1. Anonimo

    Mio marito ha da due giorni dolore forte e arrossamento sulle natiche, mal di stomaco e anche dissenteria. L’arrossamento è molto profondo e grattandosi a causa del forte prurito sale il superficie l’eruzione.
    E’ allergico agli antiinfiammatori, di solito l’unica cosa che può prendere è la Tachipirina. Cosa posso dargli per curarlo? Lui non vuole prendere mai nulla.
    Se non si cura può avere delle conseguenze?
    (ha dato la colpa alle arachidi mangiate l’altro ieri, ma io non credo sia questo. E’ un periodo di fortissimo stress)
    Grazie per la sua risposta!

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mal di stomaco e dissenteria sono probabilmente sindromi parainfluenzali da raffreddamento da trattare con sintomatici (può chiedere in farmacia), mentre il rossore sulle natiche deve essere visto da un medico per avere una diagnosi.

  2. Anonimo

    Buona sera. Alla tenera età di 51 anni ho fatto la varicella. Durante il periodo di incubazione sono stata a contatto con mia mamma di 78 anni. Dopo qualche giorno di malessere generale e di lievi dolori all’altezza della scapola sinistra, il 31 dicembre mia madre ha iniziato ad avere dei dolori fortissimi è sono apparse nella stessa zona dolorante delle macchie rosse senza vesciche. La guardia medica ha diagnosticato il fuoco di Sant’Antonio e le ha dato un antivirale da prendere per 7 giorni e l’Oki per il dolore che però non fa molto.
    La cosa strana è che il giorno dopo, le macchie sono sparite. Il dolore a volte si placa quasi del tutto per poi aggredire prepotentemente. Da tenere presente che, a causa di un grosso intervento, 4 anni hanno tolto a mia madre tutta la milza, infatti sta assumento un farmaco per tenere sotto controllo la glicemia inoltre ha solo un quarto di tiroide ed usa l’EUTIROX.
    Le mie domande sono: visto i sintomi, può davvero trattarsi di fuoco di Sant’Antonio anche se non ci sono eruzioni cutanee? Inoltre visto la sua cartella clinica delicata è il caso di affidarci a qualche specialista? A chi ci si potrebbe rivolgere?
    Grazie per la cortese attenzione
    Grazia

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Vista la rapida scomparsa della manifestazione cutanea ritengo molto poco probabile che si trattasse di herpes zoster; ne parlerei inizialmente con il medico di base, che saprà indicarle lo specialista più adatto a seguito della visita (escluderei il dermatologo se non ci sono più sintomi esterni).

  3. Anonimo

    a mia figlia di 7 anni , oggi è stato dignosticato lo “Sfogo di Sant’Antonio” , i primi sintomi tra l’altro visibili e con prurito sono apparsi il 5 Gennaio 2011, Lei ha avuto la varicella all’età di due anni e mezzo , il pediatra mi ha solo consigliato di darle del Be-Total sciroppo , Tachipirina se ha dolore , e una Crema Cantaris Sinergico ; puo’ bastare ? Mi sembra sia tutto un po’ blando ,visto che si parla di un Herpes abbastanza importante e doloroso …..non mi ha neache detto che tipo di decorso debba avere …se cambia qualcosa fatti sentire ( ha detto ) ? Grazie Saluti Debora

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Ha avuto la varicella in passato? La bambina si lamenta di dolore o prurito? Sono eventualmente sopportabili?

  4. Anonimo

    da circa 3 giorni che ho prurito sulla zona cutanea destra e anche allo sfioramento sento dolore ho la ghiandola sotto l orecchio un po, gonfia e sulla guancia tipo brufoli li ho schiacciati ora sto prendendo un antibiotico il talavir puo ‘bastare

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Il Talavir è stato prescritto da un medico in seguito a diagnosi di herpes zoster?

  5. Anonimo

    mio marito e mio figlio hanno avuto la varicella 15 giorni fa ora mio marito ha scoperto di avere il fuoco di san Antonio ed io la varicella, può adesso mio marito contagiare me e mio figlio con il fuoco di san Antonio?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      No, il fuoco di S. Antonio può solo provocare la varicella in chi non l’avesse mai fatta.

  6. Anonimo

    Ho 74 anni ho il fuoco di sant’ antonio, appena mi sono accorta della presenza delle pustole ho chiamato il dottore che mi ha ordinato 5 pasticche al giorno della medicina Aciclovir terminata la cura il medico mi ha ordinato Lyrica 75 mg per quindici giorni.
    Per combattere il prurito ho usato ed uso il talco mentolato. Ho fatto inoltre due scatole di punture Mionevrasi. Prendo l’ Eutirox da 100 mg ogni mattina e soffro di glaucoma di cui sono in cura. Attualmente ho ancora un dolore diffuso al braccio interessato ed alla mattina e alla sera devo darmi il talco mentolato per attutire il prurito. Attualmente sono trascorse 3 settimane dalla comparsa delle pustole. Devo continuare a fare la Mionevrasi? Sto meglio ma non sono guarita del tutto Quanto durerà??
    Grazie ed arrivederci
    Maria Luisa

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per quanto riguarda le iniezioni è senza dubbio preferibile chiedere al medico se continuare, anche se personalmente non vedo controindicazioni; in genere i sintomi tendono a sfumare giorno dopo giorno, anche se in alcuni casi possono passare purtroppo diverse settimane.

  7. Anonimo

    Mio figlio di 11 anni ha contratto la varicella a 1 mese di vita fu trattato con lo zovirax l’esantema molto contenuto da due giorni lamenta una forte bruciore che dal petto si irradia fin sotto l’ascella destra e qualche piccola bollicina, da segnalare che 20 giorni fa la sorellina di 4 anni ha contratto la varicella. Può trattarsi dello sfogo di sant’Antonio? Ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Dalla descrizione è possibile, anche se in realtà non dovrebbe essere possibile il contagio varicella->fuoco di S. Antonio.
      Sarei forse più portato a pensare ad una nuova varicella, ho il dubbio (ma non è il mio campo, potrei sbagliarmi) che ad 1 mese di vita non si sviluppo immunità permanente.

  8. Anonimo

    Mia madre 70 anni da 15 giorni ha bruciore a sinistra sotto il seno verso il dorso, sembrano sintomi uguali a quelli dell’Herpes Zoster, ma a tutt’oggi non le è uscito alcun sfogo. Dopo circa 10 giorni dai primi sintomi il medico le ha prescritto Lyrica (1 al mattino e 1 alla sera).
    A tutt’oggi alcun sfogo è emerso, ma permangono bruciore e dolore.
    Può essere Herpes Zoster o è altro?
    Grazie Stefano

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo è possibile che sia proprio herpes.

  9. Anonimo

    Ho una sorella di 78 anni , che
    lunedì 10 u.s., ha contratto il fuoco di S.Antonio. Il medico di base mi ha consigliato di fare degli impacchi con acido borico sulle pustole e per il dolore,mi ha

    scritto il Toradol 30 ml : una fiala sotto la lingua ogni 12 ore in base all’intensità del dolore. Premetto che mia sorella soffre di epilessia e quindi prende dei farmaci a base di carbamazepina e fenobarbital. Domando: è normale che il dolore persiste sempre ? Per quanto tempo può usare il Toradol ?Cosa comporta non fare nessun farmaco antivirale ?
    Grazie per la vostra attenzione.
    Concetta

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo è normale che il dolore persista;
      Toradol riporta come limite 5 giorni per via orale, ma mi capita molto spesso di vederlo prescritto per periodi molto più lunghi;
      In genere il ricorso all’antivirale permette una guarigione più rapida, ma probabilmente per qualche motivo il medico non l’ha ritenuto necessario.

  10. Anonimo

    per cortesia , una domanda , la mia ragazza ha avuto circa tre mesi fa il fuoco di sant’antonio in concomitanza sett piu’ o meno con il fatto che e’ rimasta incinta proprio nel medesimo periodo , detto questo esistono rischi per il feto o la gravidanza ???

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso assolutamente nessun rischio.