1. Anonimo

    buongiorno dott, ho 36 anni e all’età di 13 anni ho contratto il fuoco di S.antonio.. adesso il mio collega si è ammalato di varicella, rischio di essere contagiata?
    P.S: ne io ne mia madre abbiamo ricordo che io abbia mai contratto la varicella, possibile?
    grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il fuoco di S. Antonio lo si sviluppa solo dopo essere stati colpiti da varicella, quindi nel suo caso qualcosa non torna.

    2. Anonimo

      sono sicura che fosse fuoco di S.antonio, quindi è probabile che il contagio della varicella all’epoca c’è stato ma in maniera lieve ..

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se lei ha ragione non corre nessun rischio di contagio.

    4. Anonimo

      la ringrazio per la risposta, c’è qualcosa che posso fare per fugare ogni dubbio?
      grazie ancora!

    5. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Esami del sangue.

  2. Anonimo

    salve Dottor Cimurro, 25 giorni fa ho avuto il fuoco di s.Antonio ,dopo aver fatto tutte le cure prescritte dal mio medico fra cui antivirali più crema “zovirax” ora ke sono guarito mi è rimasta comunque una macchia con delle bollicine sulla mia fronte.
    Cosa mi consiglia di fare? devo forse usare un altro tipo di crema ?
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ una macchia o sono cicatrici delle vescicole?

    2. Anonimo

      è una macchia arrossata con piccole bollicine

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se le bollicine non si sono ancora seccate continui con Zovirax, diversamente potrebbe valutare con il suo farmacista una crema idratante per proteggere la pelle colpita.

  3. Anonimo

    Buongiorno Dott.ssa,
    mia madre a Natale ha avuto il fuoco di Sant’Antonio che aveva combattuto con antivirali ed aveva temporaneamente sottomesso. Adesso sembra che ci sia un ritorno, siccome abbiamo un nipotino di nove mesi che vive lontano da noi e doveva venire nel periodo di Pasqua, è sconsigliato che venga a trovarci? Quali sarebbero i rischi e le eventualiprecauzioni??? grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      L’unico rischio è legato al contatto tra il siero presente nelle vescicole, quindi in genere con qualche piccola attenzione in questo senso le possibilità di contagio si azzerano.

  4. Anonimo

    salve dott
    ho 42 anni e martedi scorso ho iniziato i primi dolori,mercoledi sera mi son uscite le vescicole e x mia ignoranza solo lunedi son andato dal medico ke mi ha prescritto la cura con(nn ricordo + il nome)x 5 volte al giorno x 7 giorni ad esaurimento scatola;visto ke in farmacia nn avevano il farmaco,mi hanno dato questo generico aciclovir dorom
    è normale ke la cura duri così tanto. io tuttora ho dolore e nn prurito.
    grazie mille del tempo
    saluti bob

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      E’ normale che la cura sia di 7 giorni, peccato solo non averla iniziata prima; probabilmente il farmaco prescritto era Zovirax, effettivamente equivalente ad aciclovir.
      Le raccomando di assumerlo scrupolosamente come consigliato (ogni 4 ore notte escluse, di norma).

    2. Anonimo

      x caso ho sbagliato,xkè mi son fatto un’orario:,1,6,11,16,21
      grazie ancora!!!!!!!!

  5. Anonimo

    salve dott
    ho 23 anni,e da quasi una settimana ho i dolori,tipo la sciatica…martedi mattina mi sono uscite le vescicole,e sono andata subito al dottore,che mi ha prescritto lo zelitrex 3 volte al giorno,neuraben 1 al giorno,e co-efferalgan 1 pranzo,1 cena!Però la situazione ha peggiorato…mi stanno uscendo da per tutto(il lato destro)!Voglio sapere se la cura è giusta,ovvero sia normale che uscisserò anche se sto prendendo le medicine…Mi consiglia di andare da un dermatologo?Grazie e buona giornata…

  6. Anonimo

    scusate mi sono dimenticata la pomata aciclin…che secondo me non mi fa nulla…grazie di nuovo…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La cura è perfetta ed a mio parere un dermatologo non è necessario; purtroppo una certa evoluzione residua è del tutto normale, ma si consoli sapendo che sarebbe stata peggiore se non avesse iniziato subito i farmaci.

  7. Anonimo

    Dottore,oltre quelle medicine elencate sù,sto prendendo anche xls(x dimagrire),devo interompere?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, a mio avviso è preferibile.

  8. Anonimo

    Salve dottore, da venerdì 2 marzo mia madre ha cominciato ad accusare dolore all’orecchio e alla gola. Lunedì 5 marzo il medico di base le ha diagnosticato il fuoco di sant’antonio e le ha prescritto le seguenti cure: mediflox (gocce per orecchio), co-efferalgan 3 volte al giorno per 10 giorni, una fiala di dobetin a giorni alterni, aciclin compresse e aciclin pomata. Nonostante abbia seguito correttamente questa terapia, lei continua ad accusare forti dolori, così circa 10 giorni fa il medico le ha prescritto l’antibiotico, ma la situazione non sta cambiando. Cosa mi consiglia di fare? Grazie in anticipo della risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      La diagnosi di fuoco di S. Antonio è stata confermata od avvalorata dalla manifestazione cutanea tipica?

    2. Anonimo

      la diagnosi è stata confermata subito a causa della manifestazione cutanea

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Temo purtroppo non ci siano alternative agli antidolorifici, da associare eventualmente a vitamine del gruppo B e/o ad antidolorifici atipici (per esempio per il dolore neuropatico).

  9. Anonimo

    salve dottore!Siccome e il 5 giorno da quando mi sono uscite e continuano a uscire le vescicole,mi potrei mettere sulle vescicole la pomata fidangenbeta,oppure gentalynbeta,visto ke la pomata ke mi ha prescritto il medico aciclin non mi fa nulla!?Eppoi è normale ke ancora stanno uscendo?Non ce la faccio più!Mi dovrei disinfettare la zona con le vescicole?Li devo coprire?Come mi devo comportare?Visto ke ho un bimbo di 3 mesi…Grazie mille…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Non avrebbe senso applicare Gentalyn Beta od equivalenti e, al contrario, la presenza del cortisone potrebbe peggiorare il problema.
      Ogni quanto applica Aciclin? Assume farmaci per bocca?

    2. Anonimo

      Dottore la ringrazio per l’aiuto che ci da e credo a nome di tutti, di poterle augurare una felice Pasqua a lei e famiglia, grazie di cuore.
      pierluigi e moglie

  10. Anonimo

    sto prendendo zelitrex,3 al giorno,neuraben 1 al giorno,e co-efferalgan pranzo e cena…Sinceramente non molto speso perche la non sento nessun sollievo,e la zona è tutta la gamba destra(dietro)+fondoschiena…Non so cosa fare,anzi sono preoccupata xke e da martedi che ho sto problema,e la situazione sta peggiorando…Cosa devo fare?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Aciclin per aiutare deve essere applicata ogni 4 ore (5 volte al giorno, notte esclusa), per il resto non si può fare altro data la cura che sta già seguendo.