1. Anonimo

    Scusi vorrei chiederle se una coppia è insieme da 25 anni e solo adesso mi è stato diagnosticato herpes simplex 1 e herpes simplex 2 tramite la chiusura parziale della palpebra sx, premetto che io non ho avuto mai rapporti sessuali con altri uomini quindi per forza me lo ha trasmesso mio marito, da quanto tempo mio marito potrebbe averlo preso da altra donna ? ringraziandola anticipatamente aspetto sua risposta. grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non mi è molto chiaro il problema che ha portato alla diagnosi, ma se il virus non si è manifestato a livello vaginale/anale nutro qualche dubbio sul fatto che sia stato trasmesso per via sessuale; inoltre nel caso in cui suo fosse stato suo marito a contagiarla, avrebbe dovuto manifestare in passato, almeno una volta, i sintomi dell’herpes.

  2. Anonimo

    l’anno scorso ho avuto una depressione, 5 mesi fà postula dolorosa labbra vagina, 3 mesi fà palato bocca postule dolorose e poi l’altra settimana chiusura parziale palpebra sx, il mio neurologo mi ha fatto fare analisi del sangue cui risulta che sono positiva a tutti e 2 herpes simplex, oggi comparsa bollicine bocca. cura integratori e anti virale. Per favore mi dica da quanto tempo mio marito può averlo preso, io ho 45 anni mai avuto altra relazione, mio marito avuto un rapporto sessuale circa 6 anni fà, possibile che l’abbia preso allora ? Aspetto con ansia sua risposta. Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ possibile, ma francamente è un caso un po’ particolare e probabilmente oltre le mie conoscenze; sicuramente il suo ginecologo, od uno specialista di malattie veneree, è in grado di rispondere con maggior sicurezza ai suoi legittimi e comprensibili dubbi.

  3. Anonimo

    salve
    vi scrivo per mio padre,91 anni
    5 anni fa he stato colpito da erpes zoster nell,occhio destro
    dopo vari ricoveri e curato con vari farmaci e cerotti di morfina arriviamo ad oggi con ancora dolori al capo e prurito.
    attualmente si cura con NEUROANTIN e antidolorifici,deve ourtroppo continuare così?
    grazie per eventuale risposta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Temo che al momento sia il massimo che si può fare, potrebbe eventualmente valutare con il suo medico un antistaminico per il prurito, ma se l’avesse ritenuto utile per il caso in oggetto l’avrebbe probabilmente già prescritto.

  4. Anonimo

    Buona sera dottore, le scrivo per mia figlia che 6 mesi fa ha contratto l’herpes genitale, doloroso al punto di essere ricoverata in ospedale. Da allora, prima o dopo il ciclo, si sono sempre manifestate le solite vescicole. Le hanno prescritto una cura ciclica di antivirali, senza assicurare una definitiva guarigione. Sta quindi tentando con l’omeopatia, ma non nota miglioramenti. E’ sempre stanca e questa malattia le sta radicalmente cambiando la vita: come è possibile che non ci sia una cura per una guarigione definitiva?
    Ringrazio anticipatamente per la sua risposta e cordialmente la saluto.
    Un mamma seriamente preoccupata

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il virus è purtroppo in grado di annidarsi all’interno dell’organismo rimanendo latente nel tempo, per poi manifestarsi ciclicamente; il virus è diverso, ma il meccanismo è lo stesso della varicella, in grado di manifestarsi sotto forma di herpes zoster in qualsiasi momento a seguito dello sviluppo della malattia.
      Personalmente consiglierei di tornare alla medicina tradizionale, è possibile e probabile che con l’uso degli antivirali gli episodi si diradino nel tempo, permettendo così alla paziente di riacquistare la necessaria serenità a rendere ancora meno frequenti gli episodi.

  5. Anonimo

    Salve la mia ragazza che frequento da un mese ha avuto una paralisi facciale sinistra dovuta a herpes non specificato, che le ha riempito di bolle il palato e la lingua, anche se non ha riportato piaghe a livello vaginale/anale è possibile sia herpes vaginale?? mi consiglia nonostante tutto avendo avuto in precedenza rapporti non protetti con precedenti ragazze di accertarmi di non essere portatore sano?
    attendo risposta la saluto

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso non è necessario, ma la cosa migliore è chiedere al medico che ha effettuato la diagnosi.

  6. Anonimo

    salve scrivo per sapere….ho incontrato lìerpes genitale circa un mesetto fa…da poco sono riuscia a riavere rapporti sessuali con il mio parter dopo qualche rapporto mi è riapparsa con prurito e perdite ma non solo nella zona genitale ma anche nella zona anale che non mi era mai apparsa li cosa significa???

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Come ha potuto leggere nell’articolo purtroppo dall’herpes non si può guarire definitivamente, questo significa che periodicamente può riapparire; il fatto che compaia anche nella zona anale non deve sorprendere.
      Se il contagio non fosse avvenuto con l’attuale partner le raccomando precauzioni, che non possono comunque escludere con certezza un possibile contagio.

  7. Anonimo

    Vi ringrazio vivamente per questo articolo 🙂 mi è stato molto utile nel risolvere i miei dubbi di cosa avessi contratto ai miei genitali! Appena ho letto questo articolo ho chiamato il mio medico di fiducia che si occupa anche di queste cose…. Tutto risolto ! Grazie mille
    Ps: non ho avuto rapporti sessuali con una donna malata di herpes e neanche un rapporto vigoroso… E l’ho contratto lo stesso! Come mai?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La partner soffre di herpes labiale?

  8. Anonimo

    Salve, leggendo l’articolo mi è venuto il dubbio di soffrire di herpes genitale. Un paio di mesi fa mi era comparsa una piccola vescichetta nell’area genitale, ma poiché prudeva poco e non mi creava altri fastidi, ho pensato potesse essere un foruncolo e non ci ho fatto caso. Ora è ricomparsa, nello stesso identico punto e prude nello stesso modo, e la scorsa settimana ho sofferto di cistite (ho visto che c’è un legame con l’apparato urinario).
    Avrei quattro domande. Uno: è possibile che i sintomi peggiorino (bruciore nella minzione), invece che diminuire, alla seconda occorrenza? Due: ho un partner unico da quasi un anno (utilizziamo sempre il preservativo). I sintomi compaiono SEMPRE circa due settimane dopo il contagio? Voglio dire, è possibile essere contagiati molti mesi/anni prima da un precedente partner ma avere la prima comparsa dei sintomi molto molto tempo dopo? Tre: il medico di base è in grado di individuare la malattia se essa si presenta con sintomi di lieve entità o dovrei suggerire io il dubbio, pur non avendo rapporti promiscui e nessuno storico di herpes né da parte della mia famiglia, né da parte di quella del mio compagno? Quattro: è davvero così raro contrarre la malattia in altro modo? (wc, asciugamani, …)
    Ringrazio in anticipo per le risposte

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Se si riferisce alla cistite i sintomi possono peggiorare se non viene curata l’infezione.
      2. In genere passano un paio di settimane, giorno più, giorno meno.
      3. Il medico è assolutamente in grado, anche se forse il ginecologo ha modo di valutare più spesso questo tipo di infezione.
      4. Temo di sì, anche se dalla sua descrizione a mio avviso è più probabile che si tratti di un altro problema; è comunque decisamente consigliabile che possa vederla un medico.

    2. Anonimo

      La ringrazio moltissimo per la sua disponibilità. Spero vivamente sia qualcos’altro. Le mie incertezze derivano per lo più dal fatto che la vescica assomiglia alla descrizione dell’herpes nei sintomi, ma confrontando le immagini reperibili su internet, non è decisamente di quella entità (anche se forse on-line sono presenti i casi più gravi). Comunque al più presto mi farò visitare. La ringrazio ancora.

  9. Anonimo

    salve rientro anche io nella statistica dei malati di herpes genitale, oramai da 2 anni e mezzo, che ne soffro. Prendo l’aciclovir dall’inizio e nonostante ciò ogni 2 o 3 mesi mi escono le bollicine e contemporaneamente accuso una stanchezza esagerata. E’ da diverso tempo ormai che mi documento tramite internet ed altri mezzi, oggi ho telefonato per un’appuntamento con uno specialista delle malattia veneree il quale come onorario richiede ben 300 euro, ma penso che sia inutile andarci anche perchè la malattia non va debelleta. E’ possibile che per queste malattie minori non si faccia niente? e pure i malati sono tanti. L’ultima domanda è possibile che si sposta questa malattia? grazie e rivolgo un augurio a tutti gli sfortunati come me.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo non c’è modo di guarire, almeno per il momento; il problema è ce il virus si annida in distretti dell’organismo che sono praticamente impossibili da raggiungere con i farmaci.
      Se ho capito bene l’ultima domanda, è possibile che la manifestazione cutanea compaia in zone diverse, ma sempre a livello genitale.

  10. Anonimo

    Ciao…..certo è che mi ritrovo anche io con un herpes genitale…..e non solo…il mio ginecilogo mi ha anche trovato dei condilomi……ora non so come interpretare tutto ciò perchè ho avuto rapporti il martedi e il venerdì è cominciato tutto l’inferno……tutto bruciore, dolori muscolari, mal di testa, febbre…..e non riesco a capire perchè con tutta la cura non riscontro miglioramenti…….il ginecolgo mi ha dato zovirax 5% in crema ma una mia amica che ha avuto lo stesso problema mi ha consigliato pi prendere zovirax 800 l’antibiotico per via orale……io vi chiedo sarà meglio?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per via orale è sicuramente più incisivo, ma si valuta la gravità dell’infezione nella prescrizione; se il disturbo non migliorasse ricontatti il ginecologo.