Tutte le domande e le risposte per Problemi di memoria, Alzheimer e demenza senile
  1. Anonimo

    buonasera dottore volevo sapere se mia madre potrebbe essere affetta dal morbo di alzheimer, i sintomi sono :perdita di memoria spesso non ricorda cose dette 5 minuti prima,a volte si sente la testa confusa,non ricorda le date dei compleanni mentre prima le ricordava tutte,ripete spesso la stessa domanda,non dà importanza a nessuna cosa prende tutto alla leggera,mentre gli eventi del passato quindi cose molto vecchie le ricorda tutte,è autosufficiente,guida ,accudisce mio padre malato e cura la casa.momentaneamente è in cura da un geriatra che gli ha prescitto un integratore brio,la cura è iniziata ad aprile 2013 quindi la cura non sappiamo se sta facendo effetto ,perchè è poco tempo.comunque ha fatto anche la tac ed è risultato che a livello cerebrale è tutto ha posto.mi chiedo se potrebbe essere vero che abbia la depressione come mi hanno detto neurologi e geriatri ,essendo mio padre malato di depressione.la ringrazio infinitamente,aspetto una sua risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, la diagnosi di depressione è assolutamente plausibile.

  2. Anonimo

    Ho la mamma malata di alzheimer dal 2009,ed è ricoverata presso una struttura,ho chiesto mille volte in giro, se esiste in commercio un equivalente al talofen che sia mutuabile,purtroppo però ho sempre avuto risposte negative,possibile che si debba speculare anche sopra questi ammalati facendo pagare il medicinale 13,40 euro a flaconcino?
    Chiedo a lei se mi può rispondere.Grazie. Fi23/05/13

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo di identico mutuabile non c’è nulla (oltretutto in questo periodo Talofen non si trova); eventualmente può provare a valutare con il medico se potrebbe essere sostituibile con Largactil, mutuabile, che è quanto di più simile ci sia.

    2. Anonimo

      Grazie del consiglio dottore,chiederò al curante di mia madre.Saluti.24/05/2013.

  3. Anonimo

    Salve,
    è la prima volta che gironzolo in questi siti per capirne un pò di più riguardo a questa malattia (Alzaimer) di cui è affetta mia madre da ormai 10 anni, lei non ricorda sempre i nomi dei figli suoi e a volta mi scambia per un altro figlio, ha inoltre confusione nell’associare il suo passato, per fortuna riesce ancora a ricordarsi il mio nome ma non sempre. Lei è molto serena di natura ma se la lascio da sola per un attimo in macchina per più di 10 minuti mi scende dalla macchina e mi viene a cercare e si agita. Prima prendeva exelon poi gli hanno rincarato la dose fino al n. 9 adesso da oltre 6 mesi prende l’ebixa da 20 ml. Ieri tra l’altro siamo stati dal geriatra che mi ha detto che gli prolungherà la cura di ebixa per altri 6 mesi poi gli faranno cessare le terapie. Questa cosa mi ha inquietato. Non capisco il perchè, quando glielo detto mi ha detto che hanno un percorso e un tempo relativamente breve di somministarzione poichè in genere tali terapie vengono cessate quando non hanno effetto. Ma ora mi chiedo se non gli danno più nulla cosa succederà? Questo non potrebbe veloccizzare in qualche modo il regresso della malattia?
    Oppure si ferma? Si potrebbe chiedere un’altra eventuale cura eventualmente giusto per far rallentare questa patologia? Ho bisogno di una risposta per poter fare qualcosa anche perchè ogni tanto vedo che peggiora anche se lievemente tirando fuori argomenti nuovi e infondati o senza senso.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Le terapie in genere vengono interrotte nel momento in cui non fanno più effetto, non prima, ed in questo caso si cercano alternative in base allo stato di salute del paziente.
      Purtroppo non è possibile arrestare la progressione della malattia, ma solo rallentarla il più possibile.

  4. Anonimo

    Grazie,
    comunque chiederò se mi daranno qualche altra cosa o terapia da seguire, almeno forse servirà a qualcosa per far rallentare il corso di questa patologia, sempre meglio di niente. Ne parlerò con medico di base per qualche consiglio. Grazie.

  5. Anonimo

    salve dottori io ho 22 anni sempre mal di testa e dimentico le cose cosa devo fare
    grazei

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Dovrebbe rivolgersi ad un neurologo per una diagnosi esatta; non pensi all’Alzheimer, con la sua età non c’è motivo.

  6. Anonimo

    Buongiorno Dottore,
    ho 57 anni e da qualche anno ho notato che le mie capacità mentali stanno diminuendo in modo allarmante. Memoria, concentrazione ed in particolare proprietà di linguaggio (era uno dei miei punti di forza!). Da circa 12 anni sono in cura per ipertensione. Ad oggi non vivo situazioni di particolare stress. Solo un po’ più di depressione dovuta a cause oggettive. Il mio medico di base minimizza… Vorrei consultare uno specialista. A chi mi posso rivolgere? Neurologo, geriatra oppure? La ringrazio.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Neurologo.

  7. Anonimo

    Mia madre,90 anni affetta da demenza senile e’ in cura con trittico 150mg alla sera più’ 15 gocce di talofen però’ non dorme si alza in continuazione dal letto(anche 30 volte per notte )e noi non possiamo riposare. Quale terapia migliore?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non esiste una terapia migliore in assoluto, a volte di procede per tentativi con l’aiuto del medico fino a trovare una combinazione adatta di farmaci.

  8. Anonimo

    Gentile dottore, proprio oggi il medico di famiglia ha cambiato terapia a mia madre:prima prendeva trittico 150mg più 15 gocce di talofen ora 1 compressa di hadol il pomeriggio e 1 questa sera prima di coricarsi. Cosa ne pensa?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Difficile fare previsioni, vediamo come va nei prossimi giorni.

  9. Anonimo

    CARO DOTTORE MI Può DARE UN CONSIGLIO Su MIA MADRE CHE NON DORME LA NOTTE E AFFETTA DA DEMENZA SENILA Può DIRMI SE C’è QUALCHE FARMACO DA DARLE ALMENO PER FARLA RIPOSARE DI NOTTE E FAR RIPOSARE ANCHE NOI MIA MADRE HA 81 ANNI

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      I farmaci ci sono, ma purtroppo non posso fare prescrizioni: ne parli con fiducia al medico.

  10. Anonimo

    e per di più lei si agita che vuole la mamma il papà e mio padre che purtroppo sono morti e noi non sappiamo cosa fare per calmarla mia madre ha il diabete melitto si fa il pt e ipertensiva perfavore mi risp. urgentemente grazie