Tutte le domande e le risposte per Ipertrofia prostatica benigna: sintomi, cure e dieta
  1. Anonimo

    buon giorno dottore le chiedo una informazione riguardo ad il farmaco SILODYX 8 MG e possibile che possa provocare una infezione urinaria? visto che e già 2 mesi che ne faccio uso sotto prescrizione del’urologo e non ho alcun sintomo a riguardo?( tale allarmismo del medico di famiglia)

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non mi risulta.

  2. Anonimo

    Buona sera Dottore
    sono un uomo di 87 anni e soffrendo di ipertrofia prostatica prendo una capsula di xatral 10ml e una capsula di avodart 0,5 ml una volta al giorno da circa 7 anni.
    secondo lei queste sono medicine che dovrò prendere indefinitamente?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo temo di sì.

    2. Anonimo

      Grazie per la gentile risposta

  3. Anonimo

    Nell’ipertrofia prostatica benigna i rapporti sessuali sono utili?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Una regolare attività sessuale, senza eccedere, è sicuramente di aiuto.

    2. Anonimo

      Grazie per la gentile e sollecita risposta.

  4. Anonimo

    ringrazio lei e il mio urologo

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Grazie di cuore per la fiducia, anche se mi preme molto sottolineare che non posso in alcun modo sostituirlo, non avendone né le competenze né l’esperienza.

  5. Anonimo

    buon giorno DOTTORE e da 6 mesi circa che mi e stata diagnosticata ipb in cura dal’urologo dopo una cura di avodart e tamsulosin ora lo stesso urologo mi fa proseguire una cura di avodart e silodyx ma con un inconveniente che non mi fuori esce il liquido seminale, avvisato il medico di famiglia midice di interrompere la cura nello stesso momento contatto l’urologo e gli dico quello che a detto il medico di famiglia lo stesso mi dice di proseguire la cura che mi a prescritto lui. ora le chiedo in base alla sua esperienza ( cosa e giusto fare?) la rngrazio anticipatamente e buona giornata.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Prosegua tranquillamente, l’eiaculazione retrograda è un effetto collaterale noto di questi farmaci e non è legato ad alcun pericolo.

  6. Anonimo

    SALVE DOTTORE :DA QUALCHE MESE SOFFRO DI BRUCIORI QUANDO URINO E ANCHE DEI FASTIDI AL PENE COME DOLORI E PRURITO ! IL FLUSSO DELL’URINA E’ MOLTO SOTTILE MA BUONO VOLEVO SAPER SE C’E’ UNA CURA GRAZIE!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      C’è sicuramente una cura, ma prima di tutto serve una diagnosi esatta; si è mai sottoposto ad una visita urologica?

    2. Anonimo

      OK! GRAZIE DEL CONSIGLIO !!!

  7. Anonimo

    Buon Giorno carissimo Dottore..
    in merito a una DE lieve moderata, mi è stato prescritto del levitra orosolubile.. 1/2 pastiglia prima del rapporto. Prima di prendere tale farmaco avrei dei quesiti da porre.
    1) quanto e quanto si protraggone gli effetti collaterali… soffro di cuperosi al volto… può essere pericololo
    2)5mg di levira oro equivale a 5 mg di levitra pastiglia tradizionale
    grazie per la sua gentile risposta

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      1. Eventuali effetti collaterali possono comparire nel giro di qualche ora e durare altrettanto. Non dovrebbe darle problemi in questo senso, soprattutto a queste dosi.
      2. Sì.

  8. Anonimo

    Gent.mo dott. Cimurro
    ho 58 anni, dal 2008 tengo monitorata la prostata avendo una famigliarità. Da valori di PSA assolutamente normali sono passato via via a valori crescenti. Nel 2011 al valore di 4,59 ho effettuato una biopsia con riscontro negativo; pur prendendo per lunghi periodi serenoa repens tendenzialmente il valore negli anni mantiene un trend in crescita. Nel 2014 ho avuto un episodio di prostatite e l’analisi successiva dava come valore di PSA 7,84. In sequenza nel 2015 sono passato a 8,5; 10,1 e ora 14,4. Parallelamente a questo quadro le evidenzio che dal 2007 sono in cura per ipertensione ed uno dei due farmaci preso a partire almeno dal 2008, fino a poco tempo fa, conteneva un diuretico (Zoprazide). L’impennata più repentina ( da 8,5 a 10,1 e poi 14,5) è sorta in concomitanza con un cambio di farmaci per l’ipertensione. In particolare il Lercardip è stato micidiale nello stimolare la diuresi tanto che ho dovuto sospenderlo e tornare allo zoprazide. La domanda che le pongo è quindi la seguente: possono i farmaci con effetto diuretico aggravare l’IPB ? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non che io sappia.

  9. Anonimo

    Nel mese di ottobre 2015 ho subito un intervento chirurgico ALTRA PROSTATECTOMIA TRANSUETRALE ADENOMA PROSTATIC0 attualmente prendo dei farmaci profluss e deflogo sd ho problemi di erezione alcune volte dopo tanto tempo avviene una erezione lenta e non rigida avverto il piacere dell’orgasmo ma non c’è eiaculazione RETROSPERMIA EIACULAZIONE RETROGRADA lei ritiene che con il tempo E QUANTO TEMPO possa ritornare normale e avere rapporti sessuali HO TUTTO E FINITO

  10. Anonimo

    Colon irritabile non credo… magari ansia si….. xo anche se provo a star tranquillo, non mi passa questo fastidio…

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Potrebbe essere questa la causa, ma verifichi con il medico che non si tratti di un po’ di cistite.

    2. Anonimo

      La ringrazio del consiglio dottore..