Naso chiuso: rimedi e cause

Ultimo Aggiornamento: 10 giorni

Introduzione

La congestione nasale (naso chiuso o ostruzione delle vie respiratorie nasali) è uno dei problemi più diffusi e fastidiosi dell’apparato respiratorio. Per alcune persone può rappresentare un semplice fastidio, mentre per altre può essere causa di forte disagio, soprattutto quando associata a:

  • naso che cola (attraverso le narici o verso a parte posteriore del naso sotto forma di catarro),
  • starnuti (più frequenti in caso di reazione allergica),
  • irritazione o disagio dentro e intorno al naso,
  • ridotto senso dell’olfatto,
  • formazione di croste sulla mucosa nasale, in grado di causare un odore sgradevole e sanguinamento in caso di rimozione accidentale o volontaria.

Le membrane nasali sono raggiunte da una gran quantità di arterie, vene e capillari, tutti in grado di dilatarsi e di contrarsi. In condizioni normali i vasi sanguigni sono parzialmente contratti o semiaperti; in seguito all’esercizio fisico intenso, aumentano i livelli dell’ormone adrenalina nel sangue e questo ormone fa contrarre le membrane nasali, permettendo alle respiratorie di aprirsi migliorando così la respirazione e l’afflusso di ossigeno.

In caso di attacco allergico, raffreddore, … succede l’esatto contrario, i vasi sanguigni si dilatano e le membrane si congestionano: si inizia quindi ad avere il naso chiuso.

A livello medico la più importante distinzione che si pone quando si cerca la causa del naso chiuso è fra

  • rinite allergica,
  • rinite non allergica.

A seconda della causa può cambiare la cura, ma da un punto di vista generale i rimedi più comuni ed efficaci per liberare il naso chiuso sono:

  1. Utilizzo di un umidificare per l’ambiente domestico o lavorativo.
  2. Dormire con un cuscino in più per sollevare la testa e cercare di non addormentarsi di lato.
  3. Fare una doccia calda (umidità e calore libereranno il naso).
  4. Bere abbondantemente per mantenersi idratati (le bevande calde libereranno il naso, ancora di più se balsamiche).
  5. Impacchi con un panno caldo-umido sul naso.
  6. Suffumigi con bicarbonato o essenze balsamiche.
  7. Lavaggi nasali con acqua fisiologica o ipertonica.
  8. Soffiare il naso delicatamente, eccedere con la pressione può peggiorare la situazione.
  9. Evitare sbalzi termici.
  10. Farmaci:
    • spray nasali decongestionati (massimo per 5-7 giorni),
    • spray nasali antistaminici,
    • spray nasali cortisonici,
    • antistaminici e decongestionanti ad uso orale.

Rinite allergica

Febbre da fieno”, “allergia alle graminacee” e “raffreddore estivo” sono i diversi nomi della rinite allergica. L’allergia è una risposta infiammatoria anomala a sostanze che, nel caso del naso chiuso, di solito sono i pollini, la muffa, la forfora degli animali o alcuni elementi della polvere domestica.

  • I pollini possono causare problemi in primavera, in estate e in autunno, mentre le allergie alla polvere di solito sono più evidenti d’inverno.
  • Le muffe possono provocare sintomi per tutto l’anno.

Nel paziente allergico, il rilascio dell’istamina e di sostanze simili fa chiudere il naso e fa produrre una quantità eccessiva di muco nasale acquoso.

Le iniezioni antiallergiche (il cosiddetto vaccino) sono una terapia specifica ed efficace. I prick test e, in alcuni casi, anche gli esami del sangue sono effettuati per predisporre fiale di agenti allergici personalizzate per ogni paziente. Il medico decide la miglior concentrazione per la prima iniezione. Una volta iniettate, queste terapie formano anticorpi nel sangue del paziente, che bloccano la reazione allergica. Le iniezioni di norma vengono somministrate per un periodo dai tre ai cinque anni. Chi soffre di allergie corre un rischio maggiore di dover ricorrere alle terapie per la sinusite.

Rinite non allergica

Infezione

In media gli adulti hanno il raffreddore due o tre volte all’anno.

Quest’infezione virale si verifica con maggior frequenza durante l’infanzia, perché le difese immunitarie dei bambini sono più deboli di quelle degli adulti. Il raffreddore può essere causato da diversi virus, alcuni dei quali si trasmettono per via aerea, mentre altri per contatto tra le mani e il naso.

Una volta che il virus penetra nel naso, induce l’organismo al rilascio di istamina, una sostanza chimica che fa aumentare il flusso sanguigno diretto al naso e ne fa gonfiare i tessuti. Le membrane nasali quindi si infiammano e si congestionano, producendo una quantità eccessiva di muco che ostruisce le vie aeree nasali e impedisce un’agevole respirazione.

I sintomi del raffreddore possono essere alleviati dagli antistaminici e dai decongestionanti, però non esistono farmaci per curarli: l’unica strada percorribile è quindi attendere che l’infezione si risolva spontaneamente.

Durante le infezioni virali il naso è poco resistente ai batteri: questo è il motivo per cui le infezioni del naso e le sinusiti di solito si presentano subito dopo il raffreddore. Se il muco nasale, da trasparente, diventa giallastro o verdastro, normalmente significa che potrebbe essere in corso un’infezione batterica e quindi diventa opportuno consultare un medico.

  • Le sinusiti acute fanno chiudere il naso e ispessire il muco. Ci può essere dolore alle guance e nell’arcata dentale superiore, tra gli occhi e dietro gli occhi, oppure a livello della fronte, a seconda dei seni coinvolti.
  • Le sinusiti croniche possono causare dolore o meno, ma di solito provocano sempre l’ostruzione nasale e un grave gocciolamento nasale o retronasale. Alcuni pazienti, a causa della sinusite, possono sviluppare polipi (cioè delle escrescenze) all’interno del naso, e l’infezione può diffondersi nelle vie aeree inferiori, trasformandosi in tosse cronica, bronchite cronica o asma.

Le sinusiti acute di norma reagiscono bene alla terapia antibiotica, mentre per la sinusite cronica può essere necessario l’intervento chirurgico.

Anomalie strutturali

Tra le anomalie anatomiche più frequenti ricordiamo le deformazioni del naso e del setto nasale, cioè della parete sottile e piatta, fatta di cartilagine e di tessuto osseo, che divide il naso in due narici.

Il sette per cento dei neonati riporta traumi nasali significativi durante il parto. I traumi al naso sono frequenti sia tra i bambini sia tra gli adulti. Se, dopo il trauma, le vie respiratorie sono ostruite, può essere necessaria la correzione chirurgica.

Una delle cause più frequenti dell’ostruzione nasale nei bambini sono le adenoidi ingrossate. Le adenoidi sono tessuti simili alle tonsille che si trovano nel retro del naso, dietro al palato. I bambini che hanno questo problema con ogni probabilità respirano rumorosamente durante la notte, oppure russano. I bambini che respirano abitualmente con la bocca possono presentare un allungamento del viso e deformità ai denti. In questi casi può essere consigliabile rimuovere chirurgicamente le adenoidi e/o le tonsille.

Tra le altre cause strutturali ricordiamo i tumori del naso e i corpi estranei. Spesso i bambini inseriscono piccoli oggetti nel naso. Se da una narice fuoriesce muco maleodorante, è opportuno consultare il medico.

Farmaci

La congestione nasale può insorgere anche come effetto collaterale di alcuni farmaci, per esempio:

Un caso particolare riguarda i decongestionanti nasali in spray (come Rinazina®, Otrivin®, Vicks Synex®, …), che in caso di utilizzo prolungato (più di 5-7 giorni) possono dare come effetto collaterale proprio la condizione di naso chiuso. Da un punto di vista del meccanismo fisiopatologico avviene la stessa cosa nei forti utilizzatori di cocaina.

Fluttuazioni ormonali

Si pensa che gli ormoni giochino un ruolo fondamentale nella regolazione dell’allargamento dei vasi sanguigni nasali, tanto che una rinite non allergica può essere causata anche da:

Rinite vasomotoria

In alcuni soggetti il naso chiuso sembra essere una reazione (non allergica) verso fattori ambientali e non, come ad esempio:

  • fumo,
  • profumo,
  • vapori di vernici,
  • cambiamenti nel tempo, come ad esempio un calo della temperatura,
  • alcol,
  • cibo piccante,
  • stress.

Il termine medico che descrive questa condizione è rinite vasomotoria:

  • la parola rinite significa infiammazione del naso e delle membrane nasali;
  • l’aggettivo “vasomotoria”, invece, è relativo ai nervi che controllano i vasi sanguigni.

Nei primi stadi di questi disturbi l’ostruzione nasale è temporanea e reversibile. Di norma, però, migliora quando si riesce a correggere la causa primaria; tuttavia, se il disturbo persiste, i vasi sanguigni perdono la capacità di contrarsi, più o meno come accade per le vene varicose.

Quando chiamare il medico

Si consiglia di contattare il curante in caso di sintomi severi e/o che persistono da più di 10-15 giorni.

Rimedi e cura

I rimedi per il naso chiuso dipendono in gran parte dalla causa sottostante, per esempio se la rinite è causata da una infezione virale (raffreddore), il trattamento può non essere necessario, perché l’infezione responsabile tende a risolversi spontaneamente dopo circa 7-10 giorni.

Si raccomanda di soffiare il naso delicatamente, eccedere con la pressione può peggiorare la situazione.

Vari tipi di spray nasale sono a disposizione per contribuire ad alleviare i sintomi della rinite non allergica, per esempio:

  • spray con acqua fisiologica per effettuare lavaggi,
  • spray con acqua ipertonica per decongestionare,
  • spray nasale antistaminico, che aiuta ad alleviare la congestione e il naso che cola, riducendo l’infiammazione
  • spray cortisonici, che come gli antistaminici agiscono riducendo l’infiammazione
  • spray nasali decongestionanti, che riducono la quantità di muco prodotto; molto efficaci, ma da limitare a 5-6 giorni di terapia.

Molti di questi spray possono essere acquistati in farmacia senza obbligo di ricetta, ma è importante controllare il foglietto illustrativo perchè possono avere importanti controindicazioni; in caso di dubbi consultare il medico o il farmacista.

Gli antistaminici ad uso orale (compresse e sciroppi) possono essere utili per alleviare gli starnuti e il naso che cola dovuti alle allergie, ma sono in alcuni casi prescritti per dare sollievo anche ad altre forme di naso chiuso; ricordiamo per esempio Clarityn®, Polaramin®, Zirtec®, Clever® e Kestine®, molti dei quali in vendita in farmacia senza ricetta, e anche in diverse forme generiche.

Sono anche in commercio prodotti combinati, a base di antistaminici e decongestionanti (Reactine®).

Rinite da decongestionanti

Alcuni casi di rinite non allergica sono causati da un uso eccessivo di spray decongestionanti nasali. In queste situazioni il trattamento migliore è smettere di usare questi spray, scelta che può rivelarsi molto difficile, specialmente se l’uso è stato particolarmente prolungato (mesi o anni).

Per far fronte a queste difficoltà può essere utile partire interrompendo l’uso da una sola narice; riuscendo a resistere alla tentazione di ricorrere alla spray in genere la narice tenderà a liberarsi dopo qualche giorno e si potrà così passare all’altra.

Può essere utile aiutarsi con un uso frequente di lavaggi di acqua fisiologica (vedi sotto) ed eventualmente valutare l’assunzione di antistaminici alla sera, che riducono la congestione nasale e causano un’utile sonnolenza.

Alcuni specialisti ricorrono a una progressiva sostituzione dello spray da un decongestionante (che è dannoso nel lungo termine) ad uno spray cortisonico (che generalmente può essere utilizzato per periodi più lunghi).

Altri rimedi

  • In molti casi può essere di sollievo lavare le cavità nasali con acqua fisiologica, la stessa che si usa per pulire il nasino dei neonati. Risciacquare le narici aiuta a lavare via ogni eccesso di muco e gli eventuali irritanti all’interno del naso, riducendo così l’infiammazione e alleviando i sintomi. È possibile ripeterla più volte al giorno. L’eventuale passaggio in gola non è pericolosa, ma può essere utile cercare di sputarla.
  • Umidificare l’aria dell’ambiente in cui si vive/lavora può essere di grande aiuto, soprattutto nei mesi invernali quando il riscaldamento tende a seccare eccessivamente l’aria. Fare una doccia calda è l’esempio classico che dimostra l’utilità di questo rimedio, in quanto è esperienza comune che il naso tende a liberarsi; lo stesso effetto può essere riprodotto attraverso il ricorso a suffumigi (con bicarbonato o essenze balsamiche) o con l’assunzione di bevande calde, che sono utili anche a mantenere una corretta idratazione.
  • Quando il paziente dorme sdraiato su un lato, il lato più basso si congestiona, interferendo con il sonno. Proprio per questo può essere utile dormire con la testiera del letto sollevata di cinque, dieci centimetri. L’intervento chirurgico è un’altra possibilità che può essere necessaria per alleviare i sintomi in maniera profonda e definitiva.

Gravidanza

Le gestanti dovrebbero chiedere consiglio all’ostetrica o al ginecologo prima di assumere qualsiasi medicina o ricorrere a qualsiasi rimedio.

Controindicazioni principali

  • I pazienti che lamentano sonnolenza dopo l’assunzione di antistaminici non dovrebbero guidare o usare macchinari pericolosi.
  • I decongestionanti fanno aumentare il battito cardiaco e alzano la pressione, quindi devono essere evitati da chi soffre di ipertensione, aritmie cardiache, glaucoma o difficoltà a urinare; vanno sempre limitati a pochi giorni di terapia. Devono essere evitati anche in caso di problemi di prostata o di tiroide.
  • I farmaci della famiglia del cortisone (corticosteroidi) sono decongestionanti potenti, somministrati in genere sotto forma di spray nasali per minimizzare i gravi rischi di effetti collaterali connessi alle altre forme di somministrazione. Chi usa gli spray nasali a base di corticosteroidi dovrebbe seguire le istruzioni e consultare immediatamente un medico se inizia a sanguinare dal naso, ad avere croste nel naso, se il naso gli fa male o se presenta alterazioni della visione.

Fonte Principale: , licensed under the

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Credo di essermi preso un bel raffreddore causato dall’aria condizionata sull’aereo e il medico per liberarmi il naso mi ha prescritto Aerius; leggo ora dal bugiardino che serve solo per le allergie, devo contattare il medico per un possibile fraintendimento?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il ricorso agli antistaminici è piuttosto comune in questi casi, con lo scopo di ridurre la congestione nasale.

  2. Anonimo

    Salve dottore, è da un paio di mesi che mi sento una delle narici tappate, soprattutto la mattina appena sveglio, non ho nessuna influenza, la notte durante la notte mi capita di russare secondo lei cosa può essere? Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, ipertrofia dei turbinati, setto nasale deviato…ci sono varie cause, dovrebbe fare una visita otorinolaringoiatrica.

  3. Anonimo

    È da qualche settimana che non respiro, ma quando soffio il naso non esce letteralmente niente. Continuo ad usare il vix nasale per due volte al giorno che riesce a farmi respirare. Cosa posso fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere congestione da rebound dovuta al farmaco, che va tassativamente interrotto subito (si usa al massimo 7-10 giorni di seguito); proceda quindi a una visita medica.

  4. Anonimo

    turbinati infigrossati, setto nasale deviato, sinusite ,,,, ebbene ? quali consigli ? Nulla! Dunque gettate ogni speranza;

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Ha fatto una visita otorinolaringoiatrica? in caso affermativo lo specialista avrebbe dovuto quanto meno prescrivere una cura, in casi selezionati anche l’intervento chirurgico.

  5. Anonimo

    Salve, io non capisco come ogni qualvolta che becco l’influenza e mi viene la congestione nasale, a letto (quando non in forma grave) una narice mi rimane aperta e l’altra chiusa. Ma il bello è questo, non c’è muco, o poco niente e se mi giro di lato si invertono. Resta sempre aperta quella superiore e chiusa quella inferiore…. Fastidio non da, i decongestionanti o lota neti o fans hanno fatto la loro parte, ma vorrei capire meglio il problema fisico, la spiegazione di questo fenomeno da cosa deriva. Ringrazio in anticipo

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, sono manifestazioni irritative/infiammatorie comuni che succedono a chiunque, non c’è una spiegazione precisa. Solo se il disturbo fosse stato sempre monolaterale avremmo potuto pensare a qualche deviazione del setto o altro. saluti

    2. Anonimo

      Non esiste una spiegazione per una cosa così comune e ripetitiva…?Cioe mi giro a destra e a sinistra tutta la notte e ogni qualvolta mi giro, nell arco di un minuto la narice congestionata si alterna con quella decongestionata, voglio dire, da comune persona che non ne sa niente di medicina sembra strano possa essere solamente una irritazione o infiammazione…. Cioè voglio dire…. Basta cambiare lato nel dormire e ad una narice passa l’infiammazione e viene all’altra?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Che io sappia, come ha detto il Dr. Cracchiolo, non esiste spiegazione certa; forse la posizione che favorisce una narice o l’altra, forse una sorta di meccanismo di compensazione, …

  6. Anonimo

    Salve
    Sono sei mesi che sto il naso completamente otturato secondo lei cosa potrebbe essere

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Dovrebbe fare una visita otorinolaringoiatrica, le cause sono molte, congestione della mucosa, ipertrofia dei turbinati, setto nasale deviato…

    2. Anonimo

      Tutto è iniziato con la febbre di fieno che ho avuto a fine maggio, da allora non è cambiato niente , la mattina quando mi alzo faccio molti starnuti quando mi sdraio a pancia in su miglioro un po’ .

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido la necessità di una visita specialistica, dove verranno eventualmente valutati anche i test allergici.

  7. Anonimo

    Salve sto uscendo da 6 anni di vicksinex.
    Ormai è 10 giorni che non lo uso piu. Ho fatto una visita dall’otorinolaringoiatra mi ha detto che non ho niente.Ne i turbinati ne deviazione del setto ne polipi, però quando mi siedo e soprattutto la notte mi si tappa la narice sinistra (sempre la sinistra si ostruisce) la destra sembra messa meglio cosa può essere? Il dottore mi ha dato avamys spray e uno sprai per i lavaggi

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, probabilmente va incontro ad una congestione della mucosa periodica, altalenante, può dipendere da vari fattori tra cui cambi di temperatura, umidità..segua la terapia e si faccia rivalutare dallo specialista.

  8. Anonimo

    Buonasera ho questo problema ormai da tempo e cioè ogni qual volta che pranzo o ceno mi si istruisce il naso con moltissimi Muchi da cosa può dipendere grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, è stato visto da un otorino per escludere alterazioni organiche nasali?

  9. Anonimo

    Buona sera dott sono contro’ Francesco. pazientemente in curato da dottori competenti sono arrivato al punto di rassegnazione.
    Io sono un soggetto asmatico e allergico prendo per l’asma il revinty e antra per problemi di gastrite ecc ecc ma il problema che non si riesce a risolvere e che sono sempre intasato di muco sono stato operato 2 volte di poliposi ma ci sara anche una terza perche so che sono recitive ma il problema di tutto questo muco i medici dove sono stato io non lo capiscono o sempre l’orecchio tappato di muco si figuri che Il 16 novembre 2015 o perso completamente l’orecchio destro e stato dichiarato anacusia totale mi anno detto che stato un virus ma io non ci credo perche già andava avanti da un bel po e ora l’orecchio sinistro ga la stessa cosa che faceva il destro
    Ora le chiedo ma lei mi potrebbe dare una spiegazione a tutto questo??? Grazie buona sera

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma temo che sia una situazione al di là delle mie competenze.

  10. Anonimo

    SALVE DOTTORE , HO 41 ANNI DA CIRCA UN MESE NELLA NARICE SINISTRA HO LA SENSAZIONE DEL CORPO ESTRANEO MI VIENE DI SOFFIARE SEMPRE IL NASO MA NON RIESCO AD ESPELLERE NIENTE . LA MATTINA UANDO MI VEGLIO HO QUELLA NARICE SEMPRE CHIUSA MA POI SI LIBERA DA SOLA APPENA MI ALZO , COSA PUO’ ESSERE ? GRAZIE BUONA SERA

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, probabilmente un’ipetrofia dei turbinati, della mucosa nasale, forse associata ad una deviazione del setto; le consiglio una visita otorinolaringoiatrica.

    2. Anonimo

      si io so di avere il setto nasale deviato da lontane visite che ho fatto poi quando ero bambina ho pure fatto le adenoidi

  11. Anonimo

    Salve. Ho bisogno di un consiglio. Mio bimbo di 2 anni e mezzo da agosto dopo un bagno fredo sulla terasa ha sempre naso chiuso . Ogni tanto tosse con cattato e muco verde-marone. Sopratutto di notte fa fattica a respirare con il naso . Qualche settimana fa aerosol con forbest bimbi per 3 gg e si è visto subito un miglioramento. Usato di tutto ipertonico, lavaggi nasali, gocce medicinali ma niente. Ogni tanto lamenta dolore alla testa e occhi. Il pediatra dice sempre che è un brutto raffreddore e che il naso si aprirà prima o puoi. Lei cosa ne pensa? Grazie

    1. Anonimo

      Al P.S dicono che puoi essere, invece pediatra dice cHe i bimbi piccoli non fanno la sinusitè.😕

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      OK; parlandole da papà e non da farmacista forse proverei a sentire il parere di un otorino di un centro ospedaliero pediatrico specializzato (Gaslini di Genova, Regina Margherita di Torino, Meyer di Firenze, …) per avere un secondo parere.

    3. Anonimo

      Grazie . Oggi mi ha prescritto il rinoclenil . Ma sul bugiardino scrive da 6 anni in piu, ma lui a solo 2 anni e 6 mesi. E possibile?

  12. Anonimo

    Di notte anzi quando mi sdraio il naso si chiudono e respiro con la bocca e quando mi alzo dal letto o dal divano si aprono perché? Ho preso rinazina spray non funziona anche Vicky niente

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      C’è probabilmente una congestione della mucosa nasale, un’ipertrofia dei turbinati, e questo accade per il variare della pressione e quindi dell’afflusso di sangue che è maggiore nella posizione clinostatica (da sdraiati appunto), i decongestionanti non si possono utilizzare per molto tempo, anche perchè dopo poco causano l’effetto contrario peggiorando la situazione; consiglio una valutazione otorinolaringoiatrica.

  13. Anonimo

    Per favore vorrei sapere se si può usare l acqua di mare oltre la data di scadenza
    È’ scaduta ad agosto e la devo usare per mio figlio di 14 giorni per decongestionare il nasino
    Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Non userei nulla di scaduto, soprattutto su un bimbo così piccolo.

  14. Anonimo

    Buona sera dottore,
    Io ho una strana sensazione, sento come se ci fosse del muco nel naso ma quando soffio non c’è niente! Inoltre sento anche l’occhio un po’ gonfio, oltre che la parte frontale della testa dolorante!
    Cosa potrebbe essere? Ho fatto una visita ORL e mi ha detto che ho il setto molto deviato!

    1. Anonimo

      non è stata considerata la sinusite! quali esami dovrei fare per diagnosticarla?

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, si il detto deviato può predisporre a sinusite ed ipertrofia della mucosa nasale con conseguente congestione; L’otorinolaringoiatra fa di solito una rinoscopia ed eventualmente richiede Tc naso e seni paranasali.

    3. Anonimo

      si dottoressa ho già effettuato una rinoscopia! Il che ha confermato la deviazione del setto nasale e la presenza di possibile reflusso gastroesofageo! Quindi non so se andando dal medico curante mi prescriva una tac ai seni paranasali

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Avrebbe dovuto chiederla l’otorino nel sospetto, evidentemente dell’esame clinico non ha rivelato sintomi diretti/indiretti da poter sospettare la sinusite.

  15. Anonimo

    Dottori sono un paio di giorni che avverto sensazione di naso chiuso senza muco soprattutto quando assumo certe posizioni. Cosa potrebbe essere?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Magari una leggera sindrome parainfluenzale, oppure un po’ di allergia se mai ne avesse sofferto.

    2. Anonimo

      Salve dottore mia figlia di 7 anni a problemi di muco al naso continua ha già fatto due visite dall’otorinolaringoiatra ma tutte e due sono uscite con esiti negativi cosa posso ancora fare?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’otorino cos’ha diagnosticato? Come giustifica i sintomi?

  16. Anonimo

    Buona sera dottore, sono una donna di 41 anni, 15 giorni fa ho avuto un raffreddore che ancora non cessa del tutto , E’ rimasto del muco solo nella narice sinistra che non riesco ad espellere se non soffiando fortissimo, tanto che adesso ho un forte dolore in questa narice e giorni fa usciva pure sangue . La cosa che mi preoccupa tantissimo e’ che il muco e’ di colore marrone, cosa che non mi era mai accaduto. Io fumo ma non sono una fumatrice accanita giorni fumo giorni no . oggi non ho toccato nessuna sigaretta perche’ sento il naso come se fosse gonfio ed ho dolore alla narice e un po di mal di testa.cosa potrebbe esere? grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, sta stressando il naso per espellere il muco con forza, il colore non mi preoccupa (potrebbe essere più scuro per la presenza di un po’ di sangue emesso sotto sforzo), ma le consiglio di utilizzare un mucolitico per facilitare l’espulsione del muco che si è probabilmente accumulato. Saluti.

    2. Anonimo

      Per quanto riguarda il mucolitico lo sciroppo FLUI FORT va bene pure per il muco del naso . grazie buona sera.

  17. Anonimo

    Buonasera, spero che qualche bravo medico riesca ad aiutarmi,e’ dà 7 mesi che non respiro dal naso e non riesco assolutamente a espellere il catarro, sono in diversi studi di otorinolaringoiatria ma niente mi ha prescritto diversi farmaci come, respinac compresse 1al di’ x 15 gg, Ialoclean spray nasale 2 spruzzi x narice x 10 gg, bornilene spray 3 volte al giorno x 10 gg, ho fatto anche la rinoscopia è non risulta niente, ho fatto le prove allergiche ed è risultato che sono un po’ allergico all’umidità quindi mi hanno prescritto l’antistaminico Pafinur10mg 1 compressa al giorno ma niente tutti questi farmaci usati senza nessun giovamento. Aspetto una vostra risposta al più presto. Vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti. Roberto

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, sembrerebbe esserci una causa organica, per esempio un’ipertrofia dei turbinati, deviazione del setto nasale, sinusite…certo qualcosa alla rinoscopia sarebbe emerso; non le hanno mai prescritto una TC naso e seni paranasali?

    2. Anonimo

      Dottoressa Fabiani la ringrazio per avermi risposto no comunque non ho mai fatto una TC . Comunque volevo dirle che io da 7 mesi abbondanti prendo il topamax perché ho dei forti dolori di testa sono in terapia presso un neurologo con questo farmaco.. ma può essere il topamax che non mi fa respirare?

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, sì è un possibile effetto collaterale. Ne parlerei col medico prescrittore, se sospendendolo la situazione migliora abbiamo trovato la causa.

  18. Anonimo

    Dottoressa, da un anno e mezzo ho il naso quasi sempre chiuso. Ho fatto il test per le allergie e risulto essere allergica solo alle parietaria.
    Ma è da un due anni che mi sono trasferita in città, prima abitavo in campagna eppure non ero così allergica.
    Ho ipotizzato che possa essere lo smog che mi porta questo stato..
    Mi consiglia cosa fare per stare meglio….
    Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, a quanto pare, parietaria apparte, non è allergica; potrebbe esserci una stato infiammatorio a livello dei turbinati, una congestione della mucosa nasale, ha notato se peggiora dormendo, al punto di dover respirare con la bocca per esempio? farei un controllo otorinolaringoiatrico, evitando spray degongestionanti che fanno effetto sul momento, ma poco dopo peggiorano la situazione e soprattutto non possono essere utilizzati per lunghi periodi.

  19. Anonimo

    Normale la desquamazione?
    Come se la pelle fosse stata colpita da eritema solare e perde rossore pian piano fino ad arrivare alla desquamazione

  20. Anonimo

    Scusi come sarebbe che zovirax non è a base di cortisone? Ho sempre creduto che lo fosse..
    Comunque da quando lo uso non mi si sono formate piaghe o fuoriuscita di liquido tipico dell’herpes ma il rossore è andato via via scomparendo ed oggi ho la pelle un po desquamata

  21. Anonimo

    Io lo sto mettendo da 2 giorni e al tatto è sempre meno dolente è sembrerebbe diminuire anche il rossore, però non c’è traccia di herpes..
    Secondo me non è e sto usando cortisone senza motivo però bo

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Lo zovirax o similare non è cortisone, e mi pare stia funzionando se dice che la situazione è migliorata.

  22. Anonimo

    Perché il virus che colpisce le labbra è lo stesso del naso?
    Quindi lo applico adesso che è solo rosso e non ci sono piaghe per
    Quanto tempo ?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Si il virus è lo stesso; senta il suo medico per una prescrizione precisa in base al suo caso.

    2. Anonimo

      MI SENTO IL NASO CHIUSO E NON RIESCO AD BUTTARE IL MUCO PERCHÉ SI FERMA IN GOLA COSA PUÒ ESSERE

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, anche un semplice raffreddore o una rinofaringite può dare una simile sintomatologia. Può usare qualche spray nasale per migliorare la sintomatologia. saluti

    4. Anonimo

      Salve sono che circa 5 mesi che il mio naso si chiude all’improvviso pensavo fosse allergia siccome sono allergico al polline ma non credo…piu soffio il naso e più si ottura…sto usando xxxxxxxx spray nasale ma mi hanno detto che non fa tanto bene anche se nel mio caso è abbastanza efficace…aspetto consigli grazie in anticipo

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Come tutti i decongestionanti anche quello che sta somministrando va usato per qualche giorno e poi sospeso; potrebbe aver sviluppato congestione da rebound legata proprio al medicinale.

  23. Anonimo

    Nel caso venisse sarebbe da aspettare che passi o usare creme?
    A casa ho zovirax però per le labbra

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere conviene velocizzare la guarigione con creme come Zovirax che, anche se labiale, si può usare all’occorrenza anche attorno al naso (non internamente se non prescritto dal medico).

La sezione commenti è attualmente chiusa.