1. Anonimo

    Salve
    Sono stato in Ucraina dal 01 al 07 Agosto 2011 e venerdì 5 mentre ero in spiaggia (mar morto) dopo aver bevuto diversi sorsi d’acqua da una bottiglia d’acqua con ghiaccio, passati 2 minuti esatti ho avuto delle fitte allo stomaco e dei dolori. Ho provato a far un giro per capire se era una cosa passeggera ma cosi non è stato!
    Ho passato i giorni seguenti a letto con diarrea (anche 20 volte al giorno) e febbre.
    Sono tornato in Italia e dopo 1 settimana ho ancora dolori al basso ventre discontinui.
    Oggi 12 Agosto ho lasciato il lavoro prima degli orari previsti visto il mio forte mal di testa è diarrea e attualmente ho 38,4 di febbre.
    Da 2 giorni assumo tubescolon, fermental come integratori e oggi dal medico di famiglia mi è stato preiscritto NORMIX 200mg.

    Inoltre preciso che soffro di diarrea già di mio da diversi anni però non come adesso visto i dolori (mai avuti prima) e con questa frequenza!
    Assumo eutirox tutti i giorni (ipotiroidismo di hashimoto) e a metà luglio ho sostenuto diversi esami preiscritti da un dottore internista. Tra i valori alterati degli esami le immunoglobuline A (IgA) e dovrò fare la gastroscopia per accertare l’intolleranza al glutine!

    Per quanto riguarda il Normix e integratori vari, crede possa veramente aiutarmi?
    O mi conviene andare in ospedale? Se vado in ospedale cosa mi faranno?

    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Aspetterei di vedere l’esito di Normix, almeno dopo 48 ore dall’inizio del trattamento; nel frattempo le raccomando di bere abbondantemente e reintegrare i sali minerali, oltre a seguire una dieta molto leggera, fatta di cibi digeribili e diversi spuntini (anzichè i classici 3 pasti).

      http://etlc.info/alimentazione/cosa-mangiare-con-diarrea-e-nausea/

    2. Anonimo

      Dottore il problema e che non so cosa mangiare in generale, visto che sto eliminando i cibi con il glutine. Mangio riso in bianco carne bianca ma poi come spuntini non so proprio cosa mangiare!
      E’ da sabato mattina che assumo Normex (2 pillole al giorno) ma sempre a diarrea sto, però non ho piu dolori al basso ventre come prima e non ho piu febbre!

      Inoltre stamani ho notato che mi pesai prima di partire ero 77,8Kg (31 Luglio) mi son pesato stamani (14 Agosto) peso 71,3Kg. Ho 24 anni sono maschio e son alto 1,77

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      2 compresse al giorno di Normix potrebbe essere un po’ poco, ma se la prescrizione è stata questa continui in questo modo, magari abbinando fermenti lattici ad alto dosaggio.
      Sottolineo nuovamente l’importanza di bere e reintegrare i sali minerali, gran parte della perdita di peso è dovuta sicuramente ai liquidi.
      Benissimo aver escluso il glutine, per gli spuntini può mangiare frutta (mela o banana), brodo di pollo ed eventualmente prodotti da forno per celiaci (pane, grissini, …).

  2. Anonimo

    Gent. Dottore, mia figlia, 10 anni, 27 kg, da 48 ore ha scariche diarroiche frequenti (una decina al giorno) di feci non formate, verdastre, crampi, non febbre o nausea, normale appetito. I crampi sono violenti soprattutto la notte. Sta assumendo solo fermenti lattici (Bcillus Clausii). Siamo in Messico ma nessun altro della famiglia presenta alterazioni di sorta e tutti siamo sempre stati insieme. Cosa suggerisce? La tachipirina iuta per i crampi o è da evitare? GRazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La Tachiprina potrebbe togliere eventualmente un po’ di dolore; le raccomando di farla bere moltissimo, possibilmente somministrando anche sali minerali per reintegrare le perdite.

    2. Anonimo

      Grazie molte Dottore

  3. Anonimo

    Buongiorno Dottore..Da martedi scorso ho accusato dei fastidi alla pancia ma non pensavo fosse grave..la notte mi sono svegliata perché avevo dei dolori molto forti e ho preso la tachipirina e ho bevuto un thè per digerire..e mi sono riaddormentata..ho avuto altri dolori nei giorni seguenti ma niente di particolare..ero un po debole..poi venerdi notte mi sono svegliata di nuovo e volevo andare al pronto soccorso perché non riuscivo a mandare giù ne la tachipirina ne il thè per digerire..alla fine ho bevuto il the e son riuscita a dormire…fino a mercoledi tutto bene..ma nella prima mattina ho accusato dei dolori alla pancia di nuovo,ho mangiato qualcosina ma ho avuto i crampi circa x tutto il pomeriggio..non riuscivo a stare in piedi dal dolore e non riuscivo a respirare bene..ho chiamato la mia pediatra(ho 15 anni ma son riuscita a tenerla ancora un anno la pediatra) che mi ha somministrato i fermenti lattici,maalox e peridon..ora appena mangio qualcosa in più sto male..ho avuto diarrea martedi…5 o 6 scariche in 20 minuti..grazie mille!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non posso aiutarla, è una situazione che richiede a mio avviso un nuovo parere medico.

  4. Anonimo

    Salve dottore. è da stamattina che vado in bagno.ma non si tratta di diarrea ma di feci molto molle.ho la febbre a 38. di cosa si può trattare?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sono sintomi molto generici, è probabilmente una sorta di sindrome influenzale; ci sono sintomi respiratori (tosse, raffreddore, mal di gola)? C’è nausea?

  5. Anonimo

    Salve dottore, il giorno 25 agosto avverto improvvisamente un forte giramento di testa per la strada (mi trovavo in Olanda) ma tutto finisce lì. Il 26 mattina volo di ritorno, tutto bene tranne piccoli giramenti di testa che io scambio per stanchezza. All’arrivo in Italia verso le 17 forti mal di testa ma io continuo a pensare alla forte escursione termica (in Olanda 18° in Italia 35). La sera del venerdì due scariche di diarrea ma poi vado a letto, pensando frutto di stanchezza. Il sabato 27 invece mi sveglio e ho febbre a 37,8, diarrea continua (anche una ventina di scariche in un giorno), chiamo il medico e mi dice trattasi di infezione intestinale e mi prescrive Normix, Enterogermina ed integratori. Domenica 28 uguale sabato, anzi, peggio, le scariche aumentano e la febbre non scende. Stamattina, giorno 29 le febbre scompare e le scariche stanno diminuendo, ad ora ne ho avute solo 7-8. Di cosa si è trattato? Dato che mercoledì prossimo dovrei partire di nuovo, posso azzardarmi o è meglio prudentemente rimandare? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Confermo la diagnosi del medico, con tutta probabilità infezione intestinale; le raccomando di seguire scrupolosamente le indicazioni del medico (Normix è un antibiotico e serve per debellare eventuali batteri responsabili dell’infezione, Enterogermina sono fermenti lattici per ripristinare la flora batterica intestinale).
      Se le è possibile rimandare il viaggio daremmo il tempo all’organismo di riprendersi, ma se da domani non avesse più scariche potrebbe a mio avviso pensare di partire (con il rischio comunque di possibili ricadute).

  6. Anonimo

    Gentilissimo Dottore,
    Non mi sarei permesso di rubarle altro tempo, se non fosse che questa mattina (29/08) ho sentito un dolore allo stomaco. Avevo già defecato regolarmente. Il dolore è durato un oretta, dopodiché ho avuto a che fare con emissione di aria dalla bocca. Il dolore mi ha tolto un po’ di fame, comunque ho mangiato regolarmente. Durante il pomeriggio ho defecato nuovamente (le feci erano regolari) e, in seguito, ho accusato un leggerissimo senso di nausea e un leggero bruciore di stomaco. Questa sera sono stato invitato in pizzeria da alcuni amici. Secondo Lei potrei mangiare regolarmente, oppure rifiuto l’invito? Si tratta di un disturbo dovuto al caldo eccessivo, oppure di una leggera forma intestinale (la prego di rispondere alla mia domanda, poiché non ho altri a cui rivolgermi e, oltretutto, la cena è alle 20:30)?
    Grazie infinite.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Può mangiare tranquillamente.

    2. Anonimo

      Grazie Dottore.

  7. Anonimo

    Gentile Dottore,
    Mi perdoni per il tempo che Le sottraggo, ma avrei bisogno di un’informazione: l’influenza (anche quella intestinale) si può contrarre anche all’aria aperta?
    Grazie in anticipo per la Sua risposta (se riterrà utile rispondere).
    Cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In teoria sì, ma è molto più alta la probabilità di contrarla a contatto con altre persone (ancora di più in in ambienti chiusi); il fatto che il picco dell’influenza stagionale avvenga di solito attorno a Natale è proprio per l’elevato numero di occasioni in cui ci si trova per pranzi/cene.

  8. Anonimo

    Gentile Dottore,
    La ringrazio per la brillante risposta che mi ha scritto. Ieri (7/9) ho sentito parlare due persone di influenza (almeno questo mi è sembrato di capire, dato che parlavano di due-tre giorni di riposo a letto). Il mio stomaco soffre di estrema sensibilità, quindi non è raro che (quando, in passato, ho contratto il virus) svenga durante il rigetto (da qui si spiega il mio terrore del vomito). Oltretutto, l’esordio della malattia è improvviso, dato che non avverto altro, prima. Anche l’influenza, dal canto suo, è molto “pesante” per me: dopo averla contratta, porto dietro gli strascichi per mesi, oltre a un’abbassamento delle difese immunitarie. Dottore, vorrei sapere, gentilmente, se vi è un leggero rischio ch’io abbia contratto l’influenza, o l’influenza intestinale. La prego, è importante, dato che ho due impegni: il primo questa sera; il secondo domani mattina. Volevo sapere se posso azzardarmi a muovermi da casa, oppure no.
    Grazie Dottore: so che posso sempre contare su di Lei e sulla sua competenza (prometto di non assillarla ulteriormente, però).
    Cordiali saluti.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Temo sia davvero impossibile anche solo provare a rispondere, mi dispiace.

    2. Anonimo

      La ringrazio comunque, Dottore. Un informazione: posso mangiare regolarmente, o no?
      Grazie.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio parere sicuramente sì.

    4. Anonimo

      Grazie, Dottore. Vede, io sono riuscito a non pensare più al vomito (ricorda sicuramente cosa ho combinato questo inverno), ma ho con me mia nonna, la quale è in fin di vita per via di una miastenia gravis, che si porta dietro da oltre venti anni. Diventa sempre più fragile. Anche un moscerino la ucciderebbe, immagini un’influenza! Mia nonna è sempre stata molto debole di intestino: adesso più che mai. Non vorrei correre il rischio di infettarla. Volevo essere sicuro di non avere niente. Nutrirei uno scrupolo dentro di me troppo forte da sopportare. La prego, mi aiuti: mi dia qualche consiglio per evitare di infettare mia nonna.
      Grazie per la Sua estrema cordialità.

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lavandosi bene e spesso le mani ed indossando una mascherina nei contatti che ha con lei riduce drasticamente la probabilità di contagio di tutte le patologie trasmissibili per via aerea, influenza/e compresa.

    6. Anonimo

      In questo caso, però, penso si possa evitare la mascherina, dato che c’è una bassissima probabilità ch’io abbia contratto qualcosa, vero Dottore (io non ho avuto contatto con questa gente, le ho solamente incrociate mentre parlavano. Non ho ricevuto nessuna gocciolina di saliva. C’era anche un po’ di vento)?

    7. Anonimo

      Prometto di non assillarla, ma mia nonna sta male ed ho paura.
      Perdoni la mia impulsività.

    8. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se ha il dubbio può usarla sempre, ma condivido la sua ipotesi di scarsissima (nulla?) probabilità di contagio a seguito della situazione descritta.

  9. Anonimo

    Buongiorno Dottore,
    Domenica scorsa 4 sett. ho avuto un piccolo episodio di diarrea con dolori addominali e sudorazione, risolto spontaneamente in giro di qualche ora, tuttavia i sintomi sono ricomparsi lunedi in forma + grave scariche frequenti ect questo non mi ha permesso neanche di andare del medico, ci siamo sentiti solo per tel e sono a casa dal lavoro. Forse non sono stata sufficientemente rigida nella dieta, mi sembrava di stare meglio, poche scariche e pochi dolori. tuttavia oggi ho avuto una forte ricaduta dolori addominali e di stomaco con innumerevoli sacriche sto’ assumendo fermenti + cerco di bere, ho aggiunto dell’essenza di limone nell’acqua pare aiuti, puo’ esserci questo andamento un po’ altalenante ? Grazie della risposta

  10. Anonimo

    Gentile Dottore,
    Innanzitutto voglio congratularmi con Lei per il sito. Ieri pomeriggio ho preso un succo di frutta alla pera (mi è stato offerto). Ieri sera mi è salito un leggero senso di nausea, quindi ho assunto un antiemetico (mi pare si chiami Plasil). Da questa mattina non faccio altro che defecare e ruttare. Le feci sono solide, pero! Ho mangiato normalmente (anche se, per la verità, non mi andava di mangiare), continuando a ruttare e defecare tranquillamente. Adesso, dopo la terza andata al gabinetto, mi è venuto un leggero mal di stomaco (va e viene a intermittenza). Ho le mani leggermente fredde, come quando si ha la febbre (non percepisco la febbre, ora). Secondo Lei ho contratto una influenza intestinale (io, domattina, ho un impegno a cui non posso non andare: posso muovermi di casa?)

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Gentile Sig. Sebastiano, a mio avviso non deve preoccuparsi.