1. Anonimo

    Gentile Dottore. Le scrivo per sottoporle il caso di mia figlia . Dorotea( di sette anni ) ha iniziato ad avere dei disturbi come scariche e crampi il giorno 4 di gennaio, sucessivamente alla sorellina più piccola che pero’ aveva anche febbre alta. Entambe sono state portate al pronto del Gaslini più volte dato il dolore dei crampi e sono state fatte le culture per virus e batteri in entrambi i casi negative. Inizialmente ci si era basati su una cura soft a base di fermenti e reidratanti accompagnati ovviamente da una dieta leggera ,ma dopo un paio di giorni si e’ aggiunto l’antibiotico come forma preventiva dato che per la cultura ci volevano 4 giorni lavorativi. Sempre seguite dal pediatra dopo una settimana richiediamo l’osservazione in obi , dove reidratano con Una flebo la piu ‘ piccina che oltretutto e’ quella che reagisce meglio . Ottenuti i risultati delle culture , negativi, le bimbe vengono dimesse con prognosi di gastroenterite persistente, con cura domiciliare mantenendo i fermenti e il dicodral , tachidol se dolore e sospensione della cura antibiotica. A una settimana da questo persistono nella più piccola dolori articolari e nella più grande dolori addominali e allo stomaco. Come dieta le lascio davvero leggere: minestra con brodo di pollo, riso, carote bollite, the nero, banane, …..il mio problema e che la Grande sembra davvero avere un recupero lento e mi chiedo cosa posso fare ieri sera dopo 12 giorni ha avuto nuovamente scariche e così stamani, ha mangiato patate lesse e prosciutto cotto oltre ad aver cambiato l’integratore( maltag) . La ringrazio molto. Goi Francesca, Genova

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Bevono in modo abbondante le soluzioni reidratanti?
      Ad oggi non mi è chiarissima la situazione: per esempio mi dice esattamente ieri che sintomi ci sono stati?

  2. Anonimo

    Buongiorno,giovedi 17 gennaio sono stata ricoverata in ospedale x una colica addominale dovuta a gastroenterite acuta.ieri mattina mi hanno dimessa dicendomi di stare a riposo e di fare una dieta.
    Stamani ho ancora dolori addominali anche se più lievi,dormo molto perché mi sento stanca,e da un’oretta ho anche un po’ di diarrea anche se molto lieve.
    Le analisi del sangue e delle urine vanno bene,mi hanno pure fatto ecografia e fegato e reni vanno bene.
    E’ normale che mi senta così stanca sempre?ho anche giramenti di testa ogni tanto.
    Grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Con la colica ha avuto vomito e/o dissenteria?

    2. Anonimo

      Nausea forte e dolori addominali.Il vomito l’ho avuto mercoledì mattina.grazie ancora

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sono probabilmente i dolori continui che la rendono così stanca e provata, il riposo è utilissimo.

  3. Anonimo

    salve,spiego in maniera breve e precisa:
    20 giorni fa è cominciato per ciraca 2giorni con malessere e stomaco sotto sopra e senso di nuasea(ma non vomito) dopo per un giorno ho avuto brividi e successivamente febbre(38) e raffreddore!per 2-3 giorni il raffre è stato forte..poi passato!dopo mi è ritornato lo stomaco e nausea (senza vomito sempre) e qualche giorno dopo una febbricciola (37) dopo di che sono andato dal mio medico di base,mi ha prescirtto un antibiotico (augmentin) per 7 giorni,ora sono passati due giorni e ho di nuovo il senso di nausea non forte però..e mal di stomaco a tratti della giornata,con alternazione in periodi di appetito e non appetito a seconda della manifestazone dello stomaco(nausea-o non nausea)..sono preoccupato perchè questa situazione perdura da 20 giorni,stomaco-nausea..poi frebbe e raffre poi di nuovo stomaco-nausea..cosa vorrà dire?

    1. Anonimo

      ps: aggiungo che dopo negli ultimi giorni(dopo la febbre e la cura antibiotica questo) ho avuto un giorno di crampi e scariche di feci un pò piu lente della norma,non liquide ma lente!ciò che mi pongo alla fine è che non riesco a caprire quale quadro di manifestazione sia..se si può sapere,se è un virus,un infezione o qualcosa che generi tutto ciò?

    2. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Probabilmente è un po’ di malesserei intestinale, forse virale.
      Al suo posto non mi preoccuperei e provere ad abbinare i fermenti lattici ad una dieta leggera e fatta di piccoli spuntini.

    3. Anonimo

      la ringrazio,senza entrare nel merito dei prodotti,volevo sapere se questi fermenti lattici..possono essermi di aiuto nel mio caso?per sapere quale assumere,contatto il mio medico di base oppure non ce n è bisogno?grazie

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso è sufficiente valutarlo con il suo farmacista, ma ovviamente sentendo il medico non si sbaglia mai; i fermenti hanno l’obiettivo di ripristinare una corretta flora batterica intestinale, sicuramente alterata dagli episodi dei giorni passati.

  4. Anonimo

    Salve, da Settembre 2012 ad ora (gennaio 2013) avrò avuto almeno 7 gastroenteriti o presunte tali; però l’ultima, quella che ho ancora in corso, ce l’ho da una settimana, in contemporanea ad una forte infiammazione dovuta a reflusso gastroesofageo. Onestamente nn so nemmeno quanta ansia ci sia. ad ogni modo altri sintomi sono insonnia, stanchezza da quando mi alzo a quando vado a dormire, un po’ di diarrea e soprattutto un fortissimo dolore un po’ più sotto la bocca dello stomaco e un addome moltissimo dilatato e aria; spesso anche nausea; per ora niente febbre.

    Nn so più cosa fare; prendo enterogermina e buscopan

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Che esami/visite ha fatto fino ad oggi?

    2. Anonimo

      gastroscopia qualche anno fa, riscontrato reflusso gastroesofageo,

      nessuna visita per l’intestino, purtroppo tra intolleranze, patogeni ecc. nn saprei da quale iniziare e non avendo molti soldi rimango sempre bloccato nel fare visite specialistiche; nn saprei nemmeno come indirizzarmi … leggendo qua e la c’è chi parla di sindrome da colon irritabile ma anche in questo caso nn saprei che visite fare per verificare

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il primo passo sarebbe rivolgersi ad un gastroenterologo, che le suggerirà gli esami più adatti; questo percorso può anche essere affrontato attraverso la mutua, in modo che l’impegno economico sia quasi zero.

      Raccomando di non sottovalutare il problema, un’infiammazione intestinale che si cronicizza è poi più difficile da risolvere.

  5. Anonimo

    Buongiorno carissimo dottore, poco fa per pranzo ho mangiato le pappardelle che ha preparato mia madre…. solo adesso mi sono accorto che sono scadute già da 2 mesi e mezzo. Spero che non mi verrà niente più tardi, spero che non mi viene nè la nausea nè altro. Che conseguenze ci possono essere ? Scusi per il disturbo e la ringrazio di cuore

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Era pasta fresca od a lunga conservazione?

    2. Anonimo

      I miei genitori non me lo vogliono dire…. va be’ scusi me lo dica lei, se è pasta fresca o a lunga conservazione. Scusi per il disturbo e la ringrazio tanto per la sua gentilezza

    3. Anonimo

      Cioè me lo dica lei se è pasta fresca o a lunga conservazione cosa succede

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se è a lunga conservazione (ed è probabilmente così) due mesi non sono probabilmente un problema.

  6. Anonimo

    Quali sono i sintomi che può riscontrare una ragazza tra 15 – 16 anni ?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Gli stessi di un adulto.

  7. Anonimo

    Gentile dott.mio nipote di 8 mesi è affetto da gastroenterite oggi avuto 6 scariche diarroiche ha vomitato una volta e febbre 38,6 la mamma gli dato 5 gogge di tachipirina x2volte piu’sali in busta preparati con acqua minerale naturale e fermenti dietro consiglio del pediatra.Vorrei sapere dopo quando tempo i sintomi diminuiscono?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In genere servono 24-48 ore; segnalo che probabilmente la dose di Tachipirina era troppo bassa, meglio verificarla con il pediatra.

  8. Anonimo

    Gent. Dott. Mio figlio di 14 anni ( affetto da tetraparesi spastica e reflusso gastroesofageo con ernia iatale) ha avuto episodi di vomito 2 giorni fa e dissenteria che prosegue ancora, non ha più vomitato, ma ha molta sete e almeno due scariche, non eccessive, al giorno di dissenteria acquosa, con striature gelatinose e sporche di sangue, ha poco appetito anche se qualcosa riesce a mangiare, volevo sapere se sono preoccupanti le striature di sangue ( solitamente è molto stitico, quindi probabilmente c’è presenza di emorroidi,potrebbero sanguinare a causa della dissenteria?)
    Grazie per l’attenzione

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. La sete è normale perchè perde molti liquidi con vomito e dissenteria.
      2. Il sangue probabilmente è causato proprio dalle emorroidi e/o dalla prevedibile infiammazione a seguito delle numerose scariche.

    2. Anonimo

      La ringrazio molto per la Sua tempestiva risposta, è stato molto gentile.

  9. Anonimo

    Buongiorno dottore. Essendo che sono ematofobico dopo esser finito in ospedale due anni fa causa gastroenterite virale, Le vorrei solo fare due domande a titolo informativo. 1 è da settembre che prendo un gastroprotettore e dei fermenti lattici. Possono aiutare realmente oppure sono solo dicerie? 2 com’è l’andamento influenzale ad oggi? La ringrazio

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      I fermenti aiutano, il gastroprotettore serve solo a trattare problemi di stomaco.

  10. Anonimo

    Buongiorno, volevo sapere se esistono sali reidratanti che abbiano un sapore “accettabile” dai bimbi.Mio figlio si e’ sempre rifiutato di assumerli per il gusto salato. Assume invece senza problemi potassio e magnesio in bustine.Potrebbe bastare, associato a the e camomilla, per reidratarlo in caso di gastroenterite?La ringrazio

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Piuttosto che nulla sì, va bene; confermo che non hanno mai un gran sapore quelli pronti. Sali un pizzico di più quello che mangia per ridargli anche il sodio ed il cloro, non esageri invece con lo zucchero che nei bimbi può peggiorare la dissenteria.