1. Anonimo

    e poi o dimenticatto a dirlo tutte le sere sono gonfia e o gas forte intestinale…grazie tanto…la stessa alina…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, è possibile, ma non posso che invitarla a parlarne con il suo medico per effettuare gli esami sulle feci.

  2. Anonimo

    Salve, mi chiamo Roberto e ho 43 anni…
    Volevo sapere se l’esame per verificare la presenza della giardia è un’esame specifico o basta solo un’esame parassitologico delle feci ?

    Purtroppo dai sintomi credo di avere questo parassita, il mio apparato digerente funzionava alla perfezione, mangiavo regolarmente, andavo di corpo due ed anche tre volte al giorno e le feci erano di consistenza normale, ne dure e ne troppo morbide.
    I guai sono cominciati dopo che ho avuto un rapporto oro-fecale con una donna, subito dopo finito il rapporto ho cominciato ad avvertire una fastidiosa senzazione di forte nausea associata ad un cattivo sapore nella bocca e nella gola. Stessi sintomi il giorno dopo per poi attenuarsi. Nei giorni seguenti poi ho cominciato ad avvertire gonfiore eccessivo dopo i pasti e qualche dolore addominale, dopodichè mi si è scombussolata completamente tutta la digestione… Non vado più di corpo come prima, quando ci vado le feci non hanno più la stessa consistenza, molto liquide ma non da diarrea e altri giorni invece diventa diarrea, poi magari per tre o quattro giorni tutto normale e così via. Senza dimenticare spesso gli attacchi di nausea… Insomma la mia vita è diventatta un calvario, gradirei qualche prezioso consiglio…

    Grazie e cordiali saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Personalmente sarei portato a pensare ad un’infezione batterica prima di provare a cercare parassiti specifici; immagino che con soli fermenti lattici abbia già provato, valuterei quindi con il suo medico di fare un tentativo con antibiotici intestinali.

      Nel caso di insuccesso si procederà a cercare nelle feci la presenza di eventuali parassiti.

    2. Anonimo

      Grazie per la celere risposta, provvederò come suggerito.
      Nel caso di insuccesso con gli antibiotici, poi farò l’esame delle feci, ma per la giardia è un’esame specifico o è incluso nell’esame parassitologico delle feci ?

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Credo debba essere richiesto in modo specifico.

    4. Anonimo

      E’ possibile utilizzare direttamenteil Flagyl anche fosse un’ infezione batterica ?
      Se si in quali dosi ?

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Prima di usare farmaci di questo genere consiglio una diagnosi, per evitare di fare più danno che beneficio.

    6. Anonimo

      Ok, grazie… volevo fare una precisazione e cioè che si è trattato di un rapporto preliminare oro-anale, ho sbagliato nel scrivere oro-fecale…
      Provvedo nel far presente il tutto al mio medico…

      Grazie e a presto

  3. Anonimo

    Scusate, dimenticavo, altri sintomi: spossatezza, poca capacità di concentrazione e cosa non trascurabile, ho perso il sonno, non dormo più come prima.

    Grazie di nuovo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Confermo quanto suggerito, aggiungo che il sonno è probabilmente disturbato sopratutto dall’ansia.

  4. Anonimo

    salve ho scoperto che mio figlio Mirko di 19 mesi ha la giardia tramite analisi delle feci ,mi è stata data la cura di flagyl 1quarto di compressa tre volte al giorno ma mi rimane molto difficile dargliela perchè e così amara che la sputa anche se la mischio con il miele o zucchero o nelle cialde non sò come fare ,esiste un altro modo di somministrazione ?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A base della stessa sostanza esiste un trattamento endovenoso, ma probabilmente il pediatra saprà consigliarle una soluzione alternativa.

    2. Anonimo

      il pediatra non ha trovato alternative ma esiste solo endovenosa ? Non ci sono altre alternative ? Visto che ha meno di due anni….

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe provare a valutare con il suo pediatra Humatin sospensione (è uno sciroppo); è probabilmente un po’ meno efficace, ma sicuramente più semplice per un bimbo piccolo.

    4. Anonimo

      grazie tante !

  5. Anonimo

    buona sera, vorrei chiederle un consiglio,
    il nostro cucciolo di cane ha la giardia e da oggi comincia la terapia con il metronidazolo.noi abbiamo un rapporto molto stretto con lui e viviamo in appartamento,quindi stando a stretto contatto con lui vorremmo assicuararci di non averlo contratto anche noi. come dobbiamo comportarci?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Esame delle feci, anche se la trasmissione non è così scontata.

  6. Anonimo

    Buonasera, ho avuto in casa, come animale domestico, un Furetto fino al 2005. Adesso, durante una serie di analisi di controllo per la mia Steatosi cronica, si sono riscontrati valori anomali di Colesterolo (TOT. 495, LDL 272), Trigliceridi 324, GammaGT 1.576. Non ho sintomi palesi di Diarrea, ma non posso piu’ mangiare (in realta’ da circa un anno) cose piccanti che mi viene una forte diarrea che dura un paio di giorni e poi passa senza farmaci. Posso presentare come possibile ipotesi, al mio medico curante, il fatto che a questa situazione possa contribuire anche una infestazione asintomatica di Giardia ?
    Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso è poco probabile, il fatto che mangiando piccante compaia diarrea non è a mio avviso sintomo di qualche problema in particolare, perchè gli alimenti piccanti sono piuttosto irritanti per le mucose gastrointestinali.

  7. Anonimo

    Volevo sapere se esistono sintomi post infestazione da giardia, in quanto pur avendo debellato il parassita persistono alcuni sintomi di cui il più fastidioso e il borgorigmo che avverto specialmente la mattina appena alzato. Il dottore che mi aveva in cura mi ha detto che dopo un’infestazione da giardia bisognerà convivene con un colon irritato post infettivo. Le chiedo se tutto questo è possibile e se invece ci sono possibilità di eliminare questo fastidioso sintomo dei borgorigmi.
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Da quanto tempo ha terminato la cura?

    2. Anonimo

      ottobre 2010

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non mi occupo di questo campo, a mio avviso la situazione, se davvero legata alla precedente infezione, ha ancora margini di miglioramento; se così non fosse proverei a valutare eventuali altre cause scatenanti.

  8. Anonimo

    mi scusi ho sbagliato ottobre 2009

  9. Anonimo

    le chiedo quali potrebbero essere le altre cause scatenanti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Intolleranze alimentari, stress, cattiva alimentazione, …

  10. Anonimo

    cosa mi consiglia di fare

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Innanzi tutto se riconosce alcuni dei fattori di rischio citati correggere quelli, se non fosse sufficiente provi eventualmente rimedi blandi come fermenti lattici o fibra (per esempio Benefibra), in ultimo provi a sentire il medico.