1. Anonimo

    vi ringrazio per le vostre informazioni, semplici,ed esaurienti. grazie di cuore

  2. Anonimo

    buongiorno: può una gastroeinterite acuta provocare una pancreatite virale??..grazie mille !!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Credo di no, non direttamente, se non per il fatto che durante la gastroenterite l’organismo è più debole ed al limite più esposto allo sviluppo di ulteriori problemi.

  3. Anonimo

    Sono sei mesi che mi curano per reflusso esofageo. Prendo la dose da 40 di un prodotto a base di esomeprazolo. Il mio problema può anche dipendere da un pancreatite ?
    Grazie per l’atenzione.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso no.

  4. Anonimo

    sono sbalordito,oggi un mia amica muore a soli 31anni per pancreatite.Possibile mai che i medici non hanno potuto far niente?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo in alcuni casi si è ancora impotenti.

  5. Anonimo

    E’ possibile confondere o non diagnosticare correttamente la pancreatite scambiandola per diabete e continuare a curare una persona per anni con insulina??? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso no, non è possibile.

    2. Anonimo

      Ho avuto all’improvviso aun aumento della glicemia fino a 595 portato in ospedale dopo due flebo sono stato inviato dal diabetologo il quale mi ha diagnosticato diabete mellito tipo 2. La partenza della cura è stata con pillole da assumere prima dei pasti principali . Dopo due giorni avendo ancora la glicemia molto alta mi ha prescritto l’insulina nei vari mamenti della giornata. Dopo circa tre mesi, le misurazioni fatte con tre apparecchi differenti, mi davano un calo fortissimo della glicemia e cioè intorno a 8o- 100- prima e dopo due ore dai pasti. ho a questo punto sospeso la glicemia poiche con essa andavo in ipoglicemia (40 – 38).
      Sono passati 15 giorni e non ho più avuto la glicemia oltre i 110.
      Potrebbe essere stato un atacco di pancreatite che con la dieta sembra che ora stò bene?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sono sinceramente un po’ perplesso e ritengo indispensabile il parere del suo specialista; non è il mio campo e rischierei di non valutare correttamente il problema, anche se effettivamente verrebbe da pensare ad un problema al pancreas.

  6. Anonimo

    Ho 46 anni e sono affetto da una sindrome di Klinefelther. Sono un soggetto fino a “ieri” sano senza deviazioni particolari,sposato ecc. Dalle ultime analisi ho valori lievemente aumentati di lipasi e raddoppiati di amilasi tot. mentre l’amilasi pancreatica è normale. Dall’altro canto, valori di testosterone dimezzati e sotto il livello minimo che mi porta ad una decalcificazione ossea con conseguente aumento di probabili calcoli o almeno un rischio c’è.
    La mia domanda, è il caso di preoccuparsi? Se devo intraprendere una cura di testosterone per portare ad una quota di normalità e scongiurare l’osteoporosi precoce, è dall’altra parte rischioso per la possibilità di avere un cancro al pancreas se sono geneticamente predisposto?
    O meglio, quale alternativa è possibile seguire per evitare il peggio?
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Temo sia assolutamente oltre le mie competenze, mi dispiace.

  7. Anonimo

    sono la mamma di un raggazzodi 18 anni. Due anni fa mio figlio ha avuto due pancreatiti acute, provocate da una malformazione congenita del pancreas scoperta dopo accurate indagini. E’ da allora in cura presso l’ospedale di verona. Non prende piu’ farmaci da quandi il prof glieli ha sospesi. E’ stato sempre bene da allora e regolarmente esegue i controlli chimico clinici e RMN con MDc. Da qualche giorno pero’ lamenta una fitta sotto l’ultima costola a dx che si accentua dopo i pasti, Ha fatto i prelievi ed i valori deglia enzimi pancreatici sono tutti al di sotto dei range. C’è da dire che dopol’epifania ha mangiato tantissima cioccolata. lei pensa che sia il caso di allarmarci potendo essere dinuovo pancreatite?
    Da quando me lo ha detto io non vivo piu’. Viviamo a Napoli e non so se andare subito a Verona dal prof o aspettare ancora un pò. Grazie .

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Suggerirei di valutare a fondo la situazione con il suo medico di base e, in caso di persistenza del problema, rivolgersi al centro di Verona. La posizione potrebbe fare pensare ad un’infiammazione dell’appendice, ma data la storia clinica del paziente è sicuramente necessaria cautela.

  8. Anonimo

    o avuto la pancreatite acuta lieve 3 settimane fa con eco negativa oggi ripetendo gli esami lipasi 12oo amilasi 150 e normale secondo voi che non siano ancora nella norma grezie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, è possibile, ma non mi occupo di questo campo ed il parere del suo medico rimane indispensabile.

  9. Anonimo

    soffro di pancreatite cronica e vorei tanto apere se gli agrumi fanno male ese il pomodoro si può mangiare ,le banane e dove posso avere una lista di alimenti utili grazie amelia comito

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso nessun problema con gli alimenti citati; per avere indicazioni più precise sarebbe a mio avviso opportuno valutarlo con uno specialista, che possa consigliarle previa conoscenza del suo caso.

  10. Anonimo

    grazie le sue spiegazioni mi son state molto utili.