Tutte le domande e le risposte per Helicobacter Pylori: sintomi, terapia e diagnosi
  1. Anonimo

    La ringrazio per aver risposto… non so ho un pò paura a dire la verita nei riguardi della gatroscopia… per via anche del sedativo che viene somministrato >_< però sento che toccherà farlo…secondo lei però, se si tratta di reflusso e/o ernia iatale si può guarire?posso cominciare a ricondurre una vita normale? bere cose gassate, mangiare tranquillamente ecc ecc ??? non ne posso più…e poi per giunta un mese fa appena finito ti mangiare avevo tachicardia… andato in pronto soccorso ho fatto tutti i test e poi ho messo l'holter per 48 ore ma tutto apposto, solo lievi extrasistoli..il medico mi ha suggerito (dopo che io gli ho detto dei miei disturbi) di seguire una cura a base di prantopazolo dicendomi che l'ernia iatale può causare problemi anche di quel tipo, ma questa cura io non l'ho seguita perchè ho pensato che sarebbe stato meglio fare prima la gastroscopia…che ne pensa dottore? attendo una sua risposta, cordiali saluti…

  2. Anonimo

    salve dottore sto prendendo la motilex prima di pranzo e prima di cena pero’ spesso a cena non la prendo perche’ mangio pochissimo tipo il caffe’ latte..fa effetto lo stesso quando la prendo per pranzo o bisogna prenderne per forza 2 al giorno?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Fa effetto ugualmente; posso chiederle per che disturbo lo assume?

    2. Anonimo

      soffro di esofagite,ho difficolta’ a digerire..nn ricordo ma la mia dottoressa mi ha detto che come se avessi la valvola stretta o larga..nn ricordo bene

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Attenzione che caffè e latte sono controindicati con il suo disturbo, possono peggiorare il problema.

    4. Anonimo

      bevo il latte zimil ad alta geribilita’. fa male lo stesso?

    5. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, potrebbe disturbare.

  3. Anonimo

    sono un istriano percio mi scuso per ilmio italiano. problema.:un anno e mezzo fa o guarito con antibiotici ,gli elicobateri. dopo 3 controli,sempre negativi,o sempre il gonfiore dello stomaco,mai avuto nessun dolore mai nessuni altri disturbi all;infuori del gonfiore dopo aver mangiato (pocco)mi aspetto un suo consilio.e gli sono grato,grazie!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      La gastroscopia aveva evidenziato anche ernia iatale e/o reflusso?

  4. Anonimo

    Mi scusi ancora dottore, volevo solo dirle che anche il bruciore di stomaco è molto fequente..cordiali saluti..

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Confermo che la causa potrebbe proprio essere reflusso e/o ernia iatale, ma non posso che consigliarle di rivolgersi al medico per confermare l’ipotesi con una diagnosi.

  5. Anonimo

    Salve dottore…Da circa un’anno soffro di disturbi allo stomaco, ma non saprei come interpretarli…da alcune ricerche varie su internet e confrontate alle mie sintomatologie mi viene subito da pensare ad un reflusso (premetto che non ho mai fatto un esame tipo la “gastroscopia”)… Inizio col dire che ogni volta che mangio sento i disturbi, anche appena dopo la colazione la mattina… Se la sera ad esempio mangio una pizza e bevo una birra è la fine.. provo un dolore lancinante alla schiena e proprio sotto la gola..e come se il cibo rimanesse tutto li e salisse e scendesse… ormai ho paura di mangiare e associare una birra o qualcosa del perchè proprio come le ho appena detto accuso questi malori… non posso più bere nessun tipo di alcolico, anche se lontano dai pasti, ma anche se non ne faccio uso e solo mangiando qualcosa, mi capita la stessa cosa molto spesso e premetto che sto anche dimagrendo…Di cosa si può trattare dottore? potrebbe essere helicobacter pylori? oppure? Chiedo un suo cortese parere perchè sono molto angosciato da questo e mi dava anche un pò fastidio scriverlo pubblicamente però gradirei un suo modesto parere… in attesa di una sua risposta cordiali saluti dottore..ringrazio in anticipo !

  6. Anonimo

    salve dottore ogni mattina prendo la pariet pero’ dopo 20 minuti per abitudine vado di corpo,succede qualcosa? ho paura di espellerla con le feci e che non mi faccia effetto

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Nessun problema, a patto che non si tratti di dissenteria grave.

  7. Anonimo

    salve martedì scorso tramite una gastroscopia ho scoperto di avere l’helicobacter,il medico di famiglia mi ha prescritto la cura x eliminarlo 1compressa di esomeoprazolo 20mg la mattina e poi amoxicillina e claritromicina mattino e sera.mi ha detto di farlo per 8/10 giorni….oggi è l’ottavo giorno di cura vorrei terminare qui,lei ke mi consiglia, ke sia meglio continuare altri 2giorni o posso stare sicura ke già con 8giorni sia stato eliminato?!grazie anticipatamente.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Meglio due giorni in più che in meno.

  8. Anonimo

    il farmacista conosce le bio molecole con cui i farmaci vengono fatti e a rigor di logica non dovrebbe permettersi di dare suggerimenti o fare diagnosi cosa che fa il medico.
    ma vedo che l’ignoranza della gente porta a chiedere al farmacista come curare la gastrite?
    cosa è vogliamo sostuirci alla classe medica e arrogarci il diritto di prendere iniziative fuori dala norma?allora tutti possono dare e fare diagnosi.
    fate il lavoro per cui avete studiato e non sparate consigli a vuoto,perchè la gente ha bisogno di diagnosi serie e non farlocche.!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      La ringrazio per la sua critica che, quando costruttive, sono sempre bene accette; mi preme solo sottolineare che non ho nè la pretesa nè soprattutto la presunzione di volermi sostituire al medico, mentre il mio intento è di aiutare i pazienti nel chiarire aspetti legati alla terapia prescritta, individuare lo specialista più adatto a cui rivolgersi, oppure per esempio chiarire alcuni aspetti legati allo stile di vita che possono influenzate l’andamento di una data patologia.

      Nel caso di domande legate alla diagnosi mi sembra cortese rispondere, ma se prova a leggere le mie parole sono sicuro che vedrò come invio sempre al curante o allo specialista per la diagnosi esatta e soprattutto per la prescrizione della terapia.

      Il fatto stesso di sottolineare ampiamente il mio percorso di studi è volto a voler evitare di essere confuso con un medico.

  9. Anonimo

    Buonasera, sono positiva all’Helicobacter. Poichè ho una bambina di 9 mesi e la sto allattando, è possibile che venga contagiata??? Anche per lei si può fare l’esame delle feci per verificare? E nell’eventualità, per cercare di eliminare il batterio, bisogna aspettare che sia più grande per la cura con gli antibiotici?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Stia serena, che io sappia non c’è alcun rischio.

  10. Anonimo

    La gastroscopia e’ stata fatta l’8 marzo e dopo qualche giorno ho cominciato ad assumere il pantoprazolo. Qualche giorno fa ho avuto invece l’esito della biopsia .

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Il dolore è comparso il giorno dell’inizio della cura con Pantoprazolo?
      Qual è l’esito della biopsia?

    2. Anonimo

      L’esito della biopsia indica gastrite cronica attiva ed helicobacter positivo. Mi viene consigliata terapia eradicante . Il fastidio e’ aumentato da quattro giorni mentre il pantoprazolo lo prendo da 16 giorni.
      Grazie mille per l’attenzione

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Confermo il fatto che a mio avviso non è il farmaco la causa del fastidio, potrebbe invece essere il cambio di stagione o l’ansia in vista dell’esito della biopsia.
      Vedrà in ogni caso che riuscirà a risolvere con la terapia antibiotica per l’helicobacter.