Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    salve dott da una settimana ho un arrossamento lieve al pene che si infiamma sopprattutto durante il rapporti sessuale con un po di brucciore ho pensato ad un lieve herpes poicche la mia compagna sofre di erpes labiale, come posso curarlo ?esiste una pomata adatta?se si quale?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Consiglio di evitare il fai da te e di rivolgersi ad un medico per la diagnosi; sembrerebbe più un’infezione, che un herpes, quindi è preferibile evitare di applicare creme non adatte.

  2. Anonimo

    Salve ,io soffro di herpes simplex genitale ma stranamente si manifesta solo durante la gravidanza,infatti per il primo figlo ho fato un cesareo e credo che lo stesso sarà per il secondo del quale sono in attesa,vorrei sapere se ci sono delle creme antivirali più “leggere” da usare durante il mio stato.Posso sapere il nome?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In gravidanza qualsiasi farmaco va valutato e scelto con il ginecologo, mi dispiace ma non posso aiutarla.

  3. Anonimo

    Salve, ho letto con attenzione l’articolo e vi ringrazio per le interessanti informazioni. Vorrei sapere, di fatto, che esame fare per sapere se soffro di questa patologia (ogni tanto, frenquenza bimestrale circa, mi viene una sorta di “brufoletto” lì sotto). Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dovrebbe essere la ricerca degli anticorpi dell’herpes virus (senta anche il suo medico, ma è probabilmente consigliabile cercare sia quelli di tipo 1 che di tipo 2).

  4. Anonimo

    salve dott vorrei chiederli ma l’herpes labiale come posso curarlo?? e che cosa devo evitare di non mangiare ??quale dieta alimentare devo fare?? ho sentito che il limone lo guarisce ma e vero??grazie mille per la risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La crema antivirale è l’unica terapia efficace (compresse o sciroppo solo nei casi più gravi), da mettere con regolarità e sopratutto più precocemente possibile.
      L’alimentazione a mio avviso può fare poco, a meno che ovviamente non sia così poco equilibrata e varia da compromettere il sistema immunitario.
      Che il sappia il limone brucia, ma non ha efficacia.

  5. Anonimo

    Salve,
    non so se questo sia il posto giusto dove inserire una domanda, ma comunque la pongo ugualmente.Tre giorni fa io e la mia ragazza abbiamo avuto un rapporto sessuale e, durante il tutto, c’è stato anche del sesso orale da parte mia, nei suoi confronti. Lei ogni tanto soffre d’herpes labiale e, proprio l’altra sera, ne presentava uno sul labbro inferiore. Ahimè, senza pensarci, dopo esserci baciati le ho praticato il cunnilingus per qualche minuto. Finito il rapporto e sorto il dubbio, guardando l’herpes, questo presentava delle crosticine marroncine formatesi di lì a poco, anche perchè fino a qualche ora prima non erano presenti, e forse ancora qualche bollicina. A questo punto mi chiedo, temendo e prevedendo comunque una risposta spiacevole:
    -è possibile che, così facendo, possa averle passato l’herpes dal labbro agli organi genitali, determinando così un contagio e un successivo sviluppo di Herpes Genitale?
    -se sì, non si deve far altro che aspettare e vedere se si presenta qualcosa o vi sono esami, cure preventive, precauzioni utili da svolgere?
    -avendo poi svolto il rapporto preventivamente senza preservativo, posso aver contratto pure io il virus (che peraltro potrei avere in circolo già da mesi, siccome ho scoperto che il contagio può avvenire sia in presenza che in assenza di sintomi visibili)?
    -quanto tempo dovrebbe passare dal contagio allo sviluppo dell’infezione primaria? (Premetto che fino ad ora nessuno dei due presenta una sintomatologia tipica dello sviluppo di infezione primaria da herpes);
    -in materia di rapporti sessuale, come ci consiglia di agire, sempre in assenza di sintomi?
    In attesa di una sua risposta, spero non spiacevole, la ringrazio anticipatamente e le porgo auguri di Buon Anno.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che non mi occupo di questo campo, quindi prenda le mie risposte con il beneficio del dubbio:

      1. Un contagio è possibile, ma è sicuramente più probabile che lo contragga lei sul labbro piuttosto che la partner a livello vaginale (anche se non possiamo affatto escluderlo).
      2. Purtroppo non c’è trattamento preventivo (non so se qualche specialista in casi molto a rischio prescriva antivirali di copertura, ma non credo).
      3. In teoria potrebbe averlo contratto anche lei a livello del pene, ma ad ogni passaggio la probabilità ovviamente diminuisce e ci spostiamo sempre più nel campo del “in teoria”.
      4. Il periodo di incubazione dovrebbe essere mediamente dai 2 ai 12 giorni, anche se credo che si conoscano casi con periodi più lunghi.
      5. Purtroppo non è semplice dare consigli, diciamo che un buon compromesso potrebbe essere quello di evitare contatti diretti (baci e rapporti oro-genitali) con le lesioni nei periodi di manifestazione (e nei giorni immediatamente precedenti, che a volte si riconoscono per via di un leggero ma persistente fastidio). Non escludiamo al 100%, ma direi che una via di mezzo sufficientemente sicura.

    2. Anonimo

      Innanzitutto grazie per le Sue risposte che, per quanto in dubbio, vista la sua “lontananza” dal campo, sono comunque rassicuranti.
      1.Per quanto riguarda l’eventuale contagio al mio labbro, o non lo prendo o l’ho già preso e non ho mai presentato sintomi, siccome più volte nel corso della nostra relazione è capitato che addirittura le si rompessero le vescichette mentre ci baciavamo;
      2. A riguardo del trattamento preventivo immaginavo non vi fossero possibilità se non un sistema immunitario che, con buona fortuna, non permettesse al virus di instaurarsi (sempre che ciò sia possibile);
      3. Purtroppo è vero che posso averlo contratto pure io; per quanto riguarda l’uomo è presente un rischio di contagio uguale a quello della donna oppure no? Potrei essere diciamo “incontagiabile” o comunque “asintomatico” sia sul labbro che sui genitali, siccome comunque il rischio di essere contagiati si è corso altre volte, nel periodo in cui non vi son sintomi ma la trasmissione è comunque possibile?
      4. Nel caso sperato, anche se insignificante a causa di episodi asintomatici, in cui non si presentasse nè a me nè a lei la manifestazione primaria, vi sono esami che permettono di sapere se si ha in corpo il virus e quale ceppo e in quale zona del corpo (labbra o genitali)?
      5. Chiaramente, anche un pò per il timore e l’insicurezza su ciò che può essersi verficato, ci asterremo da pratiche diverse dal rapporto tradizionale (credo abbia capito), ma un normale rapporto protetto da preservativo può essere praticato oppure è meglio non stimolare eccessivamente i genitali?
      Scusi le ulteriori domande, ma, per quanto lontano dal campo, mi pare una persona ben informata e chiara.
      Saluti

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      3. Credo che uomo o donna faccia poca differenza, anche se probabilmente la zona genitale femminile è più esposta dal punto di vista delle mucose. Suggerirei cautela nel pensare di essere “incontagiabile”, perchè potrebbe esporla a rischi inutili oppure spingerla inconsapevolmente a comportamenti che fungono da vettore per il virus.
      4. Esistono esami per sapere se e con quale dei 2 ceppi si è venuti a contatto: fino a qualche decennio fa ogni ceppo era associato invariabilmente ad una delle 2 zone, in tempi più recenti con la diffusione dei rapporti oro-genitali questa differenziazione è andata riducendosi. In buona sostanza è possibile sapere se si è venuti in contatto, ma non dove in assenza di sintomi.
      5.Direi che passate alcune ore dall’episodio e dopo un normale igiene della zona non vi è alcun rischio nel praticare ulteriori rapporti tradizionali.

    4. Anonimo

      Buongiorno Dottore e scusi l’ulteriore questione che ora le pongo, ma mi è sorto un dubbio.
      -Il fatto che la mia compagna soffra già da anni di herpes labiale, chiaramente non sappiamo se di tipo 1 o 2 (a parte il virus genitale, che può essere di entrambi i tipi, quello al labbro lo è solo di uno?), può avere conseguenze quali, per esempio:
      1.Ritardo nel periodo di incubazione;
      2.Resistenza maggiore nei confronti di un eventuale rischio di contagio che può essersi verificato per le circostanze venutesi a creare durante il rapporto “incriminato”;
      3.Altre Sue osservazioni…?
      Scusi se la riempio di domande, ma come credo comprenderà, questa incertezza è una causa di disagio psicologico e ansia non indifferenti, non disponendo nè di strumenti nè di scadenze utili a determinare un contagio avvenuto.
      Cordialità.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Anche il labiale può essere sia di tipo 1 (molto più frequente) che di tipo 2, ma che io sappia non ci sono differenze significative da un punto di vista pratico.

    6. Anonimo

      Probabilmente Professore mi sono espresso male, Le chiedo scusa.
      Io intendevo chiederLe se, il fatto che la mia ragazza soffra già da anni di herpes labiale, con in media 6-7 recidive annuali, possa influire sui tempi di incubazione dell’ eventuale herpes genitale in questione(allungandoli o accorciandoli), possa determinare una maggiore o minore resistenza nei confronti di un nouvo attacco da parte del virus (in questo caso in zona genitale, dovuto al rapporto a rischio avuto).
      Spero che ora comprenda.
      Grazie della disponibilità.

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Magari fossi professore… 😉

      A mio parere i fattori citati non hanno alcuna influenza, nè nei tempi di incubazione nè nella ricettività al virus.

    8. Anonimo

      Non sarà Professore, però mi pare essere comunque una persona più che informata. Mi scuso se continuo a porle domande, ma l’ansia di aver causato un contagio in primis alla mia ragazza e poi a me è difficile da far andare via.
      Il fatto che la mia compagna presenti herpes labiale è segno del fatto che è più suscettibile ad un contagio o no?
      Facendo da ponte tra il suo labbro e i suoi genitali per uno stesso tipo di virus (1 o 2 che sia, provvederemo a svolgere gli esami adeguati) e disponendo quindi già lei degli anticorpi contro quest’ultimo, le possibilità di contagio si annullano? oppure non si presenterà la manifestazione primaria ai genitali in caso di contagio avvenuto?
      Cordialità e grazie come sempre!

    9. Anonimo

      …il sottoporci a esami del sangue “anticorpi antiHSV 1-2” senza che vi sia una manifestazione primaria del virus, può restituire risultati falsati e non attendibili, oppure non determina errori?

    10. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. A mio parere no, il fatto che la sua compagna presenti herpes labiale non è segno del fatto che è più suscettibile.
      2. Non credo che disponendo già degli anticorpi le possibilità di contagio si annullino, perchè altrimenti non sarebbe una malattia che periodicamente ricompare.
      3. Sottoporsi ad esame del sangue nel loro caso a mio avviso ha poco senso, perchè della sua partner già sappiamo che è venuta in contatto con il virus (e l’esame non ci permetterebbe di evidenziare un eventuale interessamento genitale), mentre nel suo caso ci accorgeremo fra qualche giorno se presenterà l’herpes sul labbro.

    11. Anonimo

      Ho capito Dottore, però non mi torna una cosa…esami o non esami, avendola già io in passato reiterate volte baciata sulle vescicole herpetiche labiali senza pormi problemi, talvolta rompendogliele io stesso, e venendo quindi a contatto diretto col virus nel periodo di massima infettività è possibile che non abbia contratto il virus o questo l’ho certamente contratto e ne sono “portatore sano” che non ha mai avuto manifestazioni evidenti?
      Grazie.

    12. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe anche non averlo preso, come qualsiasi altra malattia infettiva il contagio non è mai certo a seguito di contatto.

    13. Anonimo

      Buonasera Dottore,
      volevo comunicarle che di qui a qualche giorno probabilmente svolgeremo gli esami per determinare se e di quale virus herpetico io e la mia compagna siamo portatori. Mi interessava però avere un suo parere…in assenza di sintomi, fastidi e quant’altro a livello genitale, per entrambi (tranne un mio lieve prurito che ogni tanto si presenta, dovuto probabilmente a fattori psicologici, quali ansia e paura di aver contratto la malattia), e senza avere ancora in mano l’esito delle analisi, possiamo avere rapporti sessuali, protetti chiaramente da profilattico, evitando sicuramente pratiche rischiose (oro-genitali), oppure questo potrebbe determinare qualche problema, dovuto magari a presenza di virus sulla pelle, causata da un episodio asintomatico di tale tipo di infezione?
      Cordialità.

    14. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Personalmente credo che non abbia particolare utilità pratica scoprire il sottotipo virale in questione, mentre direi che non c’è motivo di astenersi da rapporti protetti.

  6. Anonimo

    Buona sera, e buon anno!
    Ho un raporto stabile con ma donna che ha herpes genitale, per cui abbiamo rapporti protetti, ma vorrei chiedere due cose al riguardo:
    – il virus potrebbe essere trasmesso a me tramite baci? Lei no ha mi manifestato il problema sulle labbra, ma comunque sarebbe pericoloso avere rapporti orali da parte sua non protetti?
    -L’uso del preservativo esclude ogni possibilità di contagio?
    Grazie!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Tramite baci nessun rischio, tramite rapporti orali potrebbe contrarlo sul labbro. 2. Tramite rapporti protetti con preservativo non si ha certezza assoluta di protezione, sono da evitare rapporti nei giorni di manifestazione cutanea o comunque quando iniziano i sintomi che la precedono (prurito, fastidio, …).

  7. Anonimo

    si purtropo molto fastidioso
    grazie dott.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe allora effettivamente trattarsi di herpes genitale, per cui raccomando:
      1. Eviti rapporti non protetti da preservativo, espone ogni sua partner al rischio di contagio.
      2. Si faccia visitare da un medico, che sia o meno herpes è opportuno avere una diagnosi certa che solo attraverso una visita è possibile avere.

      Se fosse herpes come detto purtroppo non si può guarire, la terapia è volta esclusivamente a ridurre la frequenza e la durata degli episodi.

  8. Anonimo

    dott. ho avuto herpes sulla gamba sinistra , infetandomi anche il nervo sciatico
    ora sono passati 12 anni , anche se ogni tanto mi rittorna qualche piccolo dolore e infimazione ma di piccolo conto ,
    ma da un anno in cuà purtropo mi viene sul pene con ferita piccola ma molto dolorosa
    e tutto questo mi accade ogni volta che o dei raporti sessuali
    (purtropo sono amante del sesso feminile )
    volevo sappere se è possibile curare difinitivamente .
    (ps)dott. questo mi accade anche se uso preservativo cremaecc.
    la ringrazio di una sua risposta grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La invito a sentire uno specialista di malattie veneree, ma se si tratta di herpes genitale non è purtroppo possibile guarire definitivamente; quella che chiama “piccola ferita” le dà prurito?

  9. Anonimo

    Gentile dottore..sono affetta da herpes genitale da 2 anni e mezzo e la prima volta in cui si è manifestato sono stata malissimo invece la seconda volta, avvenuta quest’estate, è stata molto ma molto più lieve!! Il ginecologo dice che molto probabilmente io abbia preso questo virus dal mio ragazzo ma lui non ha mai avuto nessun sintomo. Il problema è che circa un mese fa abbiamo avuto un rapporto non protetto ed a me non è successo nulla..sto benissimo. E’ possibile che in realtà lui non sia affetto da questo virus??Come posso accertarmi che sia così?? Anche se fosse affetto dal virus possiamo avere rapporti non protetti tranquillamente?? La ringrazio in anticipo!!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe valere la pena far fare gli esami del sangue al suo ragazzo: se fosse portatore del virus non ci sarebbero problemi ad avere rapporti, altrimenti servirebbe qualche cautela in più per evitare per quanto possibile di contagiarlo.

    2. Anonimo

      La ringrazio..un’ultima cosa! ma dovrebbe fare gli esami del sangue normali?in base a che cosa capisco se è portatore o no? Quindi invece per quanto riguarda me che lui sia portatore o no non cambia nulla? Cioè non può risvegliarsi il virus se ho rapporti con un ragazzo che è portatore?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sicuramente gli esami del sangue normali non basterebbero, credo si debbano cercare gli anticorpi specifici, ma faccia riferimento al ginecologo.
      A questo punto l’unico rischio è per il suo partner, se non ne fosse affetto, perchè non può essere causa di risveglio del virus se al contrario fosse portatore.

    4. Anonimo

      Mi scusi non riesco a capire bene.. In poche parole lei dice che se il mio ragazzo non fosse affetto dal virus rischierebbe di prenderlo ed invece se fosse già affetto la cosa andrebbe a mio discapito perchè risveglierebbe il mio virus? Allora non posso per niente avere rapporti non protetti perchè sia nel primo caso che nel secondo la cosa sarebbe pericolosa per uno dei due..esatto??????

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, mi sono spiegato male.

      In caso di rapporti:

      • Se il suo ragazzo NON ne fosse affetto rischierebbe di contrarlo.
      • Se il suo ragazzo ne fosse affetto non ci sarebbe a questo punto più alcun problema per nessuno dei 2.
    6. Anonimo

      Ok grazie mille…finalmente ho le idee chiare!! Grazie ancora e scusi per il disturbo!!

  10. Anonimo

    Caro dottore, questa volta la disturbo su questo argomento.
    Il mio ragazzo ha spesso l herpes labiale. Rischia di avere quello genitale? Avere rapporti orali è pericoloso per me e per lui? Ho notato che spesso l herpes al labbro gli spunta dopo un rapporto orale (lui a me ovviamente), ma io non ho mai avuto l herpes, nessuno dei due tipi. E l herpes labiale può trasmetterlo a me con un rapporto orale?

    1. admin
      admin

      Consiglio assoluta prudenza nei rapporti orali, sicuramente da evitare nei giorni in cui l’herpes si manifesta: il contagio è purtroppo possibile.

    2. Anonimo

      Ok, se l herpes è presente bisogna evitare rapporti orali. Ma se non si sta manifestando sto tranquilla? o il rischio, anche se minore, esiste lo stesso?
      Con il bacio, si rischia di prendere l herpes labiale?

    3. admin
      admin

      Anche se minore il rischio esiste ugualmente, perchè sembra che nei giorni che precedono la manifestazione si sia già contagiosi, anche se questa per quanto accreditata è un’ipotesi.
      Con il bacio, allo stesso modo, si rischia di prendere l’herpes labiale.

  11. Anonimo

    Egregio Dottore
    So che magari la domanda che sto per rivolgere potrà sembrare fuori luogo ma lei mi potrebbe consigliare una cura per i grani di fordyce situati lungo l’asta del pene?Ad esempio una crema. Ho gia provato tramite laser come consigliato dal dermatologo ma con scarsi effetti, ed in più mi è rimasta anche una piccola cicatrice. La ringrazio per una sua eventuale risposta

    1. admin
      admin

      Che io sappia non esistono alternative farmacologiche, ma francamente non glielo do per certo; è un problema che conosco solo sulla carta e non ho mai avuto esperienze in merito.

  12. Anonimo

    Egregio Dottore,non vorrei sembrarle paranoico,ma volevo chiederle una cosa riguardando il mio caso.
    Come ben saprà,feci il test per l’herpes simplex 1 e 2 ed il risultato è stato negativo.
    Ora sto curando ancora con la pomata fucicort.
    La mia domanda è:Questa crema,è indicata per la cura contro l’herpes?
    Grazie

    1. admin
      admin

      No, è un’associazione di antibiotico più cortisone, nei casi di herpes l’unica formulazione efficace è quella antivirale.

    2. Anonimo

      Glielo ho chiesto,poichè ho adottato questa terapia di fucicort tramite consiglio del medico e cosa sorprendente quei puntini color rosastro,come la pelle stanno scomparendo.Io non sono andato da un dermatologo,ma evidentemente dalle foto che ho visto su internet ho potuto notare che:
      Questi puntini che avevo erano più simili a granuli di fordyce.
      Questi granuli,si possono infiammare?Se si il fucicort è indicato al trattamento?
      2)Sintomi di herpes mai avuti,nel senso come tutti sappiamo l’urina non altro che una specie di acido,quindi al contatto dovevo provar bruciore o cosa varia,invece mai avuto questo sintomo.Nemmeno prurito nulla di nulla,sono questi puntini color pelle..
      Poi l’herpes non compare nel giro di poche ore,anche se l’avessi avuto gia da tempo me ne sarei accorto poichè porta fastidi,invece mai avuto.
      Secondo me il mio medico ha sbagliato diagnosi,poichè a parte che rimase nel vago dicendo è una forma di herpes,dandomi prima il fucicort,poi mi rivisitò dopo una settimana.
      Disse queste parole:Torna tra una settimana,se non ci sono progressi di to qualcosa per la cura dell’herpes.
      Andai lunedì mi visitò ee vide che i puntini sono diminuiti di numero e densità anche.Ed il medico mi disse,molto bene continua ancora per altri 10 giorni e dopo ritorna a visita.Ora caro Dottore,chiedo scusa se la disturbo per l’ennesima volta ma volevo chiederla:I grani di fordyce,si possono infiammare?Ed il fucicort è buono per la cura?Lo chiedo a lei,poichè il mio medico non solo si è rifiutato di farmi l’impegnativa per il dermatologo-andrologo o urologo,poichè mi disse:Non ti fidi di me?Per quanto poi,questa è la seconda volta che secondo me sbaglia a farmi una diagnosi buona.Pensi che lo scorso anno,ebbi i condilomi anali,andai da lui per farmi visitare,mi disse che erano fibromini penduli,nulla di che.Me li bruciò.Ma poi entrambi avemmo conferma che si trattavano di condilomi,poichè dopo un mese si ripresentarono nuovamente…

    3. admin
      admin

      I granuli di fordyce dovrebbero essere un problema esclusivamente estetico che, in genere, non necessita di trattamento; nel caso in cui si infiammino la pomata prescritta dovrebbe essere un buon rimedio perchè il cortisone disinfiamma e l’antibiotico cura eventuali sovrainfezioni batteriche.
      In ogni caso provi andare avanti ancora qualche giorno come consigliato, sopratutto se lo vede migliorare.

  13. Anonimo

    salve dottore, io 2 settimane fà ho avuto un rapporto non protetto con un ragazzo ora a distanza di 2 settimane mi trovo a letto con vescicole in bocca, sulla lingua, sulle guance, sul pene ma soprattutto sulle pareti esterne dell’ano. la cosa mi infastidisce al quanto anche perchè non mi era mai successo e poi io sono un donatore di sangue… ho chiesto all’altro ragazzo e lui dice di non aver mai avuto herpes. siccome ho anche la febbre sto prendendo l’antibiotico (augmentin ) e x le vescicole cutanee uso aciclovir crema….ma per le vescicole in bocca come faccio? mi scusi ma sono disperato e la cosa che temo di più è che sia herpes

    1. admin
      admin

      Purtroppo io non posso fare molto, consiglierei invece di rivolgersi ad uno specialista di malattie veneree.

  14. Anonimo

    salve dottore
    erano4 giorni che avvertivo un leggero pizzicore intimo,ma non cosi intenso da farmi preoccupare. dopo aver provato senza successo la crema vagisil ho capito che c’era qualcosa di più serio e mi sono recata al consultorio dove mi è stato comunicato che è molto probabile che abbia l herpes e dei condilomi. sono caduta nel panico piu totale soprattutto perchè ho avuto rapporti col mio fidanzato poco meno di 15giorni fa e temo di averlo infettato. che tipo di visite o analisi dovrebbe andare a fare? tutti i nostri rapporti dovranno essere protetti d’ora in poi? la ringrazio in anticipo

    1. admin
      admin

      Rapporti protetti fino a risoluzione (che per l’herpes, se confermato, sarà sempre purtroppo una risoluzione temporanea) e per ora si appoggi ad un ginecologo per sapere come muoversi.

  15. Anonimo

    Ho avuto herpes genitale e l ho curato,come ordinato, per 5 giorni con la crema il sapone e le pasticche prescritte dal medico.
    Oggi è il sesto giorno, credo sia passato perché i sintomi sono spariti. Posso avere rapporti sessuali non protetti?E’ probabile il rischio di contagiare?

    1. admin
      admin

      A livello visivo non vede più nulla?

  16. Anonimo

    Caro Dottore.
    Come riferito ieri,oggi alle 15:30 sono passato in ambulatorio di mia fiducia,per ritirare i risultati dei test,delle malattie sessualmente trasmesse.Come promesso la scrivo per riferirle i risultati
    HIV1 e 2 + antigene p24 risultato NEGATIVO
    HCV risultato NEGATIVO
    AUSTRALIANA risultato NEGATIVO
    SIFILIDE risultato NEGATIVO
    HERPES 1 e 2 risultato NEGATIVO
    Ho tirato un sospiro di sollievo,quando ho visto il risultato negativo dell’HERPES.
    Degli altri ero sicuro al 98% che erano negativi,ma dell’herpes invece no,anzi……
    Pensi che in questi giorni,ero una fascia di nervi.Non ero preoccupato per me,poichè si sa benissimo che l’herpes è fastidioso,ma nessuno mai è morto.Ero preoccupato perchè quando si vive in famiglia,sopratutto con la presenza di bambini,si fa di tutto per non infettare gli altri.Pensi che quando andavo in bagno,dopo aver fatto,pulivo il bordo della tazza con acqua ossigenata ed alcol onde evitare che se fosse stato herpes,di non infettare gli altri.Finquando si vive soli,il fatto è diverso,ma quando si vive in famiglia sopratutto con bimbi la cosa cambia.Non vorrei mai che accadesse una cosa del genere,poichè che la mia stupida lussuria venisse punita ok,lo meriterei anche.Ma far pagare le mie conseguenze anche ad altri,infettandoli allora sarebbe ingiusto,anche se l’infezione avenisse involontariamente.Comunque,l’importante che ora sia andato tutto bene e dimenticare questa storia.
    P.S.Per l’irritazione e un lieve infiammazione dovuta al detergente aggressivo usato,ma con l’applicazione della pomata in 4 giorni si sta levando anche…

    1. admin
      admin

      Benissimo, tutto risolto od in via di risoluzione.

  17. Anonimo

    La ringrazio per la sua disponibilità. L’ipotesi che non sia un herpes mi da sollievo, terrò comunque una visita. A risentirla!

  18. Anonimo

    PS: Non ho mai avuto un sintomo di dolore da quelle parti, nemmeno prurito, eppure penso che ci sia da un bel po’ senza che io me ne sia mai reso conto. Mi scusi il doppio post, ma mi ero dimenticato di mensionare questo dato. Grazie.

    1. admin
      admin

      Escluderei in linea di massima che si tratti di herpes, anche se l’assenza di altri sintomi mi rende davvero difficile fare ipotesi.

    2. Anonimo

      La ringrazio della risposta, davvero gentilissimo. Ma mi tolga una curiosità: se non ho sintomi ed esclude che si tratti di un herpes, cosa può essere allora?
      Farò un controllo più in la… Ah, c’è un’altra cosa che volevo dirle: oltre a quello che le ho detto prima ho anche 2 macchie scure, queste invece cosa possono essere?
      La ringrazio della pazienza e della disponibilità, mi terrò ad un controllo comunque.

    3. admin
      admin

      Potrei ipotizzare una piccola infezione/infiammazione, ma è una spiegazione troppo vaga perchè mi soddisfi.
      Sulle macchie anche mi è difficile fare ipotesi perchè, oltre a non occuparmi di questo campo, senza vedere dal vivo è sempre molto difficile capire.

  19. Anonimo

    Salve gentile dottore. Io da poco ho notato che quando scopro il pene, sul prepuzio appaiono queste bolle bianche, che, ammassate tutte insieme formano uno strato di un colore leggermente un po’ più scuro rispetto al colore della mia pelle. Non sono soltanto in un punto, ma ce ne sono diversi, circa 2 o 3 forse. E’ un caso di herpes genitale?
    Attendo la sua risposta, la ringrazio anticipatamente.

  20. Anonimo

    Cmq tengo a precisare che anche il glande è pulito.

    1. admin
      admin

      Potrebbe effettivamente essere un’allergia al detergente, anche se in genere nell’uomo è raro che succeda (le donne sono più sensibili in questo senso); che sapone era?

      Possibile anche che siano condilomi, ma in questo caso l’aspetto sarebbe piuttosto caratteristico e lei stesso l’avrebbe probabilmente riconosciuto.

    2. Anonimo

      Ad essere onesto,quando mi lavo uso il primo bagnoschiuma che mi capita a tiro.Poi tengo a precisare che quando il pene e la pelle ben tesa,queste bollicine non ci sono,lo posso garantire.Poi un’altra cosa,ho avuto rapporti sessuali completi,ma quel filetto che si trova sul pene,non si è rotto,e quando il pene non è eretto viene il glande viene circandato da un profondo strato di pelle,poi quando è eretto avverto cmq fastidi.Poi le bollicine per notarle il pene non deve essere eretto,e devo tirar il glande fuori da questa pelle che l’avvolge.Si notano appena sono piane,come se in quella zona li fosse proprio il colore della pelle.Cmq fatto sta aspetto il risultato del test e il terminare della cura.Poi tra una settimana ritorno dal medico per controllo,se per caso fossero presenti ancora ed il medico non sa dirmi di cosa si tratta,taglio la testa al toro e vado da un dermatologo.Come si suol dire,via il dente via il dolore.L’importante e che non sia herpes,spero solo che il test sia negativo.Ma a proposito del test,se per caso avessi l’herpes simplex 2,nel campione di sangue,subito risultasse o bisogna attendere un periodo medio?

    3. admin
      admin

      A mio parere non è herpes ma, se lo fosse, emergerebbe dal test. Mi tenga al corrente, ma secondo il mio parere è solo un po’ di infezione/infiamma come diagnosticato dal medico.

    4. Anonimo

      La ringrazio molto per la sua disponibilità.La terrò informato sicuramente,domani sono i pronti i vari test il quale mi sono sottoposto.La prudenza non è mai troppa come si suol dire.Oltre al test per l’Herpes ho fatto anche i seguenti:
      HIV
      HCV B e C
      Sifilide
      Non è che io abbia un’attività sessuale al quanto frenetica,ma sono il tipo che quando vien l’occasione se la prende,ma con le dovute precauzioni e sempre cose molte superflue,ma a Maggio durante il rapporto accadde che si ruppe il condom.So di essere sicuro della persone con la quale sono stato,ma onde evitare ho fatto anche questi altri test elencati.Domani sono pronti e se non le dispiace la scriverò per comunicarle i risultati

    5. admin
      admin

      Condivido la scelta di fare uno screening delle principali malattie sessualmente trasmesse, dopo averlo fatto si vive più sereni.
      Aspetto di conoscere gli esiti, anche se sono sicuro che non ci saranno sorprese.

  21. Anonimo

    Salve,volevo esporre il mio problema.
    Lunedì 21 novembre mi è stato fatto un rapporto sessuale orale.C’è stato anche un contatto di sfrecamento ma non penetrativo.Appena terminato,mi sono lavato con un detergente anche piuttosto economico.Quando sono tornato a casa ed ero pronto per lavarmi nuovamente,ho notato sulla pelle del pene,quella pelle che si forma quando il pene non è eretto,delle bollicine bianche.Queste bollicine a contatto con l’acqua non mi hanno recato nessun fastidio,solo appena un po di bruciore,ma si sentiva appena,niente di particolare e la zona era comunque rossa.Comunque paranoico che sono il giorno seguente sono andato dal medico curante per farmi visitare.Mi ha visitato e mi ha detto che dovevo star tranquillo poichè era una forma simile ad herpes,e mi ha dato della pomata d’applicare 2 volte al giorno per una settimana,dopo di che trascorsa la settimana devo ritornare a visita per un controllo.La pomata in questione è fucicort.Ora volevo chiedere:Possibile che l’herpes si prensenti in poche ore?Possibile che a parte queste bollicine bianche non dia altro sintomo?Poi stamane ho fatto il test per l’herpes simplex 1 e 2,se per caso fosse presente il virus nell’organismo,con il test subito risulterebbe o bisogna attendere un periodo?Grazie mille

    1. admin
      admin

      Sicuramente non era herpes genitale, che ha un periodo di incubazione più lungo, ma probabilmente un’infezione (di cui comunque mi stupisce il tempo di comparsa); tra l’altro anche il medico ne era conscio, perchè fucicort è un antibiotico che non ha nulla a che vedere con l’herpes.

    2. Anonimo

      Perchè il mio medico mi ha detto che si tratta di qualcosa simile all’herpes,io ho notato queste bollicine dopo il rapporto,ma non è da escludere che fossero gia presenti prima.Comunque ecco il perchè ho fatto il test per l’herpes.Il mio medico crede che sia una dermatite o cosa del genere.Comunque l’importante e che non sia herpes.Però devo dire che lo scroto e pulito non c’è nulla.Ma mi tolga una curiosità.Puo’ essere stata una reazione allergica al detergente che ho usato o quello che uso?Poi a dirla tutta,tempo fa mi furono diagnositicati sempre dal mio medico condilomi anali,e asportati con elettrobisturi.Può essere che il virus hpv ora abbia colpito il pene?

  22. Anonimo

    ho erpes genitale con arrossamento quale rimedio ultimo x combatterlo ?

    1. admin
      admin

      In genere si usano antivirali da assumere per bocca, ma serve ricetta medica e sopratutto una valutazione del medico.

  23. Anonimo

    Salve… Ho da poco avuto un aborto ritenuto alla 13 settimana, sono stata ricoverata e ho avuto un raschiamento. Da tempo però, mi ronzava per la testa il dubbio che un infezione vaginale potesse causare un aborto. Tempo fa (parliamo di 3 anni fa più o meno), è capitato di avere i sintomi elencati dell’herpes simplex 2, a me e mio marito. Lui prima le bolle con arrosamento del prepuzio, pelle secca che alla fine arrivava perfino a spaccarsi… io prurito un pò di bruciore che è durato un paio di giorni… ma ho pensato fosse dovuto al rapporto. Mio marito va dal medico che gli prescrive una semplice crema al cortisone, altri episodi non si sono più verificati come la prima volta che è comparso, però a me ogni tanto capita di avere ancora il bruciore e prurito, sopratutto prima del ciclo. A giorni dovrei eseguire un pap test. Così fosse, se avessi quest’infezione e non c’è una determinata cura… Dovrò sempre stare con l’ansia quando avrò una nuova gravidanza?

    1. admin
      admin

      Vale la pena di approfondire, anche se dalla descrizione fatta a mio parere non si tratta di herpes genitale.

  24. Anonimo

    salve, per la prima volta l’ho notato nel 2008, d’estate, era dolorosissimo, mia mamma mi ha subito detto che è herpes vaginale. quel anno compariva spesso e doloroso. dopo è andata meglio nel senso nel tempo, ho imparato riconoscerlo, puo sparire anche più presto dei soliti 10 giorni, i dolori sono lievi, più fastidioso è prurito. e sinceramente mi preoccupo più ora, che leggo che in gravidanza il bambino puo nascere con varie malattie. non so di essere incinta, sto gia in 6 giorni di ritardo, sono felice, ma aspetto fino al decimo per fare il test. stanotte mi sono svegliata per il prurito che avevo, e ho trovato che è apparso nuovamente. non è doloroso, lo sento e basta, ma il pensiero se sono incinta e ho l’herpes ai primi mesi mi fa impazzire,non ho dormito stanotte. lo so che questo mi dovrebbe spiegare il mio ginecologo, fine adesso lui mi dice presentati il giorno quando lo hai, ma non è mai disponibile quel giorno.ora ovviamente se sono incinta vado da lui e avrò magari qualche risposta, ma vorrei sapere da voi…i rischi sono alti????o se il mio primo herpes ho avuto nel 2008, il rischio per il bimbo è basso???

    1. admin
      admin

      Non deve preoccuparsi, il rischio è semplicemente legato alla possibile trasmissione al momento del parto; dovrà quindi, sopratutto, comunicare che è affetta da herpes presso l’ospedale dove andrà a partorire e, probabilmente al momento o pochi giorni prima, verrà deciso se procedere ad un parto naturale o cesareo.

      Ne parli con il ginecologo ma, che io sappia, fino al momento del parto non ci sono particolari rischi.

  25. Anonimo

    Buongiorno Dottore.
    Cosa intende lei per piaghe? Non mi sembra di avere nulla di visibile, solo arrossamento. Quindi non so per certo se sia herpes vaginale, però alcuni dei sintomi comuni li ho: per esempio la febbre, il mal di testa, dolore articolari, e provo un forte dolore nell’urinare. E se è herpes, come penso, quanto dura la prima manifestazione?
    Grazie mille in anticipo.

    1. admin
      admin

      A sensazione sembrerebbe più un’infezione delle vie urinarie; la febbre impone, a mio parere, una visita dal medico.

  26. Anonimo

    La pasta a basa di ossido di zinco può dar sollievo?

    1. admin
      admin

      Magari un pochino al prurito, ma non deve sostituire l’eventuale prescrizione di creme antivirali.

  27. Anonimo

    Buongiorno.
    Può essere che l’herpes venga confuso con una cistite emorragica?
    Inizialmente ho avuto gravi problemi nell’urinare con perdite di sangue. Ma poi mi è sorto il dubbio che potesse essere herpes per alcune vescicolette già con la crostina a fianco alla vagina. Sto prendendo il Ciproxin.

    1. admin
      admin

      A mio avviso è improbabile se la diagnosi è fatta da un medico.

  28. Anonimo

    gli AB-300 posso comprarli anche senza prescrizione? la ringrazio nuovamente

    1. admin
      admin

      Assolutamente sì, non c’è bisogno di ricetta.

  29. Anonimo

    salve. io soffro di herpes genitale e se devo essere sincera inizio ad essere molto preoccupata.. il primo è stato curato con aciclovir crema . dopo il primo episodio ce ne sono stati molti altri a distanza di breve tempo ( massimo 10 giorni). la ginecologa che mi ha seguita , mi ha prescritto farmvir compresse. dopo la terapia con il farmvir ho avuto altri due episodi a distanza di circa 25,30 giorni l’uno dall’altro, l’ultimo proprio ieri. domani andrò nuovamente dalla ginecologa. sono molto preoccupata. è normale la frequenza con cui l’herpes ritorna? dovrei fare analisi più approfondite tipo test per l’HIV o pap test? la ringrazio.

    1. admin
      admin

      Purtroppo è normale; è possibile, oltre che auspicabile, che con il tempo la frequenza diminuisca.

    2. Anonimo

      secondo lei dovrei fare dei test più approfonditi tipo test per l’HIV o pap test? la ringrazio

    3. Anonimo

      e poi se non ho capito male per tenere sotto controllo la patologia è necessario utilizzare un antivirale ogni volta che l’herpes si manifesta un pò come si fa con l’herpes labiale. corretto? sono contagiosa anche nel momento in cui non si manifesta alcuna lesione erpetica ?mi scusi per le mille domande ma fino ad ora i medici non hanno saputo darmi le informazioni da me richieste e trovo la sua pagina molto esaustiva . la ringrazio in anticipo

    4. admin
      admin

      Sono utili ulteriori test se ha avuto rapporti (anche solo 1) con partner occasionali; per quanto riguarda la gestione della malattia in genere sì, si assume/applica un antivirale al bisogno, ma conviene parlare di questo con uno specialista sulla base del suo caso.
      Il rischio di contagio è decisamente elevato nel momento della manifestazione, ma si pensa che esista la possibilità di trasmissione anche nei giorni immediatamente precedenti la comparsa dei sintomi (rendendo concettualmente a rischio praticamente ogni giorno).

    5. Anonimo

      quindi non è esiste una correlazione tra herpes genitale e HIV? farò comunque i test per maggiore sicurezza

    6. Anonimo

      e non potrò mai più avere rapporti non protetti?

    7. admin
      admin

      Sono virus diversi, quindi slegati tra loro.
      Sul fatto di non poter più avere rapporti protetti in realtà con il tempo le manifestazioni si faranno più rade nel tempo, rendendo eventualmente praticamente all’interno di una coppia fissa la possibilità di valutare consapevolmente la possibilità di avere rapporti non protetti in assenza di sintomi evidenti.

    8. Anonimo

      la ringrazio dottore .lei mi è stato di grande aiuto. una buona giornata.

    9. Anonimo

      dottore mi scusi dimenticavo di chiederle una cosa, in coincidenza con la fine dell’episodio erpetico , mi viene una sorta di vaginite/candidosi non eccessivamente fastidiosa . dall’ultimo tampone vaginale , è risultata un’infezione dovuta ad un mix di cocchi e spore fungine. anche adesso che la lesione erpetica è quasi del tutto sparita, ho gli stessi fastidi. la ginecologa mi ha prescritto degli ovuli vaginali (AB-300) da utilizzare dopo il ciclo mestruale che devo dire si sono rivelati molto efficaci e poco invasivi .è normale anche questo tipo di fenomeno?

    10. admin
      admin

      L’ambiente vaginale è molto delicato nel suo ecosistema, basta qualche piccola variazione che subito qualche colonia batterica/fungina può approfittarne; lo stress dovuto all’herpes è piuttosto elevato per il sistema immunitario, quindi è ragionevole pensare che la causa sia questa. Se risolve con AB-300 direi che va benissimo e non c’è motivo di preoccuparsi.

  30. Anonimo

    Buongiorno.
    A mio marito è stato diagnosticato un erpes genitale. Io, nonostante non abbia sintomi, andrò dal ginecologo. Nel frattempo vorrei sapere: ho letto che dall’erpes genitale non si guarisce… vuol dire che non posso avere più rapporti con mio marito? Ho letto che anche il preservativo non è efficace come prevenzione. Corro il rischio di contrarlo anch’io?
    Grazie mille.

    1. admin
      admin

      Purtroppo non è ad oggi possibile guarire dall’herpes; il rischio di contrarlo a sua volta è reale, anche se evitando rapporti nei giorni di manifestazione cutanea si riduce la probabilità.

    2. Anonimo

      Grazie per la risposta, ma ho letto fra le sue risposte che il contagio può avvenire anche nei giorni precedenti all’eruzione cutanea. Ho capito bene?
      Grazie

    3. admin
      admin

      Sì, purtroppo è possibile, infatti dicendo “si riduce la probabilità” intendevo proprio che il rischio di contagio è inferiore ma non nullo.

    4. Anonimo

      Grazie per la risposta.
      Vorrei approfittare della sua disponibilità per un ulteriore chiarimento: mi chiedevo… nei giorni precedenti alla diagnosi di herpes genitale di mio marito, lui aveva l’herpes sul labbro inferiore del viso. Si tratta dello stesso identico virus? Cioè, potrebbe un herpes del labbro essersi “palesato”/”diffuso”, non so come dire, anche sui genitali? E, in questo caso, per quale motivo?
      Mi chiedo questo perchè lui è da una vita che soffre di herpes labiale, ma è la prima volta che gli viene sui genitali.
      Grazie mille.

    5. Anonimo

      P.S. Mi scusi, ci tengo a precisare che non può averlo contratto da me, in quanto io non ho mai avuto herpes di nessun tipo in vita mia e i mio marito ha rapporti sessuali solo con me. Grazie

    6. admin
      admin

      L’herpes genitale è causato dal virus herpes simplex, che esiste in 2 forme:

      tipo 1 che infetta più comunemente la bocca e le labbra, causando piaghe conosciute come febbre o semplicemente herpes.
      tipo 2 che di solito è la causa dell’herpes genitale, ma può anche infettare la mucosa della bocca.

      A causa delle mutate abitudini sessuali, una maggior diffusione dei rapporti orali sta eliminando questa differenza di casi.

      Nel caso in esame è quindi possibile che lei abbia agito incosapevolmente da ponte dell’infezione, attraverso rapporti oro-genitali.

    7. Anonimo

      Grazie.
      Non capendo come potevo essere ponte di un’infezione, non avendo io stessa mai avuto il virus, ho pensato che possa essere successo questo: mi è venuto in mente che mio marito, durante i giorni della presenza dell’erpes labiale, ha usato la sua saliva per lubrificare il pene non pensando che ci potesse essere contagio dalla bocca al pene. Può essere stata questa la fonte di contagio? Grazie e scusi per le molte domande, poi non la disturberò più!!
      Giulia

    8. admin
      admin

      Sì, è assolutamente possibile e plausibile la sua ipotesi; parlando di ponte pensavo a qualcosa del tipo

      bacio in bocca -> rapporto orale a suo marito

      oppure

      rapporto orale da suo marito seguito da penetrazione

      ma effettivamente la sua idea mi sembra più ragionevole.

La sezione commenti è attualmente chiusa.