1. Anonimo

    Buon giorno,a mia moglie ,é stato diagnosticato il fuoco di s.antonio al viso.si é allargato in bocca e al ps le hanno detto che ha interessato anche il nervo trigemino.calcolando che si sta riempiendo anche tutto il corpo di vesccole cosa posso metterle per ridurle il prurito?
    grazie infinite in anticipo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ha già fatto la varicella in passato?
      Al Pronto Soccorso non hanno prescritto nulla?

  2. Anonimo

    buon giorno , a mia madre che ha 69 anni, le è stato diagnosticato il fuoco di Sant antonio sulla fronte e l’occhio destro. Non ha potuto prendere nessuno medicinale in quanto ha la fibrillazione, ormai è passato quasi un mese e lo sfogo è rientrato le è rimasto soltanto la sensibilità toccandosi la tempia: Però da qualche settimana sono sopraggiunti dei formicolii alle mani e alle gambe e in più è molto depressa e anche se non sente dolore sente che è cambiato qualcosa nel suo fisico. Il tutto può dipendere dallo post-sfogo avuto o questi sintomi sono da ricercare in un altra malattialei ha anche la cervicale , ma finora non le ha dato problemi.
    Fiduciosa in una risposta la ringrazio e saluto

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ molto probabile che sia dovuto al fuoco di S. Antonio, che purtroppo dopo una certa età causa fastidi per molte settimane/mesi.

  3. Anonimo

    buona sera, mio marito a delle macchie sulla pancia e addome,e stata con la febbre alta per3 giorni ,il dottore li ha prescritto dell’antibiotico ERITROCINA 1000 per 5 gorni ,ora e’ sfebbrato ,però li sono aumentati le macchie quasi tutto il pettorale,,,cosè???e la cura e stata giusta???

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ praticamente impossibile rispondere senza una diagnosi esatta del problema.

  4. Anonimo

    Ho avuto rapporti normali con mio marito ma non presenta nessun sintomo grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      C’è il dubbio che sia herpes vaginale, consiglierei un parere da parte del suo ginecologo o del suo medico appena possibile (non perchè sarebbe grave, ma perchè se lo fosse prima si inizia la terapia e meglio è).

  5. Anonimo

    Buongiorno, ho un dolore alla schiena lato dx, sotto l’elastico del regg., sento bruciare dentro, ma non ho nessun puntino rosso, la zona da un bel po’ di tempo è insensibile per via del gancetto del regg. (così credo), mi prude un po’, sembra un comune mal di schiena, ma il fatto che senta bruciare dentro mi ha fatto pensare al Fuoco di S. Antonio. E’ possibile che si manifesti senza vescicole o puntini? Sto allattando le eventuali cure darebbero problemi per la mia piccola? Grazie per la cortese risposta. Vera.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Sì, è possibile che talvolta si manifesti “internamente”.
      2. Si cercherebbe una cura, magari leggera, compatibile con l’allattamento.

    2. Anonimo

      Grazie per la pronta risposta, andrò a farmi vedere dal mio medico e vediamo cosa fare! Vera.

  6. Anonimo

    ho scoperto di aver il fuoco di s.antonio un messe fa pero ho fatto il tratamento ma adesso e riaparso ho sempre un dolore sembra essere il linguine non riesco a caminare qualche volta.La cura e stata con aciclovir pastiglie ma non so riapare semper nello steso posto cioe(sulla chiapa destra) vorei sapere se pasera o e sempre che riapare per eternita 🙂 . grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Passerà, ma periodicamente potrà riapparire.

  7. Anonimo

    So di avere il fuoco di s.antonio se come mi faceva male il fegato ho fatto una ecografia ma diceva che ce una machiolina bianca sull fegato vorei sapere se e pe colpa dela malatia fuoco di s.antonio

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      In linea di massima no.

  8. Anonimo

    buongiorno Dottore, mia moglia è alla 18a settimana di gravidanza ed è stata “colpita” da questa fastidiosa e dolorosa infezione, ovvero il fuoco di s. antonio

    è cominciato tutto come un piccolo sfogo o sudamina sotto il seno, dopo 4gg i segni e le crosticine vanno da metà schiena sino a tutta una parte del costato, una sorta di “mezzo abbraccio”

    Mia moglie dovrebbe aver già fatto la varicella ma non ne siamo sicuri, il ginecologo ci ha detto che il fuoco di s. antonio è un forma di reminescenza della varicella e quindi sicuramente l’ha già fatta e quindi non ci sono pericoli per il nascituro…

    è corretto? possiamo stare tranquilli?

    conviene prendere l’aciclovir o aspettare ancora qualche gg per un decorso naturale dell’infezione?

    Grazie in anticipo per la risposta

    Saluti,
    Luigi

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Confermo la versione del ginecologo, il fuoco di S. Antonio implica l’aver già fatto la varicella.
      Relativamente ai farmaci si attenga *scrupolosamente* a quanto consigliato dal ginecologo, ma tenga conto che più aspetta e meno potrà fare.

  9. Anonimo

    SI E’ PRESENTATO SULLA PARTE DORSALE DEL PIEDE SINISTRO UNA CHIAZZA ROSSA CONMINUSCOLE VESCICHE CON UN FORTE PRURITO.PUO’ ESSERE IL FUOCO DI S.ANTONIO?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, è possibile. Ha avuto la varicella in passato?

  10. Anonimo

    salve.volevo avere qualche informazione.abito con mia suocera che ha 80 anni e da circa un mese fa le e’ uscito il fuoco di sant’antonio nella gamba, e’ stato curato con cure specifiche ma si lamenta che ancora non riesce a camminare , ma non riesco a capire se sta veramente male o se non ha voglia di camminare. si alza solo per le urgenze( tra cui andare in bagno) . Secondo me lo stare sempre seduta non l’aiuta. devo insistere nel farla camminare? aspetto un vostro consiglio. distinti saluti

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non posso ovviamente conoscere con esattezza la situazione di sua suocera, ma le confermo che sopratutto dopo una certa età il fuoco di S. Antonio può lasciare dolori per mesi/anni. Suggerisco tuttavia di invitare la signora a parlarne con il medico, perchè esistono farmaci che possono aiutare; alla sua età, perdere l’abitudine a camminare è rischioso sotto diversi punti di vista.