1. Anonimo

    nel luglio del 2000 mi è stata diagnosticata la malattia di Lyme ed ho fatto subito la cura antibiotica, ma l’arrossamento – non preso seriamente – era presente da molto più di un mese.
    E’ possibile che una attuale nevrite con sintomi iniziati 4 anni fa sia la conseguenza di quella malattia? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi stupirei; dal 2000 al 2008 (anni di comparsa della nevrite) immagino che ci siano stati diversi anni di benessere, è corretto?

  2. Anonimo

    buongiorno dottore da circa un mese un insetto mi ha punto, da una settimana è comparsa una macchia rossastra,recatami dal mio medico, mi ha prescritto degli antibiotici e esami dl sangue indirizzati ad individuare se si trattava di una puntura di zecca,nel frattempo mi sono comparsi dei dolori alle articolazioni e dolori alla schiena con frequenti mal di testa.
    premetto che non ho individuato l’insetto, oggi ho l’esito degli esami e risulto positiva S-anti borrelia b.igm,e possilbile che io abbia contratto la malattia di Lyme considerando i malesseri e il risultato degli esami?
    La ringrazio per la sua risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Direi che l’esame non lascia spazio a dubbio, dovrebbe trattarsi proprio di Lyme.

  3. Anonimo

    ciao ..ho scoperto da poco che sono inffetta da questa mallattia di lyme,io non mi sono accorta di qualche punttura di zecche ,pero con i sintomi che ho mi hanno fatto questo esame …ho cominciato la cura per 30 giorni ,fra quanto tempo passa questo malessere?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo potrebbe volerci molto tempo, dipende anche da quanto tempo è passato dall’inizio della malattia; metta però in conto che per ristabilirsi completamente potrebbe servire davvero molto tempo.

    2. Anonimo

      si tratta di mesi o di anni?
      e’ guariggione e difinitiva opure rimangono sempre degli sintomi?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Che io sappia si arriva praticamente sempre ad una guarigione definitiva, ma se non ricordo male fra i commenti precedenti trova una testimonianza che parla di effetti a distanza di 1-2 anni.

    4. Anonimo

      grazie dottore …spero di guarire presto.

  4. Anonimo

    Nel Piemonte, praticamente si mi ha morso vicino al ginocchio ma non mi è uscito nessuna macchia rossastra, me ne è uscita una piccola sul braccio che sembra un “bersaglio” però non c’era nessuna zecca attaccata..comunque non c’è pericolo di vita no? Visto che sono passate ormai due settimane dal morso e non ho ancora avuto sintomi, dice che potrebbero arrivarmi o no? Se in caso ho la lyme come si cura?? Passa poi con il tempo o devo farmi prescivere degli antibiotici?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se fosse la Lyme sarebbe da curare più velocemente possibile, non perchè sia in pericolo di vita ma perchè prima si inizia e minore è il rischio di trascinarla a lungo.
      A questo punto, se ha il dubbio, la cosa migliore è senza dubbio fare gli esami del sangue specifici.

    2. Anonimo

      Va bene li farò al più presto, grazie per il suo tempo.

  5. Anonimo

    Salve dr.Cimurro due settimane fa sono stato morso da una zecca vicino al ginocchio, invece di rimuoverla con delle pinzette l’ho rimossa con le mani lentamente..poi ho disinfettato le mani e la zona del morso, fino ad oggi non ho avuto nessun sintomo cui citato, però mi è uscito una macchiolina sul braccio di color rossastro, è una macchiolina rotonda e non a “bersaglio” come nella foto, il diametro più o meno è intorno ai 2cm x 1.5! Ho parlato con la mia dottoressa di questa cosa e mi ha detto di fare l’antitetanica….Aspetto una sua risposta al più presto, grazie!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se è uscita sul braccio direi che è indipendente dalla zecca.

    2. Anonimo

      Ah quindi dice che la zecca non c’entra nulla? Cosa mi consiglia in caso di sintomi che porta la malattia di lyme? C’è una terapia? L’antitetanica può servire?? Ancora grazie per il suo tempo!

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      L’antitetanica è utile sempre, come prevenzione, ma se devo essere sincero non capisco bene la connessione con il suo caso; la macchia prude, brucia, fa male od altro?
      Il medico l’ha vista o solo sentita telefonicamente?

    4. Anonimo

      No niente di tutto questo, ieri sera prudeva leggermente ma poi il prurito è passato, comunque la macchia rossastra deve per forza uscire nella zona del morso o può uscire uno sfogo in altre parti del corpo? Ho parlato con la mia dottoressa per telefono, d’altronde ripeto non ho ancora avuto ne mal di testa ne sintomi in genere…Lei cosa mi consiglia di fare? Se in caso ho questi sintomi che terapia dovrei seguire?

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      A sensazione, ma ovviamente a distanza potrei essere in errore, la macchia è del tutto indipendente perchè si è manifestata in una zona diversa da dove è stata rimossa la zecca.
      Posso chiedere in che regione d’Italia è avvenuto il contatto con la zecca?

  6. Anonimo

    Buongiorno Dott. Cimurro,
    giorni fa sono stato morso da una zecca, purtroppo vivo in campagna ed
    pur usando la deltametrina per la diffusione notevole che vi è nel terreno,
    ho beccato il morso, mi sono attivato all’estrazione dell’insetto che è stato attaccato al mio piede per circa un paio di ore, mi sono recato alla guardia medica che mi ha prescritto per sette giorni il minocin da 100, avendo rispettato il consiglio medico,mi sono tranquillizzato, ma a tutt’oggi, mi fanno male i talloni ed la muscolatura dell’anca con relativo dolore nella muscolatura della coscia, il tutto solo ed esclusivo lato DX, il segnale lasciato dal morso non presenta le caratteristiche come in foto riportate, ma semplicemente un punto rosso, premetto nel dire che ho dovuto estrare il pungiglione della zecca subito dopo averla tolta con cura senza schiacciare la stessa.
    Chiedo un Vostro parere professionale ed eventualmente cosa fare.
    Sicuro di un Vostro riscontro porgo cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non penso che si tratti necessariamente di Lyme, ma potrebbe esserci ancora l’infezione in atto; consiglierei di chiedere un parere al medico, per valutare con lui se procedere ad accertamenti diagnostici oppure ad una nuova terapia antibiotica.

    2. Anonimo

      Ringrazio per la celerità del Vosto prezioso consiglio.
      Cordiali saluti.
      Giuseppe.

  7. Anonimo

    salve dottore…io ieri ho rimosso con una pinzetta una zecca dalla coscia sinistra… tutto normale..un puntino minuscolo e stop..preso comunque dal panico trovo un puntino nero dietro la schiena.. ma, a differenza dell’altra, non si muoveva e non si vedevano zampe.. non ricordando se fosse o no un neo proviamo comunque a rimuoverla, ma adoperando con irruenza visto che non era molto sporgente come cosa mi uscì del sangue. Questo puntino nero si trova ancora li.. mi brucia (visto che il tirare la pelle mi ha provocato un taglio) ma non si muove..potrebbe essere un neo? i nei posso essere leggermente sopraelevati? Grazie mille!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbe essere un neo (che sicuramente può essere sporgente), consiglierei domani di farlo vedere dal medico.

    2. Anonimo

      Ok grazie..ultima informazione.. nel caso fosse una zecca, ci sono sintomi o caratteristiche che potrebbero indicarmelo?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Qualsiasi medico è in grado di riconoscerla a vista.

  8. Anonimo

    salve dottore l’anno scorso mentre prendevo la legna per il camino ho avvertito un fastidio alla nuca era una zecca con le dita lo rimossa dopo un paio di giorni compare un cerchio arrossato come le foto in alto.. mi portava prurito accompagnato da febbre e l’infonodi ingrossati alla nuca e alla Clavicola il dott mi ha prescritto l’antibiotico per una settimana. dopo un anno i linfonodi alla clanicola sono rientrati ma palpando internamente sento tipo una piccola pallina dura devo preoccuparmi?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      In linea di massima no; a parte quello non ha mai avuto altri sintomi che possano far pensare alla Lyme?

    2. Anonimo

      molta stanchezza me la porto ancora adesso..e il cerchio è andato via non subito.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se ritiene sia una stanchezza “anomala” potrebbe essere utile valutare con il medico di verificare con una ricerca sul sangue la presenza del batterio.

  9. Anonimo

    Buongiorno,
    circa 20gg. fa (ero in metro a Parigi) ho avvertito come delle punture d’insetto, come di zanzare. La sera il quadricipide era indolenzito, ma non vedendo nulla ho pensato che fosse stanchezza. Nei giorni successi e fino ad oggi ho un po’ di prurito e di indolenzimento; in alcuni punti la gamba è un po’ più dura (leggermente gonfia) e leggermente calda, ma non ho mai avuto segni di punture, bolle o altro. In farmacia mi hanno consigliato del foille, ma ha un effetto solo momentaneo. Può essere una puntura di zecca? Oppure cosa può essere? Non potrò vedere il medico nei prossimi giorni. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non credo sia una zecca perché con tutta probabilità sarebbe rimasta attaccata; oltre ad essere dura, gonfia e calda è anche rossa?

    2. Anonimo

      No. Non è rossa. È come se avessi una puntura di una zanzara, ma è anche indolenzita. Soprattutto se la tocco mi fa un po’ male. In alcuni punti, soprattutto la sera, sento una sensazione simile a quando ci si punge con una spina di una pianta, ma esternamente non si vede nulla. Tranne la prima sera, non è mai stato un vero dolore e per questo non mi sono preoccupato. Con il passare dei giorni, però questa sensazione aumenta, invece che diminuire
      Grazie

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Consiglierei di farlo vedere ad un medico appena possibile, per verificare che non sia un problema di circolazione.

  10. Anonimo

    Good evening,
    Unfortunatelly my Italian is not that good so that I can explain my medical situation.I was diagnosed with lyme two years ago, I had 2 antibiotic treatments, each one for two months, my sympthomps are reduced in intensity, but my WesternBlot still shows a chronic infection with Borrelia Afzelii and Borrelia Garini and a co-infection with Bartonella quint./henselae. This results are from april 2012. My doctor in Romania prescribed me another antibiotic treatment either ceftraxona ev 2g/day for 30 days either oral antibiotics therapy with Azitrox 2500mg/day and Ciprofloxacina 500mg/day for 30 days.

    As I had to move to Rome for a Phd scholarship, I didn’t begin my treatment. I want to ask you if you can tell me a good infectionist/lyme disease specialist in Rome so I can make an appointment.
    Furthermore, I am an EU citizen, I also have the EU health card, where can I find more about my rights during my stay in Rome (3 months)?

    Thank you very much and I hope that the language barrier isn’t a problem.

    Ana

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Unfortunately I don’t live in Rome, so I can’t suggest you a good specialist; I think you could ask to ASL (Azienda Sanitaria Locale) in Rome or to embassy (http://roma.mae.ro/it) to know more about your medical right.