  20. Anonimo

    Dottore potrebbe spiegarmi cos’è la schizofrenia di tipo residuo? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sono quasi assenti sintomi come deliri, allucinazioni, pensieri fuori luogo ed altre difficoltà ma in forma piuttosto blanda, mentre in forma più marcata sono presenti disinteresse, mancanza del senso di piacere; è questa una forma che spesso si intreccia con la depressione, ma tenga conto che la mia spiegazione è una grande semplificazione.

  21. Anonimo

    Mi scusi volevo aggiungere che la persona in questione è anche affetta da emofobia, però quello che volevo sapere se fosse possibile scoprire di essere affetti da schizofrenia attraverso una risonanza magnetica o elettroencefalogramma??

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      No, la diagnosi viene fatta dallo specialista in base ai sintomi.

  22. Anonimo

    Mi scusi dottore ma una persona che non ha allucinazioni e deliri ma soffre di un disturbo ossessivo compulsivo seguito da depressione (non visibile all’apparenza) può capire di essere schizofrenica?? Cioè può sospettarlo??

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Può averne paura, ma probabilmente sarebbe solo un ulteriore sintomo di ansia.

  23. Anonimo

    Gli schizofrenici sanno di esserlo o almeno iniziare a sospettarlo? E soprattutto, dalla schizofrenia si può guarire?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Dipende dalla gravità e dalle cause scatenanti.

  24. Anonimo

    dottore io dico che sia il carattere peche di ragionare ragiona e tutto e solo che e aggressiva per lei questa aggressivita e normale o devo far intervenire un dottore

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se è il carattere può al limite valutare di proporle uno psicologo, ma non è propriamente un problema medico.

  25. Anonimo

    io so solo che questi maledetti farmaci non curano ne migliorano niente rendono la vita impossibile anche dei familiari e un inferno meglio morire

  26. Anonimo

    signora anche la mia ragazza sentiva voci vedeva allucinazioni e anche lei prende haldol da dieci anni e ora diciamno che nn sente piu voci e non vede piu cose inesistenti ma e sempre nervosa sempre arrabbiata e aggressiva cosa posso fare dottore mi spieghi

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      È necessario valutare con l’aiuto del medico di base se ci sia un problema o se sia una questione caratteriale.

    2. Anonimo

      Buongiorno Dottore,

      Ho serio bisogno di aiuto. Mio padre che soffre di scizzofrenia e manie persecutive pesanti da ormai 15 anni. Il probelma più grqave forse è che non si sente malato anzi crede che noi familiari siamo malati; abbiamo provato in tutte le maniere di farlo vedere da uno pschiatra ma senza succeso. Ora, mio padre non vive più in Italia è ritornato in Pakistan e mi chiama dicendomi robe allucinanti privo di ogni logica e senso. Voglio assolutamente portarlo da uno psichiatra ma non so come convicerlo. Le sarei molto grato se potesse indicarmi qualche farmaco che potesse tranquilizzarlo.
      Grazie!

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace davvero, ma non posso prescrivere farmaci.

  27. Anonimo

    La ringrazio dottore

  28. Anonimo

    Salve dottore mio marito prende le haldol da circa 40 giorni e circa 10 le invega 6 mg ha iniziato a sentire e vedere cose inesistenti. Adesso non piu ma un ragionamento valido non lo fa. Ha 29 anni avevamo pensato di fare un viaggio con l auto lui adesso prende 3 gocce di haldol la mattina 3 il pomeriggio e 10 la sera la mattina invega e una compressa di en 3 volte al giorno. Lei mi può consigliare? È una cosa curabile il suo psichiatra gli ha detto che prenderà le invega a vita come mai? Gentilissimo la ringrazio

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo è possibile che in effetti serviranno farmaci a vita, perchè in alcuni casi il problema è cronico e non curabile.

  29. Anonimo

    dottore tu puoi pensare che il tuo sito e diventato una chiesa ma lascia che io faccia capire alla gente che prima di tutto ce dio da rispettare perche lui non ci tradisce e non ci da mai le spalle anche se noi lo trattiamo peddio del nostro peggior nemico ma lui ci ama e ci perdona pensate quale uomo si farebbe umiliare cosi tanto da noi allora vi consiglio affidatevi a dio anche se non lo vedete ma se lo crediamo un po lui ci parla tramite il nostro cuore credetemi non sono ne pazzo ne depresso ma credo io fino a un anno fa non pregavo non mi interessava nulla ma ora me ne pento e credo a gesù e lui si fa sentire da me accodatevi a gesù lasciata il male

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      La sua opinione è rispettata, ma questo è un sito a tema medico indipendente dalla religione e dedicato anche a chi la pensa in modo diverso; la ringrazio del suo intervento, ma non è questo il luogo dove fare proselitismo e per questo i precedenti messaggi sono stati rimossi.

    2. Anonimo

      Dott.sono perfettamente d’accordo con lei,mi dispiace Angelo deluderti sono cristiana ma se tutto ciò che ci accade è volontà di Dio allora mi vengono dubbi sulla sua bontà

    3. Anonimo

      è da anni che ho la moglie malata di schizofrenia,ed ero arrivato al suicidio,omicidio, abbiamo fatto anche un cammino di fede in sieme, ed i nostri catechisti vedendo che c’era qual cosa che non andava ci hanno fatto la solita romanzina, dicendo che eravamo una coppia fuori la norma, (premetto che tra loro c’era anche un psichiatra) non hanno mai capito o non hanno voluto accettare la malattia di mia moglie, pregate, pregate,pregate, sono passati più di 30 anni è finito il cammino mia moglie è peggiorata, ed io l’ho quasi raggiunta per curarla, curare lo spirito con la preghiera, de il corpo con le medicine

    4. Anonimo

      angelo mi sa che dovresti farti curare e magari partecipare a lezioni di grammatica al posto di predicare dio

    5. Anonimo

      immagina cosa sarebbe successo se non aveste pregato! Sicuramente avete scampato un pericolo peggiore. Affidarsi a Dio non è mai sbagliato anzi.

  30. Anonimo

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Attenzione che non è un metodo privo di rischi: