Tutte le domande e le risposte per Malaria: sintomi, profilassi e trasmissione
  1. Anonimo

    Buonasera dottore
    sono stato a Zanzibar una settimana nel mese di luglio, dove ho avuto problemi intestinali e febbre per un giorno, spariti da ormai una settimana. non ho fatto alcun vaccino né profilassi antimalarica. sono rientrato in Italia ormai da 12 giorni ma accuso dolori muscolari e stanchezza, senza febbre comunque.
    ho fatto delle analisi del sangue generiche, risultati regolari, ma non esami specifici per escludere malattie tropicali. secondo lei è meglio fare accertamenti?
    La ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      L’assenza di febbre tranquillizza, ma in questi casi preferisco sempre consigliare almeno una visita dal medico di base per non sottovalutare nulla (e rischiare così di perdere tempo).

    2. Anonimo

      Si riferisce alla malaria? Zanzibar è una zona a rischio?
      La ringrazio per la pronta risposta.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, è a rischio:

  2. Anonimo

    Buongiorno dottore
    la mia domanda è questa: al ritorno da un viaggio da una zona a rischio malaria, senza aver fatto la profilassi, dopo quanti giorni posso essere tranquilla di non aver preso la forma più grave del falciparum?
    è comunque curabile anche se più grave delle altre forme di malaria?
    la ringrazio. Saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Il periodo di incubazione della malaria è il lasso di tempo che intercorre tra la puntura dell’insetto e il rilascio dei parassiti da parte del fegato: può variare, a seconda del tipo di parassita che causa la malattia, da 10 giorni a un mese (alcune fonti parlano di 40 giorni e, molto raramente, qualcosa di più).
      2. In genere sì.

  3. Anonimo

    Buongiorno dottore
    volevo chiederle se la malaria può manifestarsi anche solo con lievi dolori muscolari, spossatezza e senso di nausea.
    Il mio medico di base non ritiene opportuno fare accertamenti.
    un’altra cosa: il test per verificare la presenza o meno di malaria quando risulta positivo? solo nel momento in cui si ha la febbre?
    La ringrazio.
    Cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. In genere la febbre ne è un sintomo caratteristico,
      2. ma non è necessario che si manifesti per positivizzare il test.

    2. Anonimo

      Non riesco però a capire una cosa: si dice che è importante diagnosticarla precocemente. Cosa significa? Da quale momento? dalla comparsa della febbre o da prima??

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Prima di diagnostica meglio è, ma in questi casi è improbabile che si facciano accertamenti prima dei sintomi.

  4. Anonimo

    Buongiorno dottore
    durante i primi 3 giorni di una vacanza in africa ho preso augmentin per curare una faringite.
    volevo chiedere se tale antibiotico può allungare il periodo di incubazione della malaria.
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      No.

  5. Anonimo

    Durante il periodo di incubazione della malaria si ha qualche sintomo o è un periodo asintomatico?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Asintomatico.

    2. Anonimo

      Grazie mille.
      e il primo sintomo è la febbre vero? se non si ha febbre non è necessario rivolgersi al medico giusto?
      complimenti per il servizio fornito.
      cordiali saluti.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, in genere la febbre è il sintomo caratteristico; se rivolgersi o meno al medico dipende in ogni caso dagli altri sintomi presenti, potrebbe non essere malatia ma richiedere comunque una terapia.

  6. Anonimo

    Buona sera dottore….mi trovo n Africa, precisamente nel Ciad,da sei mesi.Ho contratto la malaria tre volte e mi domando se non ci sia stata una recidiva……la prima volta mi sono curato con il QUARTEM,la seconda con il MALARONE e l’ultima volta con ARTEQUIM 750…..
    Mi e’ stato consigliato, una volta tornato in italia, un trattamento con la PRIMACHINA da 15 mg per debellare le eventuali tracce di parassita nel fegato.
    Ora le chiedo se conosce questo farmaco che non e’ presente in Italia se non alle Farmacie Vaticane ed eventualmente se me ne puo’ consigliare qualche altro….
    La ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non mi sento in grado di trattare casi di infezione.

  7. Anonimo

    Buonasera, vorrei andare per 9 giorni a Zanzibar, in villaggio turistico. Volevo sapere se è necessaria o meno la profilassi antimalarica? Se si quale consiglia tra Lariam e Malarone? Ho paura degli effetti collaterali (ho letto in rete di molte persone che accusano disturbi).
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Il Ministero la consiglia (Prima della partenza, è preferibile consultare un medico circa l’opportunità di sottoporsi alla profilassi antimalarica ed eventualmente vaccinarsi contro colera, tifo ed epatite A e B Fonte: ).
      2. Sarà il medico a valutare la più adatta a lei, ma in genere Malarone è considerato più tollerato.

  8. Anonimo

    Buonasera, sono tornata i primi di luglio dal Senegal, posso
    ritenermi oramai fuori dal rischio malaria? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso sì.

  9. Anonimo

    Buongiorno,
    è vero che risulta più difficile diagnosticare la malattia se si ha fatto la profilassi? La profilassi (Lariam o Malarone) rende più difficile capire i sintomi in caso di malaria?
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In base ai sintomi potrebbe anche essere, ma da un punto di vista di laboratorio non cambia nulla.

  10. Anonimo

    Salve, io sono stato un mese in Ghana e sono tornato 10 giorni fa, sono stato punto diverse volte nonostante prendessi molte precauzioni con autan e zanzariere. Ho preso il malarone per tutta la durata del viaggio e ho finito di prenderlo lo scorso venerdì. Adesso è un paio di giorni che ogni tanto mi prendono dei mal di testa che abitualmente non ho mai avuto e mi stanco più facilmente. Febbre non ne ho e nemmeno nausea, vomito o diarrea. Cosa è consigliato di fare in queste situazioni? Andare al pronto soccorso per fare le analisi del sangue mi farebbe perdere un giorno intero conoscendo i tempi locali. Domani dovrei partire 3/4 giorni rimanendo in
    Italia, è consigliato rimanere a casa ed effettuare il prima possibile le analisi o analizzando la situazione posso rivalutare la prossima settimana?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Senta il suo medico prima di ripartire, ma l’assenza di febbre tranquillizza.