1. Anonimo

    Grazie mille Dr. Cimurro per la cortese risposta.
    Le vorrei fare un ultima domanda. Esiste il vaccino per il virus influenzale ma per il virus intestinale no. Come mai ? Chiedo questo perchè il campo medico è in continua evoluzione positiva per tante patologie e mi sembra strano che non si riesca trovare una soluzione per questo virus intestinale che a tantissime persone crea un profondo disagio psicologico oltre che fisico.
    Grazie anticipatamente per la risposta

    1. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Come anche i virus respiratori i virus intestinali sono molteplici, e il vaccino esiste solo per un virus in particolare, si ci può comunque ammalare con contagio da parte di un virus diverso da quello per cui si è vaccinati tra l’altro; non so perché non abbiano pensato ad un vaccino per il virus intestinale, i problemi sono sicuramente tanti e su diversi fronti.

  2. Anonimo

    se si ammala uno dei membri della famiglia con vomito gastroenterite quale é il miglior modo di disinfettare casa o qualcosa da fare per evitare il contagio agli altri membri dellla famiglia? é alta la possibilita di contagio?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lavarsi spesso le mani, evitare contatti ravvicinati, …

  3. Anonimo

    Buonasera dottori, i primi di dicembre la mia bambina ha avuto la gastroenterite virale, vomitando in maniera violenta e ripetutamente durante la notte. Il giorno seguente ha mostrato febbre a 38 ma durata soltanto un giorno.. Nel frattempo mio figlio di 1 anno e mezzo aveva tosse raffreddore e la malattia bocca mani piedi, con evidenti croste intorno alla bocca e macchie rosse su palmi di mani e piedi. L ho curato con aciclovir e lavaggi nasali , propoli per aumentare difese immunitarie e viruxan come antivirale..successivamente il medico mi ha ordinato di fargli aerosol con fluibron e soluzione fisiologica. La malattia bocca mani piedi sparisce nel giro di tre quattro giorni, mercoledi scorso decido di mandarlo all asilo e giovedi tutto ok fino alla 1 di notte, in cui fa due colpi di tosse e inizialmente tira su catarro misto cibo im piccolissima quantità, poi dopo un oretta, dopo avergli dato camomilla per aiutarlo a liberarsi prima, fa una vomitata del pranzo del giovedi..fine..il giorno seguente un paio di feci molli ma non troppo, e inappetenza..l ho nutrito con pastina calda e roba secca come cracker grissini ecc ..e da bere camomilla e acqua, ma ha ancora poco appetito ..
    Stasera sono stata male io, forti dolori addominali e feci molli..dopo 5 ore di sofferenza ho finalmente vomitato e mi sono sentita meglio, se non che bere mi da fastidio e ho mal di testa..domani vorrei mandare il mio bambino all asilo poiche è da circa 13 gg che è a casa..si annoia e mi sta facendo impazzire, piange sempre ed è annoiato si vede.. è pieno di vita e vuole giocare,.
    Le mie domande sono: dopo quanto tempo dalla manifestazione dei sintomi non si è piu contagiosi? Io potrei riattaccarla a mio figlio o si tratta dello stesso ceppo?avendola avuta giovedi notte , se lo mando all asilo rischia una ricaduta? Cosa posso fare per evitare di attaccarla e riattaccarla ai membri dela mia famiglia? Ringrazio anticipatamente buona serata

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. In teoria dalla scomparsa dei sintomi, anche se nelle feci (soprattutto dei bimbi) il virus può persistere per settimane.
      2. No, ma non possiamo escludere contagi da ceppi diversi.
      3. Lavarsi le mani, evitare contatti ravvicinati, …

  4. Anonimo

    Vorrei gentilmente un consiglio.
    Sabato sera la ragazza dopo essere uscita con le amiche, alle 4 di mattina di domenica mangia una pizza marinara e dalle 8,40 circa fino al pomeriggio ha vomitato 4 volte senza avere diarrea e febbre,tant’è che in serata ha mangiato qualche biscotto e preso un moment per il mal di testa. La ragazza soffre di reflusso gastrico dovuto ad un’ernia allo stomaco e già nei giorni scorsi aveva la gastrite.
    Lei oggi pomeriggio vuole vedermi ma io sono terrorizzato essendo emetofobico. Secondo lei dottore, la ragazza ha avuto un virus intestinale oppure come sostiene lei è stato un colpo di freddo e posso vedermi serenamente?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non c’è modo di sapere con esattezza la causa, ma se oggi sta bene grossi rischi non dovrebbero essercene.

  5. Anonimo

    Perchè bisogna assumere sali minerali in caso di influenza intestinale?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per reidratarsi; con il vomito e/o la diarrea si perdono liquidi e sali minerali, che vanno quindi reidratati.

  6. Anonimo

    È da 11 giorni che ho diarrea tutti i giorni, sono sfinita… Sto assumendo fermenti lattici ma non passa, cosa devo fare?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      È decisamente ora di contattare il medico, serve un intervento più incisivo; raccomando di reidratarsi costantemente con acqua e sali minerali.

  7. Anonimo

    Dottore, adesso come siamo messi a virus intestinale? Ci sono tanti casi?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In questa stagione sono molto più comuni le intossicazioni alimentari come causa di disturbi intestinali.

  8. Anonimo

    Come sono le previsioni per il mese di novembre? Ci si aspettano tanti casi? Ho il terrore di vomitare…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo è difficile fare previsioni per quanto riguarda le sindromi parainfluenzali (influenza intestinale compresa), perchè hanno andamento molto fluttuante nel tempo e sono spesso legati mini-focolai locali.

  9. Anonimo

    Salve dottore, ci sono tanti casi in questa stagione? Se mi lavo le mani spesso rischio di prenderla?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In questa stagione sono più comuni i casi di gastroenteriti causati da una cattiva conservazione dei cibi.
      Lavarsi le mani spesso è sempre una buona abitudine, ma non deve diventare un’ossessione.