Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Salve, vertigini potrebbe essere legato al reflusso gastrefageo o nn c’entra nulla. Grazie

  2. Anonimo

    Salve, è da quando che sono bambino(quindi da 7/8 anni) che ho come delle eruttazioni che però mi si fermano in gola, alcune volte sento che risale piano piano qualcosa, sembra più aria, altre volte come se dovessi fare dei rutti e invece mi si bloccano in gola all’altezza del collo subito dopo la bocca. Siccome ho 18 anni vorrei capire cosa ho e se posso togliermi questo peso.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, potrebbe trattarsi di reflusso gastro esofageo, ne devi parlare con il tuo medico per farti consigliare una terapia e/o qualche controllo. saluti

  3. Anonimo

    Buonasera dr.
    Da un paio di mesi sto provando il fenomeno reflusso gastrico. Specialmente di note .diciamo non tutti le noti. Brucore molto forte.non sono andato dal mio dottore perche pensavo che da un giorno all’altro non mi doveva capitare più.
    Cosa mi consiglia per questa cosa.
    La ringrazio anticipatamente e mi scuso per i mio italiano.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, esistono dei prodotti farmaceutici in bustine, pasticche o sciroppo che permettono di ridurre la sintomatologia da reflusso per cui ne parli con il suo dottore. Inoltre alcuni consigli da seguire sono:
      – Sollevare la testata del letto di circa 10-20 cm
      – Coricarsi non prima di 2 – 3 ore dalla fine dei pasti ( per favorire lo svuotamento gastrico)
      – Ridurre il peso corporeo ( per i pazienti in sovrappeso). Evitare gli indumenti che stringono troppo a livello addominale
      – Sospendere o ridurre il fumo
      – Evitare di piegarsi in avanti, sia quando si sta seduti, sia quando si devono sollevare oggetti pesanti ( flettere le gambe)
      – Evitare pasti troppo abbondanti, masticare con cura prima di deglutire
      – Evitare alcuni cibi e bevande: alcool, bevande gassate, bevande bollenti, birra, caffè, tè, menta, frutti aciduli, limoni, cioccolata, panna, burro, cipolle, aglio, carne grassa, formaggi, salumi, insaccati, pizza napoletana, spezie ( peperoncino, pepe), liquirizia.
      saluti

  4. Anonimo

    Si il medico ha ipotizzato un ernia iatale, dovrei fare una gastroscopia ma ho paura. Stamattina sono stata malissimo credevo di morire mi mancava il respiro e dovevo fermarmi x prendere il respiro ci sono altri esami il medico nn mi prescrive nessun esame…

  5. Anonimo

    Buongiorno, puo’essere che il reflusso gastroesofageo aumenti(almeno nel mio caso), mentre cammino? Ma in modo esagerato.grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile; è mai stata ipotizzata un’ernia iatale?

  6. Anonimo

    Buona sera dottore
    Io soffro di reflusso ed ho un ernia iatale da qualche giorno mi è arrivato un male alla gola strano con un bruciore alla bocca e alla lingua con un sapore amaro, cosa posso fare?
    Grazie

    1. Anonimo

      In questo momento nulla, ho fatto una cura con axagon per un anno con dosaggio 40 per tre mesi e 20 per il resto dell’anno questo però capitava diversi anni fa

    2. Anonimo

      Il mio medico mi ha dato il diflucan pensando ad un fungo in quanto avevo la lingua un po’ bianca ma ora mi ha fatto fare il tampone. Anni fa ho fatto una cura con axagon per un anno

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se non dovesse passare con Diflucan lo segnali al medico, potrebbe decidere di ripetere un ciclo di Axagon.

  7. Anonimo

    Gentile dott., ho letto che l’uso prolungato degli inibitori della pompa protonica, come il lansox e tutti gli altri, nel lungo tempo potrebbero causare oltre a vari altri disturbi, pure demenza di alzheimer, ora non capisco che associazione ci sia, trattandosi di un antiacido che agisce a livello gastrico e non cerebrale, potreste spiegarmelo? grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      “Uno studio osservazionale su dati provenienti dal German Study on Aging, Cognition and Dementia in Primary Care Patients, ha dimostrato che l’uso di PPI si associa ad un’aumentata incidenza di tutte le forme di demenza (+ 38%) e soprattutto di Alzheimer (+ 44%). Varie le ipotesi messe in campo per spiegare questa associazione. Il lansoprazolo aumenterebbe la produzione di proteina beta amiloide, implicata nella patogenesi dell’Alzheimer. Il gastrin releasing peptide, che risulta elevato negli utilizzatori di PPI, è implicato nella modulazione delle funzioni cerebrali correlate allo stress e all’ansia.”

      Fonte:

    2. Anonimo

      Grazie per la risposta dottore, e lo stesso discorso vale pure per il gaviscon advance e gli antagonisti h2?

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      No quelle altre due categorie di farmaci non sono state valutate su questo aspetto. saluti

    4. Anonimo

      Che consiglio può dare a chi assume lansoprazolo quotidianamente, per evitare i rischi sopra descritti? mia madre 66 anni lo prende da diverso tempo per curare il suo reflusso di 2° grado, interrompendo però l’assunzione per diversi periodi, ci sarebbe un’alternativa, un’altro farmaco?

  8. Anonimo

    Buona sera ho 40 anni e ultimamente mi càpita di soffrire di acidità di stomaco durante la notte , non ho mai dato tanto peso a questo problema ma negli ultimi tempi mi capita di svegliarmi la notte con dispnea che si risolve subito . Ieri notte però mi sono svegliata nel cuore della notte con una dispnea intensissima non riuscivo a respirare e mi è durato più di un minuto nel panico totale sia mio che di mio marito, è finita solo quando ho fatto un ruttino e subito dopo mi è venuto in bocca un forte acido.
    Subito dopo ho vomitato ma solo acido.
    Secondo lei è reflusso?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sì, molto probabile; consiglio una valutazione gastroenterologica.

  9. Anonimo

    Buongiorno, ultimamente mi capita di svegliarmi al mattino con un po’ di dolore /fastidio allo stomaco, quale potrebbe essere la causa?. La ringrazio.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Probabilmente un po’ di reflusso o gastrite, ne parli col medico, può indicare una dieta idonea e dei farmaci per migliorare il quadro.

  10. Anonimo

    Buonasera, sono due mesi che ho diversi malesseri tra stomaco, pancia, esofago e collo. Il gastroenterologo mi ha detto che potrebbe essere un semplice reflusso gastroesofageo. È da circa un mese che prendo Antra 20. Devo dire che ora riesco a mangiare un po’ di più ed ho meno dolori ma non mi sento ancora in forma. Ora ho ritirato i risultati delle feci. Non ho helicobatter ma la calprotectina fecale è a 405. Sono preoccupata. Cosa può essere? Non riesco ad andare dal medico fino a venerdì e vorrei saperne di più. Grazie. Saluti

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non credo nulla di grave, potrebbe esserci un’infiammazione a livello intestinale, una colite probabilmente, ma non possiamo dire di più, serve una valutazione più mirata. Saluti.

    2. Anonimo

      Grazie per avermi risposto così in fretta e per avermi tranquillizzata.

  11. Anonimo

    ciao dottore è da una settimana che faccio dei rottini x tutto il giorno in più ho anche la nausea sono andata dal mio medico e senza visitarmi mi ha detto che non è niente e che passa ma come fa a deurre che non ho niente senza avermi visitato

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente data la storia clinica e l’anamnesi (età, stato di salute, …) ha valutato che in caso di problemi ci sarebbero stati altri sintomi.

  12. Anonimo

    Poi mi è capitato di piangere molto dal nervoso perché i sostituti del mio medico non erano chiari prima uno mi dice che avevo solo la faringite dopo due settimane l’altro mi visita mi dice che il gonfiore e infiammazione in gola era passato e di prendere il brufen ma quello l’ho preso solo per una settimana perché mi addormentava tutta la mascella infatti il medico di ora mi ha detto che non andava bene e nemmeno l’oki andava bene

    1. Anonimo

      Quindi tutto ciò è provocato sia dall’ansia e stress e ovviamente infiammazione

    2. Anonimo

      Eh come posso fare per rilassarmi e stare tranquilla senza pensarci? Anche perché è la prima volta che mi capita

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il primo passo è pensare lucidamente che è stata verificata da numerosi specialisti e non c’è più motivo di pensare a qualcosa di grave.

    4. Anonimo

      Più che altro mi sono spaventata perché è la prima volta che mi capita di non riuscire a mangiare cibo solido e di avere un’infiammazione così … Non mi sono mai ammalata eh quindi tutto ciò mi ha fatto un po’ paura perché è successo all’improvviso ….la edgs non l’ho fatta perché comunque è una visita un po’ tosta da quello che so e in più sono giovane quindi vorrei aspettare un attimo… Gli unici esami che ho fatto sono stati quelli del sangue emocromo ecc.. E per la tiroide e tutti i valori sono giusti non c’è nulla e poi al pronto soccorso mi avevano fatto l’ecografia e basta …

    5. Anonimo

      Poi penso che se c’era qualcosa che non andava i livelli degli esami del sangue sarebbero stati sballati e tutti i medici che hanno visto i miei esami del sangue hanno detto che non devo preoccuparmi che sono perfetti

  13. Anonimo

    Salve sono giada e ho 20 . Il 26 luglio nel pomeriggio sono andata al promotore soccorso perché mi ero spaventata per il semplice fatto che mi si era bloccato un pezzo di focaccia in gola zona tiroide al pronto soccorso mi avevano controllato è detto che avevo una faringite e mi hanno fatto l’ecografia al collo ma nulla di così strano a parte il fatto che alla palpazione avevo la tiroide gonfia da lì una settimana dopo ho fatto esami del sangue per la tiroide e altre ed i valori sono perfetti . Lo sostituto del mio medico mi diede come cura l’oki perché è un antinfiammatorio ma peggiorò la situazione (premetto sin dall’inizio che per due settimane sono andata avanti solo di acqua, brodino e latte perché non riuscivo a mandar giù cibo solido ) dopo due settimane mi sono trasferita da mia nonna ho iniziato a mangiare la pastina con fatica e ho sentito per due volte forte bruciore di stomaco al mattino seguente in più mia nonna nell’arco delle tre settimane che sono rimasta da lei ha notato che facevo fatica a digerire, la settimana successiva ho mangiato pasta lentamente al sugo per una settimana .. La settimana dopo ho fatto ancora fatica deglutire e ho mangiato solo pastina con un po’ di Philadelphia . Il 3 settembre mi sono trasferita s Brescia da mia madre e sono andata al pronto soccorso per sentire meglio ciò che ho e l’otorino ha detto che la faringe era apposto e di non preoccuparmi poi sono sndata da un’altra medico sempre del pronto soccorso e mi ha chiesto cosa mangiavo e se mangiavo cibo solido e dissi di no mi ha toccato l’addome e mi aveva prescritto lansoprazolo per 20 giorni e poi di fare una edgs e altri esami … Dopo la cura del lansoprazolo sono andata dal medico qui di Brescia e gli ho spiegato tutta la situazione è ciò che mi sento ( gonfiore al collo, non riesco a mangiare cibi solidi, alito cattivo, lingua bianca, dolore dietro alle spalle e alla parte destra del collo tiramebyo del muscolo ) lui mi ha detto che il fatto di sentire il collo in tensione è fattore di stress infatti in questo periodo sono molto stressata e mi faccio molte paranoie in più mi ha controllato la gola e la bocca e ha constatato che probabilmente soffro di reflusso mi ha prescritto lansoprazolo mattino a digiuno e riopan uno dopo pranzo è uno dopo cena …. Qualche miglioramento e sento il collo meno gonfio però vorrei capire quando potrò tornare a mangiare cibo solido come prima ( sono stanca ora di mangiare omogenizzati di pesce e carne, minestre , uova , vellutate e mousse alla frutta ) vorrei mangiare cibo più sostanzioso in più vorrei chiedere se è vero che probabilmente ho un piccolo problema di reflusso ( mai capitato prima a parte rare volte di mal di stomaco )

    1. Anonimo

      Ora tutto meglio però prima mi capitava che mi saliva il rutto e si bloccava alla gola e dovevo smettere di mangiare per un attimo per aspettare che il tutto salisse completamente …ora mi capita raramente

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Reflusso e stress appaiono cause assolutamente plausibili.

      Da quanto assume lansoprazolo?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, a breve dovrebbe iniziare ad avvertirne i benefici.

    4. Anonimo

      Comunque domenica finisco la cura con riopan e lansoprazolo questa è la terza settimana ed è l’ultima speriamo bene

    5. Anonimo

      Grazie per la risposta ..spero che passi perché vorrei poter mangiare anche cibo solido

    6. Anonimo

      In quanto tempo passa il problema di reflusso e nel mio caso siccome sono due mesi che sono così e senza fare una cura l’unica cura è proprio questa del lansoprazolo e riopan quanto tempo ci vorrà prima che il tutto sparisca ?

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Al suo posto lavorerei anche sull’ansia, ho idea che incida moltissimo.

    8. Anonimo

      Beh ammetto che da quando ho iniziato periodo maturità mi sono stressata molto per la tesina e lo studio e poi ho iniziato ad avere questo problema che mi ha portato a pensare solo a questo ogni giorno penso a questo problemino che ho e mi faccio tante paranoie anche il medico mi ha detto che magari sono in po’ stressata e ha ragione sono stata molto preoccupata per questo problema in più ho avuto problemi in famiglia che mi hanno stressato e portato al l’ansia …. Dovrei imparare a rilassarmi e stare tranquilla anche perché io medico mi ha detto di atte tranquilla che non ho nulla di grave

  14. Anonimo

    ciao dottore,sono 5 giorni che faccio dei piccoli ruttini ma proprio piccoli e questa cosa mi sta preoccupando parecchio.al inizio quando ho mangiato i peperoni dopo un po ho fatto questo ruttino e ho sentito i peperoni che mi venivano su ma poi o continuato questi ruttini senza sentire niente. cosa posso avere sono parecchio preoccupata ci tengo a precisare che sto seguendo una dieta e ho perso 20 kg

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, potrebbe trattarsi di lieve esofagite o reflusso.Eviti le bevande gasate, mastichi bene prima di deglutire e non si corichi subito dopo mangiato. Se il disturbo dovesse aumentare ne parli con il suo medico per una eventuale cura. saluti

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso no, ma come sempre l’ultima parola spetta al suo medico.

  15. Anonimo

    Gaviscon nn lo prendo a colazione ma dopo pranzo o addirittura la sera, noto che nn c’e una gran miglioria o nn e’ sufficiente, 1 bustina o devo prendere a colazione perche’ in effetti e’soratutto al mattino e prima di pranzo che sto’ male.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, lo assuma a colazione come prescritto; con Gaviscon non è un problema continuare anche a lungo.

  16. Anonimo

    Buongiorno, il medico pensa ad un possibile reflusso, che ho curato con gaviscon ( 2 bustine), poi e’ ritornato il medico ha detto di assumerla 1 a colazione, puo’ essere che sia. poco? 1 bustina, poi non l’assumo a colazione

  17. Anonimo

    Buongiorno,

    25 anni con in passato gastriti da ansia e nervoso. Sono molto magro (sottopeso per la mia altezza) seguo dieta normale senza alcol e fumo ma con spesso cioccolato e colazione un po dolce (unicon sfizio).
    Da un paio di mesi soffro di apparente reflusso diagnosticato dal mio medico curante (senza gastrosx).

    Il problema cè questo. ..avverto tanta salivazione e un piccolo nodo alla gola e un pochino di raucedine.
    Dormo abbastanza bene e stranamente a stomaco vuoto a volte Sto meglio rispetto al dopo pasto di un ora. Rari bruciori.
    Sta di fatto che il mio medico mi ha detto di prendere omeprazolo 20mg una al di fino a che non sentivo migliorare. Ho fatto una cura di soli 7 giorni come suggerito ma ho notato che, ora che è passato qualche giorno i sintomi sono ritornati stabilmente..

    Cosa fare? Questa cosa mi da fastidio sopratutto quando corro a piedi essendo sportivo e poi mi non mi fa sentire proprio in forma..

    Grazie per i consigli e la vostra professionalità

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, una delle caratteristiche del reflusso e della gastrite è quella di non avere sempre sintomi correlati alla serietà del quadro infiammatorio, per cui ci possono essere lesioni anche importanti senza grossi sintomi e viceversa, dato che ha già fatto una cura con pochi miglioramenti, approfondirei con una gastroscopia, per valutare davvero la situazione e non solo ipotizzandola.

    2. Anonimo

      Devi farmi prescrivere la visita dal gastroenterologo dal mio medico in settimana. Nel frattempo…devo provare a togliere pomodoro e cioccolato e fritti? Mangio spesso a colazione the con fette biscottate e Nutella magari pasta al pomodoro due o tre volte a settimana. Non bevendo o fumando o prendendo caffè ho il vizio di mangiare uno o due quadratini di cioccolato fondente dopo i pasti..Può influire il tutto? GRAZIE per l aiuto

  18. Anonimo

    Ma il fatto che la calprotectina fecale e alta 160 non significa una infiammazione?
    Non riesco a capire perché i dottori no mi considerano ….
    La prima eco dimostrava una ernia inguinale completa poi dopo 3 mese e sparita da li in poi la mia vita e cambiata perché tutte le sere andare a dormire mi viene paura ,sembra che mi scopi a dentro che poi il gonfiore sembra che si sposta a toccare sento il movimento dentro
    Sono una ragazza che faccio gimnastica sto attenta a quello che mangio …Vorrei solo tornare a vivere come prima

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, condivido il pensiero della collega Fabiani. La calprotectina fecale è un indice infiammatorio, e anche se la sindrome da intestino irritabile può far aumentare i suoi valori, è comunque necessario escludere altre patologie con un esame più approfondito. saluti

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, è un caso curioso, andrebbe approfondito perchè a mio parere non basta una semplice visita per fare diagnosi, ed eseguire una colonscopia, che è l’unica che ci permette di andare a vedere da vicino quale sia la causa, se c’è un’infiammazione o meno, un restringimento, potrebbe anche essere una piccola malformazione congenita, ma senza un esame mirato è difficile fare una diagnosi certa.

  19. Anonimo

    Dice che non c’è nulla .solo lo stres ..2 volte sono finita anche al p s per colica intestinale , ho presso qualcosa anche per meteorismo Pantoprazolo …Qualche volta succede che andano a letto alle 23 mi sveglio verso le 6 sudando con senso di voma ,forte dolore allo stomaco , qualche volta anche vomitato ….

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi perdoni la domanda, alla sera è chiaramente visibile ed avvertibile al tatto anche da famigliari?

  20. Anonimo

    Buona sera dottore, un anno fa sono stata diagnosticata di ernia inguinale(eco) avendo un gonfiore sul latto destro addome dopo la visita chirurgica hanno detto che non po essere ernia ,infatti o rifatto eco e non c’era ,mi hanno mandato in gastroenterologia , tra tempo o incominciato avere giramenti di testa e senso di voma fino al punto di avere paura di uscire di casa, o fatto risognanza tutto aposto , analisi di sangue ok ,solo calproteTina fecale alta 160 Vr 50, il dottore a detto che non c’è nulla ….o presso per un po obispax. …ma la pallina che sembra ernia e presente tutte le sere si gonfia si sgonfia , problema che quando vado dal dottore non si gonfia solo la sera ….spesso succede che o senso di voma e giramenti di testa con rutto, alla fine il dottore non mi ascolta più
    Secondo lei cosa potrebbe essere
    La ringrazio

  21. Anonimo

    Gentili dottori,
    Ho 25 anni e ormai da non so quanto (penso almeno 8 anni) soffro spessissiml di un malore allo stomaco o all’esofago. Non ho mai voluto fare la gastroscopia, perché oltre ad essere un soggetto ansioso ho anche emetofobia, quindi capirete che il solo pensiero del tubo in bocca mi terrorizza, se penso che potrebbe causarmo conati/vomito (non ho voluto fare nemmeno il tampone alla gola una volta).
    La mia paura è che non sia solo ansia a causare questi disturbi, che spesso oltre al mal di stomaco e nausea sono tipo delle eruttazioni, che però si bloccano in gola (non si come spiegare, sento qualcosa che risale), quindi vorrei chiedere un parere a voi e cercare di scoprire se magari esistono metodi meno invasivi della Gastro per controllarmi lo stomaco.
    Ringrazio anticipatamente

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, purtroppo non esistono esami meno invasivi che ci permettano la visione diretta di esofago e stomaco; ormai l’esame si fa previa sedazione, lei praticamente dorme e non si accorge di nulla, si può aggiungere anche la colonscopia nella stessa visita, il tutto in un tempo minimo. Da quello che descrive non credo nemmeno io che ci sia solo l’ansia a causarle i disturbi, o meglio anche la sola ansia può aver causato gastrite nervosa, con le relative conseguenze, per cui ritengo indispensabile la valutazione diretta per la corretta terapia del caso. Saluti.

    2. Anonimo

      E non c’è proprio modo di capire cosa io abbia senza gastroscopia? Se sia gastrite nervosa, reflusso, meteorismo… Tipo quando ero in Italia il mio medico mi disse di si, mi diede Riopan e un altro farmaco di cui non ricordo il nome (era anche una specie di psicofarmaco) e poi non andai più. Io ora sono in Germania e per me sarebbe ancora più difficile. Ho letto che sotto richiesta del paziente fanno anche un’anestesia intravenosa più o meno forte. Questo significa che io dormirò tipo anestesia generale? A me avevano detto che con la gastro ti davano solo un farmaco che ti intontiva, ma che sentivi lo stesso un minimo perché devi collaborare con il medico, anche se molte persone non ricordano nulla. Stiamo parlando di una sedazione profonda o di questa di cui ho sentito parlare? Ho troppa paura anche solo dei conati 🙁
      Ps. Secondo lei sarebbe possibile una gastroscopia via naso+sedazione?

    3. Anonimo

      Ah un’altra domanda: stamattina mi sono svegliata con uno strano odore nel naso e anche un po’ in gola…sono disgustata e subito ho pensato che potessi vomitare, quindi mi è venuto mal di stomaco che ha accentuato la nausea. Secondo lei a cosa può essere dovuto? Ieri sono andata a letto poco dopo mangiato, perché tra l’altro avevo un dolorino all’orecchio e alla testa.

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, no non c’è modo per esserne sicuri, si può ipotizzare, ma non se ne esce comunque, perchè anche se siamo sicuri che ha una gastrite e/o esofagite bisogna capirne la gravità, e questo è possibile solo andando a guardare direttamente la mucosa. L’anestesia generale non è possibile perchè dovrebbero intubarla, e non si potrebbe fare la gastroscopia, e poi non lo farebbe nessuno per una semplice endoscopia appunto, e comunque la sedazione profonda, che intendevo prima, non ha comunque nessuna differenza per il paziente, è come stare in anestesia, sia nell’uno che nell’altro caso il paziente non sente nulla, e non c’è bisogno di nessuna collaborazione da parte del paziente stesso, ne ho viste fare diverse, mi creda, e non è nulla di così insostenibile. Saluti.

    5. Anonimo

      Quindi comunque in sedazione profonda non sentirei nulla? A me verrebbe l’ansia anche solo a guardare il dottore prendere il tubo (non ricordo il nome). Invece per quell’altro mio problema dell’odore strano nel caso? Cosa ne pensa? Grazie delle risposte celeri.

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. No, non sentirebbe comunque nulla.
      2. Non darei troppo peso allo strano odore, magari un po’ di catarro accumulato.

    7. Anonimo

      Posso eliminare il catarro facendo i suffumigi o ho bisogno di qualche medicina? Devo tornare in Italia fra 2 giorni e non vorrei rovinarmi la breve vacanza stando male.
      Grazie anticipatamente

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La mia è solo un’ipotesi, prima di assumere farmaci raccomando di rivolgersi al medico per una diagnosi.

  22. Anonimo

    Buongiorno, scrivo in merito ad un forte mal di gola che mi tormenta da quasi sei giorni. Il tutto è iniziato al lavoro, il mio collega potrebbe avermi contagiato. Fatto sta che non ho febbre, né raffreddore, né tosse. Solo un mal di gola strano, diverso dai soliti, mi ritrovo con il vocione e non ho dolore a deglutire. Il dolore è in basso al centro. Ho pensato ad una tiroidite acuta o ad un tumore onestamente. Oggi ho fatto tutti gli esami del sangue, nel frattempo prendo antibiotico prescritto dal dr. e tachipirina. La tachipirina la prendo perché temo che il dr. abbia frainteso, e pensando si trattasse di un batterio mi ha prescritto Azitromicina per tre giorni. Io però sto sempre uguale, secondo lei potrebbe essere reflusso? Ci tengo a sottolineare che non ho mai avuto tali problemi. Grazie in anticipo e scusi se sono stato prolisso

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il reflusso è plausibile, mentre non c’è motivo di pensare a un tumore o altre ipotesi gravi.

  23. Anonimo

    Buongiorno dottore, il medico mi ha prescritto ranibloc150. O renibloc nn bene come si scrive a cosa serve principalmente? Grazie dottore

    1. Anonimo

      Buongiorno soffro da reflusso gastroesofageo da dieci anni assumo pantopan da 40 se stacco la pillola x due giorni sto malissimo al punto cke vomito c’è una cura o un intervento grazie

La sezione commenti è attualmente chiusa.