Tutte le domande e le risposte per Gastrite: sintomi, cause, dieta e cura
  1. Anonimo

    circa un anno fa sono stata trasportata in ospedale dopo aver ingerito una piccola quantità di funghi surgelati acquistati in un supermercato. dopo un’ora dall’ingestione,ho accusato dolori lancinanti allo stomaco,con conseguenza di vomito e diarrea fino a quando non ho perso conoscenza e mi hanno portato al pronto soccorso,misurandomi la pressione che avevo a 40/60!i medici dopo aver chiesto svariate volte dove avessi acquistato i funghi hanno detto che avevo una gastrite.sinceramente la cosa non mi convince,non può essere stato invece un avvelenamento?aspetto risposta,grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Anch’io sarei portato a pensare più ad un avvelenamento; ha idea di quale sia stata la cura somministrata in Pronto Soccorso? Quanto sono durati i sintomi?

    2. Anonimo

      la cura che mi è stata somministrata non la ricordo,ma la aggiornerò domani dopo aver consultato i referti medici di cui ora non dispongo. diciamo che dopo l’accaduto per circa due settimane non ho mangiato che brodini,anche solo l’odore del cibo mi provocava conati di vomito;a proposito,non so se può essere un indizio utile,ma dopo aver vomitato tutti i residui di cibo che avevo nello stomaco,ho espulso schiuma verde:(.

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che non mi occupo di questo campo, ho anch’io la sensazione che non si trattasse di gastrite, anche se onestamente mi stupirei di un errore diagnostico di questo tipo.

  2. Anonimo

    la cura in ospedale della durata di un giorno è stata di:
    s.f.+buscopen
    s.f.+plasil
    s.f.500.
    nel decorso a casa mi è stato somministrato il bimixin compresse da prendere nella misura di 2 compresse al giorno per 7 giorni.attendo un suo parere.grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sono tutti farmaci sintomatici, in grado cioò di agire solo sui sintomi:
      Buscopan: dolore
      Plasil: nausea e vomito
      Soluzione Fisiologica per reidratarla

      Probabilmente non avremo mai la certezza di quanto successo, ma personalmente ho qualche dubbio sulla diagnosi di gastrite (le ricordo comunque che non mi occupo di questo campo).

    2. Anonimo

      i suoi consigli sono stati davvero molto utili,la ringrazio.

  3. Anonimo

    il mio compagno a sempre bruciore acidita e soffre di gastrite . e poi fuma come un matto mangia irregolare e che li capita facendo il cuoco .prede il buscopan

  4. Anonimo

    poi a forti mal di testa nn vuole controllarsi un consiglio grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se non accetta di farsi vedere da un medico temo non si possa fare molto; il Buscopan è utile solo nel caso di dolori dovuti a crampi, mentre non agisce sull’acidità.
      Se non riuscirà a migliorare lo stile di vita è molto probabile che in futuro interverranno potenzialmente problemi, anche gravi, di salute.

  5. Anonimo

    soffro quasi spesso di gonfiore addominale, come se avessi mangiato un bue,
    mi sento gonfia , ank dopo aver bevuto un bicchiere d acqua,la ringrazio e scusi per il disturbo,

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Difficile fare ipotesi, se può escludere stress o cattiva alimentazione proverei magari a fare i test delle principali intolleranze.

  6. Anonimo

    Ciao,
    il mio problema è di gonfiore dello stomaco eccessivo in proporzione alla quantità di alimenti. Sono reduce da fratture multiple da incidente del 2003, con infezzione da stapylococcus aurys e cure antibiotiche di quasi 1 anno e successiva operazione nel 2010. A distanza di 1 anno presento, pur non assumendo antidolorifici per scelta, un gonfiore eccessivo dello stomaco, uno stato di semi_diarrea permanente da qualche mese e la sensazione di non aver defecato completamente, pur avendo lo stimolo con regolarita giornaliera, ed avvolte ho lo stimolo più volte al giorno. Sembro regolare ma ho un perenne senso di gonfiore, accompagnati da defecazioni molli con liquidi giallastri che possono durare per molto tempo. Ho pensato che possa dipendere da un’avvelenamento o intolleranza a qualche cosa. Non prendo farmaci di nessun tipo da quasi 1 anno , sono forse un pò ansioso e nervoso da sempre e le sciagure vissute hanno reso la cosa più evidente. Cosa potrei avere secondo la vostra esperienza e cosa mi consigliate di fare? Premetto che ho soffertto tra fratture , operazioni e infezione, più di quanto immaginavo di poter resistere e mi fa morire dentro l’idea di tornare in ospedale .
    Ciao

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ansia e nervosismo possono senza dubbio provocare questi disturbi, ma valuterei anche la possibilità di verificare che non si tratti di intolleranza al glutine e/o al lattosio; anche senza l’aiuto di un medico, provi ad escludere gli alimenti contenenti queste sostanze dalla dieta (prima uno, in un secondo momento l’altro) per almeno 2-3 settimane, da eventuali miglioramenti potrà avere indicazioni da valutare a questo punto con il suo medico.

  7. Anonimo

    ormai il mio mal distomacodura da tre settimane ma prendendo antidepressivi pensavo fosse quello… poi mi hanno dato una cura… una settimana e andava tutto bene, poi oggi di nuovo nausea.. il dottore mi ha detto che hola colite..el’ansia probabilmente non mi aiuta. prima di fare una gastro vorrei provare con intolleranze e un eco all’addome…la gastro mi fàpaura

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Che farmaci ha assunto?

  8. Anonimo

    Salve dottore, sto curando l’esofagite da reflusso da 4 mesi, per la quale oggi prendo solo la pariet tutte le mattine. Inoltre sto facendo una cura per la stipsi e prendo duspatal mattina e sera e movicol prima di cena. E’ da ieri che ho vertigini, in genere prendo le microser. Volevo sapere se ci sono conroindicazioni con questi medicinali e se esse (cioè le microser) sono un danno per l’esofagite. Non vorrei rovinare tutte le cure fatte fin’ora. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Nessuna interazione e nessun peggioramento dovuto a Microser.

  9. Anonimo

    Salve Dottore, ho fatto due gastroscopie (nel 2009 e nel 2010) e mi è stato diagnosticata una ‘gastrite attiva’ nel 2009 e una gastrite meno grave nel 2009. In entrambi i casi non avevo l’helicobacter pylori. Ho fatto la cura a base di omeprazolo da 20 mg per diversi mesi. Tuttavia, di tanto in tanto, mi colgono attacchi di gastrite acuta come quella che mi ha colpito a fine agosto 2011 0 come quella che sto vivendo stasera, 15 0ttobre 2011. La sto vivendo malissimo perchè è da un mese che mi sto curando con esomeprazolo da 20 mg e sto facendo dieta (ho perso circa 4 kg). Non so se questa recidiva della gastrite può essere dovuta al fatto che sono stato colto da un brutto mal di gola e da un’infezione e ho dovuto prendere 3 compresse al giorno di ananase, 2 compresse al giorno di antibiotico giasion e una compressa al giorno di fluimucil effervescente (di fluimucil ne ho preso in tutto tre, di giasion 6 compresse, di ananase 6 compresse pure, ma ho ‘coperto’ lo stomaco sempre con l’esomeprazolo). Non appena ho avvertito i sintomi della gastrite ho smesso la cura del mal di gola, durata solo tre giorni (ma doveva durare 10), ma ancora, dopo due giorni, sebbene sia a digiuno, il dolore alla bocca dello stomaco non mi è passato…Oltre alla gastroscopia e alla solita biopsia per capire se c’è l’helicobacter che altre analisi e biopsie devo fare per capire se ho forse l’ulcera gastrica o un tumore? Sono veramente stanco e questo mal di stomaco dura ore e non riesco più a sopportarlo…grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Premesso che a mio parere è stato un errore interrompere l’antibiotico, personalmente non insisterei con nuovi esami invasivi; ci sono diversi pazienti che convivono con il problema e, per farlo, assumono cronicamente farmaci come esomeprazolo (c’è anche da 40) eventualmente associato ad altri anti reflusso. Al suo posto valuterei questa strada perchè, pur comprendendo il suo desiderio di risolvere definitivamente, questo potrebbe non essere possibile.

  10. Anonimo

    buona sera, è qualche mese che non riesco a mangiare più niente perchè non riesco a digerire più niente soprattutto la carne rossa. quasi tutto quello che mangio mi fa gonfiare pancia e stomaco mi sento proprio tirare l’intestino quasi dovesse scoppiare da un momento all’altro e a volte quando mi trovo in queste situazioni digerisco ma sento che quello che mi viene su puzza di marcio. sono una persona molto molto stitica di fatti per evaquare uso micro clismi o pastiglie alle erbe con molta frequenza e un risultato minimo. Secondo lei può essere gastrite?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Tenderei ad escluderlo, ma il fatto di dover ricorrere sistematicamente a rimedi lassativi mi spinge a consigliarle di partire da lì e verificare con il suo medico le cause di entrambi i problemi.