Mughetto (candida): neonati ed adulti, prevenzione e cura

Ultimo Aggiornamento: 33 giorni

Introduzione

Il  (condizione che dal punto di vista medico prende il nome di candidosi orale) è un’infezione da candida che si verifica in bocca, ossia una micosi (infezione fungina) delle specie di Candida sulle membrane mucose della bocca.

Questo microrganismo è comunemente presente all’interno del cavo orale della maggior parte delle persone, ma solamente in piccole colonie incapaci di causare sintomi o altri fastidi. Nel caso in cui per qualche motivo riesca a prendere il sopravvento sul nostro sistema immunitario può aumentare la sua presenza fino alla comparsa di infezione, caratterizzata dalla presenza di placche bianche sulla lingua e talvolta anche nel resto della bocca.

Molto comune nei lattanti, può colpire anche gli adulti in caso di calo delle difese immunitarie o uso di specifici farmaci (come il cortisone).

Foto

http://it.wikipedia.org/wiki/File:Oral_thrush_Aphthae_Candida_albicans._PHIL_1217_lores.jpg

http://it.wikipedia.org/wiki/File:Oral_thrush_Aphthae_Candida_albicans._PHIL_1217_lores.jpg

http://en.wikipedia.org/wiki/File:Oralcandi.JPG

http://en.wikipedia.org/wiki/File:Oralcandi.JPG

Cause

Le specie di miceti appartenenti al genere Candida sono comunemente presenti in bocca, così come in numerosi altri distretti corporei (orecchie, occhi, tratto gastrointestinale, vagina, pelle, feci, …), in quanto presenza fisiologica come flora batterica orale, della gola e del resto del tratto gastrointestinale.

L’utilizzo di specifici farmaci o un indebolimento del sistema immunitario possono tuttavia causare un’eccessiva proliferazione che può trasformarsi in una vera e propria infezione.

Negli adulti sani è quindi poco comune, mentre si verifica più frequentemente in

  • neonati (soprattutto nel primo mese di vita),
  • bambini,
  • anziani,
  • soggetti con sistema immunitario indebolito.

Tra gli ulteriori fattori di rischio ricordiamo anche:

Nel caso dei neonati la spiccata tendenza a contrarre il cosiddetto mughetto è dovuta alla presenza di un sistema immunitario ancora immaturo; i soggetti nati pretermine sono particolarmente a rischio, ma qualsiasi lattante può contrarla anche più volte.

Anche nel caso dei bambini il ricorso a una terapia antibiotica ad ampio spettro è spesso una causa scatenante del disturbo, in quanto diminuisce la flora batterica orale consentendo ai funghi presenti (soprattutto al genere Candida) di prendere il sopravvento.

Sintomi

La candidosi orale può manifestarsi attraverso numerosi sintomi, ma il più comune è la comparsa di una patina bianca sulla lingua e sulle muscose, oppure la presenza di placche di colore bianco sulla gola. Se rimosse rivelano un intenso rossore delle mucose, che in alcuni casi possono anche sanguinare.

Altri sintomi includono:

Nel caso dei bambini più piccoli e dei neonati i sintomi sono sovrapponibili, con la differenza che in alcuni casi è possibile scambiare la presenza di latte residuo sulla lingua per mughetto. Possono talvolta diventare restii a mangiare, a causa del fastidio presente.

Durata e complicazioni

La maggior parte dei casi si risolve spontaneamente entro una settimana o due senza alcuna terapia, ma il medico potrebbe prescrivere una soluzione antimicotica per accelerare la guarigione.

nei soggetti con sistema immunitario gravemente indebolito può diffondersi ad altri distretti e colpire:

Cura e terapia

La diagnosi è in genere possibile semplicemente attraverso anamnesi e visita medica, ma nei casi dubbi è possibile procedere a una coltura.

Per curare il mughetto si ricorre, quando necessario, a principi attivi antimicotici, la cui tipologia e durata varia in base alla gravità dell’infezione. In soggetti a rischio una candida non trattata può evolvere verso infezioni più invasive e serie.

Il farmaco d’elezione è la nistatina (Mycostatin) per gli adulti e miconazolo (Daktarin e Micotef) in forma di gel orale per i neonati; può rivelarsi utile effettuare lavaggi di acqua e bicarbonato con delle garzine sterili.

Nei casi più importanti e/o di infezione resistente è possibile ricorrere anche a formulazioni in compresse.

Prevenzione

Attraverso una regolare igiene orale (lavaggio dei denti dopo aver mangiato e comunque almeno due volte al giorno, check-up regolari dal dentista, …) è possibile prevenire l’insorgenza di micosi da candida nei soggetti sani e ridurre il rischio nei soggetti a rischio (lattanti, bambini e adulti immunodepressi); secondo alcuni studi l’utilizzo di collutori a base di clorexidina potrebbe essere utile a ridurre la possibilità di comparsa nei soggetti sottoposti a terapia antitumorale, mentre nel caso di pazienti asmatici è raccomandabile sciacquare abbondantemente la bocca dopo l’inalazione del farmaco.

Smettere di fumare è sicuramente d’aiuto, così com’è indispensabile uno scrupoloso controllo della glicemia nei soggetti diabetici.

Nei neonati è più difficile prevenire la comparsa del mughetto, alcuni pediatri consigliano di procedere a sterilizzare regolarmente tettarelle e succhietti, mentre è sicuramente raccomandabile lavarsi bene le mani dopo il cambio del pannolino (altra zona ad alto rischio di candida).

Quando chiamare il medico

  • Chiamate il medico nel caso in cui la lingua sia persistentemente bianca o avvertiate i gusti in modo anomalo.
  • Se vostro figlio continuasse a contrarre il mughetto, soprattutto se ha più di nove mesi, avvisate il pediatra, perché potrebbe essere una spia di un’altro problema di salute.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Ho letto appena sopra della garzina con acqua e bicarbonato, posso provare o devo chiedere prima la pediatra?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sempre preferibile il preventivo parere del pediatra, soprattutto nei neonati.

  2. Anonimo

    Salve,io ho la mia bambina di 3 mesi, Ha la lingua bianca ed giù in fondo vicino al esofago ha una Machia grande di colore rosso -viola ho fatto una cura con Daktarin gel per 5 gg ma non passa, ho iniziato pure a passare ogni giorno con una garzina con acqua e bicarbonato, ma niente che dovrei fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si preoccupi, è piuttosto comune a quest’età; se come immagino la cura descritta è stata prescritta dal pediatra continui pure ancora qualche giorno.

    2. Anonimo

      Si me lo aveva prescritto il pediatra , quindi lei mi consiglia di ripetere la cura? Un altra domanda se uso il daktarin dovrei continuare a pulire una volta al gg anche con acqua e bicarbonato?

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sì, può continuare la cura per qualche altro giorno, bicarbonato compreso se vede un miglioramento, e poi risentire il pediatra.

  3. Anonimo

    Buonasera dottori, sono una ragazza giovane e ormai sono già due mesi che ho il mughetto. Mi hanno visitata 3 medici tra i quali un dermatologo e continuano a dirmi da settimane che sta guarendo, ma non noto assolutamente nessun miglioramento. La lingua sul fondo è ancora bianca quasi completamente e mi è pure apparso un taglio al centro. Ho usato diflucan, micostatin, fatto risciacqui con bicarbonato e sale, ho fatto un test HIV rapido con risultato negativo, non mi fa niente nessuna cura e la massa bianca si ostina a non diminuire nemmeno un po’. Cosa posso fare? Non ce la faccio più tutti i medici che sento continuano a dire che non è niente, è normale che ci metta così tanto a passare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Alimentazione sana e completa?
      Stress?
      Assume farmaci? Per esempio spray per l’asma?

  4. Anonimo

    Ciao ma numesc silvia am 23de ani si o aceasta problema in zona vaginala am o mancarime si sunt rosie poate sa fie o infectie???ce raspuns puteti sa mi dati???ce pot sa folosesc sa scap de asceasta mancarine?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      …Mi scusi ma davvero non riesco a comprendere cosa ha scritto!

  5. Anonimo

    Ma è stato talmente invadente poi ho preso due compresse una ieri sera una questa mattina e lavaggi con bicarbonato ma ancora ho fastidio alla bocca

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Finchè non siano passati completamente tutti i sintomi il rischio di contagio esiste.

  6. Anonimo

    Scusi dottore sono quasi alla fine ancora ho la punta della lingua infiammata e le labbra sensibili ….ma se tra tre giorni voglio incontrare una persona potrò baciarlo?? O pensa che non potrò per via che glielo possa trasmettere?? Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      A mio avviso è preferibile evitare finchè non sarà completamente guarita. saluti

  7. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
    Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

    Buongiorno, si è contagioso ma spesso riguarda solo persone in uno stato di deficit immunitario.

  8. Anonimo

    Buonasera dottore. Da circa due giorni ho notato una chiazza bianca e densa sulla lingua e delle bolle rosse, in più mi fa male la gola e ho difficoltà nel deglutire..guardandomi ipotizzo che sia mughetto. Ma non riesco ad individuarne la causa..ho assunto la pillola EllaOne pochi giorni fa, può avere anche questo effetto collaterale? Sono preoccupata..sto frequentando un ragazzo nuovo e il primo rapporto che abbiamo avuto risale a circa un mese fa. Lui mi aveva assicurato di non avere nulla, poiché essendo un po’ ipocondriaco fa analisi ogni 6 mesi, però sono preoccupata lo stesso leggendo su internet le cause del mughetto tra le quali malattie come l’hiv. È il caso che faccia il test lo stesso? Andrò a farmi vedere dal mio medico di base prima possibile in ogni caso, però le sarei grata se mi potesse dare un parere. Grazie

    1. Anonimo

      Non credo, ricopre tutta la parte finale della lingua (verso l’esofago) ed è molto densa

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe in effetti essere mughetto, ma al momento non c’è alcun motivo di pensare a malattie sessualmente trasmesse.

    3. Anonimo

      A quanto pare è mughetto dottore..sto usando un gel apposito e provo già meno dolore. In ogni caso sono in ansia e temo di avere qualche malattia sessualmente trasmissibile e ho intenzione di fare il test hiv a 30 giorni. Perché secondo lei non avrei motivo di pensare che la causa possa essere una malattia? Non avevo rapporti non protetti da tanto tempo e sono agitata perché non ho mai avuto il mughetto e le informazioni che trovo su internet mi fanno davvero paura

    4. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se è mughetto e sta facendo la terapia specifica in pochi giorni dovrebbe passare. Non è possibile escludere del tutto una malattia sessualmente trasmessa per cui se vuole stare tranquilla il test lo può fare, ma il mughetto può essere causato da un lieve innocuo abbassamento delle difese immunitarie. saluti.

    5. Anonimo

      Sto facendo la terapia per il mughetto da 4 giorni e ancora non passa , tornerò dal medico. In caso fossi stata contagiata da una malattia come l’hiv e il mughetto ne fosse una conseguenza, il test risulterebbe già positivo anche se sono passate solo 2 settimane dall’evento a rischio?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è alcun motivo di pensare all’HIV, che causa problemi di candidosi solo nelle fasi più avanzate (con il sopraggiungere della fase conclamata dell’AIDS).

  9. Anonimo

    Mio figlio di 2 ani aveva candida boccale…glio dato 8 giorni mycostatin..ma adesoo ha un altra volta….mi puo dare un consilio?? Dovrei tornare in ospedale? Oppure tornare a fare il tratamento???grazie aspetto una risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È sufficiente parlarne con il pediatra di base (io non posso prescrivere farmaci).

  10. Anonimo

    Gentile dottore,da una decina di giorni la mia lingua fessurata è infiammatissima, sembra avere zone eritematose e la parte centrale e verso il fondo è biancastra. La lingua mi brucia e non riesco a tenerla ferma, il palato o sento strano e sto letteralmente impazzendo. La dermatologa della Asl che mi ha tenuto mezzo minuto in studio mi ha prescritto Mycostatin 1 cucchiaio al mattino e uno alla sera per 5/6 giorni e fermenti Bifiderm per 3 mesi. Ho iniziato la cura ieri e non ho avuto alcun miglioramento, leggendo il bugiardino la posologia del Mycostatin sarebbe di 4/6 ml (più o meno un cucchiaio) 4 volte al giorno, mi chiedo se prenderlo solo 2 volte non sia troppo poco. Ho 40 anni e sto vivendo un periodo di forte stress e questo ennesimo continuo fastidio peggiora la situazione. Grazie per l’aiuto che vorrà darmi

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Per ora mi atterrei alla prescrizione medica, ma se al termine della cura non avesse ottenuto risultati non lasci passare ulteriore tempo e faccia nuovamente il punto con il medico.

      Può valutare infine con il curante se possa avere senso grattare delicatamente la lingua con dalla garza imbevuta di acqua e bicarbonato.

    2. Anonimo

      Molte grazie per la sua disponibilità. Oggi ho telefonato alla dermatologa che mi ha visitata e mi ha rassicurata dicendo che la candida che ho è lieve e passerà certamente con la terapia che mi ha prescritto e che c’è una forte componente psicosomatica (ho avuto gli stessi sintomi anni fa e poi sono spariti). Quindi se persistessero alcuni sensazioni di secchezza dopo la cura, devo ignorarle e passerà tutto. Effettivamente sono stressatissima e da sempre una persona molto ansiosa.
      Ancora grazie

La sezione commenti è attualmente chiusa.