1. Anonimo

    ciao sono cinzia, ho mio figlio con la febbre da 4 giorni. il medico gli ha prescritto l’antibiotico neoduplamox per 6 giorni, dopo di che lasciarlo libero per 3 giorni e poi fare le analisi per lo streptococco. sono molto preoccupata perchè questa febbre non va via, dato che siamo al quarto giorno e poi è molto lento. non so che fare.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se dopo 4 giorni di NeoDuplamox la febbre non è almeno sensibilmente scesa (quanto ha adesso?) consiglio un nuovo parere del pediatra.

  2. Anonimo

    la febbre è a 37.5. il medico oggi mi ha detto di aspettare tutto ilgiorno. ciao e grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se è “solo” 37.5 condivido di provare ad aspettare ancora.

  3. Anonimo

    Ciao ho 13 anni volevo sapere se davvero bisogna stare in casa i primi due giorni che si ha lo streptococco. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Almeno i primi 2 giorni.

  4. Anonimo

    buongiorno…
    ho le placche da sabato e sto prendendo augmentin….la febbre è scesa e il dolore alla gola diminuito…..ma ho forti emicranie e dolori alla schiena parte bassa che si estendono anche alle gambe…..sarà l antibiotico?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ a mio avviso poco probabile, ma contatterei ugualmente il medico.

  5. Anonimo

    Salve,
    ho avuto problemi con le tonsille per circa 2 anni, con placche, dolore forte alla gola e febbre altissima, ma tutto questo passava grazie ai vari antibiotici, (Augmentin, Cedax etc…), che prendevo sotto prescrizione medica e dopo esser stata puntualmente visitata dal medico di famiglia, ma dopo un mese circa si ripresentava il tutto..Così al mio medico suggerisco di farmi fare un tampone, il cui risultato è Streptococco Beta emolitico A, ma nonostante ciò il medico ha continuato a darmi lo stesso antibiotico e la stessa posologia ( la mia cura non durava per più di 6 giorni), così a luglio di quest’anno decido di andare al pronto soccorso (ero davvero molto esasperata!!!) il dottore mi prescrive una visita dall’otorino, il giorno seguente vado dall’otorino che dopo avermi visitato e dopo aver sentito tutta la mia “storia” mi riprescrive l’Augmentin per 10 giorni, per 3 volte al giorno, in più mi ha anche consigliato di toglierle… ma non so se è il caso, comunque mercoledì 17 agosto ho un’altra visita da un altro otorinolaringoiatra, con la speranza che mi possa aiutare ad uscirne fuori da questa tortura.. Lei che ne pensa?? Faccio bene a sentirne altri???
    Nel ringraziarla in anticipo, le porgo i miei più cordiali saluti!!
    Francesca

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La cura prescritta dall’otorino (Augmentin, 3 volte al giorno per 10 giorni) è il protocollo di elezione per lo streptococco, quindi in linea di massima dovrebbe riuscire a risolvere (anche se date le terapie precedenti non ne sono così sicuro); in caso di frequenti ricadute, tuttavia, l’intervento sarebbe probabilmente l’unica soluzione definitiva.
      Sentire un secondo parere non è sbagliato, ma temo non ci siano davvero alternative ad antibiotici o tosillectomia.

    2. Anonimo

      Grazie mille x il suo parere!!!! Comunque il 17 agosto vado a sentire questo altro dottore e poi le faccio sapere!
      Buona serata e grazie ancora!!

    3. Anonimo

      Salve, ho fatto la visita dall’otorino mi ha consigliato di non toglierle, dopo avergli raccontato tutta la mia “avventura”, mi ha detto che la cura è stata quella giusta e che secondo lei (era una dottoressa!) non dovrei avere più problemi, anche se mi ha specificato che queste cose non si posso prevedere!!! Comunque mi ha consigliato di fare delle analisi per controllare se lo Streptococco è in circolo e poi mi ha consigliato il vaccino anti-influenzale da fare a settembre, ottobre e novembre x 10 giorni per ogni mese e da ripetere a febbraio, marzo ed aprile… Ora vedrò come andranno le cose, anche se a questo punto non so proprio cosa fare, per ora sto bene, ma non posso stare sempre con l’ansia che mi ritornano tutti i problemi che ho avuto…Lei cosa ne pensa??? Nel ringraziarla in anticipo, le volevo augurare una buona giornata!

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Condivido tutto quanto, sottolineo solo per chiarezza che probabilmente quello che chiama vaccino antinfluenzale è in realtà un immunostimolante (immagino Broncho Munal o Broncho Vaxom), mentre il vero vaccino antinfluenzale (che peraltro io consiglio sempre) è un’altra cosa.

  6. Anonimo

    Buonasera, volevo esprimerle il mio dubbio in quanto ancora non si è chiarito che cos’ho. Ho avuto febbre ( mai sopra il 38,5) e mal di testa per 4 giorni, al quinto ho iniziato a prendere l’augmentin e al terzo giorno è sparita. Ho quindi preso l’antibiotico fino al quinto giorno, il sesto ho ripreso a fare un minimo di attività sportiva( 2 partite a beach ville e un tuffo rapido) e la sera mi si presentano delle placche in gola. Dopo 3 giorni ho iniziato a prendere l’antibiotico, la febbre sale e scende, e siamo al secondo giorno di antibiotico. Il mio dottore ha detto ch potrebbe nom essere un batterio ma qualcosa di più grave, tipo mononucleosi, ma gli esami x questa me li ha dati 4 giorni dopo la fine del trattamento antibiotico. Lei cosa ne pensa? Non soffro ne di stanchezza ne di linfonodi ingrossati ma credo stia durando da troppo per essere una banale tonsillite. La ringrazio in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sarà interessante l’esito degli esami della mononucleosi e, se negativi, eventualmente il tampone per lo streptococco; nell’attesa consiglio di evitare imprudenze (sport, bagni, …).

  7. Anonimo

    Salve ho mio figlio di quasi 3 anni, quando era più piccolo parliamo fino ad circa 10 mesi mangiava di tutto, poi lentamente ha cominciato a non voler più niente solo il latte, vedendo che il perdurare del non mangiare cominciava a preoccuparmi seriamente dietro consiglio di pediatri ho provveduto a fargli fare tutti gli analisi anche per vedere se il fatto che rifiutasse il cibo poteva esserne causa l’essere ciliaco. niente di tutto ciò analisi perfette non è risultato ciliaco. insieme a mia moglie le stiamo provando di tutto ad oggi siamo riusciti ad fargli mangiare 1 volta su 10 un po di fettina panata e basta talmente la nostra contentezza che gli abbiamo fatto delle foto come prova, abbiamo continuato con le ricerche per capire il motivo della sua inappetenza abbiamo fatto una settimana fà anche il tampone faringeo, e con nostra preoccupazione e stupore è emerso STREPTOCOCCO VIRIDANS il nostro pediatra è fuori ancora stiamo cercando di documentarci e contattare altri pediatri in attesa rientri il nostro gradirei avere qualche delucidazione in merito da qualche medico essendomi documentato vorrei anche dei consigli tenendo conto che eravamo allo scuro di tutto ciò anche il piccolo è attivo e non ha febbre ne tosse siamo 2 genitori iperapprensivi basta un semplicissmo starnuto che ci agitiamo e corriamo a ripari contattando medici e quant’altro Grazie in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non sono medico, per quanto riguarda lo streptococco individuato in genere non si ricorre a terapie perchè non pericoloso (a meno di soggetti a rischio); per quanto riguarda il problema dell’alimentazione, mi perdoni la schiettezza, possiamo escludere che sia un problema di educazione alimentare? Mi spiego meglio, se offerto un biscotto, una caramella oppure un pezzo di cioccolato, il bambino lo mangia?

  8. Anonimo

    sono rosi abbiamo scoperto che mia figlia ha lo streptococco sono andata dal pediatra e mi ha prescritto supracef ma volevo sapere puo infettare perchè ho un bimbo di 5 anni grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, il contagio è possibile.

  9. Anonimo

    può essere che si e svilupato questo streptococco perchè mia figlia avuto la 5 malattia da quasi un mese

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Possibile nell’ottica di una debilitazione dell’organismo, ma direi che è ininfluente ai fini della situazione.

  10. Anonimo

    Buongiorno vorrei un parere medico, allora domenica sera ho avvertito un leggero fastidio alla gola e ho pensato mi verrà il mal di gola, ebbene lunedì mattina il mal di gola c’era ma non forte perciò ho preso un nimesulide e una benagol e durante la mattinata delle caramelle normali alla menta, ebbene il pomeriggio il dolore alla gola aumenta accompagnata da leggerissima febbre ( non superava i 37,3), stanchezza e un senso di stonatura così ho ripreso il nimesulide fino alla sera quando ho deciso di prendere lo Zitromax in quanto è il farmaco sempre preso in questi casi.
    Lunedì notte è stato tremento non riuscivo a dormire e a deglutire ed ogni volta che lo facevano le orecchie mi facevano male, compresa la gola ( risultata mooooolto rossa ).
    Martedì ho avuto sempre questo forte mal di gola, impossibilità a deglutire ( anche acqua) e dolori alle orecchie, oggi lo stesso solo che è subentrato un nuovo sintomo, ovvero non riesco a parlare.
    Cosa ho ? cosa devo fare?
    Ringrazio per l’ attenzione

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Mai prendere Nimesulide con la febbre, e più in generale limitare l’uso a casi in cui altri antinfiammatori non si rivelano adeguati.
      2. L’automedicazione con antibiotico è a mio parere un errore, se si tratta di infiammazione e non di infezione batterica il rischio è di peggiorare il problema sotto diversi punti di vista; la scarsa febbre e l’abbassamento di voce sembrano tra l’altro confermare l’ipotesi che sia una forte infiammazione.
      3. Dato il dolore elevato consiglierei a questo punto il parere del medico, che valuterà se continuare l’antibiotico (a questo punto probabilmente è preferibile) e se associare un antinfiammatorio.