1. Anonimo

    Buonasera dottore, volevo spiegarle la mia situazione. Ho 30 anni e lavoro come maestra di sostegno in una scuola materna..ho avuto una forte tosse secca per quasi 3settimane che non mi faceva dormire la notte..sono andata da un otorino cbe mi ha diagnosticato il reflusso gastroesofageo..aggravato da tutte le medicine al cortisone che avevo preso per calmare la tosse..quindi ho interrotto la cura che stavo facendo per la gola (compresi degli antistaminici perché avevo pensato anche ad un’allergia) ed ho iniziato una cura per il reflusso che durerá 5settimane..ora sono 2 settimane che sto facendo questa cura..sto leggermente meglio..ma la tosse ancora c’è ed io non ce la faccio più..volevo chiederle se è normale che dopo 2settimane di cura ancora tossisco così fastidiosamente! Grazie per l’attenzione!
    Valentina

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Può essere normale, valuti con l’otorino di associare temporaneamente un sedativo per la tosse.

  2. Anonimo

    Salve!!a mio figlio é stato riscontrato reflusso gastrico,la pediatra mi ha detto che nn deve mangiare….cioccolato caramelle bibite gassate il pomodoro solo cotto,prende la copertura x lo stomaco la mattina a digiuno.mi sono informata su internet e sono tanti i cibi da nn mangiare ,come devo comportarmi?grazie mille e buon natale……

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Con buon senso, nel senso che deve attenersi alle indicazioni della pediatra ed eventualmente eliminare anche i cibi che trova su siti affidabili e seri: nel dubbio, chieda sempre alla pediatra.

    2. Anonimo

      Grazie mille…..

  3. Anonimo

    Salve dott .. Soffro di ernia iatale con reflusso cosa posso fare… Ho fatto anche una gastroscopia… Quali farmaci posso prendere, la notte mi sveglio con la lingua secca .. Buona giornata

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non posso prescrivere farmaci.

  4. Anonimo

    e’ da più di 15 giorni che ho la tosse secca sono stato dal medico curante e ha controllato sia i polmoni che la gola tutto ok. mi h dato delle gocce, levotuss, da prendere tre volte al giorno, ma non ho riscontrato nessun miglioramento. Io penso che la tosse sia dovuta al reflusso gastroesofageo, l’ho dedotto dai sintomi sopra evidenziati. Da chi devo rivolgermi per avere una diagnosi?

    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il medico di base è assolutamente in grado di farla, se vuole sentire invece un secondo parere è l’otorino lo specialista più indicato.

    2. Anonimo

      grazie

  5. Anonimo

    Mio figlio ha una tosse secca e un continuo pizzico alla gola che non passa da più di un mese . Sono andata dal dottore ma mi ha dato solo un’antibiotico per guarire l’infiammo alla gola . Non saprei se sarebbero sintomi da reflusso . Attendo la sua risposta Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Quanti anni ha suo figlio?
      Altri sintomi?

  6. Anonimo

    è dai primi di Gennaio che ho tosse secca continua che la dssa di base mi ha confermato dovuto a reflusso gastroesofageo. Mi sto curando con 40mg al giorno di esomeprazolo che dovrò prendere almeno fino alla fine di Febbraio , inoltre per una settimana ho preso Fluimucil e la tosse è diventata molto grassa . Sono un pochino migliorata ma non sto ancora bene e la tosse è continua dalla mattina alla sera ( la notte per fortuna non tossisco) .. ma quanto tempo ci vuole per guarire dal reflusso ?? grazie per gentile risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Da quanti giorni assume esomeprazolo?

  7. Anonimo

    buon giorno dottore. da circa 3 anni dopo che faccio qualche bravata notturna bevendo alcool il giorno dopo sono senza voce. Mi puo’ dire cosa m succede?io come medicinale prendo il lanzaprazolo. grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe essere un aumento del reflusso gastroesofageo dovuto agli alcolici assunti in grande quantità.

  8. Anonimo

    Salve dottore da giorni ho dolori retrosternali giramenti di testa e senso di corpo estraneo in gola…tutto questo si attenua quando sono disteso sul letto…questi sintomi li tengo da quasi un mese…il medico mi ha prescritto omeoprazolo e un altro farmaco per la digestione…lei cosa mi consiglia?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Condivido l’ipotesi del medico, sembra reflusso peggiorato dall’ansia.

  9. Anonimo

    Dottore puó il reflusso fatmi sentire senso di stanchezza?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Indirettamente, se ci fosse cattiva digestione, sì.

  10. Anonimo

    Gentile Dottore,

    ho 24 anni e da un mese e mezzo sono afflitto da una tosse comparsa (apparentemente) a seguito di un raffreddore. All’inizio si è comportata come una normale tosse grassa influenzale.
    Un trattamento con un mucolitico (n-acetilcisteina) non ha sortito effetti ma nel frattempo la tosse ha perso la sua “grassezza” e di conseguenza la produzione di muco è diminuita. Dopo il fallimento del mucolitico il medico di base mi ha prescritto una terapia con un antistaminico e del mometasone furoato, pensando ad una tosse allergica. A dieci giorni dall’inizio della terapia la tosse rimane uguale nella sua intensità anche se la sua frequenza e la produzione di muco sono diminuite.
    Giungo al punto per il quale ho scritto in questa pagina: sto notando in questi giorni (e sospetto che sia quasi sempre stato così) che gli attacchi di tosse più frequenti e duri arrivano dopo i pasti. Voglio dire che appena finisco di mangiare inizio a sentire arrivare i primi attacchi di tosse. Invece, nel corso della giornata, lontano dai pasti, tossisco poco e in maniera leggera.

    Alla luce di queste considerazioni, è possibile che la tosse sia legata ad una forma di reflusso?

    Grazie per l’attenzione.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, è senza dubbio un’ipotesi plausibile.