1. Anonimo

    Salve, sono molto preoccupata e in attesa di contattare il mio ginecologo spero in una vostra risposta.
    Sono alla 30esima settimana di gravidanza. Poco fa, per pranzo, nonostante avessi nausee e sensazione di vomito, ho mangiato qualche forchettata di pasta al sugo e basilico e un pò di patate al forno. Poco dopo, non riuscendo più a trattenere il senso di fastidio di nausea/vomito, mi sono recata in bagno ed ho rimesso. Ho notato qualcosa di piccolo e grigio scuro/nero che galleggiava e così ho preso un cucchiaio da cucina per appurare di cosa si trattasse. Erano tre vermi di dimensioni piccole (meno di un centimetro) e del colore sopra citato. Li ho quindi espulsi attraverso il vomito. Poichè ho avuto qualche comportamento scorretto o comunque dubbio (sabato sera ho mangiato un formaggio che secondo me era pastorizzato, trattandosi di fiocchi di latte, ma non ne ho la certezza….mentre la settimana scorsa mi è capitato di assaggiare del pesce crudo), volevo sapere se questi vermi possano indicare una listeriosi o salmonella o sono “semplici” vermi intestinali. Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Avendoli vomitati verrebbe da pensare ad un’ingestione molto recente, ma raccomando di contattare urgentemente il ginecologo ed evitare in futuro pesce crudo ed altri alimenti a rischio; alcuni cibi possono mettere potenzialmente a rischio la gravidanza.

    2. Anonimo

      Salve, eccomi qui dopo aver sentito il ginecologo.
      Mi ha prescritto Vermox (2 mattina e 2 sera dopo i pasti, per tre giorni).
      Mi fido ciecamente di lui, essendo uno stimato ginecologo della città nonchè primario del reparto di un noto ospedale. Mi chiedevo, però, se questo farmaco non possa avere effetti dannosi per il feto. O comunque….i vantaggi della cura, superano i rischi?! Non c’è qualche metodo naturale che possa aiutarmi?!
      Grazie ancora.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ne segua tranquillamente la prescrizione, il farmaco agisce praticamente solo a livello intestinale senza venire assorbito.

    4. Anonimo

      Grazie mille!! Un ultima domanda, perdoni se sono assillante: al di là dei noti comportamenti scorretti (a livello alimentare) e delle precauzioni igieniche da prendere, devo forse favorire un tipo di alimentazione particolare durante la cura (o ci sono alimenti/bevande assolutamente da evitare)?
      Grazie ancora.

  2. Anonimo

    Ehm…avevo detto “ultima domanda”, mi perdoni! Ci sono delle misure che devo prendere adesso che so di avere i vermi? Ho tre bimbi tra i 4 e i 7 anni ed un compagno….c’è qualcosa che DEVO o NON DEVO fare (posso avere rapporti sessuali?). Non vorrei essere fonte di trasmissione. Grazie!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Durante la cura nulla di particolare, durante la gravidanza un’alimentazione il più corretta possibile.
      Non sappiamo precisamente il tipo di parassita, ma qui c’è qualche indicazione: http://etlc.info/malattie/ossiuri-vermi-bambini-prurito-sedere/

      Si parla di bambini perchè è più comune in giovane età, ma capita anche agli adulti.

  3. Anonimo

    Salve Dottore sono in gravidanza da 11 settimane ieri sera ho preparato uno sfornato di purea patate al forno cotto per 40 min a 220 gradi, mettendo ingredienti come yogurt intero parmigiano olio e un pochino di prosciutto cotto. La mia domanda e questa ho conservato per circa 12 ore in forno il cibo anziché frigo e ho riscaldato per pochissimo il purea quindi era tiepido e non caldo, rischio di aver contaminato dei batteri così? Attendo info

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima nulla di pericoloso, ma soprattutto durante la gravidanza serve più attenzione per evitare qualsiasi tipo di rischio.

  4. Anonimo

    Salve Dottore,
    sono un po’insicura dopo aver letto che bisognerebbe evitare anche la ricotta in gravidanza… Ne ho già consumata parecchie volte….
    Ma non viene cotta a 80°-90°C, rendendo quindi superflua la pastorizzazione del latte?
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Stia tranquilla, il contagio non è così scontato, ma in futuro la eviti perchè possibile:

  5. Anonimo

    Ho letto l’articolo del Fatto alimentare. Come dice la signora Alice, la ricotta viene cotta a 80°-90°, temperatura superiore alla pastorizzazione. Inoltre nell’articolo si tratta di ricotta salata, un tipo di ricotta secca perchè stagionata, quindi povera di liquidi e ancor meno soggetta al diffondersi di batteri. Secondo me la contaminazione é avvenuta accidentalmente per contatto nella fabbrica oppure in America in un secondo momento. Non vedo perché, se si possono tranquillamente consumare formaggi da latte pastorizzato, non si possa anche mangiare la ricotta. Non la ritengo più a rischio rispetto agli altri formaggi da latte pastorizzato, la contaminazione per contatto per mancanza di igiene in un secondo momento é possibile per entrambi…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Grazie mille per la sua puntualizzazione, articolo aggiornato.

    2. Anonimo

      Prego, complimenti a Lei per questo utile sito e grazie per tenerlo sempre aggiornato!

  6. Anonimo

    Buonasera,
    sono in dolce attesa, 21 settimane. I prime mesi di gravidanza ero patita di formaggi, in particolar modo del formaggio feta. Non ero consapevole, non sapevo che questo formaggio andava evitato. Mi é capitato di mangiare 5-6 volte se non di più questo formaggio. Come si può capire se sono o non sono stata contagiata?
    Grazie in anticipo.
    Saluti

  7. Anonimo

    Scusi, già letto i sintomi ma esiste un test specifico da fare per capire se si é contagiati?
    Grazie ancora

  8. Anonimo

    Salve,questa sera mia mamma ha fatto il pollo al forno però aveva un odore strano. Ne ho mangiato solo un pezzettino. C’è rischio di contagio o qualcosa? Con la temperatura alta del forno i batteri non muoiono?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima non ha rischiato nulla.

    2. Anonimo

      Quindi non corro nessun rischio? Anche perché sono al 3 mese di gravidanza

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se ben cotto a mio parere nessun rischio.

    4. Anonimo

      Era pollo al forno ma appena ho sentito l’odore ne ho assaggiato un piccolo pezzettino. Quindi cotto bene,mi consiglia di fare qualche analisi specifica? Scusi ma sono molto preoccupata

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non vedo motivi di preoccupazione, ma senta magari anche il ginecologo.

  9. Anonimo

    buongiorno sono alla settima settimana, posso consumare la burrata, mozzarella, ricotta e le acciughe?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se di origine industriale non vedo problemi, ovviamente l’ultima parola spetta al ginecologo, per esempio sulle acciughe non c’è unanimità di vedute.

  10. Anonimo

    b giorno sono sempre la ragazza che le ha chiesto delle acciughe, ora vorrei chiederle, la mousse magra dei supermercati, contenente quarke e crema di latte si puo mangiare?o è a rischio listeria?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non ho capito a che prodotti si riferisce, ma in genere i prodotti industriali hanno un controllo elevato.